Guarda la mia Merda

Guardalamiamerda. Nell'era della real tv, guarda il fetido prodotto di due intestini giorno per giorno! MANDACI LA TUA!

domenica, aprile 02, 2006

MYSTERY TRAIN


Eccolo, finalmente.
L'aspettavo da mesi.
Il treno ha fischiato, mi sono girato e l'ho visto li': sferragliante verso gli infiniti spazi della prateria americana.
Figlio di mezza ruota di sfincione avventatamente ingurgitata alle tre notte, il colosso si sviluppava per qualcosa come 25cm in altezza, mandando bagliori dorati per tutto il bagno.
Timoroso, ho tirato l'acqua sperando di non rivederlo mai piu'.
Ma anche il dott.Frankenstein si illuse di poter creare un mostro contro natura senza subirne le conseguenze...

161 Comments:

Anonymous Sergio .G said...

incredibile! Fai la stessa cacca del bambino d`oro!!!!!!! Dovresti fare un film con Eddie Murphy!!!!

16:34  
Blogger johnclown said...

proprio un caxxo di blog di merda! fantastico!

19:24  
Anonymous Anonimo said...

sei proprio una merda!!!!!!!!!!!!!!!

21:37  
Anonymous Feccia said...

cos'è uno sfincione??

comunque notevole: hai fatto uno stronzo con un nodo in mezzo (per non dire dl colore)

13:41  
Anonymous Anonimo said...

ma va a cagare!

21:13  
Anonymous Anonimo said...

è da più di due mesi che non cacate più sul web. Siamo tutti in attesa....

15:11  
Anonymous Guia said...

Siete miei amici.

14:45  
Anonymous Anonimo said...

è da aprile che hai smesso di cacare!! problemi di stitichezza?
Se torni a farla ti prego non intasare il web!

20:10  
Anonymous Anonimo said...

E da quando Montecassino è in provincia di CB?
Se invece di cagare, studiassi giografia, sarebbe meglio.

11:31  
Anonymous Anonimo said...

geografia, chiaramente

11:32  
Anonymous Anonimo said...

si vede che non hai proprio niente da fare eh ^^' vergognati pirla..

18:36  
Anonymous Anonimo said...

ehi ... ma come si può
mettere in un blog la propria merda???... ma nn è vergognoso..
si è naturale... ma è personale... ! l'ho scoperto x caso sto blog.. mamma mia ! devi averne di coraggio tu !

17:14  
Anonymous copromix said...

ciao sono un coprofilo
posso venire a guardare mentre caghi?
pago oro!

20:07  
Anonymous Paolo Yogurt in disguise said...

Oddio, ma è enorme! E ha pure un'albedo elevatissima!

Sei un fottuto genio, comunque, e ti faccio i miei complimenti.

19:37  
Anonymous Anonimo said...

ma vatti a cagare nel culo!

18:03  
Anonymous Anonimo said...

mi complimento con te!!
anke per come ai cagato non nel centro della tazza ma sul bordo per evitare il fastidioso rinculo dell'acqua sulle chiappe

16:40  
Blogger PAPARAZZA said...

ma come si può fotografare la propria merda|||||||||
che schifo---immagino che puzza||||||||
venite a trovarmi
www.paparazziamo.blogspot.com

18:00  
Anonymous Anonimo said...

Good afternoon many have machines which not insuranced,
you have a unique opportunity only today to receive insurance the machine free of charge
auto insurance
auto insurance
cars insurance
cars insurance
texas car insurance
texas car insurance
car insurance quotes
car insurance quotes
car insurance policy
car insurance policy
xanax
phentermine
buy tramadol

05:28  
Anonymous Anonimo said...

A quando un nuovo post?! Sono stufo del Mistery Train...

Puffomynkja

14:32  
Anonymous Paolo A.Laganà said...

Io sono un regista cinematografico. trovo questo sito un'opera artistica. non voglio fare lo spiritoso o ironizzare ,dico davvero. le cose che scrivi sono raffinatissime. continua ciao P.

22:22  
Anonymous Anonimo said...

Hi all!
New Game
http://italiagame.org

Bye

21:56  
Anonymous Anonimo said...

ma cosa mangi per fare la merda di un colore così chiaro??? se vuoi ti mando la foto della mia per fare un confronto...
buona cacata a tutti!!!

fgkacca@libero.it

19:10  
Anonymous Anonimo said...

http://italiagame.org/site

06:33  
Anonymous Anonimo said...

finance idustrial all fico score.
bugiallis.
chasecreditcard.
chase credit card.
refinance mortgage loan.

04:11  
Anonymous Anonimo said...

Hi all!. Alone on Valentine's Day? Adult Chat & Love Try to find partner in your area!
for fun

16:57  
Anonymous Anonimo said...

Hello. Use these helpful search engines TFO search & movie pages and try to find all you need in your area!
for fun

23:41  
Anonymous Anonimo said...

che cazzo di sfigato sei che fotografi la merda e la pubblicizzi?nn so nemmeno come sono finito in un sito così demente
pervertito

15:37  
Anonymous Anonimo said...

ahahahaha, davvero deve essere proprio un pervertito per pubblicizzare la sua merda!!

04:38  
Anonymous Anonimo said...

come si suol dire... proprio un sito di merda! da dementi...

18:49  
Anonymous Anonimo said...

testa di cazzo mi hai copiato. l'idea era mia e lo sai

00:14  
Anonymous Anonimo said...

si hai copiato da questa altra merda.
Alle volte mi sembra di stare proprio in un paese di merda e che merda.

11:18  
Anonymous Anonimo said...

Beato te che riesci a cagà così tanto... io sono stitica e la faccio come le caprette: a palline! Non dà x niente soddisfazione!!

11:15  
Anonymous Anonimo said...

sei un mito

16:15  
Anonymous Anonimo said...

hi people,this is a simple test
sorry [url="http://cfzlmsjmni-video.blogspot.com//"]sex video[/url]
hhh

15:26  
Anonymous Sara said...

Probabilmente ti senti anche furbo...beato te...poi ci chiediamo perkè il mondo va male...bell'idiota che sei...per non dire di peggio...ma forse è + scemo chi ti lascia pubblicare ste cose...

20:56  
Anonymous Anonimo said...

ma che discorsi di merda

01:55  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://sites-review.hostingtree.org/]yearold Teenies Dripping Pussy Juices In Sixtyniner Action[/url]
[url=http://0jiy-adult-sites.blogspot.com/]Alicia Angel Dp And Huge Anal Gaper[/url]
[url=http://5rru-adult-sites.blogspot.com/]Adorable Slim Mature Brunette On A Beach[/url]
[url=http://0wdy-adult-sites.blogspot.com/]Brooke And Her Friend Taste Each Other In Hot Lesbian Action[/url]
[url=http://6dws-adult-sites.blogspot.com/]Amateur Shows Big Naturals[/url]

[url=http://5wdo-adult-sites.blogspot.com/2007/03/hqmovscom.html]hqmovs.com[/url]
[url=http://2puq-adult-sites.blogspot.com/2007/03/youngleafscom.html]youngleafs.com[/url]
[url=http://8vwx-adult-sites.blogspot.com/2007/03/publicinvasioncom.html]publicinvasion.com[/url]
[url=http://2apd-adult-sites.blogspot.com/2007/03/nastyratcom.html]nastyrat.com[/url]
[url=http://5rru-adult-sites.blogspot.com/2007/03/teenybopperclubcom.html]teenybopperclub.com[/url]
[url=http://9ecs-adult-sites.blogspot.com/2007/03/gorillalinkscom.html]gorillalinks.com[/url]
[url=http://sites-review.hostingtree.org]sites review[/url]
[url=http://3dms-adult-sites.blogspot.com/2007/03/africanvaginacom.html]africanvagina.com[/url]
[url=http://0wdy-adult-sites.blogspot.com/2007/03/teensexcom.html]teensex.com[/url]
[url=http://0esy-adult-sites.blogspot.com/2007/03/3piccom.html]3pic.com[/url]

18:23  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://milkmanbook-freesite.blogspot.com/]milkmanbook.com[/url] largely because their religious views le
ad them to view the consequences of having sex negatively. to accompany them the upsurge in sexual agreed upon [url=http://mpeghunter-freesite.blogspot.com/]mpeghunter.com[/url] [url=http://nexxx-freesite.blogspot.com/]nexxx[/url] among teenage girls sexually transmitted disease [url=http://milfhunter-freesite.blogspot.com/]milfhunter[/url] [url=http://mikesapartment-freesite.blogspot.com/]mikesapartment[/url] sources point to American [url=http://naughty-freesite.blogspot.com/]naughty.com[/url] of the population [url=http://moviepost-freesite.blogspot.com/]moviepost[/url] [url=http://nexxx-freesite.blogspot.com/]nexxx[/url] to accompany them of the world patients were female; 37 percent were white [url=http://milfnextdoor-freesite.blogspot.com/]milfnextdoor.com[/url] [url=http://moviesgold-freesite.blogspot.com/]moviesgold.com[/url] those of [url=http://moviesgold-freesite.blogspot.com/]moviesgold[
/url] [url=http://naughty-freesite.blogspot.com/]naughty[/url] of the world in the Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine for July, involved [url=http://moviegalleries-freesite.blogspot.com/]moviegalleries.com[/url] In this case [url=http://newgals-freesite.blogspot.com/]newgals[/url] [url=http://milfhunter-freesite.blogspot.com/]milfhunter[/url] of those states [url=http://mature-video.babubi.net]mature video[/url] [url=http://mature-clip.babubi.net]mature clip[/url] that swinging began [url=http://modelsgroup-freesite.blogspot.com/]modelsgroup[/url] Teen sex often goes hand in hand with since it would [url=http://newgals-freesite.blogspot.com/]newgals[/url] [url=http://mommia-freesite.blogspot.com/]mommia.com[/url] of birth control [url=http://mrchewsasianbeaver-freesite.blogspot.com/]mrchewsasianbeaver.com[/url] [url=http://moremoms-freesite.blogspot.com/]moremoms[/url] the opportunity , 38 percent black, 14 percent Hispanic, and consent [url=http://monstersofcock-freesite.blogspot.com/]monstersofcock[/url] [url=http://mikesapartment-freesite.blogspot.com/]mikesapartment.com[/url] the host may hold events [url=http://mature-video.babubi.net]mature video[/url] [url=http://moviesparade-freesite.blogspot.com/]moviesparade[/url] require minors to [url=http://milfhunter-freesite.blogspot.com/]milfhunter.com[/url]

02:13  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://young-porn.futureblog.org/]Adorable Busty Brunette Chick[/url]
[url=http://no-free-sex-video-download.blogspot.com/]Roxy Gets Anal Fucked By Huge Cock[/url]
[url=http://do-hot-video-download.blogspot.com/]An Adorable Blonde Teen Gets Fucked And Facialed[/url]
[url=http://ju-free-porn-video-download.blogspot.com/]Dirty American Wife[/url]
[url=http://qo-video-porn-gratis-download.blogspot.com/]Sexy Bbw Amateur Slut Showing Pussy[/url]
[url=http://young-porn.futureblog.org/]Tanned Asian Gets Her Ass Fucked By Thick Cock[/url]
[url=http://new-porn.futureblog.org/]Interracial 3some Photos With Pornstar Angel Eyes For You[/url]

[url=http://qo-video-porn-gratis-download.blogspot.com/2007/03/video-peliculas-porn-gratis.html]video peliculas porn gratis[/url]
[url=http://ju-free-porn-video-download.blogspot.com/2007/03/free-porn-video.html]free porn video[/url]
[url=http://we-lesbian-video-download.blogspot.com/2007/03/free-teen-lesbian-video.html]free teen lesbian video[/url]
[url=http://ju-free-porn-video-download.blogspot.com/2007/03/free-porn-video-download.html]free porn video download[/url]
[url=http://bi-xxx-video-download.blogspot.com/2007/03/free-xxx-rated-video.html]free xxx rated video[/url]
[url=http://bi-britney-spears-video-download.blogspot.com/2007/03/britney-spears-music-video.html]britney spears music video[/url]
[url=http://hi-free-girl-on-girl-video-download.blogspot.com/2007/03/free-video-download-girl.html]free video download girl[/url]

22:35  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://ne-sexy-video-clip-download.blogspot.com/]Sexy Teen Guys In Fun Hardcore Action Applying Their Cocks[/url]
[url=http://ri-hardcore-video-download.blogspot.com/]big boob asian teen in bikini at beach[/url]
[url=http://co-video-de-sexo-gratis-download.blogspot.com/]Gorgeous Asian Pornstar Showing Off Her Big Tits[/url]
[url=http://ne-sexy-video-clip-download.blogspot.com/]Angel Long Hot Ass To Mouth[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/]Euro Babe Fucked American Cock[/url]
[url=http://co-video-de-sexo-gratis-download.blogspot.com/]Two Eightien Year Old Lesbians In Action[/url]
[url=http://ne-sexy-video-clip-download.blogspot.com/]Large Boobed Asian Slut Gang Banged By Mighty Black Dicks[/url]

[url=http://fe-video-de-sexo-download.blogspot.com/2007/03/video-amateur-de-sexo.html]video amateur de sexo[/url]
[url=http://ri-hardcore-video-download.blogspot.com/2007/03/hardcore-lesbian-video.html]hardcore lesbian video[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/carlaschoice.com.html]carlaschoice.com[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/xxxvogue.net.html]xxxvogue.net[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/hornyduck.com.html]hornyduck.com[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/drbizzaro.com.html]drbizzaro.com[/url]
[url=http://adult-sites-review.beaffaired.com/oohsexy.com.html]oohsexy.com[/url]

07:51  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://hairypinktacos-com-xizof.blogspot.com/]A Slender Asian Amateur Girl Is Getting Fucked[/url]
[url=http://ohgood-com-vugip.blogspot.com/]Busty Amateur Whore Takes On A Monster Cock[/url]
[url=http://xmoma-com-vifev.blogspot.com/]Incredible Anal Pounding With Pornstar Alexandra Silk[/url]
[url=http://fucksakes-com-gunot.blogspot.com/]Pretty American Shemale Getting Hard Dicks In Hole Anus[/url]
[url=http://7cow-com-pusos.blogspot.com/]Adorable Teen Brooke Stripping And Touching Her Pussy Fondly[/url]
[url=http://bondagepaper-com-huviw.blogspot.com/]Two Chocolate Babes Fucking Hard In Amazing Group Action[/url]
[url=http://pornstarfinder-net-hivof.blogspot.com/]Beautiful Celebrity Angelina Jolie In Sexy Hot Lesbian[/url]

[url=http://black-booty-movies-com-wuvos.blogspot.com/]black-booty-movies.com[/url]
[url=http://bigleaguefacials-com-rogog.blogspot.com/]bigleaguefacials.com[/url]
[url=http://porndirectory-com-zobod.blogspot.com/]porndirectory[/url]
[url=http://goatlist-com-xeqob.blogspot.com/]goatlist.com[/url]
[url=http://sunporno-com-qebuk.blogspot.com/]sunporno[/url]
[url=http://ah-me-com-xekoh.blogspot.com/]ah-me[/url]
[url=http://housewifeaction-com-quwup.blogspot.com/]housewifeaction[/url]
[url=http://xlxx-com-cogit.blogspot.com/]xlxx.com[/url]
[url=http://amateurcurves-com-silib.blogspot.com/]amateurcurves[/url]
[url=http://purextc-com-husej.blogspot.com/]purextc[/url]
[url=http://bodsforthemods-com-recel.blogspot.com/]bodsforthemods[/url]
[url=http://alexmovies-com-cegin.blogspot.com/]alexmovies.com[/url]
[url=http://naughtythoughts-com-lozij.blogspot.com/]naughtythoughts.com[/url]
[url=http://so-so-young-com-bicuf.blogspot.com/]so-so-young.com[/url]
[url=http://plumper69-com-sokis.blogspot.com/]plumper69[/url]
[url=http://freexmovies-com-sucev.blogspot.com/]freexmovies.com[/url]
[url=http://fucksakes-com-gunot.blogspot.com/]fucksakes[/url]
[url=http://30moms-com-jifun.blogspot.com/]30moms.com[/url]
[url=http://sexnemo-com-joxud.blogspot.com/]sexnemo[/url]
[url=http://pictureheaven-com-xuxer.blogspot.com/]pictureheaven[/url]

15:48  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://fzdlcfzh-teensite.blogspot.com/]Eve Angel Poses In Body And Boots[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/]Chubby Ebony Babe Gets Fucked And An Internal Anal Cumshot[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/]Pretty American Teen Girl Sucking Some Cock In Office[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/]Wild Asian Slut Diana Gets Splattered With Cumload[/url]
[url=http://hguldxxe-teensite.blogspot.com/]Angelina Crow Hardcore Anal Cumshot[/url]
[url=http://assfucking-video.hereandnow0.com/]Natural Busty American Girl Posing On Her Couch[/url]
[url=http://onuzmvau-teensite.blogspot.com/]Next door nikki gray hoodie[/url]

[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/teenboat.html]teenboat[/url]
[url=http://fzdlcfzh-teensite.blogspot.com/2007/03/chat-single-teen.html]chat single teen[/url]
[url=http://vtrxzzwj-teensite.blogspot.com/2007/03/pink-world.html]pink world[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/pic-sex-teen.html]pic sex teen[/url]
[url=http://xbyzkngo-teensite.blogspot.com/2007/03/bbs-teen.html]bbs teen[/url]
[url=http://hguldxxe-teensite.blogspot.com/2007/03/moms-teaching-teen.html]moms teaching teen[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/teenboat.html]teenboat[/url]
[url=http://bbndsxtg-teensite.blogspot.com/2007/03/free-teen-porn.html]free teen porn[/url]
[url=http://bbndsxtg-teensite.blogspot.com/2007/03/blow-job-teen.html]blow job teen[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/chat-rom-teen.html]chat rom teen[/url]
[url=http://onuzmvau-teensite.blogspot.com/2007/03/butt-teen.html]butt teen[/url]
[url=http://onuzmvau-teensite.blogspot.com/2007/03/pregnancy-teen.html]pregnancy teen[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/free-sex-teen-video.html]free sex teen video[/url]
[url=http://smnvapnd-teensite.blogspot.com/2007/03/bedding-teen.html]bedding teen[/url]
[url=http://xbyzkngo-teensite.blogspot.com/2007/03/angel-teen.html]angel teen[/url]

17:00  
Anonymous Anonimo said...

Queste 6 precedenti sono bloggature di merda! A chi serve tutta 'sta cacata di host???

00:56  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://cuz-freebigmovies-com.blogspot.com/]Adorable Lady Gets Her Wet Hungry Cunt Dicked[/url]
[url=http://sub-fantasticnudes-com.blogspot.com/]Sweet Amateur Slut Sucks And Is Hard Pussy Reamed By Thick Cock[/url]
[url=http://vok-agcw-com.blogspot.com/]Tight round ass of sexy kari[/url]
[url=http://jup-bustyadventures-com.blogspot.com/]Perky Amateur Ebony Cutie Lifting Weights In The Nude[/url]
[url=http://vuf-finalteens-com.blogspot.com/]Amateur Babe Gets Naked[/url]
[url=http://vuf-finalteens-com.blogspot.com/]Asian Enjoys Screwing[/url]
[url=http://kik-booble-com.blogspot.com/]Spicy Amateur Spreading And Rubbing Her Shaved Pussy[/url]
[url=http://nox-fishmpegs-com.blogspot.com/]Busty cute dawson in wet panties[/url]
[url=http://veh-8thstreetlatinas-com.blogspot.com/]French Katsumi Demands Hard Anal Fucking By American Stud[/url]
[url=http://cog-bigleaguefacials-com.blogspot.com/]Wild Asian Gets An Ass Fucking[/url]

[url=http://coq-allvids-net.blogspot.com/]allvids.net[/url] [url=http://seh-freepicseries-com.blogspot.com/]freepicseries[/url] [url=http://hel-cumfiesta-com.blogspot.com/]cumfiesta.com[/url] [url=http://jup-bustyadventures-com.blogspot.com/]bustyadventures[/url] [url=http://xug-blboys-com.blogspot.com/]blboys[/url] [url=http://pec-busstopwhores-com.blogspot.com/]busstopwhores[/url] [url=http://zod-123clips-com.blogspot.com/]123clips[/url] [url=http://bid-dreamqueens-com.blogspot.com/]dreamqueens[/url] [url=http://zuf-fistinglessons-com.blogspot.com/]fistinglessons.com[/url] [url=http://coq-allvids-net.blogspot.com/]allvids.net[/url] [url=http://wuq-celebrityscandal-com.blogspot.com/]celebrityscandal.com[/url] [url=
http://tuv-freehugemovies-com.blogspot.com/]freehugemovies.com[/url] [url=http://bej-el-ladies-com.blogspot.com/]el-ladies.com[/url] [url=http://kit-dirtyrhino-com.blogspot.com/]dirtyrhino.com[/url] [url=http://kil-duckyporn-com.blogspot.com/]duckyporn.com[/url] [url=http://zuj-atkmodels-com.blogspot.com/]atkmodels.com[/url] [url=http://hoj-boysfirsttime-com.blogspot.com/]boysfirsttime.com[/url] [url=http://xeq-easypic-com.blogspot.com/]easypic[/url] [url=http://kik-booble-com.blogspot.com/]booble[/url] [url=http://jop-bravogirls-com.blogspot.com/]bravogirls[/url]

22:30  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://jul-jpeghunter-com.blogspot.com/]Amateur Anal Brunette Hardcore Pornstar Bedroom[/url]
[url=http://bux-mpeghunter-com.blogspot.com/]Kinky Anal Orifice Fingering Action[/url]
[url=http://gef-lezbomovies-com.blogspot.com/]Alex Devine Fmm Anal And Blowjobs[/url]
[url=http://qiv-pictureheaven-com.blogspot.com/]Young Asian Japanese Amateur With Nice Tits Giivng A Blowjob[/url]
[url=http://roj-lodita-com.blogspot.com/]Perfect Adorable Young Teen Shows Tight Wet Pussy And Fucking[/url]
[url=http://fow-moviegalleries-com.blogspot.com/]Adorable Beauty Amateur Blonde Slut Sucking Huge Cock And Banana[/url]
[url=http://seb-moremoms-com.blogspot.com/]Amazing 3some Action With Two Girls And A Well Hung Stud[/url]
[url=http://dit-grannypictures-com.blogspot.com/]Amateur Teens Pussy Pounded Silly From Behind[/url]
[url=http://tiw-naughtythoughts-com.blogspot.com/]Hot Amateur Gets Her Tight Pussy Pounded Hard[/url]
[url=http://hit-nastyalien-com.blogspot.com/]Amateur Mature Showing Pussy[/url]
[url=http://wup-jasara-com.blogspot.com/]Blonde In Femdom Action[/url]
[url=http://qeg-mikesapartment-com.blogspot.com/]Brunette Shaved Teen Pornstar Electra Angels Sucking And Fucking[/url]
[url=http://hek-jonsmovies-com.blogspot.com/]Blonde Teen Angel Deep Penetrating Pussy With A Big Toy[/url]
[url=http://jul-jpeghunter-com.blogspot.com/]Hot Asian Teen Facialized[/url]
[url=http://qog-inthevip-com.blogspot.com/]Sexy teen shows her hot ass[/url]

[url=http://qec-hardbabes-com.blogspot.com/]hardbabes[/url] [url=http://pud-matureandyoung-com.blogspot.com/]matureandyoung[/url] [url=http://fel-kingofpics-com.blogspot.com/]kingofpics[/url] [url=http://few-mia-movies-com.blogspot.com/]mia-movies.com[/url] [url=http://div-moviesarena-com.blogspot.com/]moviesarena.com[/url] [url=http://vih-juicygals-com.blogspot.com/
]juicygals.com[/url] [url=http://noh-ohgood-com.blogspot.com/]ohgood[/url] [url=http://zux-hornyspanishflies-com.blogspot.com/]hornyspanishflies.com[/url] [url=http://ref-mature-post-com.blogspot.com/]mature-post[/url] [url=http://piv-maturedaily-net.blogspot.com/]maturedaily[/url] [url=http://jub-moviesgold-com.blogspot.com/]moviesgold[/url] [url=http://wex-pornaccess-com.blogspot.com/]pornaccess.com[/url] [url=http://qiv-pictureheaven-com.blogspot.com/]pictureheaven[/url] [url=http://pot-ibizababes-com.blogspot.com/]ibizababes.com[/url] [url=http://vuq-juggcrew-com.blogspot.com/]juggcrew[/url]

09:38  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://woq-trannysurprise-com.blogspot.com/]Tight Brunette Getting Anal Fucked[/url]
[url=http://lox-pued-com.blogspot.com/]Felicity in wild moment[/url]
[url=http://vuq-sexmaxx-com.blogspot.com/]Cute Petite Asian American Teen Sucking Dick And Rides Cock[/url]
[url=http://lot-sublimemovies-com.blogspot.com/]Mature Lesbians In Extreme Action[/url]
[url=http://soh-video-post-com-thumbview.blogspot.com/]Euro Babe Riding American Cock[/url]
[url=http://dex-video-post-com.blogspot.com/]Asian Mika Tan Big Cock Anal Sex[/url]
[url=http://vuq-sexmaxx-com.blogspot.com/]Adorable Chinese Gal Exposes Pussy Fucks And Sucks With Pleasure[/url]
[url=http://for-whorevideos-com.blogspot.com/]Felicity in wild moment[/url]
[url=http://fob-shesexy-com.blogspot.com/]Wild Asian Slut Diana Gets Splattered With Cumload[/url]
[url=http://vin-slutsvideos-com.blogspot.com/]Anal Pounded Busty Teens Draw Sharing And Cum Swapping[/url]

[url=http://deg-sexnemo-com.blogspot.com/]sexnemo[/url] [url=http://rex-teenboat-com.blogspot.com/]teenboat[/url] [url=http://riv-searchgals-com.blogspot.com/]searchgals[/url] [url=http://zel-youngerbabes-com.blogspot.com/]youngerbabes.com[/url] [url=http://hif-sexocean-com.blogspot.com/]sexocean.com[/url] [url=http://zev-xxxkey-com.blogspot.com/]xxxkey.com[/url] [url=http://hek-tshirthell-com.blogspot.com/]tshirthell[/url] [url=http://nev-sublimedirectory-com.blogspot.com/]sublimedirectory[/url] [url=http://qug-teenax-com.blogspot.com/]teenax.com[/url] [url=http://zik-porndirectory-com.blogspot.com/]porndirectory.com[/url] [url=http://xun-screwedupmovies-com.blogspot.com/]screwedupmovies[/url] [url=http://vek-xxxpower-net.blogspot.com/]xxxpower[/url] [url=http://woq-trannysurprise-com.blogspot.com/]trannysurprise.com[/url] [url=http://fuw-teenel-com.blogspot.com/]teenel.com[/url] [url=http://puz-x-ho-
com.blogspot.com/]x-ho.com[/url] [url=http://zed-starcelebs-com.blogspot.com/]starcelebs.com[/url] [url=http://bug-sexy-models-net.blogspot.com/]sexy-models.net[/url] [url=http://jeg-wolflist-com.blogspot.com/]wolflist[/url] [url=http://qud-tommys-bookmarks-com.blogspot.com/]tommys-bookmarks.com[/url] [url=http://kun-pornstar-com.blogspot.com/]pornstar[/url]

18:40  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://nurglesnymphs-com-fr33site.blogspot.com/]Adorable Cute Blonde Chick[/url]
[url=http://pimpmyblackteen-com-fr33site.blogspot.com/]Adorable Redhead Teen Fucked[/url]
[url=http://everywhere-com-fr33site.blogspot.com/]Sensual Obese Angel Fucking W Dude[/url]
[url=http://idealbabes-net-fr33site.blogspot.com/]Tracy Takes Hard Anal Pounding[/url]
[url=http://movieshark-com-fr33site.blogspot.com/]Must Be One Hot Ass Angel Pussy Like That[/url]
[url=http://8teenfiles-com-fr33site.blogspot.com/]Checkout This Adorable Chick Having Anal Sex[/url]
[url=http://amazingcum-com-fr33site.blogspot.com/]Cellmate Lick Adorable Ass[/url]

[url=http://gallview-com-fr33site.blogspot.com/]gallview[/url] [url=http://celebrityscandal-com-fr33site.blogspot.com/]celebrityscandal.com[/url] [url=http://hardhut-com-fr33site.blogspot.com/]hardhut.com[/url] [url=http://fattythumbs-com-fr33site.blogspot.com/]fattythumbs[/url] [url=http://oxpass-com-fr33site.blogspot.com/]oxpass.com[/url] [url=http://lamalinks-com-fr33site.blogspot.com/]lamalinks[/url] [url=http://pantybuns-com-fr33site.blogspot.com/]pantybuns.com[/url] [url=http://hardbabes-com-fr33site.blogspot.com/]hardbabes.com[/url] [url=http://maturehit-com-fr33site.blogspot.com/]maturehit[/url] [url=http://hornykaren-com-fr33site.blogspot.com/]hornykaren.com[/url] [url=http://searchvids-com-fr33site.blogspot.com/]searchvids.com[/url] [url=http://teenybopperclub-com-fr33site.blogspot.com/]teenybopperclub.com[/url] [url=http://xxlmovies-com-fr33site
.blogspot.com/]xxlmovies[/url] [url=http://tiny18-net-fr33site.blogspot.com/]tiny18[/url] [url=http://video-post-com-fr3esite.blogspot.com/]video-post.com[/url] [url=http://longestlist-com-fr33site.blogspot.com/]longestlist.com[/url] [url=http://carlaschoice-com-fr33site.blogspot.com/]carlaschoice[/url] [url=http://pimpmyblackteen-com-fr33site.blogspot.com/]pimpmyblackteen.com[/url] [url=http://stickyhole-com-fr33site.blogspot.com/]stickyhole.com[/url] [url=http://eliteclips-com-fr33site.blogspot.com/]eliteclips.com[/url]

15:23  
Anonymous Anonimo said...

[url=http://frees--caughtnude-com.blogspot.com/]Awesome Blonde Squirting Chick In Hardcore Fucking Action[/url]
[url=http://frees--grannypictures-com.blogspot.com/]Busty American Girl Gets Naked And Shows Pussy[/url]
[url=http://frees--hqgal-com.blogspot.com/]Hot American Family Fucking[/url]
[url=http://frees--beavermovies-com.blogspot.com/]Hot teen shows her great body[/url]
[url=http://frees--frogsex-com.blogspot.com/]Anal Destructing Twinks Show Skills[/url]
[url=http://frees--amateurcurves-com.blogspot.com/]Adorable Shemale Spoils Family Man[/url]
[url=http://frees--freehugemovies-com.blogspot.com/]All American Fourth Of July Banging[/url]
[url=http://frees--fattythumbs-com.blogspot.com/]Tanned Euro Beauty Blows And Rammed By American Cock[/url]

[url=http://frees--hottystop-com.blogspot.com/]hottystop-c
om[/url] [url=http://frees--ilove-movies-com.blogspot.com/]ilove-movies-com[/url] [url=http://frees--darlina-com.blogspot.com/]darlina-com[/url] [url=http://frees--hotgirlsplayroom-com.blogspot.com/]hotgirlsplayroom-com[/url] [url=http://frees--doubledrilled-com.blogspot.com/]doubledrilled-com[/url] [url=http://frees--akissbetweenthelegs-com.blogspot.com/]akissbetweenthelegs-com[/url] [url=http://frees--auntpolly-com.blogspot.com/]auntpolly-com[/url] [url=http://frees--jubbi-com.blogspot.com/]jubbi-com[/url] [url=http://frees--toons-fuck-com.blogspot.com/]toons-fuck-com[/url] [url=http://frees--hereistheporn-com.blogspot.com/]hereistheporn-com[/url] [url=http://frees--hornyspanishflies-com.blogspot.com/]hornyspanishflies-com[/url] [url=http://frees--123clips-com.blogspot.com/]123clips-com[/url] [url=http://frees--hornywolf-com.blogspot.com/]hornywolf-com[/url] [url=http://frees--88by88-com.blogspot.com/]88by88-com[/url] [url=http://frees--literotica-com.blogspot.com/]literotica-com[/url]

06:42  
Anonymous SITO INTERESSANTISSIMO! said...

PER COPROMIX !
Contrariamente alla enorme quanto inservibile mole di dati e di url fornite da un certo anonimo qui sopra, io ne darò una sola, INTERESSANTISSIMA:
http://mfxmedia.com/mfxshop/
Clikkando sulle varie sezioni ci sono proposte di un sacco di filmati con ragazze che CAGANO continuamente (nella sezione Merda) e, soprattutto, ci sono CENTINAIA di filmati prova .wmw ,alcuni di OTTIMA qualità.
MAI avrei sperato di trovare tanto gratuitamente (i CD proposti poi possono essere acquistati ma costano decisamente MOLTO!)
Ciao COPROMIX, una cagata in tuo onore...

23:57  
Anonymous Anonimo said...

vai a fanculo!

11:23  
Anonymous Anonimo said...

ma dai ragazzi che schifo:ma come cazzo fate a mettere le foto della vostra merda?mah!!!

11:30  
Anonymous Puffomynkja said...

Ma che deve fare un povero cristo per vedere dell'altra merda sul proprio schermo?? Dai, tornate a cagare. E' Puffomynkja che ve lo chiede.

00:13  
Anonymous Anonimo said...

bello perchè intelligente.

18:25  
Anonymous Anonimo said...

siete veramente a pezzi

23:58  
Anonymous Lorenzo Bellini said...

siete dei grandi!!!! Vi voglio bene

17:02  
Anonymous Anonimo said...

Ma dove sono capitata? E' tutto pieno di merda qua...che schifo, mi sembra quasi di riuscire a sentire l'odore...bleah!!!
Ciao ciao

11:02  
Blogger nox said...

NON POTETE NON AGGIORNARLO PIù...L'IDEA è GENIALE...COMPLIMENTI

16:26  
Anonymous Anonimo said...

la fai giallastra.........bleh

12:29  
Blogger Federico said...

Sei il più grande di tutti, sto ridendo da mezzora!! Queste foto di Totti sono semplicemente geniali.

21:53  
Anonymous Anonimo said...

aggiornalo cazzo!
Nicola.
20/8/2007

22:29  
Anonymous Anonimo said...

ATTENZIONE! QUESTO BLOG E' FALLITO!

16:55  
Anonymous Anonimo said...

brutto pezzo di mierdaaaaaaaaaaaa 6 fantastico quando esprimi qsti sentimenti x la tua naturaaaaaaaaaaaaa......e come si dice "al culo non si comanda"..........weeeeeeeeeeeeeeeeeee

21:42  
Anonymous Anonimo said...

o cunne mamma rua egua troia coddara e unu cuaddu in calori de dus annusu a mettere foto di merda in casa tua bruttu caghineri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!puru a sa devizia fasi schifo!!!!!!merdosu...............................................................

01:53  
Anonymous Anonimo said...

e caghineri o bagassa pure chi a scritto siete grandi vi voglio bene..............sei un BCT bruttu kalloni tontu

01:55  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

NOVI VELIA = M E R D A

ANTONELLO GUIDA = M E R D A TEL.0974 65144

FRANCO GUIDA = M E R D A

GISELLA GUIDA = M E R D A

http://it.wikipedia.org/wiki/Giuda_Iscariota

Giuda Iscariota (in ebraico: יהודה איש־קריות Yəhûḏāh ʾΚ-qəriyyôṯ), vissuto, secondo i vangeli, nel I secolo d.C. e morto nell'aprile del 33, è stato uno dei dodici apostoli di Gesù Cristo, ovvero quello che secondo il Nuovo Testamento lo tradì per trenta denari (Matteo 26,14-16).





GUIDA = GIUDA ISCARIOTA = IMPICCATI


http://it.wikipedia.org/wiki/Impiccagione

L'impiccagione è un metodo di esecuzione capitale.

La stessa era chiamata popolarmente anche forca in quanto i due pali verticali che sostenevano la traversa, dove veniva appeso il condannato, ricordava i denti (detti rebbi) dell'attrezzo agricolo. Questa era solo la parte superiore della struttura che era detta patibolo. In un primo tempo al colpevole era posta una robusta corda al collo detta cappio, l'apertura di una botola sotto i piedi, provocava la sospensione della vittima, che a sua volta gli causava la rottura dell'osso del collo e l'asfissia e di conseguenza in breve la morte, oltre all'estroflessione dei bulbi oculari e della lingua.


Il cappioL'origine dell'impiccagione sembra venire dall'Inghilterra del periodo attorno al 1400.

Si conoscono metodi più sommari per questo tipo di condanna a morte: a volte bastava un grosso ramo di un albero, questa pratica era diffusa, ricordiamo in particolare l'epopea del far west americano.

Nel Medioevo un'altra forma di impiccagione era legare un cappio al collo del condannato e gettarlo giù da una grande altezza (le mura di un castello, un dirupo,...). A volte, quando il condannato era troppo pesante, non veniva impiccato a causa del fatto che la testa poteva letteralmente staccarsi.

L'impiccagione oggi in buona parte in disuso come metodo di esecuzione capitale, è purtroppo largamente utilizzata nelle pratiche suicide, dove esiste una variante detta alla Condè, nella quale una posizione delle gambe distese in avanti, permette il raggiungimento del risultato da una posizione facile come la maniglia di una porta.

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Impiccagione"


http://library.thinkquest.org/23685/data/impicc.html

PENA DI MORTE
QUANDO LA VITA GENERA MORTE (LEGALMENTE)

L'IMPICCAGIONE

Tempo di sopravvivenza: 8-13 minuti
Nell'impiccagione la perdita di coscienza è quasi immediata; la morte avviene rapidamente per asfissia, ad opera di un cappio posto attorno al collo e fissato ad un sostegno per l'altro capo. Il peso del corpo, abbandonato nel vuoto o inclinato in avanti, grava sul cappio, ne determina la chiusura e la conseguente azione comprimente sulle vie respiratorie.
L'impiccagione lascia vari segni, sia interni che esterni: il condannato diventa cianotico, la lingua sporge in fuori, i bulbi oculari escono dalle orbite, vi è un solco alla cute del collo; ci sono inoltre lesioni vertebrali e fratture interne.



http://www.asdcianciana2000.it/Download/Caricature/Guida%20Gianluca.jpg

http://www.terre-emerse.it/cms/images/stories/Foto_guide/Gianluca.jpg


http://www.europarl.europa.eu/eplive/expert/photo/20050819PHT00675/pict_20050819PHT00675.jpg


http://www.cempi.it/incidente_big.jpg

http://www.corriere.it/Media/Foto/2006/06_Giugno/04/ciocco--180x140.jpg


http://www.focus.it/_allegati/30139.JPG


http://www.vscaglio.com/andalusia/images/ronda/116_1699_r1.jpg


http://www.madia.it/mezzocorona01.jpg





http://www.giustizia.it/newsonline/editoriale82.htm = M E R D A

http://www.giustizia.it/us_immagini/nisida13.htm = M E R D A

Il direttore dell'Istituto, Gianluca Guida,mostra un'opera realizzata dai ragazzi.



Il direttore dell'Istituto, Gianluca Guida, mostra al Guardasigilli un'opera marmorea realizzata dai ragazzi.



http://www.ildue.it/Beccaria/PaginaBeccariaBrevi.asp?ID=550


da www.aia-fgci.it di di Gianluca Guida e Giuseppe Rubbo
Milano, 28 aprile 2006

"Nulla dovrebbe essere oltre la speranza. La vita è una speranza". (O.Wilde)

http://www.aia-figc.it/dettaglio.asp?ID=806&Tipo=2&Pag=&cerca=

di Gianluca Guida e Giuseppe Rubbo

http://salug.it/wiki/index.php/LinuxDay05

11,00 GNU Hurd e il sistema operativo GNU Gianluca Guida

http://guide.dada.net/i_ching_e_tarocchi/innesto_cosmico_del_17_ottobre/



O R R I A :

http://www.paestum.de/it/cilenf04.htm

http://www.mymovies.it/cinema/salerno/orria/


Cinema Orria
Guida alla programmazione dei film in uscita nei cinema di Orria
Richiedi la programmazione dei Cinema di Salerno ogni settimana via email:
Cerca un film a Salerno alla deriva - adrift amicinemici - le avventure di asterix e i vichinghi cardiofitness disturbia harry potter e l'ordine della… il mio ragazzo è un bastardo il topolino marty e la fabbric l'amore non va in vacanza le vite degli altri material girls nero bifamiliare notte prima degli esami - oggi spider-man 3 the protector - la legge del m transformers vacancy RSS 2.0
Le informazioni sulla programmazione dei Cinema di Orria non ci sono pervenute.

Per eventuali comunicazioni o aggiornamenti di questa pagina scrivere a: redazione@mymovies.it

Vai alla pagina della programmazione nelle sale di Salerno e provincia per conoscere quali film sono oggi nei cinema nella tua città.


http://www.comuni-italia.it/065085/cinema.html

Cinema Orria
Programmazione sale cinematografiche provincia di Salerno (Campania). Orari, trailer, locandine, i film del weekend. Spettacoli nei multisale: Uci Cinemas, Warner Village, Medusa

http://campania.indettaglio.it/ita/comuni/sa/orria/orria.html


http://campania.indettaglio.it/ita/motori/cognomi/motore_cognomi_out.html?nome_comune=Orria


dieci cognomi più diffusi nel comune di Orria .

A seguire puoi effettuare altre ricerche.

Nella prima colonna viene visualizzato il numero di individui aventi il cognome in oggetto, con arrotondamento al secondo decimale: ad esempio un ipotetico valore di 5,76 indicherebbe quindi che nel dato comune vi sono con maggiore probabilità sei individui, piuttosto che cinque, aventi il dato cognome.



--------------------------------------------------------------------------------


Numero Cognome
73,92 Mastrogiovanni
71,28 Di Matteo
58,08 Infante
55,44 Inverso
52,80 Sica
50,16 Astore
50,16 Santoro
47,52 Maio
39,60 Di Fiore
34,32 Passaro


È possibile ottenere informazioni sui cognomi campani utilizzando il presente motore di ricerca.

I dati verranno presentati suddivisi per provincia, con le province presentate in ordine alfabetico.

Per ogni provincia verranno elencati i comuni in cui il dato cognome è presente, ordinati secondo un valore numerico che rappresenta la stima del numero di individui aventi il cognome in questione nel dato comune.




MAURIZIO COSTANZO = M.E.R.D.A.

IL NANO E TUTTI GLI ITALIANI = M.E.R.D.A.

WWW.MERDA.IT

http://guardalamiamerda.blogspot.com/

23:56  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

michele mirabella = m.e.r.d.a.


made in italy = m.e.r.d.a.

made in italy = truffa

http://altocasertano.wordpress.com/tag/truffe/

Italia- Truffe telematiche attenzione alle “Banche” e alle “Poste”.

http://video.libero.it/app/play?id=fbda81d6312241a720ce17f17c95cec0


ITALIA - TRUFFA SULLE PATENTI

http://punto-informatico.it/cerca.asp?s=tag%3A%22truffe%22



Ordina per: Data Importanza
Sezioni: Tutte PI Notizie PI Telefonia PI Download Directory Virgolette SalvaPC




Risultato della ricerca di tag:"truffe"
Trovati 8 documenti. Pagina 1 di 1.


Dirottavano le chiamate sugli 899, arrestati
Dirottavano le chiamate sugli 899, arrestati - A Napoli la GDF ha portato a termine tredici arresti per telefonate indebitamente dirottate su numerazioni di servizi a sovrapprezzo - Napoli
News pubblicata il 27/08/07
Tag: aduc, 899, truffe, arresti, guardia di finanza, numeri a sovrapprezzoSorpresa! Aumenta il phishing
Sorpresa! Aumenta il phishing - Lo dice l'ultimo rapporto di Anti Phishing Italia - Roma - Il phishing italiano continua ad aumentare. 2115 casi unici in tre mesi, con una media di 23,24 e
Brevi pubblicata il 24/07/07 alle 17:19
Tag: phishing, anti phishing italia, truffePresi i 4 delle e-vendite pirata
giudiziari legati a reati patrimoniali. Nelle loro abitazioni, hanno spiegato i cybercop torinesi, sono stati rinvenuti carte di credito, bancomat, computer e altri materiali utilizzati per le truffe online, nonché 28mila euro in sterline e merenghi d'oro , che si ritiene siano stati comprati con quanto ricavato dai raggiri. Le monete d'oro, infatti, una volta piazzate sul mercato ...
News pubblicata il 17/07/07
Tag: e-commerce, truffe, italia, polizia postale, denunceI dialer aggrediscono con gli 001
agli 001 contestati non deve far temere un possibile distacco della linea . In tema di raggiri, in una nota ADUC ha nelle scorse ore denunciato l'inabilità a colpire i call center delle truffe da parte delle autorità nazionali di garanzia, una questione annosa e dirompente che gli utenti di PI Telefonia conoscono molto bene .
News pubblicata il 09/07/07
Tag: dialer, 001, call center, truffePolizia Postale a caccia di SMS truffaldini
e costi nella tua segreteria". Messaggi come questo, talvolta scritti in un italiano da prima elementare, pur camuffati da innocente comunicazione di servizio, sono in realtà vere e proprie truffe che circolano da tempo su molti telefonini, che possono costare all'utente anche 15 euro a botta . ADUC segnala di aver ricevuto numerosissime segnalazioni in merito a truffe simili. Per ...
News pubblicata il 26/06/07
Tag: sms, polizia postale, autorità tlc, truffe, consumatori

http://www.anvu.it/modules.php?name=News&file=article&sid=771

Truffa aggravata - Sent. Cass. 34011
Postato il Mercoledi, 25 di Ottobre del 2006 (5:20:28) di anvu2005


Il dipendente pubblico se si allontana dal posto di lavoro senza timbrare il cartellino di presenza commette truffa aggravata.
Questo è quanto stabilito dalla Corte di cassazione.....

....sezione V penale, 11 ottobre 2006, n. 34011
- Risponde di truffa aggravata il pubblico dipendente che abbandona il posto di lavoro clandestinamente, per compiere un'attività incompatibile, nell'orario impegnato, con le incombenze sue proprie, inducendo in tal modo la Pubblica Amministrazione a ritenere erroneamente che le relative mansioni fossero da lui regolarmente espletate e che, quindi, egli avesse titolo alla retribuzione.

Corte di cassazione

Sezione V penale

Sentenza 11 ottobre 2006, n. 34011

OSSERVA

La Corte di appello di Palermo, con sentenza 19 maggio 2005, ha confermato la pronunzia di primo grado con la quale R. Vito è stato condannato, con riconoscimento di attenuanti generiche, alla pena ritenuta di giustizia in quanto giudicato colpevole dei delitti di truffa aggravata e continuata, falso (diretto e per induzione) ideologico continuato in atti pubblici commesso da Pubblico ufficiale. Al R., dipendente del comune di S. M. Belice, è contestato di essersi allontanato dal servizio senza "marcare", con la apposita scheda magnetica, le uscite dal luogo di lavoro. In tal modo, secondo il capo di imputazione, egli indusse in errore il funzionario incaricato di redigere delibere e ordini di pagamento, così lucrando il compenso per un numero di ore lavorative superiore a quelle effettivamente prestate.

Ricorre per cassazione il difensore e deduce: a) violazione di legge non essendo ravvisabili artifizi e raggiri nella condotta dell'imputato, b) contraddittorietà e illogicità della motivazione. Argomenta come segue.

R. era proprio colui che, all'interno del settore cui era addetto, ere competente per il rilascio dei permessi. Lo stesso quindi era esonerato dalle modalità di segnalazione della presenza in ufficio previste per il personale. Inoltre l'assenza pretesamente ingiustificata addebitata al ricorrente è relativa a un lasso di tempo davvero esiguo, anche in considerazione del fatto che lo stesso aveva facoltà di gestire in maniera "elastica" il suo orario di lavoro, va anche considerato che nel gennaio dell'anno in questione R. era solito lasciare il luogo di lavoro alle ore 18,30 (orario in cui i Carabinieri operanti l'appostamento avevano probabilmente interrotto il loro servizio) per prestare assistenza durante i lavori di giunta e Consiglio. In realtà l'imputato svolgeva mansioni equivalenti ai dirigenti, tanto da maturare, nel mese, un monte-ore di servizio nettamente superiore alle 36, surplus mai remunerato. È quindi evidente che al R. non sono applicabili criteri rigidi e formalistici di conteggio delle ore lavorative.

Va poi rilevato che l'arco temporale oggetto di contestazione è quello immediatamente successivo alla attivazione del sistema di rilevazione elettronica delle presenze in ufficio; è chiaro quindi che, all'epoca, non era ancora stato attivato il "codice" che consentiva di segnalare gli allontanamenti relativi a ragioni di servizio; da ciò discende la mancata utilizzazione della scheda magnetica.

La Corte infine omette qualsiasi motivazione in ordine al diniego della attenuante del risarcimento del danno, dal momento che è stato provato documentalmente che l'imputato ha prestato lavoro oltre l'orario non percependo alcuna remunerazione. Al proposito scrivono erroneamente i giudici di secondo grado che «nessuna doglianza risulta formulata con l'atto di appello di guisa che la pena determinata dal primo giudice deve essere confermata».

La prima censura è infondata.

Invero giurisprudenza ormai risalente - ma condivisibile - di questa Corte (Sez. II, 30 gennaio 1990, n. 1121, ric. Puccio, Rv 183150) ha affermato che configura il delitto di truffa aggravata la condotta del Pubblico ufficiale che abbandona il posto clandestinamente, per compiere attività incompatibile, nell'orario impegnato, con le incombenze sue proprie, inducendo in tal modo la Pubblica amministrazione a ritenere erroneamente che le mansioni proprie del suo dipendente fossero da questi regolarmente espletate e che, quindi, avesse titolo alla retribuzione.

Nel caso in esame è rimasto accertato che R. si allontanò dal luogo di lavoro e che, in almeno un'occasione, si recò presso il suo studio professionale. Detti episodi di allontanamento non furono documentati con la apposita "marcatura" attraverso il cartellino elettronico.

Il fatto che R. avesse, come sostiene l'impugnante, proprio il compito di sorvegliare che altri impiegati osservassero l'orario di lavoro, se pur fosse vero, da un lato, non lo autorizzerebbe a non rispettare - egli per primo - detto orario, dall'altro aggraverebbe, quantomeno sotto l'aspetto della valutazione morale della vicenda, la sua posizione.

La Corte siciliana comunque afferma che il Segretario comunale ebbe a chiarire in udienza che il R. doveva, come gli altri, documentare la suo presenza in ufficio. Il ricorrente sostiene il contrario, formulando un assunto in frontale contrapposizione con quello fatto proprio dai giudici di merito, i quali, come premesso, lo fondano su di un preciso elemento di convincimento emerso nel corso della istruzione.

Non valutabili in questo sede sono poi le ulteriori affermazioni del ricorrente (avere egli, nell'ambito del suo rapporto di lavoro, possibilità di osservare un orario "elastico", avere prestato in altre occasioni lavoro straordinario non retribuito, essere i fatti addebitati risalenti a un'epoca in cui ancora non era possibile la rilevazione elettronica delle presenze), anche perché, in parte, meramente congetturali (non avere i Carabinieri rilevato che, a volte, egli si tratteneva in ufficio sino alle 18,30, in quanto i militari, all'ora indicato, avevano "probabilmente" interrotto il servizio di osservazione e pedinamento).

Come è agevole rilevare, trattasi di affermazioni che presuppongono (più che allegare) una diversa ricostruzione del fatto e quindi un diverso quadro probatorio, che l'imputato avrebbe dovuto tentare di costruire nelle fasi di merito.

Manifestamente infondata è la seconda censura, atteso che la sentenza impugnata motiva adeguatamente in ordine al diniego della attenuante del risarcimento del danno (pag. 3, settimo capoverso e ss.). Conseguentemente quando la Corte, poche righe dopo, afferma che «quanto al trattamento sanzionatorio, nessuna doglianza risulta formulata», intende evidentemente riferirsi a doglianze diverse da quella (appena esaminata) del diniego della attenuante ex art. 62, n. 6, c.p.

Quanto ai capi B) e C), tuttavia, va notato che le Sezioni unite, con la recente sentenza 10 maggio 2006, n. 15983, ric. Sepe e altro, Rv 233423, hanno escluso che la falsa attestazione della propria presenza in ufficio (cui può essere equiparata la omessa segnalazione della assenza) da parte del Pubblico ufficiale configuri il delitto ex art. 479 c.p. La condotta del R. potrebbe allora, a ben vedere, essere ricondotta alla fattispecie ex art. 485 c.p., per la quale tuttavia è prevista la procedibilità a querela (che, nel caso in esame, manca).

In ragione di tutto quanto finora scritto, la sentenza impugnata va annullata senza rinvio limitatamente ai delitti di falso (art. 479 e artt. 48-479 c.p.) perché il fatto non sussiste.

Nel resto il ricorso va rigettato. Va disposto rinvio alla Corte di appello di Palermo per la rideterminazione del trattamento sanzionatorio.

P.Q.M.

La Corte annulla senza rinvio la sentenza impugnata limitatamente ai reati di cui ai capi B) e C) perché il fatto non sussiste; rigetta nel resto il ricorso e rinvia ad altra sezione della Corte di appello di Palermo per la determinazione della pena.





http://www.archivio.raiuno.rai.it/schede/0057/005746.htm

http://www.archivio.raiuno.rai.it/schede/0063/006376.htm





Federico Fazzuoli = m.e.r.d.a.

http://www.archivio.raiuno.rai.it/schede/9000/900023.htm

il figlio di puttana di michele mirabella assieme alla sua puttana napoletana rita dalla chiesa di casoria(quando il nome è una garanzia) invece di parlare e di fare pubblicità....
parlerà di tangenti,mafia,droga e soldi sporchi e di mani pulite:


http://www.misteriditalia.com/tangentopoli/

L’ultimo bilancio dell’inchiesta mani pulite, condotta dal pool di magistrati della procura di Milano, risale al febbraio del 1999. Anche perché da allora la stessa inchiesta mani pulite può dirsi morta, mentre Tangentopoli continua ad imperare.

A sette anni dall’avvio delle indagini sulla corruzione politica e finanziaria che va sotto il nome di Tangentopoli, cominciate il 17 febbraio 1992 con l’arresto di Mario Chiesa, il solo pool di Milano aveva indagato 3.200 persone, aveva chiesto 2.575 rinvii a giudizio e aveva ottenuto 577 condanne, di cui 153 con sentenza passata in giudicato.
Le statistiche ci dicono ancora che fino alla fine 1997 la guardia di finanza aveva accertato reati fiscali legati a Tangentopoli per un importo di 3.609 miliardi. Sono cifre che bastano da sole a dare un’idea della diffusione in Italia del sistema della corruzione che ha riguardato arricchimenti personali, ma anche e soprattutto maniere illecite di finanziamento dei partiti mediante il sistema delle tangenti, le cosiddette bustarelle, pagate da imprenditori ad esponenti politici. Quello che le statistiche non possono però raccontarci riguarda i criteri in base ai quali, non solo il pool di Milano, ha portato avanti queste inchieste.
Anche perché, pur essendo – per ammissione degli stessi magistrati inquirenti - la corruzione estesa a tutti i partiti, nessuno escluso, decapitando di fatto solo una parte della classe politica e permettendo ad un’altra di salire al potere, l’inchiesta giudiziaria mani pulite ha avuto un notevole impatto sugli assetti istituzionali del Paese.



http://www.misteriditalia.com/stragi1993/


9 anni dopo l'ultima strage, quella che portò la morte dentro una vettura del Rapido 904, sulla linea Napoli-Milano (la strage di Natale), le bombe gettate nel mucchio tornano a fare rumore. E cadaveri. La primavera-estate del '93, ormai quasi del tutto dimenticata e forse rimossa, fu per l'Italia una nuova stagione di sangue. Forse, in quel complicato intrigo che sono i misteri d'Italia, fu proprio quella la stagione più misteriosa e, non a caso, quella che ha trovato una definitiva, quanto poco credibile (anzi assolutamente incredibile), sistematizzazione giudi- ziaria.
14 maggio 1993: un'autobomba esplode a tarda sera in via Fauro a Roma, nel quartiere Parioli. uno dei più esclusivi della capitale, a due passi dal teatro Parioli. L'esplosione avviene al passaggio di un'auto con a bordo Maurizio Costanzo e sua moglie, Maria De Filippi, che dopo la registrazione del "Maurizio Costanzo show", una trasmissione della rete televisiva Canale 5, stanno facendo ritorno a casa. Nessuna vittima.
27 maggio 1993: Un'altra auto- bomba, questa volta piazzata a Firenze, in via dei Georgofili, sotto la Torre del Pulci, non distante dalla Galleria degli Uffizi, esplode provo- cando 5 morti.
Notte tra il 27 e il 28 luglio 1993: Ancora un autobomba piazzata in via Palestro a Milano provoca cinque morti. Autobombe esplodono anche a Roma davanti al vicariato, in piazza San Giovanni e di fronte alla chiesa di San Giorgio al Velabro: nessuna vittima. Poi il silenzio torna a pesare come una cappa di piombo. Che il Partito della Tensione, da quasi due decenni disattivo, sia tornato in azione? Che ancora una volta, dopo gli anni dello stragismo, una nuova minaccia stia sovrastando il Paese? E con quali finalità? Certamente quei micidiali strumenti di morte (10 vittime, montagne di macerie) sembrano soprattutto precisi avver-



timenti lanciati, come segnali di condizionamento, contro il cambia- mento che l'Italia sta vivendo in quel periodo: l'inchiesta Mani Pulite sta facendo piazza pulita della classe dirigente nazionale, un referendum ha appena introdotto un nuovo sistema elettorale basato sul principio del maggioritario, c'è già chi (avventa- tamente) parla di Seconda Repubbli- ca. I messaggi sono lampanti, quelle autobombe sono ordigni dialoganti, in tutti gli attentati emergono simbologie massoniche precise. Eppure la magistratura batterà, senza prendere in considerazione alcuna alternativa, la sola pista della mafia siciliana. Con un teorema quanto mai fantasioso: uno dei maggiori esperti d'arte vivente, un tale Salvatore Riina, simpaticamente chiamato dai suoi "Totò u curtu", avrebbe ordinato quegli attentati per colpire delle opere d'arte nazionali, obiettivi che, semmai, appaiono solo sullo sfondo, quasi un obiettivo collaterale, in appena tre dei cinque episodi stragistici.
Oggi una pietra tombale giudiziaria è stata posta sulle stragi della prima- vera-estate 1993. Ma, verdetti della magistratura a parte, i misteri restano tutti. Nessuno ha voluto ancora svelarli.




1993: CRONOLOGIA DI UN ANNO TERRIBILE

L'ATTENTATO DI VIA FAURO (Roma, 14 maggio 1993)

QUELLO STRANO DISCORSO DEL CAPO DELLO STATO

LA STRAGE DI VIA DEI GEORGOFILI
Firenze, 27 maggio 1993

IL PROCESSO DI PRIMO GRADO
(Firenze, 1996-1998)


http://www.misteriditalia.com/terrorismo/


http://www.romacivica.net/anpiroma/larepubblica/repubblica8c.htm


Tangentopoli

CRONOLOGIA (1992 - 2001)

http://it.wikipedia.org/wiki/Tangentopoli

http://www.manipulite.it/


http://it.wikipedia.org/wiki/Mani_pulite

Mani pulite è stata una indagine giudiziaria contro la corruzione del mondo politico e finanziario condotta a livello nazionale in Italia negli anni Novanta. La definizione è mutuata dalla denominazione che lo stesso tipo di indagini aveva avuto in paesi anglosassoni (Clean hands) e francofoni (Mains propres). Le conseguenze legate all'indagine contribuirono alla fine della cosiddetta Prima Repubblica e alla scomparsa dei principali partiti di governo, come la Democrazia Cristiana (DC) e il Partito Socialista Italiano (PSI) dalle cui ceneri sono germogliate decine di nuovi partiti. Il sistema di corruzione che fu scoperto da queste indagini fu chiamato Tangentopoli.

Mario Chiesa,(fratellastro della puttana di rita dalla chiesa) il "mariuolo" [modifica]
« Tutto era cominciato un mattino d'inverno, il 17 febbraio 1992, quando, con un mandato d'arresto, una vettura dal lampeggiante azzurro si era fermata al Pio Albergo Trivulzio e prelevava il presidente, l'ingegner Mario Chiesa, esponente del Partito Socialista Italiano con l'ambizione di diventare sindaco di Milano. Lo pescano mentre ha appena intascato una bustarella di sette milioni, la metà del pattuito, dal proprietario di una piccola azienda di pulizie che, come altri fornitori, deve versare il suo obolo, il 10 per cento dell'appalto che in quel caso ammontava a 140 milioni. »

http://www.libreriauniversitaria.it/mani-pulite-vera-storia-mario/libro/9788835952411


http://www.societacivile.it/focus/articoli_focus/mani_pulite.html

e di cosa nostra:



http://it.wikipedia.org/wiki/Cosa_Nostra

Con il termine Cosa nostra si è soliti indicare un'organizzazione criminale di stampo mafioso presente in Sicilia dagli inizi del XIX secolo, e trasformatasi nella seconda metà del '900 in una organizzazione internazionale.

La sua origine è tradizionalmente messa in relazione all'antico fenomeno del brigantaggio, tuttavia è doveroso precisare che tale asserzione è poco condivisa; buona parte degli studiosi ritiene di retrodatare il fenomeno al XVI secolo, quando in varie parti d'Italia si erano formate congregazioni paracriminali sul tipo di quella citata dal Alessandro Manzoni, (I bravi e Don Rodrigo), nel suo capolavoro "I promessi sposi".

È costituita da un sistema di gruppi, chiamati famiglie, organizzati al loro interno sulla base di un rigido sistema gerarchico composto da gregari di diverso livello detti picciotti e da un capo detto padrino. Con il termine, "Cosa nostra", oggi ci si riferisce esclusivamente alla Mafia siciliana (anche per indicare le sue ramificazioni internazionali, specie negli Stati Uniti d'America), per distinguerla dalle altre, internazionali, genericamente indicate col termine di "mafie".

Storia [modifica]

Le origini [modifica]
"Cosa nostra" nacque nei primi anni del XIX secolo dal ceto sociale dei massari, dei fattori e dei gabellotti che gestivano quotidianamente i terreni della nobiltà siciliana e i braccianti che vi lavoravano. Era gente violenta, che faceva da intermediario fra gli ultimi proprietari feudali e gli ultimi servi della gleba d'Europa: e per meglio esercitare il loro mestiere si circondavano di scagnozzi prezzolati. Questi gruppi divennero rapidamente permanenti assumendo il nome di sette, confraternite, cosche: il primo documento storico in cui viene nominata una cosca mafiosa è del 1837, dove il procuratore generale di Trapani, Pietro Calà Ulloa, riferisce ai suoi superiori a Napoli dell'attività di strane sette dedite ad imprese criminose che corrompevano anche impiegati pubblici. Nel 1863 Giuseppe Rizzotto scrive, con la collaborazione del maestro elementare Gaetano Mosca, 'I mafiusi de la Vicaria', un'opera teatrale dialettale ambientata nelle Grandi Prigioni del capoluogo siciliano. È a partire da questo dramma, che ebbe grande successo e venne tradotto in italiano, napoletano e meneghino, che il termine Mafia venne diffuso su tutto il territorio nazionale. Fin da allora la mafia si caratterizzava come una struttura al di fuori dello stato, ma strettamente legata ad esso.

Con l'Unità d'Italia nella Sicilia della seconda metà del XIX secolo si accelerò il processo, già iniziato in precedenza, di smantellamento della struttura feudale ancora esistente nelle zone rurali e nelle campagne. Questo avvenne quando l'economia siciliana fu integrata in quella del resto del paese. Il governo piemontese inoltre si sostituì alla struttura sociale siciliana, fino a quel momento rigidamente divisa, senza però riuscire ad instaurare con essa un rapporto positivo. Se a questo si somma la necessità dei grossi latifondisti dell'interno dell'isola di affidarsi all'aiuto di qualcuno che garantisse loro un controllo effettivo e totale sulle proprietà, e che se i possidenti non sentivano tale necessità, cosa nostra si prodigava nel rendergliela evidente, ecco che si spiega come mai la Mafia fu involontariamente favorita dal Risorgimento italiano.

http://digilander.libero.it/inmemoria/falcone_borsellino.htm

http://digilander.libero.it/inmemoria/strage_capaci.htm


Sono le 17,48 quando su una pista dell'aeroporto di Punta Raisi atterra un jet del Sisde, un aereo dei servizi segreti partito dall'aeroporto romano di Ciampino alle ore 16,40. Sopra c'è Giovanni Falcone con sua moglie Francesca. E sulla pista ci sono tre auto che lo aspettano. Una Croma marrone, una Croma bianca, una Croma azzurra. E' la sua scorta, erano stati raggruppati dal capo della mobile Arnaldo La Barbera.
Una squadra affiatatissima che aveva il compito di sorvegliare Falcone dopo il fallito attentato del 1989 davanti la villa del magistrato sul litorale dell'Addaura. La solita scorta con Antonio, Antonio Montinaro, agente scelto della squadra mobile che, appena vede il "suo" giudice scendere dalla scaletta, infila la mano destra sotto il giubbotto per controllare la pistola.
Tutto è a posto, non c'è bisogno di sirene, alle 17,50 il corteo blindato che trasporta il direttore generale degli Affari penali del ministero di Grazia e giustizia è sull'autostrada che va verso Palermo.
Tutto sembra tranquillo, ma così non è. Qualcuno sa che Falcone è appena sbarcato in Sicilia, qualcuno lo segue, qualcuno sa che dopo otto minuti la sua Croma passerà sopra quel pezzo di autostrada vicino alle cementerie.
La Croma marrone è davanti. Guida Vito Schifani, accanto c'è Antonio, dietro Rocco Di Cillo. E corre, la Croma marrone corre seguita da altre due Croma, quella bianca e quella azzurra. Sulla prima c'è il giudice che guida, accanto c'è Francesca Morvillo, sua moglie, anche lei magistrato. Dietro l'autista giudiziario, Giuseppe Costanza, dal 1984 con Falcone, che era solito guidare soltanto quando viaggiava insieme alla moglie. E altri tre sulla Croma azzurra, Paolo Capuzzo, Gaspare Cervello e Angelo Corbo. Un minuto, due minuti, la campagna siciliana, l'autostrada, l'aeroporto che si allontana, quattro minuti, cinque minuti.
Ore 17,59, autostrada Trapani-Palermo. Investita dall'esplosione la Croma marrone non c'è più. La Croma bianca è seriamente danneggiata, si salverà Giuseppe Costanza che sedeva sui sedili posteriori. La terza, quella azzurra, è un ammasso di ferri vecchi, ma dentro i tre agenti sono vivi, feriti ma vivi. Feriti come altri venti uomini e donne che erano dentro le auto che passavano in quel momento fra lo svincolo di Capaci e Isola delle Femmine.
Fu Buscetta a dirglielo: "L'avverto, signor giudice. Dopo quest'interrogatorio lei diventerà forse una celebrità, ma la sua vita sarà segnata. Cercheranno di distruggerla fisicamente e professionalmente. Non dimentichi che il conto con Cosa Nostra non si chiuderà mai. E' sempre del parere di interrogarmi?".
Giovanni Falcone, "Cose di Cosa Nostra" (Rizzoli, 1991): "Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande".



25 maggio 1992: i funerali.

http://digilander.libero.it/inmemoria/foto/cap10.jpg



L'intervento del giudice Paolo Borsellino, anch'egli verrà ucciso dopo appena 57 giorni, il 19 luglio 1992.

http://digilander.libero.it/inmemoria/borsellino_biografia.htm#La%20morte

La morte

Borsellino ha un forte rapporto con la morte; è presente in ogni parte della sua vita.

Teme per gli altri, per la sua famiglia, per I ragazzi della scorta. E’ molto protettivo con i suoi collaboratori e con la sua famiglia. Parla spesso della morte un po’ per scherzarci sopra un po’ per ricordarsi sempre che non è poi così lontana. "Se muoio adesso, il mio compito l’ho svolto".

Ha visto morire molte persone, uomini di valore morale ed intellettuale e sa benissimo di non essere esente da una fine simile. Eppure a volte scherza con la morte, se ne prende gioco, ci ride sopra con un unico cruccio: quello di aver preparato i propri figli ad affrontare la vita.

"Non sono né un eroe né un kamikaze, ma una persona come tante altre. Temo la fine perché la vedo come una cosa misteriosa, non so quello che succederà nell’aldilà. Ma l’importante è che sia il coraggio a prendere il sopravvento...Se non fosse per il dolore di lasciare la mia famiglia, potrei anche morire sereno".

http://digilander.libero.it/inmemoria/foto/damel.jpg

santi licheri = m.e.r.d.a.

santino scalone =m.e.r.d.a.

rita dalla chiesa = m.e.r.d.a.

marco senise = m.e.r.d.a.

vincenzo scalone =m.e.r.d.a.


mauriziocostanzo = m.e.r.d.a.

http://it.wikipedia.org/wiki/Maurizio_Costanzo

L'attività politica e massonica [modifica]
Nel 1980, direttore del neonato telegiornale Contatto (primo notiziario nazionale non RAI in onda sull'emittente della Rizzoli PIN - Primarete Indipendente), viene coinvolto nello scandalo del ritrovamento della lista degli aderenti alla loggia massonica P2. La sua tessera è la numero 1819 (il suo fascicolo il numero 626). Inizialmente nega con decisione l'appartenenza alla loggia (sebbene solo pochi mesi prima avesse fatto sensazione una sua intervista a Licio Gelli, pubblicata sul Corriere della Sera), poi sostiene di essere stato iscritto a sua insaputa, infine ammette la sua partecipazione in un'intervista televisiva a Giampaolo Pansa.

Nel 1986, nonostante le sue precedenti simpatie per il PCI, si candida per il Partito Radicale.


L'impegno contro la mafia [modifica]
Amico del giudice Giovanni Falcone, ospite alle sue trasmissioni, Costanzo si impegna come uomo e giornalista nella lotta alla mafia. In seguito all'omicidio di Libero Grassi, appena un mese dopo, Costanzo e Michele Santoro realizzano una maratona Rai-Fininvest contro la mafia. Memorabile rimane la scena in cui Costanzo brucia in diretta una maglietta con scritto "Mafia made in Italy"

Per questo suo impegno è vittima, il 14 Maggio 1993, di un attentato mafioso: un'auto-bomba esplode in via Ruggiero Fauro (vicino al teatro Parioli) al passaggio di un'automobile, con a bordo Maurizio Costanzo e Maria De Filippi, che dopo la registrazione del Maurizio Costanzo Show, stanno facendo ritorno a casa. Fortunatamente non ci sono vittime, si riscontrano lievi ferite a due agenti privati della scorta. Un altra ipotesi aggiuntiva, sulla motivazione dell'attentato mafioso, sostiene fosse stato deciso inoltre per via dell'opposizione all ingresso in politica della fininvest di Silvio Berlusconi,da parte di Costanzo stesso.

Il periodo dell'attentato a Costanzo è quello dell'escalation della mafia degli anni '90: gli omicidi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la bomba a Firenze agli Uffizi.

Da marzo 2005 conduce una serie di speciali contro la mafia su Canale 5 all'interno di Diario.

http://www.archivio900.it/it/news/news.aspx?id=2239

maurizio costanzo = m.e.r.d.a.


italia = www.merda.it

the winner is :cosa nostra

e il padrino, marlon brando,1974

"Knight Rider, a shadowy flight into the dangerous world of a man... who does not exist. Michael Knight, a young loner in the crusade to champion the cause

14:01  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

http://www.hotfrog.it/Societa/Panificio-Giovanni-Giordano

Panificio Giovanni Giordano

VIA MARVUGLIA VENANZIO 57
90142 PALERMO
PA TEL .0974 65248


VINI GIORDANO:TEL .0974 65248 = M.E.R.D.A.

http://www.radio.rai.it/radio1/demo/wai_zoom_evento.cfm?Q_EV_ID=80055&Q_TIP_ID=163 = ME.R.D.A.

Stai visualizzando un evento della sezione Curriculum.
pubblicato in data 06/01/2004

Giovanni Giordano
Mia nonna e' una modella
Sono un cantautore con 50 brani inediti all'attivo un video musicale e diversi demo già realizzati (scrivo testi e musiche delle mie canzoni). Ho studiato musica, chitarra e canto presso la scuola di musica di Domenico Severino, musicista attualmente legato a Mediaset, Ideatore delle musiche di Sarrabanda, programma condotto da Enrico Papi. Sono iscritto alla S.i.a.e. dal 1998 sia come autore che compositore dopo aver sostenuto appositi esami di fronte commissioni competenti. Ho maturato esperienza in serate e spettacoli musicali di vario tipo e lavorando per una stagione come animatore musicista presso il Villaggio Valtur di Mari1leva dopo aver frequentato un apposito corso di formazione presso il Villaggio di Simeri. Vanto un contratto editoriale con la *Promozioni Musicali Milano S.p.a. del dottor Lacquaniti e del dottor Monteleone (società che ha prodotto ed organizzato il tour di Radio Italia e Video Italia negli ultimi anni). Ho partecipato alle prefinali della edizione 2003 del Festival dì Castrocaro Terme e all'edizione 1997 del Premio Mia Martini. Nel 2003 ho lavorato come supporter aprendo concerti a Mino Reitano, Gatto Panceri, ai ragazzi di Amici di Maria De Filippì e serate a Franco Neri, cabarettista di Zelig.

Ascolta Giovanni Giordano Mia nonna e' una modella



http://www.narconews.com/Issue40/articolo1542.html

RAMONA GIORDANO = M E R D A
Addio Ramona
È morta "l'arma migliore" dell'EZLN


di Andrew Kennis
per The Narco News Bulletin
7 gennaio 2006

Tonalá e San Cristóbal de las Casas, Chiapas, Messico. Opo aver combattuto il cancro ai reni per un decennio, la dirigente zapatista Comandante Ramona è morta ieri mattina presto. Trattenendo le lacrime e con la voce spezzata, il Subcomandante Marcos ha annunciato pubblicamente la morte di Ramona nel mezzo della parte chiapaneca della “Altra Campagna”, il viaggio nazionale zapatista che durerà sei mesi.


http://www.edilportale.com/edilcatalogo0/EdilCatalogo_SchedaProgettista.asp?IDAzienda=45555

andrea giordano DETTO ANDREOTTI ANDREATTA = M.E.R.D.A.

Ingegnere



Studio:
GIORDANO ENGINEERING
paruzzaro (no) italia



Descrizione attività professionale:
progettazione antincendio - costruzioni
progettazione antincendio - costruzioni «

Collaboratori:
////

Fondazione studio: 2002

Attività
010 - PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Progettazione architettonica
020 - CALCOLO STRUTTURALE
Calcolo strutturale edifici civili
070 - PROGETTAZIONI SPECIALI
Prevenzione incendi, protezione dal fuoco

MARIA BENGARDINO = M.E.R.D.A.

http://www.repubblica.it/speciale/2007/appelli/val_di_noto/firme_raccolte_375.html

WWW.MERDA.IT

WWW.GUARDALAMIAMERDA.BLOGSPOT.COM

WWW.GIUDA.IT

http://digilander.libero.it/infoprc/falcone.html

ANSA) - ROMA 23 MAG

PANORAMICA DELLE ORE 21.30

Il giudice Giovanni Falcone, 52 anni, direttore generale del Ministero di Grazia e Giustizia, magistrato simbolo nella lotta alla mafia, è morto questo pomeriggio poco prima delle 18.00 in un attentato dinamitardo sull'autostrada Palermo-Trapani. Nell'agguato hanno perso la vita anche la moglie, Francesca Morvillo, e tre poliziotti di scorta, Antonio Montinari, Vito Schisano e Rocco Dicillo. Francesca Morvillo, anch'essa magistrato, è morta intorno alle 23.00 mentre veniva sottoposta ad intervento chirurgico. Falcone era sbarcato da poco all'aeroporto palermitano di Punta Raisi, proveniente da Roma. Per uccidere il magistrato è stata utilizzata una tecnica cosiddetta libanese. Una carica ad altissimo potenziale, circa una tonnellata di tritolo, piazzata in un sottopassaggio dell'autostrada, è stata fatta brillare con un telecomando a distanza. La deflagrazione ha distrutto sei vetture, l'auto di Falcone, tre di scorta e due che provenivano dalla carreggiata opposta. Il manto stradale è stato sventrato e si è aperta una voragine di circa venti metri di diametro. Secondo gli investigatori il telecomando è stato azionato a grande distanza perché i terroristi conoscevano bene gli effetti micidiali della carica. L'attentato è stato rivendicato in serata dal gruppo eversivo Falange Armata.



italia = www.merda.it

the winner is :cosa nostra

e il padrino, marlon brando,1974

"Knight Rider, a shadowy flight into the dangerous world of a man... who does not exist. Michael Knight, a young loner in the crusade to champion the cause

14:27  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

NOVI VELIA = M E R DA

mirella russo = M E R D A

guglielmo de lisa = M E R DA tel 0974 65274

http://www.dedalonews.it/it/index.php/01/2007/e-morto-gugliemo-biffani-pilota-del-cavallino-rampante/

http://guide.dada.net/storia/interventi/2006/08/265984.shtml

anellina de lisa guzzo = M E R DA

emilia de lisa = M E R DA

giulio de lisa = M E R DA

maria de lisa = M E R DA

filomeno positano = M E R DA

pina guzzo = M E R DA tel 0974 65065

enza positano = M E R DA
gianniricchiuti


NOVI VELIA = M E R DA

mirella russo = M E R D A

guglielmo de lisa = M E R DA tel 0974 65274

anellina de lisa guzzo = M E R DA

emilia de lisa = M E R DA

giulio de lisa = M E R DA

http://www.shop.it/offerta-213285/acquisti-DVD-DVD_Commedie/gildo-peragallo-ingegnere-gilberto-govi-.html

maria de lisa = M E R DA

filomeno positano = M E R DA

pina guzzo = M E R DA tel 0974 65065

enza positano = M E R DA

gianni ricchiuti = m e r d a


maria ricchiuti =m e r d a

antonello ricchiuti =m e rd a

HAI UN CANCRO AL CERVELLO?HAI UN CANCRO AL COLON - RETTO? HAI UN CANCRO ALLE OVAIE?

RIEMPITI ANCHE TU LE CORNA DI VINO CON VINI GIORDANO! TEL 0974 65248


VINI GIORDANO = M E R D A

WWW.MERDA.IT


http://merdaproject.splinder.com/


http://guardalamiamerda.blogspot.com/


http://www.drzap.it/merda.htm


COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?


WWW.SCHWARZENEGGER.COM

14:29  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

WWW.MERDA.it

NOVI VELIA = M E R DA

VALLO DELLA LUCANIA = M E R D A


santino scalone = M E R D A


vincenzo scalone = M E R D A

maura gabriele = m e r d a


ANTONIO RUBINO=M E R D A

EDMONDO RUSSO =M E R D A

DANIELE RUSSO= M E R D A

VINCENZO RUSSO =M ER D A

MIRELLA RUSSO = M E R D A

CILENTO = M E R D A

RETE7 = M E R D A

GIORGIO SCELZA = M E R D A

CARMELA SANTI = M E R D A

MARCO RIZZO = M E R D A

GIOVANNA GERMANO= M E R D A

SANTINO SCARPA = M E R D A

FRANCO GUZZO = M E R D A

PALINURO=M E R D A

DON GIANNI CITRO =M E R D A

ITALIA =M E R D A

WWW.MERDA.IT

UNA SERATA DA OSCAR DI MERDA PER LE COMPAGNIE DEL CILENTO DI MERDA...


http://www.ilpalistro.it/una_serata_da_oscar_per_le_compa.htm


http://www.agus.it/tv-italiane/campania.htm = M E R D A


http://www.monitor-radiotv.com/phoenix/html/index.php?module=htmlpages&func=display&pid=33 = M E R D A


http://www.mediacastedizioni.com/alfstile.asp = M E R D A

http://www.ciclocilento.it/Default.asp = M E R D A

http://www.ciclocilento.it/Default.asp = M E R D A

TERESA RICCO = M E R D A

ADELE SPLENDORE = M E R D A

http://www.grandelucania.it/news.php?n_news=5 = M E R D A


WWW.MERDA.IT


________________________________________________________________________________________




http://www.bellezzevip.com/ = M.E.R.D.A.

http://www.advcash.it/tgr/13/index.asp = M.E.R.D.A.


http://www.bellezzevip.net/ = M.E.R.D.A.

http://bellezzevip.wordpress.com/ = M.E.R.D.A.

http://bellezzevip.wordpress.com/ = M.E.R.D.A.


http://digilander.libero.it/aaaaaaaaaaaaaATTRICI/ = M.E.R.D.A.


_____________________________________________________________________




LE PUTTANE MIGLIORI SONO QUELLE DELLA STRADA E SE VINCE SEMPRE IL 2 QUELLE DEI NIGHT..
VERO WINSTON TAYLOR?VERO JEAN CLAUDE VAN DAMME?^_^


http://www.narcomafie.it/articoli/art_11_2000.htm

http://www.carraronan.org/puttane/index.htm OK!^_^

http://beppegrillo.meetup.com/14/messages/boards/view/viewthread?thread=3174454 OK!^_^

http://www.escort-puttane.com/ ok!^_^







COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?^_^

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

15:21  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

storia della BAGASCIA DI RITA DALLA CHIESA:

http://it.wikipedia.org/wiki/Rita_Dalla_Chiesa

Rita Dalla Chiesa (Casoria, 31 agosto 1947) è una conduttrice televisiva italiana.

È figlia del generale puttaniere Carlo Alberto Dalla Chiesa e sorella del politico Nando Dalla Chiesa. È stata sposata con Roberto Cirese (dal quale ha avuto una figlia, Giulia, cantante di jazz) e con Fabrizio Frizzi.


Biografia televisiva [modifica]
Rita Dalla Chiesa comincia la sua carriera televisiva in RAI, prima con il programma Vediamoci sul Due e poi con Pane e marmellata, condotto insieme a Fabrizio Frizzi col quale si sposerà successivamente. La notorietà la raggiunge sulle reti Mediaset, dove viene chiamata a condurre Forum in sostituzione di Catherine Spaak. Sarà al timone del programma per 10 edizioni consecutive, fino al 1997. In seguito al passaggio della conduzione di Forum a Paola Perego, Rita Dalla Chiesa prova, con poca fortuna, ad allargare la platea di mezzogiorno di Canale 5 con il programma "Signora Mia". Dopo un breve ritorno in RAI, nel 2003 riprende il timone di Forum.

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Rita_Dalla_Chiesa"


imparentata intimamente con il merdoso politico Nando dalla chiesa:



http://it.wikipedia.org/wiki/Nando_Dalla_Chiesa

Ritengo che sarebbe scientificamente assai grave se un giorno dovessimo scrivere la storia della mafia come certa sinistra ha scritto la storia del fascismo: di un pugno di criminali, cioè, che tiene in soggezione un popolo che non vorrebbe sottomettersi ma vi è costretto dal terrore o da un passato di rassegnazione. »
(Nando Dalla Chiesa, da Delitto imperfetto)

Nando Dalla Chiesa (Firenze, 3 novembre 1949) è uno scrittore e politico italiano.

Figlio del generale Carlo Alberto e fratello della conduttrice televisiva Rita, si è laureato in economia e commercio ed è stato per vari anni professore universitario a Milano.

Inizialmente svolse la professione di scrittore: fu autore del libro di denuncia Delitto imperfetto (1984) e di numerosi saggi tra cui La politica della doppiezza (1996); il successo arrivò cone le "narrazioni civili" Storie di boss, ministri, tribunali, giornali, intellettuali, cittadini (1990), Il giudice ragazzino (1992, biografia di Rosario Livatino) e Storie eretiche di cittadini perbene (1999).

Negli ultimi anni si è occupato soprattutto della narrativa sportiva: La farfalla granata (1995, incentrato sulla figura di Gigi Meroni), Capitano, mio capitano. La leggenda di Armando Picchi, il livornese nerazzurro (1999) e La partita del secolo. Storia di Italia-Germania 4-3 (2001).

L'impegno politico cominciò nel 1992, anno in cui venne eletto deputato tra le fila della Rete, movimento fondato da lui stesso con Diego Novelli e soprattutto Leoluca Orlando. Successivamente passò ai Verdi, con i quali nel 1996 ricevette un nuovo mandato parlamentare alla Camera, e nel 1999 a I Democratici; senatore nel 2001 per La Margherita, per la quale è anche coordinatore per la città di Milano, nel 2006 non si è candidato. Dal 18 maggio del 2006 fa parte del secondo governo Prodi in qualità di sottosegretario all'Università e alla Ricerca.

http://www.gossipnews.it/casting/vedifoto.php?id=63d170bb735ebe320ebdd6f375b0e6d4&num=19 = m.e.r.d.a.


http://www.mediaset.it/personaggio/schedapersonaggio/112.shtml = m.e.r.d.a.


Marco Senise
Nome Marco
Cognome Senise
Nata/o a Roma
Data di nascita 4 Marzo 1964
Segno zodiacale Pesci
BIOGRAFIA
Dopo aver conseguito il diploma di Maturità Scientifica presso l'Istituto Massimo, Marco Senise si è iscritto presso l'Università La Sapienza di Roma, facoltà di Giurisprudenza. CURRICULUM
Nel 1985 lavora in RAI al fianco di Paolo Frajese per la realizzazione televisiva 30 anni della nostra storia. L'anno dopo viene invitato al Maurizio Costanzo Show in veste di promotore del Ministero della Protezione Civile per il volontariato di pronto intervento. Dal 1987 si dedica per due anni a programmi radiofonici trasmessi.
Nel 1992 presenta le selezioni del 53° Concorso Nazionale Miss Italia per l'Italia centrale e nello stesso anno dirige servizi e collegamenti con la GBR (Tv laziale) per il 53° concorso nazionale di Miss Italia. Nel 1993 recita in Micaela, una telenovela trasmessa su Rete 4 e copre il ruolo di inviato speciale per Buona Giornata, programma contenitore condotto da Patrizia Rossetti. nel 1994 presenta la manifestazione a favore della lotta contro il cancro per Telelombardia. Nel 1995/1997 presenta il talk show quotidiano Pandora su Teleregione 9. Nel 1997 presenta su Mediaset un film documentario sulla storia del volo, Giorni della grande sfida. Fino al 2003 partecipa alla trasmissione Forum di Rete 4.

= m.e.r.d.a.


http://digilander.libero.it/lucioleo/zeus49/49senise.html = m.e.r.d.a.


Intervista a:



Marco Senise

di Cristina Castagnaro






Se avesse finito l'università, facoltà di giurisprudenza, probabilmente adesso sarebbe uno stimato avvocato.
La vita di Marco Senise è però cambiata dalla sera alla mattina quando, quasi per caso, ha avuto l'occasione di condurre nel 1991 delle selezioni per miss Italia.
Da quel momento la vita di questo ragazzo di Palocco non si è mai arrestata un attimo.
Ma, prima di arrivare alla sua attuale "occupazione" nell'ambiente dello spettacolo, cioè Forum, cerchiamo di sapere qualcosa in più sui suoi esordi…






Marco, cosa è successo dopo il 1991?
Ho continuato per qualche anno a condurre serate in giro per l'Italia e poi nel 1994 ho avuto un ruolo nella soap-opera Micaela.
Successivamente sono stato invitato per il programma Buona Giornata condotto da Patrizia Rossetti in Argentina, precisamente a Buenos Aires, dove ho soggiornato per un mese, dovevo intervistare gli attori più famosi delle soap sudamericane.
Quasi contemporaneamente ho condotto un talk-show su l'allora Teleregione 9, oggi T9, il cui nome era Pandora. Venivano trattati i più svariati temi; gli argomenti comunque riguardavano il Lazio e l'Umbria. Quella è stata una grande palestra di vita per me.
Poi tre anni fa hai avuto la grande possibilità di assistere Paola Perego nel programma di grande successo di Rete 4, Forum. Come sei entrato nel programma?
Ho sostenuto un provino, dopodiché mi hanno preso. Per due anni ho condotto assieme alla Perego sia in studio che in esterno. Attualmente faccio solo gli "esterni", che però sono raddoppiati.
Come ti trovi con lo staff di Forum?
Molto bene. Ho un ottimo rapporto con tutti. E poi da loro ho imparato molto…
Oltre alla conduzione di Forum ti occupi di qualche altra cosa?
Continuo a presentare delle serate in giro per l'Italia. Ad esempio in questi giorni sono in giro con Roberta Beta, la Pr milanese del Grande Fratello.
Ecco… ho notato che molti giornali sostengono che tu sia l'attuale "compagno" di Roberta. È vero?
No, fra di noi c'è solo una bellissima amicizia.
Scusa. Tu sei single e lei anche. Siete sempre fotografati insieme… ci vuoi far credere che fra te e lei non c'è nulla?
No, attualmente lavoriamo assieme e veniamo fotografati in quanto ormai siamo due personaggi pubblici.
Ecco, questo per esempio è uno dei lati negativi della notorietà. Vengono messe in giro notizie non vere!
Va bene, allora cambiamo argomento. Vivi ancora a Casalpalocco?
No, per esigenze lavorative e personali (amicizie, interessi…) mi sono trasferito al Centro. Palocco è il luogo ideale per stare con famiglia e figli. Comunque ci torno spesso. Vengo a trovare mia sorella Gilda e mio fratello Massimiliano.
Come ti vedi fra 10 anni?
Mi piacerebbe poter diventare un conduttore a tutti gli effetti. Avere un programma mio.
C'è qualche conduttore a cui t'ispiri?
Sai, ora tutti parlano del fenomeno Bonolis… che poi è veramente bravo. Però io sento molto più vicino a me, come tipo di carisma, Gerry Scotti. Sì, mi piacerebbe diventare come lui. Mi ispiro al suo modo di fare…riesce a tenere dei grandi tempi televisivi!
Hai già ricevuto altre proposte?
Si, ma al momento le sto solo vagliando. Se comunque il prossimo anno mi riaffideranno gli esterni di Forum ben venga. Intanto inizio a guardarmi intorno. Non escludo una mia partecipazione ad una fiction, e se mi capiterà una buona occasione…ve lo farò sapere, prometto!



= m.e.r.d.a.





http://www.mediaset.it/news/scheda/6393.shtml = m.e.r.d.a.


rita dalla chiesa = m.e.r.d.a.

marco senise = m.e.r.d.a.

Tina Lagostena = m.e.r.d.a.

ferdinando imposimato = m.e.r.d.a.

santi licheri = m.e.r.d.a.

pasquale africano = m. e. r. d. a.

FABRIZIO BRACCONIERI = m. e. r. d. a.

chiara sani = m.e.r.d.a.

http://www.annuariodelcinema.it/immagini/gilda/8bis.jpg = m.e.r.d.a.

http://www.tvblog.it/tag/fabrizio+bracconieri = m.e.r.d.a.

la giustizia italiana = m.e.r.d.a.

http://www.giustizia-italiana.it/ = m.e.r.d.a.



infatti.....

http://www.businessonline.it/1/EconomiaeFinanza/1457/giustizia-italiana-non-aiuta-le-imprese.html

http://alessios4.blogspot.com/2007/04/omicidio-senza-andare-in-carcere-la.html

giovedì 19 aprile 2007
Omicidio senza andare in carcere. La "giustizia" italiana

http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=366

http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=366

http://www.italysoft.com/news/beppe-grillo.html



http://www.odg.roma.it/web/Procedimento%20e%20impugnative%20disciplinari.htm

PROCEDIMENTO DISCIPLINARE: PRESCRIZIONE


Cass. civ., sez. I, 14-10-1998, n. 10135 - Pres. Grieco A - Rel. Di Palma S - P.M. Sepe EA (Diff.) - Pavesi c. Cons reg ord giornalisti Lombardia



In tema di azione disciplinare a carico dei giornalisti, il termine massimo di prescrizione, quale risulta dal combinato disposto dell'art. 58, commi primo e quarto, della legge 3 Febbraio 1963, n. 69 (di sette anni e sei mesi dal fatto, durata che rappresenta il massimo prolungamento consentito, in caso di più atti interruttivi del corso del termine prescrizionale, di quello ordinario di cinque anni), deve intendersi riferito all'intero procedimento disciplinare, comprensivo di entrambe le fasi, quella amministrativa e quella giurisdizionale, nelle quali esso si articola , e non già alla sola fase amministrativa ,la quale si conclude con il provvedimento del Consiglio nazionale dell'Ordine che decide sul ricorso avverso le deliberazione dei Consigli regionali. Ne consegue che lo spirare di detto termine nel corso dell'azione giudiziaria prevista dagli artt. 63 e 64 della citata legge n. 69 del 1963 in tema di annullamento, revoca o modifica delle deliberazioni dei Consigli dell'Ordine, determina la improseguibilità dell'azione stessa, rilevabile , anche d'ufficio, in ogni stato e grado del procedimento, e, quindi, anche in sede di legittimità, con preclusione di ogni altra questione di rito e di merito ivi insorta.

Inizio Documento

CONSIGLIO INTERREGIONALE DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI DEL LAZIO E MOLISE
ADUNANZA DEL 18.9.2001
OGGETTO: procedimento disciplinare nei confronti della giornalista professionista Rita Dalla Chiesa.


PREMESSO CHE :


- Con deliberazione adottata nella seduta del 5.7.2001 il Consiglio dell'Ordine ha aperto procedimento disciplinare nei confronti della giornalista professionista Rita Dalla Chiesa ai sensi degli artt. 48 e 56 della l. 3.2.1963 n. 69, contestando che l'iscritta, nonostante la sanzione inflitta il 19.6.2000 aveva ulteriormente violato le norme deontologiche previste dagli artt. 2 e 48 della legge 3.2.1963 n. 69, della Carta dei Doveri del Giornalista e della legge 5.10.1991 n. 237 per la partecipazione attiva agli spot pubblicitari durante la trasmissione "Il Trucco c'é".
- Con comunicazione raccomandata a.r. del 10.7.2001 n. 1834 era inoltrata all'interessata la contestazione, invitandola a comparire il 14.9.2001. L'adunanza era differita al 18.9.2001 e di ciò era data comunicazione all'iscritta.
Questa peraltro, faceva pervenire tramite il suo legale una comunicazione (n. prot. 2304 del 18.9.01) con la quale affermava di non poter essere presente all'audizione. Era acquisita agli atti la memoria depositata dal difensore.
Tanto premesso si osserva quanto segue.
Nella memoria difensiva, preso atto della contestazione relativa alla partecipazione attiva agli spot pubblicitari durante la trasmissione suindicata, l'iscritta, tramite il difensore, afferma testualmente che: "la sig. Dalla Chiesa non conduce alcun telegiornale o rubrica di attualità; difatti il contratto concluso con la Mediaset ha natura "artistica". Il richiamo del Consiglio dell'Ordine non può quindi attenere alla posizione di conduttrice che la sig. Dalla Chiesa riveste all'interno di Mediaset".
L'affermazione sopraesposta evidenzia l'esistenza di un rapporto artistico di natura non giornalistica e pertanto la cessazione del requisito dell'esclusività professionale, per lo svolgimento di altra attività continuativa e lucrativa.
La situazione lavorativa dichiarata integra dunque l'ipotesi di cui all'art. 41 della legge professionale che, nel prevedere la cancellazione dall'albo per inattività, stabilisce il principio che, indipendentemente dal periodo di inattività professionale, la cancellazione viene disposta in presenza dello svolgimento di altra attività continuativa e lucrativa.
Si ritiene pertanto che, essendo pregiudiziale la dichiarata inattività professionale stante l'esercizio di altra attività continuativa e lavorativa, rispetto all'esercizio dei poteri disciplinari, debba essere disposta la cancellazione dall'albo ai sensi dell'art. 41 della legge professionale e conseguentemente l'archiviazione del presente procedimento per difetto dei presupposti.
Tanto premesso ed esposto
DELIBERA
ART. 1: E' disposta la cancellazione dall'albo della sig. Rita Dalla Chiesa, giornalista professionista, per inattività professionale stante lo svolgimento di altra attività continuativa e lucrativa;
ART. 2: Il procedimento disciplinare in oggetto viene conseguentemente archiviato per mancanza dei presupposti;
ART. 3: La presente delibera viene notificata all'interessata ai sensi dell'art. 43 della legge professionale. Ne sarà altresì data comunicazione ai sensi dell'art. 44 della detta legge.


Inizio Documento




http://www.businessonline.it/1/EconomiaeFinanza/1457/giustizia-italiana-non-aiuta-le-imprese.html

http://alessios4.blogspot.com/2007/04/omicidio-senza-andare-in-carcere-la.html

giovedì 19 aprile 2007
Omicidio senza andare in carcere. La "giustizia" italiana

http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=366

http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=366

http://www.italysoft.com/news/beppe-grillo.html

cosa ne pensa ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

14:19  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

LA GIUSTIZIA ITALIANA = M.E.R.D.A.

http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/cronaca/donna-uccisa-genova/indagato-ex/indagato-ex.html
L'uomo, 30 anni, è indagato per l'assassinio di Luciana Biggi
Ascoltato a lungo in questura, ha ammesso solo frequenti litigi

Omicidio Genova, l'ex della donna
interrogato tutta la notte


Luciana Biggi, la vittima
GENOVA - E' indagato con l'accusa di omicidio volontario l'ex fidanzato di Luciana Biggi, 36 anni, la donna trovata uccisa 3 giorni fa nei vicoli del centro storico di Genova. L'uomo, di cui è stato reso noto solo il nome di battesimo Luca, ha 30 anni ed è originario di Gorreto (Genova). E' stato interrogato negli uffici della questura di Genova, assistito da un legale di fiducia, da ieri pomeriggio fino a stamani alle 6.

Non ha però confessato di aver ucciso Luciana. Ha solo ammesso di non aver avuto negli ultimi tempi un buon rapporto con la donna e che litigavano spesso. L'interrogatorio è stato condotto dal pubblico ministero Enrico Zucca e dal capo della mobile Claudio Sanfilippo.
Dopo l'interrogatorio Luca è tornato a casa con i genitori e il fratello minore che lo avevano accompagnato negli uffici della questura. Sul perché il giovane non sia stato arrestato, nonostante per ora sia l'unico indiziato dell'assassinio, gli inquirenti hanno spiegato: "Ci sono ancora alcuni aspetti da chiarire".

Luciana Biggi, era stata trovata a terra venerdì scorso in vico San Bernardo, nel centro storico del capoluogo ligure, in una pozza di sangue, con la gola squarciata probabilmente da un coccio di vetro. Nell'immediatezza si era ritenuto che fosse stata vittima di un aggressione per rapina, tanto che sabato gli abitanti dei carruggi genovesi hanno dato vita a una serie di manifestazioni spontanee per "riprendersi" la città dalla morsa della criminalità.

La giovane, prima di venire uccisa, ha tentato di difendersi dal suo aggressore riportando due ferite, una alla mano e l'altra sull' avambraccio. Biggi, scomparsa da casa da due giorni, abitava con la sorella gemella e la madre a Teglia, in Valpolcevera, nel ponente cittadino. Attualmente disoccupata, svolgeva di tanto in tanto lavori come istruttrice di fitness e centralinista in alcune televisioni private.


http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/cronaca/donna-uccisa-genova/donna-uccisa-genova/donna-uccisa-genova.html



L'omicidio scoperto nella notte. Il corpo abbandonato in un vicolo
La vittima aveva 36 anni. Uccisa probabilmente con una scheggia di vetro

Genova, giallo nel centro storico
Sgozzata una giovane donna


Luciana Biggi
GENOVA - E' stata trovata a terra in vico San Bernardo nel centro storico, in una pozza di sangue, con la gola squarciata probabilmente da un coccio di vetro, Luciana Biggi, una ragazza genovese di 36 anni, uccisa forse nel corso di un' aggressione per rapina.
La giovane, prima di venire uccisa, ha tentato di difendersi dal suo aggressore riportando due ferite, una alla mano e l'altra sull' avambraccio. Biggi, scomparsa da casa da due giorni, abitava con la sorella gemella e la madre a Teglia, in Valpolcevera, nel ponente cittadino. Attualmente disoccupata, svolgeva di tanto in tanto lavori come istruttrice di fitness e centralinista in alcune televisioni private.

"Stiamo cercando di ricostruire le ultime 24 ore della sua vita per trovare l' omicida" spiega Claudio Sanfilippo, capo della squadra mobile che conduce le indagini insieme alla collega Alessandra Bucci della squadra omicidi.

Luciana, una bella ragazza alta oltre il metro e settanta, con i capelli castani e gli occhi verdi, ieri sera era vestita con un paio di jeans e una felpa nera. Non aveva con sè alcun documento, anche perchè la sua borsa è scomparsa insieme al telefono cellulare.

Ad identificarla oggi pomeriggio è stata la sorella, che si era recata in questura subito dopo aver sentito la notizia che una ragazza era stata trovata morta nel centro storico. Luciana infatti non dava notizie di sè da due giorni e non rispondeva al telefono. La gemella per prima cosa ha chiesto se quella giovane ritrovata aveva un grosso tatuaggio sulla spalla di una donna nuda alata. Avutone conferma dagli inquirenti, è scoppiata in un pianto a dirotto.

A notare quel corpo senza vita sono stati, la notte scorsa, intorno alle tre, due passanti che hanno chiamato subito l'automedica del 118. Ma per Luciana non c' era più niente da fare. Il taglio netto alla giugulare era stato fatale.

Luciana ha trovato la morte proprio nei vicoli che era solita frequentare con amici, anche occasionali ed extracomunitari, nei giorni più caldi della movida. La ragazza, definita dai conoscenti "sempre un pò sopra le righe", beveva molto e saltuariamente assumeva cocaina o hascisc.

In questura oggi sono stati sentiti, oltre alla sorella, gli amici più intimi. L'ultimo ad averla vista viva è stato un giovane che tre sere fa l'aveva accompagnata a casa. Gli inquirenti hanno convocato anche alcuni esercenti dei bar della zona, ma nessuno ha ricordato di averla vista ieri sera nei locali.

Intanto, secondo indiscrezioni, starebbero per arrivare a Genova gli esperti di ricerca tracce (Ert), l' equipe di polizia scientifica che è intervenuta anche alla riapertura del caso Tenco, il cantautore genovese che si tolse la vita durante il Festival di Sanremo.

Da tempo vico San Bernardo, una traversa della via omonima, centro della movida dei giovani il venerdì e il sabato sera, è diventato pericoloso per i passanti notturni. Gang di ragazzini extracomunitari minorenni spacciano infatti cocaina e spinelli e aggrediscono per rapinare. Molti bar della zona, un tempo molto frequentati anche dagli studenti stranieri dei corsi di Erasmus, hanno chiuso i battenti. Tra questi il mitico "Sergione", il primo bar di musica reggae dei vicoli, che aveva contribuito a risanare la zona.


(28 aprile 2006)





http://www.wittgenstein.it/html/witt140802.html

Abolire il carcere? La proposta è assurda, impraticabile e pericolosa. ...

PENA DI MORTE:OK!


http://it.wikipedia.org/wiki/Pena_di_morte_negli_Stati_Uniti



http://library.thinkquest.org/23685/data/medioevo.html

http://library.thinkquest.org/23685/data/storia.html

LA STORIA

La pena di morte ha radici molto antiche; infatti, si hanno prove della sua applicazione fin da popoli come Babilonesi, Egizi, Greci e Romani. Essa è poi tuttora applicata in numerosi Stati avanzati, come ad esempio gli USA.
Ecco una breve storia della pena di morte in relazione ai principali periodi storici o popoli:


Comunità preistoriche Greci
Babilonesi Romani
Egizi Dal Medioevo ad oggi
Civiltà precolombiane

http://library.thinkquest.org/23685/data/impicc.html
L'IMPICCAGIONE

Tempo di sopravvivenza: 8-13 minuti
Nell'impiccagione la perdita di coscienza è quasi immediata; la morte avviene rapidamente per asfissia, ad opera di un cappio posto attorno al collo e fissato ad un sostegno per l'altro capo. Il peso del corpo, abbandonato nel vuoto o inclinato in avanti, grava sul cappio, ne determina la chiusura e la conseguente azione comprimente sulle vie respiratorie.
L'impiccagione lascia vari segni, sia interni che esterni: il condannato diventa cianotico, la lingua sporge in fuori, i bulbi oculari escono dalle orbite, vi è un solco alla cute del collo; ci sono inoltre lesioni vertebrali e fratture interne.


http://library.thinkquest.org/23685/data/sedia.html

Tempo di sopravvivenza: 10 minuti
La sedia elettrica fu introdotta negli USA nel 1888, in ragione della sua pretesa di maggiore umanità rispetto all'impiccagione, utilizzata in precedenza. La procedura con cui il condannato viene ucciso è la seguente: dopo che il detenuto è stato legato alla sedia, vengono fissati elettrodi di rame inumiditi alla testa e ad una gamba (che sono state rasate per assicurare una buona aderenza). Potenti scariche elettriche, applicate a brevi intervalli, causano la morte per arresto cardiaco e paralisi respiratoria: un elettricista, agli ordini del boia, immette la corrente per la durata di due minuti e diciotto secondi variando il voltaggio da 500 a 2000 volt, altrimenti il condannato brucerebbe. Il procedimento procura effetti visibili devastanti: il prigioniero a volte balza in avanti trattenuto dai lacci, orina, defeca o vomita sangue, gli organi interni sono ustionati, si sente odore di carne bruciata.
Benché lo stato di incoscienza dovrebbe subentrare dopo la prima scarica, in alcuni casi questo non accade: a volte il condannato è solo reso incosciente dalla prima scarica, ma gli organi interni continuano a funzionare, tanto da rendere necessarie ulteriori scariche.


Riportiamo ora due particolari casi di detenuti sottoposti alla sedia elettrica:
Willie Francis: 17enne nero, condannato nel 1946, sopravvissuto al primo tentativo di ucciderlo. Un testimone oculare disse: "Ho visto il boia che accendeva l'interruttore ed ho visto le labbra del prigioniero gonfiarsi, il suo corpo teso e stirato. Ho sentito l'incaricato gridare al suo collega di mandare più succo [elettricità] quando ha visto che Willie Francis non moriva e il collega rispondere che stava mandando tutta la corrente elettrica che aveva. Allora Willie gridò: 'Toglietemela, fatemi respirare!'. Successivamente ha detto di aver sentito un bruciore nella testa ed alla gamba sinistra, di essere saltato contro le cinghie e di aver visto puntini blu, rosa e verdi".
Fu messo a morte un anno più tardi, con successo.
John Louis Evans: giustiziato nell'aprile 1983, è stato dichiarato ufficialmente morto - secondo quanto riferito dai testimoni oculari - soltanto dopo tre distinte scariche di 1900 volt ciascuna, per una durata complessiva di oltre quattordici minuti.


http://library.thinkquest.org/23685/data/ghiglio.html


LA GHIGLIOTTINA

Tempo di sopravvivenza: 1-2 minuti
Macchina per decapitazione, così chiamata dal nome del fisico francese Joseph-Ignace de Guillotin, che ne propose l'adozione nel 1789: siccome la decapitazione era considerata il metodo di esecuzione meno doloroso e più umano, Guillotin suggerì la costruzione di una macchina apposita.
Essa consiste di due travi parallele issate verticalmente, incavate al centro e unite in alto da una traversa, e di una lama obliqua, legata con una fune alla traversa. Il condannato pone il collo in una struttura tipo gogna dalla quale passerà la lama obliqua; liberata la fune, la lama scivola lungo le due travi e cade sul collo del prigioniero, tagliandogli di netto la testa, che cade nel cesto posto davanti alla ghigliottina.
Essa fu impiegata soprattutto durante la rivoluzione francese.

http://library.thinkquest.org/23685/data/fucil.html

LA FUCILAZIONE

Tempo di sopravvivenza: incerto
La sentenza viene eseguita da un plotone composto da un numero di fucilieri che varia da sei a diciotto; non tutte le armi sono cariche. Dopo che il condannato (o i condannati) ha ricevuto la prima scarica all'ordine dell'ufficiale che comanda il plotone, quest'ultimo gli si avvicina e gli spara alla tempia o alla nuca: è il colpo di grazia.
Ecco il parere di padre Joseph Vernet, ex cappellano delle esecuzioni in Francia:
"La coscienza, nonostante il colpo di grazia, resta ancora a lungo; questo metodo è tra i più barbari. Infatti l'esecuzione si compie la mattina all'alba, in un fortino militare, lontano dagli occhi di tutti".

http://library.thinkquest.org/23685/data/camera.html

LA CAMERA A GAS

Tempo di sopravvivenza: 8-10 minuti
Questo metodo di esecuzione fu introdotto negli USA negli anni '20, ispirato dall'uso di gas venefici durante la prima guerra mondiale e dal largo impiego del forno come metodo di suicidio.
Il prigioniero viene fissato ad una sedia in una camera stagna. Uno stetoscopio fissato al suo torace viene collegato a cuffie che si trovano nella stanza adiacente, dove stanno i testimoni, in maniera tale che un medico possa controllare il progredire dell'esecuzione; nella camera stagna viene quindi liberato gas cianuro che uccide il condannato. La morte avviene per asfissia: il cianuro inibisce l'azione degli enzimi respiratori che trasferiscono l'ossigeno dal sangue alle cellule del corpo. Lo stato di incoscienza può subentrare rapidamente, ma l'esecuzione durerà più a lungo se il prigioniero tenta di prolungare la propria vita trattenendo il fiato o respirando lentamente. Così come avviene con gli altri metodi di esecuzione, gli organi vitali possono continuare a funzionare per un breve periodo, a prescindere dal fatto che il prigioniero sia cosciente o meno.


Riportiamo ora un particolare caso di un detenuto sottoposto alla camera a gas:
Jimmy Lee Gray: giustiziato nel Mississippi il 2 settembre 1983. Le sue convulsioni sarebbero durate otto minuti, nel corso dei quali il prigioniero avrebbe ripreso fiato undici volte, sbattendo ripetutamente la testa contro un palo che si trovava dietro di lui. Alcuni testimoni hanno dichiarato che Gray non aveva l'aria di essere ancora morto, nel momento in cui i funzionari del carcere li hanno invitati ad uscire.

http://library.thinkquest.org/23685/data/iniez.html

L'INIEZIONE LETALE

Tempo di sopravvivenza: 6-15 minuti
Introdotta in Oklahoma e Texas nel 1977; la prima esecuzione fu in Texas nel dicembre 1982. Comporta un'iniezione endovenosa continuata di una dose letale di un barbiturico ad azione rapida (pentothal) in combinazione con un agente chimico paralizzante. La procedura assomiglia a quella utilizzata per effettuare un'anestesia totale. In Texas viene usata una combinazione di tre sostanze: un barbiturico che rende il prigioniero incosciente, una sostanza che rilassa i muscoli e paralizza il diaframma in modo da bloccare il movimento dei polmoni e un'altra che provoca l'arresto cardiaco.
C'è chi dice che questo sia il metodo di esecuzione più umano, invece possono esserci anche gravi complicazioni: l'uso prolungato di droghe per via endovenosa da parte del prigioniero può comportare la necessità di andare alla ricerca di una vena più profonda per via chirurgica; se il prigioniero si agita, il veleno può penetrare in un'arteria o in una parte di tessuto muscolare e provocare dolore; se le componenti non sono ben dosate o si combinano tra loro in anticipo sul tempo previsto, la miscela si può inspessire, ostruire le vene e rallentare il processo; se il barbiturico anestetico non agisce rapidamente il prigioniero può essere cosciente mentre soffoca o mentre i suoi polmoni si paralizzano.


Riportiamo ora un particolare caso di un detenuto sottoposto all'iniezione letale:
James Autry: giustiziato il 14 marzo 1984. La prima esecuzione era prevista per il novembre 1983: Autry era già stato legato alla barella e stava subendo la prima fase del procedimento - una soluzione salina veniva introdotta nelle sue vene - quando l'esecuzione è stata sospesa.
Dopo la "seconda" esecuzione, un testimone oculare riferì che il condannato impiegò almeno dieci minuti a morire e per buona parte del tempo era cosciente, si muoveva e si lamentava del dolore. Un medico della prigione presente all'esecuzione ha riferito in seguito che l'ago si era occluso, rallentando così i tempi dell'esecuzione.


http://library.thinkquest.org/23685/data/garrota.html


di sopravvivenza: 25 minuti
Consiste in una panchina sulla quale viene fatto sedere il condannato che si appoggia ad un palo intorno al quale passa un cerchio di ferro che lo stringe alla gola; una manovella a vite stringe sempre più il cerchio finché sopravviene la morte per strangolamento, mentre un cuneo di ferro provoca la rottura delle vertebre cerebrali.
Usata in Spagna fino a pochi decenni fa.


http://library.thinkquest.org/23685/data/stortrum.html


PENA DI MORTE
QUANDO LA VITA GENERA MORTE (LEGALMENTE)

METODI DI MORTE POCO DIFFUSI O INUTILIZZATI

Se vi interessano, dovete visitare l'Europa: molti paesi e città hanno musei di tortura medievale, molto belli quelli di Mont St. Michel in Francia e di Gand in Belgio.

ALLUNGAMENTO
Il condannato veniva legato ai polsi e alle caviglie con corde che venivano tirate da parti opposte con argani; in questo modo era "tirato" fino alla morte.

ANNEGAMENTO
Il condannato veniva buttato in acqua legato, in modo che non riuscisse a nuotare. Questo sistema era usato soprattutto nei luoghi di mare. Veniva utilizzato per verificare la colpevolezza di una presunta strega: se essa annegava, era considerata innocente; se l'acqua la respingeva ed essa galleggiava, era considerata colpevole e veniva messa al rogo.

BOLLITURA
Il condannato veniva posto in un calderone pieno d'acqua che veniva riscaldato. Questa tecnica era usata soprattutto nel Medioevo.

CALDERONE
Un recipiente di ferro veniva posto sullo stomaco del reo con l'apertura in basso, poi veniva alzato affinché entrassero alcuni topi; quindi veniva riscaldato e i topi, per uscire, non potevano fare altro che rosicchiare lo stomaco del condannato.

CAVALLO DI LEGNO
Il condannato veniva posto a cavalcioni in una struttura a V, come su un cavallo; venivano poi posti dei pesi ai suoi piedi affinché egli venisse tirato sempre più giù, fino a quando non si divideva in due.

CROCIFISSIONE
Il condannato veniva inchiodato a polsi e caviglie ad una croce. Inizialmente praticata su alberi, questa pratica era riservata agli schiavi dell'antica Roma.

DECAPITAZIONE
Un boia, generalmente incappucciato, tagliava la testa del condannato con un'accetta. Molto diffusa in Inghilterra nel 1500-1600. L'accetta usata per l'ultima decapitazione, avvenuta nel 1747, può essere vista alla Torre di Londra.

ESSERE GETTATI DA GRANDE ALTEZZA
Il condannato era gettato giù da una montagna o da un alto muro.

IMMERSIONE NELLE FOGNE
La condannata (adultera o prostituta) veniva legata ad un'asse e quindi immersa nel punto del canale in cui confluivano gli scarichi delle fogne; questa tecnica è stata in seguito migliorata mettendo la poveretta in gabbia. Pratica usata soprattutto nel Medioevo.

LAPIDAZIONE
Venivano tirati sassi contro il condannato finché non moriva; spesso la comunità assisteva e partecipava allo "spettacolo". È ancora praticata nei paesi islamici. Anche la Bibbia e il Vangelo vi facevano riferimento per quanto riguarda la pena da comminare alle adultere.

LETTO (o sedia) DI FERRO
Il prigioniero vi veniva fatto sedere, poi si riscaldava il ferro fino all'incandescenza.

MORTE DA INSETTI
Ci sono molte variazioni di questa pratica. In genere il condannato veniva fissato al suolo, poi cosparso con una sostanza dolce (ad esempio miele), e abbandonato per essere mangiato da insetti.

MORTE PER FAME
Il condannato era posto in una cella e non veniva nutrito. Celebre l'episodio del Conte Ugolino descritto da Dante nella Divina Commedia.

PENDOLO
Un pendolo con lama affilatissima veniva lentamente abbassato sul condannato che giaceva sulla schiena; come nel racconto di Edgar Allan Poe "Il Pozzo E Il Pendolo".

PERCOSSIONE
Il condannato veniva percosso fino alla morte, spesso con strumenti quali il gatto a nove code; un esempio è quando gli schiavi americani venivano picchiati dai loro padroni.

PRESSATURA
Il condannato veniva posto fra due lastre di pietra; sulla lastra superiore venivano posti oggetti pesanti, finché egli non moriva schiacciato.

ROGO
Il condannato veniva legato a un palo, poi si incendiava il palo alla base del quale vi era materiale incendiabile come fieno. Questo metodo era usato ai tempi della caccia agli eretici ed alle streghe, quando esse non venivano condannate all'impiccagione.

RUOTA
Vi erano molti modi di usarla. Per esempio, il condannato poteva venir legato al cerchio esterno della ruota, che veniva fatta rotolare lungo un percorso spinato o giù per una collina.

SBRANAMENTO DA ANIMALI
Il condannato veniva gettato in un'arena insieme a leoni. Questo metodo era usato soprattutto nell'antica Roma.

SCORTICAMENTO
La pelle del condannato veniva tolta a striscie con svariati strumenti.

SOTTERRAMENTO
Il condannato veniva sotterrato vivo e lasciato a morire. Questo metodo è stato largamente usato in tutti i secoli. In India, ad esempio, sotterravano le donne fino al collo, poi le lasciavano, con solo la testa all'esterno, a cuocere al sole.

SPARO DI CANNONE
Il condannato veniva posto dinanzi la bocca del cannone, poi veniva sparato un colpo.

TRAFISSIONE CON FRECCE
Il condannato veniva legato ad un palo o ad un muro e degli incaricati gli tiravano delle frecce. Questa pratica era usata fra Indiani e Vichinghi, che miravano alle parti non vitali del corpo per prolungare l'agonia il più possibile.
Una delle vittime più note della trafissione è San Sebastiano, vissuto nel III sec. d.C., che fu martirizzato con frecce; essendo queste simbolo della peste, il santo fu assunto come protettore contro tale epidemia.

VERGINE DI FERRO
Consisteva in una sorta di sarcofago femminile fatto di legno o ferro, scavato dentro e riempito con chiodi appuntiti. La vergine di ferro veniva aperta e il condannato vi veniva inserito. Quest'ultimo, alla chiusura del portello, veniva "abbracciato" dalla vergine e veniva trafitto dai chiodi.



COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?


WWW.SCHWARZENEGGER.COM

15:26  
Anonymous dario trivelli said...

GIORGIO TESEN = M.E.R.D.A.

http://giorgiotesen.wordpress.com/tag/arnold-schwarzenegger/


giorgio tesen - viviamo un paese di merda
il blog che vanta diversi tentativi di imitazione di cui questo è l’unico non riuscito
--------------------------------------------------------------------------------
Archive for the ‘Arnold Schwarzenegger’ Category
“5 Pazzi d’America”
Domenica, Marzo 19th, 2006
Cari Sodali, dopo circa un anno di scrittura su questo blog, date le mie indubbie doti di blogger, critico e reporter, ero certo che prima o poi qualcuno avrebbe messo gli occhi su me, Giorgio Tesen, con mire ed intenti chiaramente editoriali. Eccovi quindi svelato l’arcano, mi è stato infatti commissionato un testo riassuntivo di tutti i miei migliori servizi e post giornalistici, un po’ come se decidessi di prendere il meglio dei miei pulitzer e farne un libro. Dopo qualche mese di lavoro ne è nato “5 Pazzi d’America”, un post che racchiude alcuni spunti di riflessione condivisibili e maltrattabili a vostro piacimento. Aoh!

5 Pazzi d’America

1. Lorena Bobbit

Lorena Bobbit, famosa per avere tagliato il pene (durante il sonno) al marito. Dopo aver reciso il membro al marito la donna è uscita da casa sua in macchina, da sola, liberandosi del pene reciso, gettandolo in strada dall’auto in corsa. Questo particolare, che già di per sé potrebbe sembrare strano, è nulla se paragonato al fatto che il pene è stato ritrovato e riattaccato all’uomo. Quello che si è reso necessario è un intervento di chirurgia particolare e preciso, esistono casi infatti nei quali non tutti i capillari, le vene e il resto possono essere riattaccati al corpo senza che insorgano complicazioni. I risvolti della vicenda sono planetari. Lorena Bobbit diventa un simbolo in un quarto d’ora. Il marito, un faccione di cazzo come pochi se ne potevano vedere, pare sia diventato addirittura un attore porno. Potrebbe trattarsi di una leggenda metropolitana, ma, d’altronde, come non diventare un attore pornografico quando si possiede il membro più famoso del mondo?

2. George W. Bush

George W. Bush, presidente degli Stati Uniti d’America, figlio di un Presidente degli Stati Uniti d’America. Poche le cose non-in-comune tra i due, compreso il fatto di avere avuto nel mezzo, un Bill Clinton. A tre anni esatti dall’inizio della guerra in Iraq che tanto è costata in termini di vite umane (dobbiamo ancora sostenere sascrifici, dice Brush) e dollari (dobbiamo ancora aspettare per recuperarne), restano ancora nella mente le immagini del lungometraggio di Moore, quando viene mostrato il viso del presidente al rallentatore, mentre gli viene annunciato in un orecchio l’attacco delle Torri Gemelle.

3. Monica Lewinsky

Se Lorena Bobbit è riuscita a diventare un’icona planetaria mediante la recisione del pene, che non può essere tecnicamente definita come castrazione, malgrado Lacan a mio parere potesse essere in grado di attanagliarle il nomignolo di castratrice simbolica, o addirittura di castratrice del simbolo, ecco che nel caso di Monica Lewinsky avviene l’esatto contrario, qui è infatti la fellatio (con tanto di ‘prove sul vestito’) insieme al toying (con il sigaro), a rendere manifesto in modo planetario un costume diffuso tra le disperate casalinghe e i disperati casalinghi americani, il tradimento aplatonico, con tanto di risvolto politico. In Italia il risvolto è linguistico, prima del caso Lewinsky infatti la parola stage veniva pronunciata steige, dal caso in poi, invece, la pronuncia corretta è stàge.

4. Arnold Schwarzenegger

Il sogno di ogni uomo è essere libero. Alcuni americani sono liberi. Qualche uomo crede che per essere libero bisogna essere americano. Certi affermano che l’America difende la libertà. Un sillogismo dopo l’altro ha portato persone come Arnold Schwarzenegger a rammaricarsi dell’essere nati austriaci per non poter diventare Presidente degli Stati Uniti d’America. Questo stesso sogno non gli ha impedito di divenire Governatore dello Stato di California. Da governatore di questa bretella soleggiata Schwarzy non ha mosso un dito contro la pena di morte, nemmeno degli innocenti, quando si raggiungono certe posizioni non si può muovere un dito, Danny De Vito (l’altro gemello austriaco) sarebbe stato più magnanimo. Conan è barbaro. Ringraziamo il cielo perché l’unico italo-americano che poteva candidarsi, Stallone Sly, ha deciso di aprire ristoranti e fare reality, almeno per ora.

5. Silvio Berlusconi Jr.

Nel “faccia a faccia” con il Professore Prodi l’Onorevole Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi tracciava numeri e scarabocchi su fogli bianchi. Al di là della klagesiana interpretazione degli stessi ci piace notare come Silvio Berlusconi, nel suo discorso al Congresso degli Stati Uniti d’America, abbia utilizzato un altro metodo per scaricare il suo nervosismo. Nelle inquadrature al lato delle telecamere, infatti, si poteva notare la sua figura stagliarsi netta contro il leggìo, le mani e i gomiti ben serrati sull’impalcatura in legno mentre, con la gamba destra o sinistra, l’Onorevole faceva uno strano gesto, un po’ come se ci fosse una qualche molla nascosta nei legamenti delle gambe, che scattavano modulando & moderando l’incisività dei suoi discorsi. Silvio Berlusconi, le mani che hanno costruito la Merica.


Posted in Lorena Bobbit, Arnold Schwarzenegger, Silvio Berlusconi, Monica Lewinsky, George W. Bush | 4 Comments »

dicono qui
evacarriego on Blog Day 2007. Ecco alcuni blo...
carlomelina on Blog Day 2007. Ecco alcuni blo...
Blog Day 2007. Ecco ... on Commemorazioni
giorgiotesen on Considerato il fatto che non s...
Sara on Considerato il fatto che non s...
thefamilyandthefishi... on Fannulloni licenziati sul post...
napolino on Considerato il fatto che non s...
giorgiotesen on 11 Settembre, la verità in un...
franziskus on 11 Settembre, la verità in un...
riddik on Scoperto il segreto del destin...

dal 3 settembre 2006 sono passati di qui
75,582 sodali o scassac***i (oramai li divido così)






questo blog si vede meglio con Mozilla Firefox (anche con Opera a essere onesti). Se avete Internet Explorer potete buttarlo a mare insieme alle vostre VHS di Ilona Staller, è ora di passare al DVD.


da ribadire
Chi sono?
Licenza d’uso
Se siamo qui
Archivi Tesen
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Càun Dàun

Vaffanculo Day
8 settembre 2007
The Shutdown Day
22 marzo 2008

Il 38° compleanno di Giorgione
19 aprile 2008



gli ultimi saranno i primi
Quaranta anni oltre ogni limite
Blog Day 2007. Ecco alcuni blogger senza i quali il mondo sarebbe diverso.
Fannulloni licenziati sul posto di lavoro. Bertinotti esclama “Non colpiamo i più deboli”
Giro di vite della EU sul Vaticano. Prodi commenta “Va tutto bene”
Considerato il fatto che non sono così male
Scoperto il segreto del destino, ogni cosa accade perché deve accadere
Rainin’ in Paradise
11 Settembre, la verità in un libro collettivo.
Che cosa avrebbe detto Agostino se fosse stato qui?
Piove in paradiso…e sulla terra non si scherza
10 modi per mandarti aff…
Speciale Umberto Bossi “Io non gioco più” (2)
Umberto Bossi “Mi dimetto per dare l’esempio”?
Caro Umberto il fucile te lo presto io!
Commemorazioni
i più letti delle ultime ore
L'oroscopo del 2007. Optimistic Version
Blog Day 2007. Ecco alcuni blogger senza i quali il mondo sarebbe diverso.
Fannulloni licenziati sul posto di lavoro. Bertinotti esclama "Non colpiamo i più deboli"
penem et circenses, cosa cercano (davvero) gli italiani
Dieci modi per fondare un partito...perché non basta andare dal notaio.
11 Settembre, la verità in un libro collettivo.
L'eredità
Rainin' in Paradise
Considerato il fatto che non sono così male
Roberto Saviano sotto scorta, ma i giornalisti si informano sul web...
Top Clicks
giorgiotesen.files.wordpr…
it.wordpress.com/tag/lipp…
bignardi.style.it
botd.wordpress.com/?lang=…
it.wordpress.com/tag/kate…
corriere.it/Primo_Piano/P…
fotodiario.wordpress.com
it.wordpress.com/tag/aldo…
it.wordpress.com/tag/frie…
top100.qix.it/metrics/blo…
collegamenti
Ace Wo Nerae!
Arsenico e nuovi merletti
Braiandinazareth
Cabaret Bisanzio
Carlo Melina
Collettivo Soda
Come campa Mattia
Daria Bignardi
Diderot
e io che mi pensavo
fotodiario di Aleyakke
Franco Califano (dedicato a)
Gattostanco
Giorgio Viva
Giuseppe Genna
Giuseppe Granieri
Gruppo di lettura
il blog di linus
iQuindici
La fine delle regole
Lipperatura di Loredana Lipperini
Maltese Narrazioni
Maninafutura
Marco Candida
Marino Magliani
Milano Nera - blog noir - il lato oscuro della scrittura
Mirumir
Nazione Indiana 2.0
Nevio Gàmbula
Oltre le parole!
Paolo Rossi
PorcoMondoLibro
Rael Is Real
Riccardo Raccis
Roberto Zarriello
Sauro Sandroni
sblogg - farneticazioni assortite
Se fossi...
Stati di sonnolenza
Storie di Sara
Tonino Pintacuda
Untitl.ed - untitled editori
Vibrisse Bollettino
Vite dei santi
Viva el Barça
volo in deltaplano
Wu Ming
xantology blog inutile
una volta al dì
Blog Notes, weblog di Giuseppe Granieri
tra nuvole bianche mi inciprio il naso
Alessandro Piperno Altan annunci di Giorgio Attualità Babette Factory Best Off Bret Easton Ellis Cabaret Bisanzio Capodanno Christian Raimo Collettivo Soda Critica Dan Brown Daniel Z. Panoskfy David Foster Wallace Diderot Don Chisciotte edizione straordinaria Francesco Longo Francesco Pacifico Franco Battiato Friedrich Nietzsche Giorgio Tesen Giorgio Viva Giovanni Giudici Giulio Mozzi Giuseppe Genna interventi Jenna Jameson Leonardo Colombati Letteratura letture Massimiliano Parente Natale News Nicola Lagioia Notizie Pensiero Perceber Philip Roth Poesia Racconti Radiohead Roberto Saviano Silvio Berlusconi Thomas Pynchon Umberto Bossi vuotidiano Wu Ming Zrappp!
Meta
Login
Valid XHTML
XFN
WordPress.com
ex "letture in corso"


"dio preservi quelli che ama dalle letture inutili" è una frase del celebre poeta Charles Baudelaire (1821-1867) autore de "I fiori del male"




siate creativi!
non scoraggiatevi
quando gli altri dicono che non se ne può fare nulla allora è il momento più propizio per costruire
non siate cattivi con voi stessi, ma nemmeno con gli altri
e soprattutto lavatevi i denti prima di andare alle presentazioni dei libri

giorgio tesen è qui
se avete intenzione di scrivermi potete utilizzare questo indirizzo di posta elettronica: gtesen[AT]gmail.com
ma da dove arrivate?
arranco la top100

giorgio tesen loves technorati

la solitudine secondo me è

"...non quella finta, cioè la solitudine che si prova quando si è da soli, ma quella vera, ovvero la solitudine che si prova quando si è in mezzo alla gente"



Giorgio Tesen operazione "ma quanti siete Sodali di terra e di mare"?

a torto o a ragione qui si è parlato anche di
11 Settembre
Absolvo
Addio
Adelphi
Agenda dei supereroi
Agostino
Agota Kristof
AIDS
Al Qaeda
AL-SADIQ AL NAYHUM
Alan Ford
Albert Einstein
Alberto Arbasino
Alberto Moravia
Alberto Sordi
Aldo Busi
Aldo Nove
Alessandro Baricco
Alessandro Piperno
Alex Fringberger
Alfonso Berardinelli
Altan
Anarchia
Andreas von Bülow
Angela Buccella
Animali
annunci di Giorgio
Anthony Burgess
Antivirus
Antonio Mancini
Antonio Moresco
Apollo 11
Arnold Schwarzenegger
Arte
Arthur Rimbaud
Arthur Schopenhauer
Attilio Bertolucci
Attualità
Auguri
Aurora Robles
è ora di dire basta
Babette Factory
Back to the future
Banco del Mutuo Soccorso
Beast Machines
Beautiful
Benedetto XVI
Benito Mussolini
Beppe Fenoglio
Berlusconi
Best Off
Bibbia
Bidimensional man
Bin Laden
Blackboard
Blog Day 2007
BlogDay2007
Blogosfera
Bob Marley
Bombasicilia
Borodin
Break on through (to the other side)
Brenda Schad
Bret Easton Ellis
Bruce Willis
Bruto
Buon appetito
Cabaret Bisanzio
Caffè
Calderoli
Capodanno
Carla Benedetti
Carlo Giuliani
Castrazione
Céline
Charles Baudelaire
Charles Bukowski
Che Guevara
Christian Raimo
Christopher Walken
Christy Turlington
Cinema & Letteratura
Claude Ollier
Claudio Bisio
Clemente Mastella
Clint Eastwood
Cloe Jones
Collettivo Soda
Commemorazioni
Condom
Confronto
Copyleft
Critica
Cronache Verissime
Curiosità
Da A ad A
Da la Mecca a qui
Dan Brown
Daniel Z. Panoskfy
Daniela Pestova
Dante Alighieri
Dario Vergassola
Dario Voltolini
Darwin
David Foster Wallace
David Lynch
David Ray Griffin
Deda
Delurking
Dichiarazioni Imbarazzanti
Diderot
DiderotBlog
Dies Irae
Dio
Divertimento
Don Chisciotte
Don DeLillo
Donna Tartt
Douglas Coupland
Durex
Dylan Thomas
Edgar Allan Poe
edizione straordinaria
Edoardo Camurri
Edoardo Sanguineti
Egi Volterrani
eiochemipensavo
Elvira Diana
Emanuele Trevi
Embrione
Emir Kusturica
Epica Etica Etnica Pathos
Escher
Estate
Eugenio Montale
Eventi
Everyman
Fabrizio De Andrè
Fahreneit 451
Fassino
Fausto Bertinotti
Fedor Michajlovic Dostoevskij
Fegato
Fight Club
Filippo La Porta
Filosofia
Financial Times
Forrest Gump
Forse non tutti sanno che
Francesco Longo
Francesco Pacifico
Franco Arminio
Franco Battiato
Franco Califano
Franco Cardini
Franco Scataglini
Franco Scoglio
Friedrich Nietzsche
Futuro
Gabriele Dadati
Gattostanco
Gay
Gena Lee Nolin
Gennaro Cosmo Parlato
Gentilini
George Orwell
George W. Bush
Gesualdo Bufalino
Gian Paolo Serino
Gianluca Gigliozzi
Gianluca Morozzi
Gianluca Neri
Gianni Biondillo
Gianni Cavina
Gianni Rodari
Gianni Vattimo
Giorgio Caproni
Giorgio Manacorda
Giorgio Napolitano
Giorgio Saviane
Giorgio Tesen
Giorgio Todde
Giorgio Viva
Giovanni Giudici
Giovanni Testori
Giro di vite
Giulietto Chiesa
Giulio Ferroni
Giulio Mozzi
Giuseppe Genna
Giuseppe Ungaretti
Glamorama
Gli strumenti umani
Go
Gore Vidal
Grace Paley
Grande Fratello
Granta
Granta Best of Young American Novelists 2
Grazia Verasani
Guy Debord
Harold Pinter
Harper Lee
Helmut Schmidt
Herbert Marcuse
Here come the bastards!
Hiroshima mon amour
Hofstadter
I hate huckabees
I-Ching
ICI
Igino Domanin
Il blog di iMod
Il Caimano
Il ciclone
Il primo amore
Il religioso satanico
interventi
Inventario
Iran
Isabella Camera d'Affitto
ISBN Edizioni
It
J. Rodolfo Wilcock
Jaap de Hoop Scheffer
Jacques Brel
James Ellroy
Jared Diamond
Jürgen Elsässer
Jenna Jameson
Jim Morrison
Joe Keinberger
John Fante
John Milton
Joseph Ratzinger
Jovanotti
Kamikaze
Karmacoma
Kate Moss
Keanu Reeves
Kenzaburō Ōe
Kierkegaard
koans
L'utilizzo della mente
La Crus
La Padania
La radiolina
La Rosa
Lavavetri
Le Confessioni
Le Nuove Muse
Le perizie
Leonard Cohen
Leonardo Colombati
Leonardo Gori
Leonardo Pieraccioni
Letteratura
letture
Liberostronzo
Libri
Lidia Ravera
Link
Lino Banfi
Lipperatura
Lisa Snowdon
Locus Solus
Lord of the Rings
Loredana Lipperini
Lorena Bobbit
Lorenzo Cherubini
Loretta Goggi
Lourdes
Luci Liu Hab
Luciano Moggi
Lucio Battisti
Lui & Lei
Macchianera
Madness
Magnolia
Malcom Lowry
Maltese
Maltese Narrazioni
Man of the year
Manituana
Manu Chao
Marchio
Marco Candida
Marco Galiero
Marino Magliani
Mario Benedetti
Mario Desiati
Mario Merola
Mario Placanica
Mark Twain
Massimiliano Parente
Massimo Onofri
Matt Ruff
Max Gazzè
Mestiere
Metropolis
Michael Schumacher
Michel Chossudovsky
Michel Houellebecq
Minimum Fax
Moby
Mohawk
Monica Lewinsky
Montevideo
Morgan
Munchausen
Munnezza
Museo di San Martino
Musica
Nanni Moretti
Napoli
Natale
Neffa
Neuropa
Nevio Gàmbula
News
News Not New
Niccolò Ammaniti
Nicola Lagioia
Nicolas Eymerich
Nino G. D'Attis
Nirvana
Nobel
nomination
Norman Mailer
Notizie
Novecento
Nuovi Argomenti
Ora legale
Oroscopo
Oscar
Ostrakon
Ottiero Ottieri
Pamela Anderson
Panariello
Partito della Libertà
Partito delle Libertà
Paul Celan
Pearl Jam
Pensiero
Pensiero Positivo
Perceber
Philip K. Dick
Philip Roth
Philippe Noiret
Piergiorgio Welby
Pink Floyd
Play Vibrations
Poesia
Precariato
Presepe
Preservativo
Quaresima
Questa notizia è una bufala
Quote rosa
R.E.M.
Raccisblog
Racconti
Radiohead
Rael is Real
Raffaele La Capria
Raymond Roussel
RCSGroup
Referral
Regali
Renzo Paris
Riccardo Raccis
Richard Benson
Ricky Tognazzi
Rivista
Robert Altman
Robert Nichols
Roberto Calasso
Roberto Saviano
Rutelli
Saddam Hussein
Salma Hayek
Salman Rushdie
San Giovanni Apostolo
San valentino
Sangue misto
Santi
Satana
Satira
Saul Bellow
Scirocco
Secessione Fiscale
Senato
Severino Cesari
Sex Pistols
Shutdown Day
Sigmund Freud
Silvio Berlusconi
Situazionismo
Sofia Vergara
Sonic Youth
Spam
Speciale Umberto Bossi
Sperimentazione
Stampa Alternativa
Stanley Kubrick
Stefano Rodotà
Stelio Mattioni
Stephen King
Steve Jobs
Stilos
Stronzo
Tarzan
The Doors
Theodor Wiesengrund Adorno
Thomas Pynchon
Thomas Stearn Eliot
Time
Tiromancino
Tiziano Scarpa
Tom Buckner
Tom Hanks
Tom Sawyer
Tom Wolfe
Tommaso Pincio
Tonino Pintacuda
Transformers
Treviso
trovarsinrete
Truman Capote
Twin Peaks
Ufo
Umberto Bossi
Underworld
Uruguay
Ustica
V for Vendetta
Vacanze
Vaffanculo
Valeria Marini
Valerio Evangelisti
Valerio Magrelli
Vaticano
Vicenza
Vigili del fuoco
Vitaliano Ravagli
Vittorio Sereni
Voi siete qui
vuotidiano
William Gaddis
Wimax
Wright
Wu Ming
Yamila Diaz
Yunus Shaik
Zequila
Zombie
Zrappp!

Agosto 2007 L M M G V S D
« Lug
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

--------------------------------------------------------------------------------
Blog su WordPress.com.
Entries (RSS) and Comments (RSS).







COSA NE PENSA arnold schwarzenegger?



www.schwarzenegger.com

14:34  
Anonymous dario trivelli said...

emilio fede = m.e.r.d.a.

www.emiliofede.net = m.e.r.d.a.




L'incontro di Fede e Ricca

http://www.etleboro.com/read.php?id=495



La manipolazione di Striscia

http://www.etleboro.com/read.php?id=495


La Gdf sequestra il Blog di Ricca

http://video.etleboro.com/?vid=000437&lang=ita




Emilio Fede servo delle Lobbies

http://video.etleboro.com/?vid=000467&lang=ita



manganelli = m.e.r.d.a.

Manganelli: Al qaeda � un'organizzazione che non esiste

http://video.etleboro.com/?vid=000352&lang=ita


La verit� su Al Qaeda

http://etleboro.blogspot.com/2006/04/chi-al-queda-cosa-in-realt-nasconde-e.html


Il Caso Oriano Mattei

http://etleboro.blogspot.com/2007/06/i-restroscena-finanziari-della-guerra.html

Oriano Mattei: �forse le verit� di Pollari potrebbero fare luce sul mio caso�

http://etleboro.blogspot.com/2007/07/oriano-mattei-forse-le-verit-di-pollari_10.html

Dalla polveriera balcanica, escono i primi documenti del 'caso XY', ovvero Oriano Mattei


http://etleboro.blogspot.com/2007/07/dalla-polveriera-balcanica-escono-i.html

COSA NE PENSA arnold schwarzenegger?



www.schwarzenegger.com

14:38  
Anonymous dario trivelli said...

massoneria:

http://it.wikipedia.org/wiki/Massoneria


televisione spazzatura:

http://laltrafacciadellamedaglia.blogspot.com/2007/07/piero-ricca-vs-emilio-fede-blog.html


http://it.geocities.com/webspazio/lucarelli/cart19.htm

CHI HA INVENTATO LA TELEVISIONE SPAZZATURA ?

Ero un bambino quando leggevo la DOMENICA DEL CORRIERE, ed a quei tempi il direttore era Maurizio Costanzo, un uomo colto ed intelligente, che aveva scritto anche la sceneggiatura di un film con Sofia Loren e Marcello Mastroianni (dove quest'ultimo intepretava la parte di un omosessuale licenziato e messo in esilio durante il fascismo).

http://www.antiplagio.org/costanzo.htm

Fu Maurizio Costanzo, che accusato di far parte di un'organizzazione occulta massone (P2), scrisse sul quel settimanale di non saperne assolutamente nulla, per poi una settimana dopo dimettersi dalla carica scusandosi con i suoi lettori.

Maurizio Costanzo Shock

http://www.kaosedizioni.com/schdietrotv_costanzo.htm


Riccardo Bocca
MAURIZIO COSTANZO SHOCK
Affari, potere, alcova: i retroscena del telegiornalista più famoso d'Italia
Pagg. 159 – € 12,91 – ISBN 88-7953-057-7
.

Appalti privati, pubbliche virtù: soci nell'ombra, maneggi e miliardi - L'arrampicata al successo dalle interviste inventate, alla Tv in ginocchio - Presunto cretino, sicuro bugiardo: la carriera nella Loggia segreta P2 - Il voltagabbana: elettore democristiano, e aspirante onorevole pannelliano - Garante di malaffare: il sodalizio Tv col ministro-ladro Francesco De Lorenzo - Molestie sessuali: un'attrice racconta - Alla corte di Berlusconi: contro la legge, in difesa del monopolio Fininvest - Agenzia matrimoniale: la colonnella, la crocerossina, la camionista - Pronto per tutte le stagioni: a sinistra della Destra, a destra della Sinistra...
.

http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=88422

http://biblio.adm.unipi.it:8081/archiviofoto/Persone/Cocchi%20Antonio/links/Il%20primo%20massone%20italiano.htm






personaggi famosi nel mondo della massoneria:

ecco la lista:

http://www.uonna.it/p2elenchi.htm

LA LISTA DELLA P2 SEQUESTRATA A LICIO GELLI
Chi c’era in quell’elenco?

Questo è l’elenco alfabetico dei nomi di 962 presunti iscritti alla "Loggia P2" della massoneria sequestrato il 17 marzo 1981 a Licio Gelli (distribuito dalla presidenza del Consiglio il 21 maggio 1981).

La relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta, consegnata ai presidenti della Camera e del Senato il 12 luglio 1984, afferma che:

"le liste sequestrate a Castiglion Fibocchi sono da considerare:

a) autentiche: in quanto documento rappresentativo dell'organizzazione massonica denominata Loggia P2 considerata nel suo aspetto soggettivo;
b) attendibili: in quanto sotto il profilo dei contenuti, è dato rinvenire numerosi e concordanti riscontri relativi ai dati contenuti nel reperto".

Ciononostante, dal momento che questo elenco è stato contestato, con successo, da diverse persone i cui nominativi figurano nello stesso e che si sono rivolte alla magistratura, è necessario avvertire il lettore che la presenza di un nominativo in questa lista non significa l’acclarata appartenenza dello stesso alla Loggia massonica P2.

C’è infine da tenere conto del fatto che la Corte d'Assise romana ha recentemente negato la fondatezza della accusa di cospirazione mediante associazione, escludendo quindi che la P2 sia stata una struttura in grado di interferire ad un livello diverso da quello (di bassissimo profilo) dello scambio di favori e di raccomandazioni.

Quella che segue, quindi, è solo la lista così com’è stata sequestrata a Licio Gelli.



--------------------------------------------------------------------------------
ten col Sergio Acciai (Firenze, in sonno, fascicolo 113)
dott Pierluigi Accornero (Viarigi, 321)
rag Giacomo Agnesi (Roma, 169)
dott Enrico Aillaud (Roma, 560)
dott Aldo Alasia (Buenos Aires, 150)
dott Gioacchino Albanese (Roma, 913)
dott Raffaele Albano (La Spezia, 286)
cap Amedeo Aldegondi (Torino, 425)
ten col Vito Alecci (Milano, 789)
magg Giuseppe Aleffi (Pisa, 762)
dott Alessandro Alessandrini (Roma, 728)
amm Achille Alfano (Livorno, capo gruppo 12, fasc 450)
gen Giovanni Allavena (Roma, 505)
prof Canzio Allegriti (Torino, 94)
principe Giovanni Alliata di Montereale (Roma, passato al Grande Oriente, 361)
dott Italo Aloia (Cosenza, 173)
Bruno Alpi (Ancona, in sonno, 426)
dott Roberto Amadi (Milano, 364)
dott Antonio Amato (Cagliari, 807)
dott Wilfrido Ambrosini (Verona, in sonno, 112)
avv Walter Amendola (Brasile, 615)
dott Aristide Andreassi (Roma in sonno, 170)
avv Loris Andreini (Montecatini, 417)
dott Mario Andreini (Verona, 177)
on Clement Anet Bile' (Costa d'Avorio, 765)
dott Franco Angeli (Montevarchi, 153)
dott Ennio Annunziata (Roma, 134)
prof Fausto Antonini (Roma, 1)
prof Giuliano Antonini (Roma, 2)
Renzo Antonucci (Pisa, 736)
col Pietro Aquilino (Perugia, in sonno, 358)
dott Giuseppe Arcadi (Reggio Calabria, 3)
dott Aldo Arcuri (Benevento, 4)
dott Romolo Arena (Roma, 848)
dott Giacomo Argento (Roma, 384)
dott Sergio Argilla (La Spezia, 270)
on Gian Aldo Arnaud (Torino, 726)
dott Carlo Arnone (Firenze, 393)
dott Francesco Aronadio (Roma, 944)
dott Renato Aschieri (Milano, 917)
dott Giuseppe Attinelli (Palermo, 942)
on dott Angelo Atzori (Oristano, capo gruppo 2, fasc 651)
avv Alfredo Aubert (Torino, in sonno, 287)
col Mario Aubert (Milano, in sonno, 427)
Alberto Aureggi (Roma, 727)
dott Jose' Avila (Brasile, 599)
rag Vittorio Azzari (Roma, 171)
rag Gilberto Bacchetti (Firenze, 834)
cap Vasco Bacci (San Vito, 5)
dott Enzo Badioli (Roma, 581)
dott Francesco Baggio (Vicenza, 732)
dott Urio Bagnoli (Roma, in sonno, 6)
gen col Enrico Baiano (Reggio Emilia, in sonno, 175)
Pietro Baldassini (Firenze, 394)
cap Giorgio Balestrieri (Livorno, 907)
dott Giorgio Ballarini (Firenze, 701)
on Pasquale Bandiera (Roma, 114)
dott Guido Barbaro (Torino, 851)
dott Vito Barbera (Livorno, morto, 182)
rag Franco Barducci (Firenze, 702)
gen Tommaso Barile (Roma, in sonno, 420)
dott Giovanni Barilla' (Palermo, 288)
dott Hippolito Barreiro (Buenos Aires, 689)
geom Giovanni Bartolozzi (Firenze, 705)
dott Federico Barttfeld (Buenos Aires, 479)
on Antonio Baslini (Milano, 483)
dott Giuseppe Battista (Roma, 518)
dott Alberto Battolla (La Spezia, 800)
avv Salvatore Bellassai (Palermo, 289)
avv Girolamo Bellavista (Palermo, morto, 7)
dott Danilo Bellei (Bologna, 484)
ing Enzo Bellei (Roma, in sonno, 178)
dott Ottorino Belli (Firenze, 229)
dott Mario Bellucci (Perugia, in sonno, 174)
on Costantino Belluscio (Roma, 540)
prof Nello Bemporad (Firenze, 115)
dott Giorgio Beninato (Roma, 563)
dott Silvio Berlusconi (Milano, 625)
dott Domenico Bernardini (Firenze, capo gruppo 6, fasc 699)
dott Francesco Bernasconi (Roma, 155)
cap fr Carlo Bertacchi (Roma, 629)
dott Giuseppe Bertasso (Torino, 870)
dott Luigi Bertoni (Roma, 179)
dott Mario Besusso (Roma, morto, 180)
dott Luis Alberto Betti (Buenos Aires, 481)
dott Lodovico Bevilacqua (Milano, 877)
dott Angelo Biagini (Firenze, 700)
ing Livio Biagini (Roma, 529)
dott Carlo Biamonti (L' Aquila, in sonno, 378)
avv Gian Paolo Bianchi (Firenze, 703)
dott Giorgio Bianchi (Torino, morto, 422)
avv Giulio Bianchi (Pistoia, 183)
avv Pierluigi Bianchini Mortani (Firenze, 742)
prof Francesco Biancofiore (Roma, 365)
ing Franco Bida (Roma, 911)
p i Giorgio Bida (Novara, morto, 423)
dott Giorgio Billi (Firenze, 548)
dott Maurizio Bina (Cagliari, 819)
dott Luigi Bina (Roma, 8)
amm Gino Birindelli (Roma, 130)
dott Luigi Bisignani (Roma, 203)
dott Garibaldo Bisso (Livorno, 773)
gen Luigi Bittoni (Firenze, passato ad altra Loggia, 116)
col Bartolo Blasio (Roma, 824)
cap Alessandro Boeris Clemen (Roma, 738)
prof Giulio Bolacchi (Cagliari, 886)
uff Jose' Bolshaw Salles (Brasile, 601)
dott Gianni Bonaga (Torino, 376),
Vincenzo Bonamici (Pistoia, 880)
dott Ugo Bonasi (Roma, 857)
geom Antonio Bonetti (Cesena, 366)
Sandro Boni (Firenze, in sonno, 704)
dott Nicolo' Borghese (Roma, 546)
avv Fabio Borzaga (Trento, passato ad altra Loggia, 424)
dott Enrique Victor Boully (Buenos Aires, 691)
dott Osvaldo Brana (Dakar, 101)
gen Ettore Brancato (Roma, 504)
dott Pasquale Brandi (Bari, 9)
avv Agneletto Branko (Trieste, passato ad altra Loggia, 291)
dott Carlos Braulio (Brasile, 600)
Maurizio Bruni (Livorno, 774)
dott Vittorio Bruni (Firenze, 706)
dott Ottorino Bruno (Roma, 103)
dott Paolo Bruno (Cosenza, 181)
gen Walter Bruno (Roma, 10)
Ivan Bruschi (Arezzo, 395)
dott Ettore Brusco (Roma, 11)
Renzo Bruzzone (Torino, 176)
dott Fosco Buccianti (Firenze, 638)
avv Brunetto Bucciarelli Ducci (Arezzo, 573)
gen Paolo Budua (Roma, 292)
avv Glauco Buffarini Guidi (Roma, 102)
dott Roberto Buffetti (Roma, 322)
Aldo Bugnone (Torino, 785)
dott Antonio Buono (Forli', 104)
rag Giancarlo Buscarini (Roma, 850)
magg Antonio Cacchione (Firenze, 197)
cap Carlo Cadorna (Roma, 780)
Giorgio Cagnoni (Ravenna, 166)
dott Mario Cagnoni (Ravenna, 167)
Paolo Cagnoni (Ravenna, 168)
Paolo Caiani (Montecatini, 838)
Piero Caiani (Montecatini, 676)
Dott Salvatore Cajozzo (Svezia, 586)
col Antonio Calabrese (Bologna, 485)
dott Silvio Caldonazzo (Roma, 293)
cap Guido Calenda (Roma, 156)
dott Roberto Calvi (Milano, 519)
dott Antonio Calvino (Buenos Aires, 692)
dott Antonio Campagni (Pisa, 665)
dott Ennio Campironi (Milano, 888)
dott Umberto Campisi (Catania, 12)
maestro Paolo Candigliota (Roma, 379)
dott Antonio Cangiano (Cosenza, 367)
col Rocco Cannizzaro (Roma, 200)
cap Antonio Cantelli (Messina, 185)
ing Fernando Cantini (Firenze, 836)
dott Alberto Capanna (Roma, 553)
prof Ilvo Capecchi (Pistoia, sospeso, 205)
dott Achille Capelli (Firenze, 640)
dott Carlo Capolozza (Roma, 294)
rag Franco Caponi (Civitanova, 882)
rag Attilio Capra (Milano, 188)
on Giulio Caradonna (Roma, 909)
prof Luigi Caratozzolo (Messina, 875)
p i Antonino Carbonaro (Cagliari, 13)
dott Eugenio Carbone (Roma, 493)
magg Alberto Carchio (Livorno, 199)
dott Italo Cardarelli (Roma, 385)
dott Giampaolo Cardellini (Roma, 157)
col Rocco Carducci (Roma, 186)
prof Cesare Carella (Viterbo, 396)
on Egidio Carenini (Milano, 551)
ten col Guido Carenza (Roma, 108)
on Vincenzo Carollo (Palermo, 295)
dott Piero (Pier) Carpi (Reggio Emilia, 14)
dott Vittorio Carrieri (La Spezia, 878)
dott Giorgio Carta (Roma, 794)
Silvio Casagni (Arezzo, 397)
dott Roberto Casarubea (Palermo, in sonno, 296)
dott Pietro Casellato (Treviso, 15)
gen Giuseppe Casero (Roma, 488)
Remo Casini (Firenze, 428)
prof Alessandro Casotto (Perugia, 190)
dott Salvatore Cassata (Marsala, 903)
dott Carlo Castagnoli (Torino, 876)
ing Antonio Castelgrande (Roma, 956)
avv Francesco Catalano (Bari, 16)
dott Giuseppe Catalano (Roma, 17)
ing Laico Bruno Cattaneo (Buenos Aires, 790)
dott Filippo Causarano (Roma, 195)
col Secondo Cavalli (Firenze, in sonno, 429)
prof Luigi Cavallini (Pisa, 861)
prof Giorgio Cavallo (Torino, 696)
dott Enrico Ceccarelli (Roma, 189)
Mario Ceccherini (Grosseto, 191)
ten col Luigi Cecchetti (Roma, 919)
dott Mario Cecchi (Firenze, 649)
rag Bruno Cecchi (Firenze, 721)
dott Bruno Cecchini (Firenze, 397)
amm Marcello Celio (Roma, 815)
dott Massimiliano Cencelli (Roma, 897)
prof Isidoro Centrella (Roma, 905)
col Amedeo Centrone (Roma, 187)
dott Alberto Cereda (Roma, 645)
on Gianni Cerioni (Ancona, 843)
dott Giovanni Cerquetti (Roma, 18)
cap Umberto Cesari (Roma, 630)
geom Eugenio Cesarini (Roma, 741)
cap Salvatore Cesario (Udine, 670)
dott Gabriele Cetorelli (Roma, 723)
on Aldo Cetrullo (Pescara, passato al Grande Oriente, 154)
dott Francesco Cetta (Roma, in sonno, 192)
rag Alessandro Checchini (Firenze, 835)
rag Claudio Chiais (Roma, 265)
dott Antonio Chiarelli (Firenze, passato ad altra Loggia, 399)
dott Brunetto Chiarelli (Firenze, 797)
dott Giulio Chiarugi (Firenze, 400)
gen Giuseppe Cianciulli (Bari, 164)
on Fabrizio Cicchitto (Roma, 945)
amm Giovanni Ciccolo (Lerici, 129)
dott Italo Cichero (Genova, morto, 204)
dott Bernardino Cifani (Roma, 193)
dott Luigi Cimino (Cagliari, 822)
geom Mario Cingolani (Ancona, 668)
Manlio Ciocca (L' Aquila, 380)
dott Mario Ciolini (Firenze, morto, 221)
Mario Ciolli (Firenze, morto, 430)
dott Vasco Cioni (Firenze, 431)
dott Elio Cioppa (Roma, 658)
col Enzo Cirillo (Firenze, 352)
rag Carlo Ciuffi (Firenze, 419)
dott Roberto Ciuni (Roma, 814)
Renato Civinini (Firenze, 743)
col Enzo Climinti (Roma, in sonno, 201)
col Ennio Cocci (Pisa, 576)
dott Joaquin Coelho (Brasile, 605)
dott Antonio Colasanti (Roma, 360)
dott Enrico Colavito (Venezia, 345)
rag Giuseppe Colosimo (Livorno, 681)
dott Giuseppe Compagno (Palermo, 298)
magg Marino Conca (Roma, 351)
magg Giuseppe Consalvo (L' Aquila, 381)
dott Alfonso Coppola (Roma, 19)
dott Loris Corbi (Roma, 562)
dott Fausto Cordiano (Brescia, 910)
col Antonio Cornacchia (Roma, 871)
Heitor Correa De Mello (Brasile, 593)
dott Stefano Corruccini (Pisa, 664)
dott Vincenzo Corsaro (Roma, 416)
p i Carmelo Cortese (Catanzaro, 20)
cap vasc Carlos Alberto Corti (Buenos Aires, 641)
dott Francesco Cosentino (Roma, 497)
prof Alfiero Costantini (Fiesole, 512)
ten col Alessandro Costanzo (Roma, 152)
dott Maurizio Costanzo (Roma, 626)
dott Francesco Cravero (Milano, 731)
Giovanni Cravero (Fossano, 140)
dott Giampaolo Cresci (Roma, 525)
dott Giovanni Cresti (Siena, 521)
dott Fabio Crivelli (Cagliari, 299)
dott Giuseppe Renato Croce (Roma, 787)
dott Francesco Crupi (Roma, 300)
dott Giorgio Csepanyi (Palermo, 301)
ing Giampiero Cungi (Brasile, 184)
dott Lino Curiale (Ancona, 583)
dott Antonino Cusimano (Palermo, 302)
cap vasc Sergio D' Agostino (Roma, 131)
dott Antonio D' Ali Staiti (Trapani, 303)
gen Romolo Dalla Chiesa (Roma, 500)
cap Giuseppe D' Allura (Palermo, 892)
dott Federico D' Amato (Roma, 554)
dott Antonio D' Ancona (Palermo, 941)
on Emo Danesi (Livorno, 752),
dott Mario D'Angelo (Viterbo, 763),
col Salvatore Dargenio (Roma, 209)
ing Giovanni D' Arminio Monforte (Milano, 936)
dott Lorenzo Davoli (Roma, 659)
avv Sergio De Almeida Marques (Brasile, 616)
dott Stefano De Andreis (Roma, 939)
dott Gabriele De Angelis (Roma, 277)
dott Gustavo De Bac (Roma, 657)
dott Hans De Belder (Vienna, 208)
magg Umberto De Bellis (Venezia, 304)
dott Svandiro De Blasis (Roma, 663)
rag Antonio De Capoa (Roma, 21)
on Massimo De Carolis (Milano, 624)
dott Matteo De Cillis (Roma, 22)
sen dott Danilo De' Cocci (Roma, 404)
dott Pietro De Feo (Firenze, 432)
prof Domenico De Giorgio (Reggio Calabria, 216)
Domenico De Giudici (Arezzo, 652)
geom Giancarlo Degl'Innocenti (Firenze, 708)
dott Renzo De Grandis (Bologna, morto, 433)
ten col Sergio Deidda (Roma, 215)
on Filippo De Jorio (Roma, 511)
dott Guglielmo De La Plaza (Uruguay, 589)
dott Cesar De La Vega (Argentina, 590)
Alessandro Del Bene (Firenze, 745)
geom Vittorio Del Bianco (Firenze, 709)
col Mario Del Bianco (Roma, 133)
rag Giampiero Del Gamba (Livorno, 863)
ten col Manlio Del Gaudio (Roma, 117)
Pierluigi Del Guerra (Firenze, 710)
dott Giuseppe Dell' Acqua (Roma, 305)
dott Massimo Dell' Aquila (Bari, 306)
ten col Bruno Della Fazia (Livorno, capo gruppo 7, fasc 23)
dott Giuseppe Dell' Ongaro (Roma, 739)
dott Pietro De Longis (Genova, 768)
dott Jorio Del Moro (Firenze, 707)
on Ferruccio De Lorenzo (Napoli, 25)
dott Giuseppe Del Pasqua (Arezzo, passato al Grande Oriente, 353)
dott Pietro Del Piano (La Spezia, 212)
dott Michele Del Re (Roma, 661)
prof Edoardo Del Vecchio (Roma, 143)
magg Vittorio De Marco (Roma, 890)
avv Fulviano De Mari (Roma, 24)
Romolo De Martino (Firenze, 744)
dott Paolo De Michelis (Roma, morto, 213)
dott Vincenzo De Nardo (Roma, 307)
ing Salvatore Dente (Roma, 214)
Sergio Denti (Firenze, 643)
dott Bonifacio De Oliveira (Brasile, 606)
dott Carlo De Risio (Roma, 733)
col avv Antonio De Salvo (Firenze, 194)
gen Luigi De Santis (Roma, capo gruppo 8, fasc 359)
dott William De Sena (Brasile, 603)
dott Ercole De Siati (Teramo, 308)
avv Jorge De Souza (Brasile, 612)
Denis De Stafanis Baiardo (Tirrenia, 218)
Dott Levy De Suoza (Brasile, 597)
dott Osvaldo De Tullio (Roma, 309)
Vincenzo De Vito (Roma, 310)
dott Franco Di Bella (Milano, 655)
avv Alberto Di Caro (Bra, 98)
ten col Sergio Di Donato (Roma, 158)
dott Leonardo Di Donna (Roma, 827)
ten vasc Bruno Di Fabio (Roma, 210)
dott Rodolfo Di Filippo' (Roma, 311)
prof Giuseppe Di Giovanni (Palermo, 935)
rag Sergio Di Lallo (Firenze, 211)
gen Sebastiano Di Mauro (Milano, 207)
dott Mario Diana (Roma, 555)
dott Luigi Dina (Milano, passato al Grande Oriente, 118)
dott Vincenzo D' Isanto (Firenze, 777)
prof Giuseppe Donato (Roma, 902)
Massimo Donelli (Napoli, 921)
avv Pedro Dos Santos (Brasile, 611)
dott Duilio Dottorelli (Roma, 434)
cap Gian Carlo D'Ovidio (Roma, 569)
avv Giovanni Druetti Di Ussel (Roma, 940)
dott Mario Duce (Cagliari, 799)
mar Maurizio Durigon (Arezzo, 418);
on Mario Einaudi (Roma, 552)
dott Antonio Esposito (Roma, 251)
rag Claudio Fabbri (Milano, 132)
dott Giovanni Fabbri (Roma, 816)
dott Carlo Fabricci (Trieste, 26)
dott Luigi Fadalti (Treviso, 938)
col Nicola Falde (Roma, in sonno, 119)
dott Carlo Falla Garetta (Cremona in sonno, rest tessera, 96)
dott Giovanni Fanelli (Roma, capo gruppo 5, fasc 219)
cap Giovanni Fantini (Livorno, 406)
dott Francesco Farina (Arezzo, 510)
Mario Elpidio Fattori (Milano, 755)
dott Tito Favi (La Spezia, 435)
gen Enrico Favuzzi (Roma, 633)
dott Mario Alberto Fazio (Roma, 27)
ten col Luciano Federici (Arezzo, 568)
prof Franco Ferracuti (Roma, 849)
dott Ruggero Ferrara (Roma, passato ad altra Loggia, 28)
Alberto Ferrarese (Firenze, 746)
dott Alberto Ferrari (Roma, 520)
dott Aldo Ferrari (Roma, 891)
avv Giuseppe Ferrari (Roma, 538)
dott Mario Ferrari (Firenze, 401)
rag Ivo Ferretti (Livorno, 29)
dott Antonio Ferri (Roma, 729)
ten col Domenico Fiamengo (Cosenza, 837)
dott Cirino Fichera (Catania, 312)
dott Wilson Filomeno (Brasile, 613)
dott Gerardo Finauri (Argentina, 595)
dott Beniamino Finocchiaro (Molfetta, 522)
dott Ennio Finocchiaro (L' Aquila, 436)
dott Walter Fernandes Fins (608)
dott Ovidio Fioretti (Cagliari, 873)
dott Publio Fiori (Roma, 646)
dott Ruggero Firrao (Roma, 498)
dott Alessandro Flora (Bari, 30)
dott Fabrizio Flumini (Roma, 784)
gen Carlo Foce (La Spezia, 120),
dott Marco Folonari (Brescia, 927)
amm Vittorio Forgione (Roma, 31)
on dott Franco Foschi (Roma, 680)
prof Arnaldo Foschini (Roma, 32),
sen Franco Fossa (Roma, 354)
Michele Fossa (Genova, 954)
dott Artemio Franchi (Firenze, 402)
Giorgio Franchini (Firenze, 776)
cap Luciano Francini (Pisa, 574)
dott Gianfranco Franco (Roma, 579)
dott Luigi Franconi (Roma, 437)
dott Francesco Franzoni (Torino, 438)
on Aventino Frau (Roma, 533)
dott Luis Fugasot (Uruguay, 596)
dott Sebastiano Fulci (Messina, passato ad altra Loggia, 313)
dott Silvestro Furgas (Cagliari, 798)
cap Silvio Fusari (Livorno, 788)
dott Ugo Fuxa (Palermo, 314)
dott Gian Piero Gabotto (Roma, 928)
gen Eduardo Gallardo Rincon (Messico, 610)
dott Salvatore Galante (Palermo, 315)
dott Giuseppe Gallo (Genova, 33)
col Salvatore Gallo (Roma, 933)
gen Vitaliano Gambarotta (Livorno, 225)
dott Adolfo Gamberini (Ravenna, 224)
dott Edoardo Gasser (Trieste, passato ad altra Loggia, 316)
comm Licio Gelli (Arezzo, 440)
dott Mario Genghini (Roma, 523)
dott Carmelo Genoese Zerbi (Stati Uniti, 159)
ten col Francesco Genovese (Pisa, 860)
col Pasqualino Gentile (Roma, 357)
amm Antonino Geraci (Roma, 809)
dott Roberto Gervaso (Roma, 622)
dott Antonio Jose' Ghirelli Garcia (Argentina, 620,
geom Giancarlo Ghironi (La Spezia, 879)
dott Giuseppe Giacchi (Roma, 217)
dott Ado Giacci (Ravenna, 35)
prof Giacomo Giacomelli (Massa, 441)
Romano Giagnoni (Firenze, 748)
dott Domenico Gialli (Roma, 222)
ing Mario Giannetti (Firenze, 712)
ing Osvaldo Giannetti (Massa, 36)
gen Orazio Giannini (Roma, 832)
dott Orazio Giannone (Firenze, 650)
gr uff Piero Giannotti (Viareggio, 403)
prof Gennaro Giannuzzi (Livorno, 735)
dott Renato Giaquinto (Firenze, 711)
col Renato Giarizzo (Roma, 223)
on Ilio Giasolli (Roma, 556)
rag Renzo Giberti (Genova, 895)
prof Luigi Gioffre' (Roma, 883)
dott Tommaso Giorgeschi (Firenze, 747)
avv Raffaello Giorgetti (Arezzo, 541)
dott Angelo Giovanelli (Roma, morto, 317)
dott Giovanni Giraudi (442)
dott Vincenzo Gissi (Bergamo, 227)
gen Raffaele Giudice (Roma, 535)
cap Giovanni Giuffrida (Reggio Emilia, 561)
dott Ezio Giunchiglia (Tirrenia, capo gruppo 11, fasc 639)
ten col Umberto Giunta (Reggio Calabria, 904)
dott Michele Giovanni Giuratrabocchetta (Potenza, 951)
Vittorio Gnocchini (Arezzo, 698)
dott Gherardo Gnoli (Roma, 318)
ten col Vittorio Godano (Bologna, 226)
dott Giordano Goggioli (Firenze, 444)
dott Cesare Golfari (Galbiate, 817)
prof Egone Golimari (Trieste, passato ad altra Loggia, 443)
col Umberto Granati (Siena, 248)
dott Osvaldo Grandi (Massa, 37)
dott Pietro Paolo Grassi (Potenza, 319)
gen Giulio Grassini (Roma, 515)
dott Gianfranco Graziadei (Roma, 679)
gen Giulio Cesare Graziani (Roma, 503)
dott Giuseppe Graziano (Palermo, 320)
Mario Grazzini (Firenze, 445)
Mario Luigi Gregoratti (Firenze, 858)
dott Francesco Gregorio (Roma, 803)
dott Angelo Grieco (Novara, 446)
dott Matteo Grillo (Livorno, 439)
cap Ernesto Grossi (Firenze, 636)
ten col Santo Gucciardo (Siena, 867)
dott Ferdinando Guccione Monroy (Pavia, 136)
dott Giovanni Guidi (Roma, 830)
dott Paolo Gungui (Cagliari, 859)
gen Giuseppe Guzzardi (Roma, capo gruppo 1, fasc 694)
dott Ever Haggiag (Roma, 137)
dott Julio Haratz (Brasile, 604)
col Rubens Iannuzzi (Roma, 138)
dott Giuseppe Impallomeni (Palermo, 920)
Francesco Imperato (Genova, 865)
Dott Waldemar Incrocci (Torino, morto, 97)
dott Oreste Innocenti (Milano, in sonno, 355)
dott Antonio Ioli (Torino, 852)
dott Francesco Ioli (Torino, capo gruppo 16, fasc 572)
dott Carmelo Isaia (Cagliari, 38)
dott Luigi Ivaldi (Roma, 230)
dott Jose' Isaac Katz (Buenos Aires, 688)
dott Guido Kessler (Verona, in sonno, 39)
gen Giuseppe Kunderfranco (Palermo, 372)
dott Adolfo Kunz (Firenze, 766)
on dott Silvano Labriola (Roma, 782)
cap Antonio La Bruna (Roma, 502)
dott Luciano Laffranco (Perugia, in sonno, 232)
dott Ippolito La Medica (Roma, 121)
ten col Michele La Medica (Firenze, 447)
comm Remo Landini (Verona, 109)
dott Claudio Lanti (Roma, 914)
dott Giovanni La Rocca (Perugia, 672)
dott Raul Alberto Lastiri (Argentina, 621)
Gennaro (Gino) Latilla (Firenze, 41)
dott Armando Lauri (Firenze, 588)
dott Silvio Lauriti (Roma, 952)
col Fulberto Lauro (Roma, 542)
dott Pablo Lavagetto (Buenos Aires, 480)
cav lav Mario Lebole (Arezzo, 139)
dott Antonio Leccisotti (Roma, 662)
dott Giovanni Ledda (Nuoro, 42)
col Federico Lenci (Buenos Aires, 558)
avv Vito Lenoci (Bari, morto, 231)
Luigi Lenzi (Pistoia, sospeso, 236)
avv Leonardo Leonardi (Roma, in sonno, 373)
dott Emilio Leonelli (Roma, 448)
dott Vincenzo Leporati (Torino, morto, 324)
dott Enzo Lerario (Firenze, 405)
dott Walter Levitus (Trieste, in sonno, 325)
cap Matteo Lex (Firenze, 724)
dott Antonino Li Causi (Roma, 526)
cap Serafino Liberati (Roma, 389)
dott Vittorio Liberatore (Ancona, 804)
on Gaetano Liccardo (Napoli, 557)
dott Bruno Lipari (Roma, 693)
dott Vincenzo Lipari (Roma, 326)
gen Vittorio Lipari (Bologna, capo gruppo 13, fasc 449)
prof Gianfranco Lizza (Roma, 233)
ing Glauco Lolli Ghetti (Genova, 539)
magg Giovanni Longo (Roma, 234)
prof Pasquale Longo (Alberobello, 165)
on Pietro Longo (Roma 926)
dott Gaetano (Nino) Longobardi (Roma, 368)
dott Luigi Loni Coppede' (Firenze, 278)
avv Gaetano Lo Passo (Messina, 43)
dott Antonio Lopes (Brasile, 598)
dott Jose Lopez Rega (Argentina, 591)
gen Donato Lo Prete (Roma, 482)
col Giancarlo Lorenzetti (Roma, 44)
Giancarlo Lorenzini (Roma, 855)
prof Massimo Losappio (Siena, 697)
dott Domenico Lo Schiavo (Australia, 247)
cap Mario Lotta (Udine, in sonno, 377)
col Giuseppe Lo Vecchio (Roma, 514)
avv Rocco Lo Verde (Palermo, 328)
dott Alvaro Luciani (Roma, 329)
ing Luciano Luciani (Trieste, 451)
dott Otello Macchioni Di Sela (Roma, 45)
dott Giuseppe Macina (Arezzo, 868)
dott Luigi Madia (Milano, in sonno, 46)
sottoten vasc Fulvio Mafera (Pisa, 725)
gen Gianadelio Maletti (Roma, 499)
dott Francesco Malfatti di Montetretto (Roma, 812)
prof Giancarlo Maltoni (Firenze, 415)
on dott Enrico Manca (Roma, 864),
col Pierluigi Mancuso (Piacenza, 206)
dott Andre' Mandi (Roma, 363)
ten col Roberto Manniello (Firenze, in sonno,249)
dott Giuseppe Mannino (Palermo, 452)
dott Dario Manzini (Firenze, 407)
cap fr Vito Marano (Livorno, 369)
geom Guglielmo Marcaccio (Roma, 160)
col Carlo Marchi (Reggio Emilia, 241)
arch Antonio Marchitelli (Roma, 862)
Maresco Marini (Firenze, 408)
dott Pasquale Marino (Roma, 566)
on Luigi Mariotti (Firenze, in sonno, 489)
dott Renato Marnetto (Roma, 677)
dott Giovanni Marras (Cagliari,737)
dott Osvaldo Marras (Firenze, 453)
cap fr Mariano Marrone (Ancona, 840)
Franco Marsili (Firenze, in sonno, 753)
Mario Marsili (Arezzo, in sonno, 506)
dott Carlo Martino (Torino, 252)
on Anselmo Martoni (Molinella, in sonno, 123)
cap Antonio Marturano (948)
dott Massimo Mascolo (Roma, 781)
dott Marco Masini (Roma, 237)
on Renato Massari (Milano, 889)
amm Aldo Massarini (Roma, 695)
dott Sergio Massenti (Pisa, 253)
gen Emilio Eduardo Massera (Buenos Aires, 478),
dott Carlo Massimo (Firenze, 409)
prof Paolo Matassa Marchisotto (Palermo, 943)
dott Carlo Mauro (Roma, 565)
dott Giacomo Mayer (Roma, 47)
dott Giorgio Mazzanti (Roma, 826)
col Rocco Mazzei (Milano, morto, 386)
sen Luigi Mazzei (Roma, 48)
col Giuseppe Mazzotta (Livorno, 818)
dott Giuseppe Mazzotti (Roma, 454)
dott Roberto Memmo (Roma, 564)
ten col Gaetano Mendolia (Roma, 550)
dott Gianni Mercatali (Firenze, 778)
gen Francesco Mereu (Roma, morto, 490)
dott Giorgio Merli (Roma, in sonno, 49)
cap Pietro Mertoli (Livorno, 734)
prof Renzo Merusi (Roma, 240),
dott Marco Messeni Petruzzelli (Roma, in sonno, 50)
dott Antonio Messina (Cosenza, 250)
prof Michele Messina (Firenze, 414)
rag Elio Messuri (La Spezia, 51)
dott Roberto Romero Meza (Genova, 686)
dott Leo Micacchi (Roma, 330)
gen Vito Miceli (Roma, 491)
gen Giuliano Micheli (Padova, 653)
dott Franco Michelini Tocci (Roma, in sonno, 331)
rag Enrico Michelotti (Messina, 52)
col Giuseppe Midili (Roma, 244)
arch Aladino Minciaroni (Roma, 931)
col Giovanni Minerva (Roma, 517)
avv Sergio Minervini (Livorno, 513)
gen Osvaldo Minghelli (Roma, 142)
avv Pietro Minnini (Bari, passato al Grande Oriente, 456)
gen Igino Missori (Roma, 559)
geom Roberto Misuri (Pisa, 962)
dott Arrigo Molinari (Genova, 767)
on prof Ottorino Monaco (Roma, 53)
cap Giuseppe Mongo (Firenze, 684)
on Amleto Monsellato (Lecce, 54)
col Giuseppe Montanaro (Brescia, 906)
ten col Anselmo Montefreddo (Pavia, 246)
Riziero Monti (Ravenna, 55)
dott Flavio Montisci (Cagliari, 823)
gen brig aerea Otello Montorsi (Roma, 144)
ten col Franco Morelli (Reggio Calabria, 918)
dott Mario Moretti (Roma, 932)
cap Carlo Mori (Roma, 841)
dott Gaetano Morreale (Firenze, 56)
dott Flaviano Morri (Forli', 674)
dott Panfilo Morroni (Venezia, 239)
dott Paolo Mosca (Roma, 813)
dott Francesco Mosciaro (Palermo, passato ad altra Loggia, 245)
comm Bruno Mosconi (Firenze, capo gruppo 9, fasc 392)
dott Giovanni Motzo (Cagliari, capo gruppo 3, fasc 57)
cap fr Angelo Murru (Savona, 58)
magg Franco Murtas (Nuoro, 930)
dott Arrigo Musiani (Siena, 59)
gen Fausto Musto (Bolzano, 457)
col Pietro Musumeci (Roma, 487)
dott Franco Nacci (Roma, 759)
dott Paolo Nannarone (Cortona, 536)
on Vito Napoli (Roma, 887)
dott Luigi Nebiolo (Roma, 810)
arch Mario Negri (Firenze, 713)
prof Rosario Nicoletti (Roma, 950)
ten col Renato Nicoli (Firenze, 455)
dott Edilio Nicolini (Genova, 916)
col Domenico Niro (Torino, capo gruppo 10, fasc 458)
dott Giovanni Nistico' (Roma, 675)
mar magg Enrico Nocilli (Livorno, 923)
Alighiero Noschese (Roma, morto, 343)
Alberto Nosiglia (Livorno, 869)
col Franco Novo (Arezzo, 459)
prof Angelo Nunziante (Messina, 460)
Antonio Nunziati (Firenze, 885)
ten col Salvatore Oddo (Roma, 937)
prof Gianluigi Oggioni (Firenze, 637)
dott Luigi Oliva (Rapallo, 770)
Carlo Onnis (Oristano, 898)
dott Giovanni Organo (Padova, in sonno, 332)
dott Giampiero Orsello (Roma, 60)
avv Umberto Ortolani (Roma, 494)
dott Antonio Pacella (Livorno, 671)
dott Gian Carlo Pagano (Torino, morto, 202)
dott Antonio Paladini (Roma, in sonno, 61)
dott Giovanni Palaia (Roma, 792)
dott Claudio Palazzo (Cagliari 821)
avv Giampaolo Pallotta (Firenze, 258)
dott Bruno Palmiotti (Roma, 220)
gen Giovambattista Palumbo (Firenze 135)
ing Pasquale Palumbo (Roma, in sonno, 62)
comm Costantino Panarese (Torino, 461)
dott Roberto Pandolfini (Firenze, 900)
ten col Giancarlo Panella (Milano, 371)
dott Andrea Panno (Genova, 802)
dott Sergio Panzacchi (Roma, 290)
col Marco Paola (Bologna, passato ad altra Loggia, 462)
avv Mario Paola (Firenze, 257)
dott Enrico Paoletti (Firenze, 254)
prof Ivan Papadia (Bari, 922)
rag Nicolino Pappalepore (Paganica, in sonno, 382)
Angelo Paracucchi (La Spezia, 769)
dott Maurizio Parasassi (Roma, 582)
cap dott Giuseppe Paratore (Arezzo, 845)
dott Angelo Parisi (Pesaro, 806)
Pieruggero Partini (Roma, 255)
dott Tito Pasqualigo (Torino, 874)
dott Andrea Pasqualin (Firenze, 683)
dott Bruno Passarelli (Roma, sospeso, 141)
dott Vito Passero (Torino, 63)
dott Ferdinando Pastina (La Spezia, 801)
ten col Franco Pastore (Nuoro, 370)
cap Giovanni Pastore (Tirrenia, 894)
dott Salvatore Pastore (Roma, 960)
Marcello Pastorelli (Livorno, 833)
dott Giovanni Pattumelli (Roma, 64)
Alvaro Pazzagli (Firenze, passato al Grande Oriente, 259)
dott Franco Peco (Milano, 110)
avv Carmine (Mino) Pecorelli (Roma, morto, 235)
on Mario Pedini (Brescia, 570)
dott Vitaliano Peduzzi (Milano, 111)
dott Davide Pellegrini (Roma, 387)
dott Olivo Pelli (Roma, 107)
prof Renato Pellizzer (Siena, 682)
dott Walter Pelosi (Roma, 754)
dott Francesco Pennacchietti (Roma, 65)
dott Corrado Pensa (Roma, in sonno, 333)
dott Maurizio Pepe (Torino, 263)
Claudio Perez Barruna (Costa Rica, 594),
dott Aldo Peritore (Roma, passato al Grande Oriente, 261)
dott Alberto Perna (Torino, 796)
dott Cesare Peruzzi (Firenze, 716)
dott Carlo Pesaresi (Forli', 172)
rag Lamberto Petri (Ancona, 567)
cap Gianfranco Petricca (Livorno, 627)
Antonio Petrucci (Firenze, 715)
on Sergio Pezzati (Firenze, 528)
Claudio Pica (in arte: “Claudio Villa”) (Roma, in sonno, 262)
on dott Rolando Picchioni (Torino, 808)
gen Franco Picchiotti (Roma, capo gruppo 4, fasc 495)
ten col Antonio Piccirillo (Como, 264)
mar cav Romano Piccolomini (Firenze, 256)
prof Claudio Pierangeli (Siena, 463)
dott Giuseppe Pieri (Roma, 530)
Roberto Pieri (Firenze, 756)
Giovanni Pieroni (Firenze, 714)
on Giulio Pietrosanti (Roma, 66)
dott Michele Pignatelli (Roma, 334)
dott Waldimiro Pinto (Brasile, 602)
magg Francesco Pirolo (Roma, 260)
gen sq aerea Luigi Pirozzi (Roma, 854)
cap Gino Pisani (Genova, 40)
dott Giorgio Pisano (Cagliari, 642)
dott Sergio Piscitello (Roma, 507)
dott Alberto Pistolesi (Firenze, 749)
dott Giuseppe Pizzetti (Firenze, morto, 410)
dott Giulio Pizzoccheri (Milano, passato ad altra Loggia, 242)
dott Michele Pizzullo (Roma, 145)
dott Giovan Vincenzo Placco (Roma, 947)
prof Carlo Poglayen (Macerata, 267)
dott Giuseppe Pluchino (Ragusa, 957)
cap fr Giuliano Poggi (Caracas, 464)
cap fr Osvaldo Poggi (Padova, passato ad altra Loggia, 161)
dott Marcello Poggini (Roma, 388)
dott Duilio Poggiolini (Roma, 961)
col Italo Poggiolini (Livorno, 575)
avv Wolfango Polverelli (Roma, 162)
dott Domenico Pone (Roma, 421)
prof Leonello Ponti (Roma, 660)
dott Saverio Porcari Li Destri (Cuba, 831)
cap Fausto Porcheddu (67)
cap Roberto Porcheddu (68)
dott Pasquale Porpora (Milano, capo gruppo 14, fasc 70)
dott Michele Principe (Roma, 829)
dott Massimo Pugliese (Roma, 266)
prof Clemente Pulle' (Messina, 955)
prof Pietro Pulsoni (Roma, 69)
cap Giuseppe Putignano (Firenze, 764)
ten col Giuseppino Quartararo (Livorno, 577)
amm Giovanni (Juan) Questa (Argentina, 617)
dott Domenico Rabino (Modena, 825)
dott Giorgio Ramella (Genova, 771)
prof Vincenzo Randi (Ravenna, morto, 71)
dott Giacomo Randon (Roma, 146)
Bruno Ranieri (Roma, morto, 465)
dott Domenico Raspini (Ravenna, 72)
gen Osvaldo Rastelli (Bologna, 105)
maestro Giulio Razzi (Roma, morto, 466)
dott Angelo Rega (Roma, 73)
cap Aldo Renai (Firenze, 268)
avv Lucio Riccardi (Bari, 74)
avv Emilio Riccardi (Torino, morto, 95)
dott Giuseppe Ricci (Viterbo, 467)
gen Giovanni Riffero (Torino, 486)
dott Renato Righi (Firenze, 122)
dott Giovanni Rizzi (Verona, 760)
dott Angelo Rizzoli (Milano, 532)
col Vincenzo Rizzuti (Roma, 811)
dott Enrico Rocca (Cagliari, 884)
col Fausto Rodino' (Ostia, 269)
Carlo Rolla (Genova, 881)
dott Francesco Romanelli (Roma, 75)
dott Ovidio Romanelli (Roma, 335)
ten col Antonio Romano (Roma, 549)
dott William Rosati (Genova, capo gruppo 15, fasc 673)
cap Andrea Roselli (Potenza, 585)
gen Roberto Roselli (Roma, 99)
prof Edmondo Rossi (Roma, 805)
dott Giorgio Rossi (Milano, 323)
Mario Rossi (Frosinone, 730)
dott Bruno Rozera (Roma, passato al Grande Oriente, 76)
ing Mario Rubino (Palermo, 336)
dott Carlo Ruffo della Scaletta (Firenze, 717)
dott Felice Ruggiero (Roma, 847)
dott Domenico Russo (La Spezia, 846)
dott Francesco Russo (Agrigento, 196)
cap Guido Ruta (Stati Uniti, 628)
dott Claudio Sabatini (Roma, 783)
ten col Gianfranco Sabatini (Aosta, 953)
dott Elio Sacchetto (Roma, 634)
arch Ambrogio Sala (Torino, 228)
magg Mario Salacone (Roma, 163)
ing Simonpietro Salini (Roma, in sonno, 531)
dott Francesco Salomone (Roma, 678)
arch Francesco Sanguinetti (Roma, morto, 337)
Ermido Santi (Genova, 772)
geom Ferruccio Santini (Roma, 775)
dott Mario Santoro (Bologna, 77)
gen Giuseppe Santovito (Roma, 527)
dott Roberto Sarracino (L'Aquila, 383)
geom Stefano Sassorossi (Firenze, 719)
cav Carlo Satira (Reggio Calabria, 78)
dott Vittorio Emanuele di Savoia (Ginevra, 516)
dott Vittorio Sbarbaro (Roma, 934)
dott Francesco Scalabrino (Messina, morto, 469)
dott Leonardo Scali (Roma, 958)
ten col Pasquale Scarano (Oristano, 839)
ten col Michele Schettino (Torino, 761)
dott Darcy Schettino Rocha (Brasile, 607)
Aldo Schiassi (Bologna, 924)
avv Giulio Schiller (Padova, 654)
ten col Mario Scialdone (Firenze, 147)
dott Santo Sciarrone (Milano, 635)
gen Salvatore Scibetta (Roma, 124)
col Domenico Scoppio (Roma, 274)
ing Alberto Scribani (Parigi, 198)
on Loris Scricciolo (Chiusi, 125)
dott Piero Scricciolo (Arezzo, passato al Grande Oriente, 149)
prof Albino Secchi (Firenze, 411)
dott Gustavo Selva (Roma, 623)
dott Mario Semprini (Roma, 544)
dott Pasquale Setari (Padova, 106)
ing Lucien Sicouri (Genova, 580)
dott Elio Siggia (Roma, 656)
ten vasc Giuseppe Silanos (Roma, 271)
dott Enrico Silvio (Genova, 338)
prof Augusto Sinagra (Roma, 946)
avv Michele Sindona (501)
magg Giovanni Sini (Livorno, 578)
dott Raffaele Sinisi (Arezzo, 297)
gen Giuseppe Siracusano (Roma, 496)
dott Fiorello Sodi (Firenze, 34)
dott Edgardo Sogno Del Vallino (Torino, 786)
Ugo Soldani (Firenze, 718)
dott Angelo Raffaele Soldano (Roma, 272)
dott Gerolamo Sommo (Aosta, 912)
dott Girolamo Sorrenti (Roma, 339)
dott Franco Sorrentino (Cagliari, 79)
ten col Lino Sovdat (Firenze, 471)
gen Pietro Spaccamonti (Roma, 472)
dott Ettore Spagliardi (Aosta, 915)
dott Carmelo Spagnuolo (Roma, in sonno, 545)
dott Piero Spalluto (Milano, 872)
dott Paolo Sparagana (Losanna, 537)
dott Aldo Spinelli (Milano, in sonno, 80)
on Gaetano Stammati (Roma, 543)
dott Antonio Stanzione (Forli', 793)
ten col Savino Stella (Firenze, 722)
dott Domenico Stellini (Treviso, in sonno, 81)
magg Marcello Stellini (Roma, 273)
dott Giorgio Sternini (Venezia, 82)
dott Giorgio Florio Stilli (Firenze, 648)
dott Randolph K Stone (Los Angeles, 899)
dott Bruno Strappa (Ancona, 584)
cap dott Giuseppe Strati (Reggio Calabria, 959)
dott Francesco Sturzo (Palermo, 340)
gen Carlos Suarez Mason (Argentina, 609)
dott Giuseppe Szall (Milano, 524)
Leandro Tacconi (Roma, 632)
cap Ezio Talone (Napoli, 276)
ing Gennaro Tampone (Firenze, 750)
dott Vittorio Tanassi (Roma 473)
magg Giacomo Tarsi (Roma, 151)
avv Paolo Tartaglia (Roma, 842)
dott Bruno Tassan Din (Milano, 534)
Giovanni Tassitano (Pisa, 925)
dott Elijak Taylor (Liberia, 619)
dott Alberto Teardo (Albissola, 341)
dott Mario Tedeschi (Roma, 853),
on Emanuele Terrana (Roma, morto, 356)
cap Corrado Terranova (Taranto, 83)
prof Carlo Terzolo (Torino, morto, 342)
gen Guido Tesi (Firenze, in sonno, 587)
Augusto Tibaldi (Roma, sospeso, 100)
dott Mario Tilgher (Roma, passato al Grande Oriente, 84)
dott Alessandro Tizzani (Torino, 795)
col Mario Tognazzi (Firenze, morto, 412)
dott William Tolbert (Liberia, morto, 618)
dott Emanuele Tomasino (Palermo, 669)
Osvaldo Tonini (Brasile, 614)
amm Giovanni Torrisi (Roma, 631)
cap Menotti Tortora (Firenze, 275)
Silvano Tosi (Arezzo, 477)
Massimo Tosti (Roma, 929)
dott Gaetano Trapani (Milano, 779)
ten col Mario Traversa (Brindisi, 758)
dott Roberto Trebbi (Tirrenia, 685)
prof Fabrizio Trecca Trifone (Roma, capo gruppo 17, fasc 327)
comm Lorenzo Tricerri (Torino, in sonno, 85)
cav Aurelio Tripepi (Reggio Calabria, morto, 474)
col Giuseppe Trisolini (Roma, morto, 547)
avv Francesco Troccoli (Bari, 86)
dott Francesco Trois (Cagliari, 820)
ten col Domenico Tuminello (Perugia, 148)
gen Mauro Turini (Roma, 740)
dott Vincenzo Tusa (Palermo, 344)
comandante Paolo Uberti (Roma, 280)
dott Asdrubale Ugolini (Firenze, 413)
geom Mauro Ugolini (Firenze, 720)
ten col Giacomo Ungania (Roma, 901)
prof Antonio Urbano (Catania, 279)
ten col Ottavio Urciuolo (Firenze, 126)
dott Salvatore Vagnoni (Roma, 468)
avv Mario Valenti (Arezzo, morto, 644)
dott Roberto Valenza (Roma, 757)
dott Vincenzo Valenza (Roma, 243)
gen Enzo Vallati (Roma, 508)
dott Cesare Valobra (Milano, in sonno, 87)
dott Giancarlo Elia Valori (Roma, espulso, 283)
prof Walter Vannelli (Roma, 88)
prof Cesare Vannocci (Livorno, 89)
dott Giuseppe Varchi (Trapani, 908)
gen Dante Venturi (Palermo, morto, 346)
dott Aldo Vestri (Genova, 90)
dott Giovanni Viarengo (Torino, 91)
cap Massimo Vicard (Roma, 866)
col Mario Pompeo Vicini (Roma, 127)
col Antonio Viezzer (Roma, 509)
dott Alberto Vignes (Argentina, morto, 592)
dott Luigi Nello Villa (Torino, 374)
dott Vincenzo Villata (Roma, 391)
dott Maria Jose' Villone (Buenos Aires, 690)
avv Enrico Vinci (Roma, 282)
dott Francesco Viola (Torino, 375)
magg Enrico Violante (Livorno, 284)
dott Ferdinando Visciani (Firenze, morto, 281)
dott Annibale Viscomi (Montecatini, 647)
Roberto Visconti (Firenze, 751)
dott Angelo Visocchi (Roma, 791)
dott Gaetano Vita (Roma, 390)
dott Fabio Vitali (Torino, in sonno, 347)
dott Vincenzo Vitali (Siena, 348)
avv Mario Vitellio (Roma, 666)
gen Ambrogio Viviani (Novara, 828)
avv Carlo Voccia (Roma, 667)
avv Gaetano Vullo (Milano, 856)
dott Fernandes Wilson De Valle (Buenos Aires, 687)
dott Mario Zaccagnini (Roma, 92)
cap Maurizio Zaffino (La Spezia, 285)
dott Leonida Zanaria (Milano, 896)
dott Mario Zanella (Roma, 476)
dott Lelio Zappala' (Roma, 475)
ing Lucio Zappulla (Palermo, 349)
dott Aldo Zecca (Roma, 350)
dott Sergio Zerbini (Modena, 93)
dott Giorgio Zicari (Roma, 844)
dott Alfredo Zipari (Roma, 470)
prof Amonasro Zocchi (Roma, 571)
Elie Zocheib (Modena, 893)
on Michele Zuccala' (Roma, 492)
comm Antonio Zucchi (Arezzo, 128)
dott Paolo Zucchini (Roma, 362).

--------------------------------------------------------------------------------
IL PIANO PER
RINASCITA ITALIA
DELLA LOGGIA MASSONICA PROPAGANDA 2




http://www.macchianera.net/2004/02/12/iscritti_italiani_alle_logge_m_2.html

piero ricca vs emilio fede:blog sequestrato...vergogna!



www.vergognatevi.com


http://www.societacivile.it/focus/articoli_focus/massoni/p2.html

Scarica il video (.rar) Buona divulgazione....


Da affittopoli a compropoli: altre case regalate al potere.

Ecco alcuni privilegiati che non provano vergogna dei loro panni sporchi:

1) PIER FERDINANDO CASINI
presidente Udc
Via Clitunno (zona Trieste)
Il palazzo nel quale (fino al 1999) Casini viveva in affitto con la prima moglie Roberta Lubich e le figlie è stato ceduto a fine 2005 da Generali a una società di un amico di famiglia. I 5 appartamenti che lo compongono sono stati poi girati all’ex moglie (due interni), alle due figlie (uno per ciascuna) e alla ex suocera del presidente dell’Udc. Per un totale di 30 vani catastali
totale 1,8 milioni di euro
Anno 2005-2007
stima zona 2006
fonte Agenzia del territorio 5100/6900 euro mq

2) WALTER VELTRONI
sindaco di Roma, candidato segretario Pd
Via Velletri (piazza Fiume)
acquistato dalla moglie dalla Scip ex Inpdai. Primo piano, 8,5 vani, (ingresso, 5 camere e accessori per 190 mq) posto auto e cantina anno 2005
377 mila euro
stima zona 2006 4900/6400 euro mq

3) MARIANNA LI CALZI
ex deputato Fi ed ex sottosegretario alla Giustizia
Via Velletri (piazza Fiume)
acquisto da Scip ex Inpdai. Attico da 190 metri per 10,5 vani (doppio ingresso, salone, 5 camere, cucina, tre bagni, ripostiglio e terrazza) con cantina da 18 mq anno 2005
366 mila euro
stima zona 2006 4900/6400 euro mq

4) FRANCESCO FORLENZA
ex direttore generale Fs
Via Velletri (piazza Fiume)
acquisto da Scip ex Inpdai. IV piano 7,5 vani (ingresso, 4 camere, accessori e balcone) più 70 mq di magazzino e cantina anno 2005
278 mila euro
stima zona 2006 4900/6400 euro mq

5) RAFFAELE BONANNI
Segretario Cisl
Via Perugino (Flaminio)
acquisto da Scip ex Inps. VI piano 8 vani più cantina anno 2005
201 mila euro
stima zona 2006 5000/6200 euro mq

6) SALVATORE CARDINALE
segretario siciliano Margherita, ex ministro
Via degli Avignonesi, affaccio su via Quattro fontane (centro storico)
III piano 8 vani anno 2006
844 mila euro
stima attuale zona 6300/8600 euro mq

7) LAMBERTO CARDIA
Presidente della Consob
Via Nairobi (Eur)
XII piano, 10 vani (ingresso, 5 camere, accessori e balconi) più due posti auto e cantina anno 2002
328 mila euro
stima zona 2006 4200/5500 euro mq

8) MAURA COSSUTTA
parlamentare Pdci
Via Stazione San Pietro (dietro al Vaticano)
acquisto da Scip V piano, 6 vani (ingresso, disimpegni, 3 camere, cameretta, cucina, 2 bagni e 2 balconi) più cantina anno 2004
165 mila euro
stima attuale zona 3600/4900 euro mq

9) FRANCA CHIAROMONTE
senatore dell’Ulivo
Via Stazione San Pietro
acquisto da Scip 4 vani catastali (ingresso, disimpegni, due camere, cameretta, cucina, bagno, 2 balconi) più cantina anno 2004
113 mila euro
stima zona 2006 3600/4900 euro mq

10) FRANCESCO PROIETTI
deputato di An, ex segretario di Fini
Via del Serafico 106 (zona Eur)
la figlia ha acquistato dalle Generali una casa ex Ina Secondo piano, terrazza su 3 lati, salone, 2 camere disimpegno, posto auto coperto e cantina anno 2004
267 mila euro
stima zona 2006 3100/4100 euro mq

11) MARIO BACCINI
senatore Udc ed ex ministro
Via Filippo Niccolai (Balduina)
attico e superattico con scala interna, 15 vani (ingresso, 6 camere, 4 bagni e due ripostigli, doppia terrazza e soffitta privata condonata più box e cantina) anno 2004
875 mila euro
stima zona 2006 4200/5500 euro mq

12) CLEMENTE MASTELLA
segretario Udeur e ministro della Giustizia
Edificio lungotevere Flaminio (Flaminio)
acquisito ex Ina 5 appartamenti intestati a moglie e figli per un totale di 26 vani più balconi e terrazzo su tre lati, due verande e un box auto anno 2004
1,2 milioni euro
stima zona 2006 5000/6600 euro mq

13) CLEMENTE MASTELLA
Largo Arenula (centro storico, largo Argentina)
segretario Udeur e ministro della Giustizia
Edificio lungotevere Flaminio (Flaminio)
Acquisito da Scip, ex Inail un appartamento (sede del quotidiano dell'Udeur) ora intestato alla società 'Servizi e Sviluppo' dei figli del segretario. La società potrebbe comprarne un altro al primo piano da 21,5 vani. L'Inail ha già accettato l'opzione. IV piano 9,5 vani.
1,45 milioni di euro
Anno 2007
stima: un appartamento al piano inferiore è stato venduto nel 2007 per 2,4 milioni di euro

14) LUCIANO VIOLANTE
deputato dei ds acquisito da ex Ina
Via Santa Eufemia (tra il Quirinale e i Fori)
III/IV/V piano soggiorno, quattro camere, accessori, disimpegno, terrazzo al piano più terrazzo superiore anno 2003
327 mila euro
stima zona 2006 7200/9400 euro mq

15) NICOLA MANCINO
senatore Ulivo, vicepresidente Csm
Corso Rinascimento (centro storico, Piazza Navona)
10 vani più ampia soffitta acquisito da Pirelli (ex Ina) anno 2001
1,550 miliardi di lire
stima zona 2006 7300/9200 euro mq

16) FRANCESCO PIONATI
senatore Udc e vicedirettore tg1
Via Traversari (Monteverde vecchio, affaccio su Trastevere)
attico e superattico 10 vani con terrazza panoramica acquisto da Scip, ex Inpdai anno 2001
509 milioni di lire
stima zona 2006 5200/7100 euro mq

17) GIULIANO FERRARA
direttore del Foglio, ex ministro del primo governo Berlusconi
Piazza Emporio (Testaccio, di fronte all’Aventino)
6 vani, terrazzo, ripostiglio acquisto dal gruppo Pirelli (ex Ina) anno 2003
889 mila euro
stima zona 2006 4200/5500 euro mq

18) FRANCO MARINI
senatore Margherita, presidente del Senato
Via Lima (Parioli)
acquisto da Scip ex Inpdai Piano terra e primo piano per un totale di 14 vani catastali anno 2007
un milione di euro
stima zona 2006 5400/7100 euro mq

19) FRANCESCO COSSIGA
senatore a vita, presidente emerito della Repubblica
Via Quirino Visconti (zona Prati)
acquisto da Generali, ex Ina 9,5 vani soffitta box auto ampio magazzino anno 2004
710 mila euro
stima zona 2006 4800/6600 euro mq

...E anche se viviamo in quattro mura a 500 euro al mese, noi "cittadini qualunque" non vorremmo mai stare dentro i vostri panni.

Puzzate di muffa!



cosa ne pensa arnold schwarzenegger?


www.schwarzenegger.com

20:53  
Anonymous dario trivelli said...

PROFEZIE PADRE PIO: La vostra epoca sarà testimone di un terribile castigo. ... col buttarsi a braccia aperte nell'infame setta della massoneria! ...

http://www.robertolapaglia.com/Padre%20Pio.htm

L'ora dei castighi è vicina, ma manifesterò la Mia Misericordia.

La vostra epoca sarà testimone di un terribile castigo. I Miei Angeli prenderanno cura spirituale di annientare tutti coloro che si burlano di Me e che non crederanno alle Mie profezie.

Uragani di fuoco saranno scagliati dalle nuvole, e si estenderanno su tutta la terra. Temporali, tempeste, tuoni e piogge ininterrotte, terremoti copriranno la terra durante tre giorni. Seguirà allora una pioggia di fuoco ininterrotta, per dimostrare che Dio è Signore della creazione.

Coloro che sperano e credono nella Mia Parola non dovranno temere, nè dovranno temere nulla coloro che divulgheranno il Mio messaggio, perchè non li abbandonerò. Nessun male sarà fatto a coloro che sono nelle Mie Grazie, e che cercheranno la protezione della Madre Mia.

Per prepararvi a questa prova, vi darò dei segni e delle istruzioni. La notte sarà freddissima, il vento spunterà, il tuono si farà sentire. Chiudete tutte le porte e tutte le finestre. Non parlate con nessuno di fuori. Inginocchiatevi davanti al vostro Crocifisso; pentitevi dei vostri peccati; pregate Mia Madre di ottenere la Sua protezione.

Non guardate fuori durante il terremoto, perchè l'ira del Padre Mio è santa, non sopportereste la vista della Sua ira...

Nella terza notte cesseranno i terremoti ed il fuoco, ed il giorno dopo il sole risplenderà di nuovo. Gli angeli scenderanno dal cielo e porteranno sulla terra lo spirito della pace. Un terzo dell' umanità perirà...

Messaggi profetici di Padre Pio



(Tratti dal libro "I grandi Profeti" di Renzo Baschera)


Il mondo sta andando verso la rovina. Gli uomini hanno abbandonato la giusta strada, per avventurarsi in viottoli che finiscono nel deserto della violenza... Se non ritorneranno subito ad abbeverarsi alla fonte dell'umiltà, della carità e dell'amore, sarà la catastrofe.


Verranno cose tremende. Io non riesco più a intercedere per gli uomini. La pietà divina sta per finire. L'uomo era stato creato per amare la vita, ed è finito per distruggere la vita...


Quando il mondo è stato affidato all'uomo era un giardino. L'uomo lo ha trasformato in un rovaio pieno di veleni. Nulla serve ormai per purificare la casa dell'uomo. È necessaria un'opera profonda, che può venire solo dal cielo.


Preparatevi a vivere tre giorni al buio totale. Questi tre giorni sono molto vicini... E in questi giorni rimarrete come morti, senza mangiare e senza bere. Poi tornerà la luce. Ma molti saranno gli uomini che non la vedranno più.


Molta gente scapperà sconvolta. Ma correrà senza avere una meta. Diranno che a oriente c'è la salvezza e la gente correrà verso oriente, ma cadrà in un dirupo. Diranno che a occidente c'è la salvezza e la gente correrà verso occidente, ma cadrà in una fornace.


La terra tremerà e il panico sarà grande... La terra è malata. Il terremoto sarà come un serpente: lo sentirete strisciare da tutte le parti. E molte pietre cadranno. E molti uomini periranno.


Siete come formiche, perchè verrà il tempo in cui gli uomini si toglieranno gli occhi per una briciola di pane. I negozi saranno saccheggiati, i magazzini saranno presi d'assalto e distrutti. Povero sarà colui che in quei giorni tenebrosi si troverà senza una candela, senza una brocca d'acqua e senza il necessario per tre mesi.


Scomparirà una terra... una grande terra. Un paese sarà cancellato per sempre dalle carte geografiche... E con lui verrà trascinata nel fango la storia, la ricchezza e gli uomini.


L'amore dell'uomo per l'uomo è diventato una vuota parola. Come potete pretendere che Gesù vi ami, se voi non sapete amare nemmeno quelli che mangiano alla stessa vostra tavola?... Dall'ira di Dio non saranno risparmiati gli uomini di scienza, ma gli uomini di cuore.

10°
Sono disperato... non so più che cosa fare perchè l'umanità si ravveda. Se continuerà su questa strada, l'ira tremenda di Dio si scatenerà come un fulmine tremendo.

11°
Una meteora cadrà sulla terra e tutto sussulterà. Sarà un disastro, molto peggiore di una guerra. Molte cose saranno cancellate. E questo sarà uno dei segni...

12°
Gli uomini vivranno una tragica esperienza. Molti verranno travolti del fiume, molti verranno inceneriti dal fuoco, molti verranno sepolti dai veleni... M io rimarrò vicino ai puri di cuore.

Maggio sarà un mese tragico


L'arcangelo Michele e l'arcangelo Gabriele sono lieti di annunciarvi la venuta di vostro fratello in Cristo, Padre Pio...

Eccomi qui, care sorelle, in questa casa dove non ero mai venuto prima d'ora... Sono lieto di essere qui, fra voi. Vedete, per me il tempo non esiste. Tenete però presente che tutto quello che vi ho detto si realizzerà chiedo a tutti di pregare per il mondo intero... Avrete dei momenti tragici... State attenti al mese di maggio. Vedo ancora dei terremoti, delle alluvioni... Vedo del sangue. Povera Italia... sta andando verso una brutta violenza. Pregate, pregate, affinchè la pietà di Dio risparmi qualcosa. Pregate per i tre giorni di buio che vivrete... Ma non lasciatevi smarrire. Vi saluto e vi benedico... Che il Signore vi aiuti, perchè di aiuto ne avrete molto bisogno.

Tutto si fermerà per tre mesi

L'arcangelo Michele e l'arcangelo Gabriele sono lieti di annunciarvi la venuta di vostro fratello in Cristo, Padre Pio...

Sono giunto tra voi per darvi un messaggio di speranza... ma è anche un messaggio tragico. Gli avvenimenti che ho annunciato da tempo stanno precipitando. Il mondo va ormai verso la rovina totale. Ci saranno enormi cataclismi. Vedo dall'alto la terra come una enorme palla avvolta da nubi infuocate... Sono disperato... Non so più come fare... Pregate, pregate, pregate e preparatevi. Vi ho già detto che verranno a mancare le cose più essenziali. Fate delle provviste, almeno per tre mesi... Tutto precipiterà in pochissimo tempo. Quando ve ne renderete conto, avrete già la valanga addosso. L'umanità è vicina al baratro... Cercate di stare vicini, di aiutarvi, perchè avrete bisogno l'un l'altro di aiuto. Il ritorno di Cristo non è vicino... ma manca poco. Preparatevi... Sono angosciato. Molti uomini hanno davanti il precipizio e non lo vedono.


Parla Padre Pio


(Messaggio ricevuto dalla carismatica A.S)

Non ci sono mezzi termini per annunciare il Castigo che avverrà. Tu, piccola A., ascolta bene: non ti crucciare troppo per questo e per quello e redigi gli scritti importantissimi che Dio ti darà. Ogni colpa sarà lavata, ogni peccato purificato e presto, molto presto, arriverà l'Armata Rossa. Ma voi non giudicate, accoglieteli come fratelli, figli dell'unico Dio. Essi verranno armati di molte parole da spargere per spegnere il sentimento della fede nel cuore umano. Ma voi direte sempre questo ritornello:"Siamo figli di Dio, e tali vogliamo rimanere. Nessuno ci strapperà la fede dal nostro cuore, perché siamo stati rigenerati dal Sangue di Gesù Cristo Dio e con Lui, per Lui e in Lui riporteremo vittoria".

E queste frasi le dovrete ripetere anche migliaia di volte, fino a stancarli, fino a deluderli, fino a reprimerli, così che snervati, fidati, ritorneranno nelle loro case. Hanno paura di una sola cosa, questi uomini: della fede di Colui che guida il popolo italiano nella Chiesa, il Santo Padre. Vestito di bianco appare loro come una figura temibile e certamente inopportuna per il loro piano diabolico. Essi non sanno come eliminarlo.

Perciò ricordatevi: fedeltà a tutta prova al Santo Padre, pietà profonda per coloro che sono inviati a strappare la fede, ma non ci riusciranno! Le porte dell'Inferno giammai prevarranno contro la Chiesa di Cristo Dio!

Risolviti, piccina cara A., a dire molte serie parole di preparazione, perchè il Castigo è pronto e principalmente sarà questo: che coloro che hanno fatto del Sacerdozio una comoda poltrona per i propri gusti e comodi, gli sarà tolta, e in malo modo.

Non vi conturbate, però, voi anime semplici e pure che Dio vi farà agire in modo meraviglioso, opererete portenti, e stabilirete così un accordo con i vostri persecutori che, donandovi la loro attenzione, porterete indietro dalle loro posizioni sbagliate. Essi riprenderanno il cammino giusto della vita e diranno:"Abbiamo cercato di ottenebrarli, ma loro, con la loro luce, ci hanno umiliati".

Ed ecco che così si riporterà una grande vittoria spirituale e gli animi esulcerati saranno curati. Essi ritorneranno nella loro Patria ma cambiati e, nello stesso tempo, molti, qui, si saranno purificati giacche la Gerarchia corrotta e insolente deve pur purgarsi, mentre i buoni sacerdoti diventeranno Angeli di luce che rischiarano le tenebre.

Pace a voi, figli del mio cuore, e un abbraccio da Padre Pio da Pietralcina.

Gesù purtroppo ha ragione di lamentarsi della nostra ingratitudine

Una dolorosa apparizione

Mio carissimo padre,
venerdi' mattina ero ancora a letto, quando mi apparve Gesu'.

Era tutto malconcio e sfigurato. Egli mi mostro' una grande moltitudine di sacerdoti regolari e secolari, fra i quali diversi dignitari ecclesiastici; di questi chi stava celebrando, chi si stava parando e chi si stava svestendo dele vesti sacre.

La vista di Gesu' in angustie mi dava molta pena, percio' volli domandargli perche' soffrise tanto. Nessuna risposta n'ebbi.

Pero' il suo sguardo si riporto' verso quei sacerdoti; ma poco dopo, quasi inorridito e come se fosse stanco di guardare, ritiro' lo sguardo ed allorche' lo rialzo' verso di me, con grande mio orrore, osservai due lagrime che gli solcavano le gote.

Si allontano' da quella turba di sacerdoti con una grande espressione di disgusto sul volto, gridando: "Macellai!".

E rivolto a me disse: "Figlio mio, non credere che la mia agonia sia stata di tre ore, no; io saro' per cagione delle anime da me piu' beneficate, in agonia sino alla fine del mondo. Durante il tempo della mia agonia, figlio mio, non bisogna dormire.

L'anima mia va in cerca di qualche goccia di pieta' umana, ma ohime' mi lasciano solo sotto il peso della indifferenza. L'ingratitudine ed il sonno dei miei ministri mi rendono piu' gravosa l'agonia.

Ohime' come corrispondono male al mio amore! Cio' che piu' mi affligge e' che costoro, al loro indifferentismo, aggiungono il disprezzo, l'incredulita'.

Quante volte ero li' li' per fulminarli, se non fossi stato trattenuto dagli angioli e dalle anime di me innamorate...

Scrivi al tuo padre e narragli cio' che hai visto ed hai sentito da me questa mattina. Digli che mostrasse la tua lettera al padre provinciale...".

Gesu' continuo' ancora, ma quello che disse non potro' giammai rivelarlo a creatura alcuna di questo mondo.

Questa apparizione mi cagiono' tale dolore nel corpo, ma piu' ancora nell'anima, che per tutta la giornata fui prostrato ed avrei creduto di morirne se il dolcissimo Gesu' non mi avesse gia' rivelato...

Gesu' purtroppo ha ragione di lamentarsi della nostra ingratitudine! Quanti disgraziati nostri fratelli corrispondono all'amore di Gesu' col buttarsi a braccia aperte nell'infame setta della massoneria!

Preghiamo per costoro acciocche' il Signore illumini le loro menti e tocchi il loro cuore.

Fate coraggio al nostro padre provinciale, che copioso soccorso di celesti favori ne ricevera' dal Signore.
Salutatemi il padre provinciale e ringraziatelo per me dell'applicazioni.

Fra Pio

Pietralcina, 7 aprile 1913



cosa ne pensa arnold schwarzenegger?

www.schwarzenegger.com

21:16  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

pellare = m.e.r.d.a.


vincenzo russo, filomeno positano and osvaldo stifano

is the ITALIAN tromb man in the night a brescia and firenze:


http://www.ledolcinotti.it/directory/regioni/Lombardia/Brescia.html


http://night-club.saperviaggiare.it/toscana/firenze.asp

http://www.misvago.it/web/night_club_Firenze.html

http://firenze.campusanuncios.com/showdetailevent687538924X-ROYAL-PALACE-Firenze.html

Il 21 ottobre 2005 sará la grande giornata dell’inaugurazione. Sará il giorno quando aprirá le sue porte il più elegante Ristorante - Night Club di Budapest, il ROYAL PALACE.
Così, finalemente sparirà quell’abisso che per lungo tempo si era intromesso tra i servizi offerti da un ristorante ed il mondo dell’intrattenimento erotico.
D’ora in poi non dovrete più scegliere tra due programmi, e Vi sarà possibile unire l’utile ed il dilettevole. Organizzate da noi la vostra cena di lavoro e lasciatevi portati dal coinvolgente spettacolo delle nostre ballerine.
WWW.ROYAL.PALACECLUB.HU

Data: 25.10.2005 fino a 24.11.2005


e-mail di contatto:




vergogna!


www.vergognatevi.com


"Knight Rider, a shadowy flight into the dangerous world of a man... who does not exist. Michael Knight, a young loner in the crusade to champion the cause




cosa NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

13:49  
Anonymous dario trivelli said...

Studio aperto...è un TG?

assolutamente no! fa cagare!^_^
tratto da:

http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=39654


Studio aperto...è un TG?


Premetto che forse questa mia visione delle cose è dovuta al fatto che ho 32 anni, quindi non sono più un ragazzino...
Ma mi chiedo: secondo voi Studio aperto, è un TG?
Mi spiego meglio: metà del "TG" è dedicato a veline, reality, spot per Lucignolo, interminabili commenti sul tempo e altre ca***te, togliendo così spazio alla "vera" informazione.
Stò postando mentre in sottofondo, stanno parlando di Costantino che ha ricevuto proposte omosessuali...è un TG?
Se voglio sapere qualcosa su quelle cose Me**aset ha già abbastanza offerta, senza togliere l'informazione a chi vuole sapere "cosa-succede-nel-mondo"...
Adesso votate e vediamo che ne pensate....


Fà Davvero Schifo, a volta mi capita, facendo zapping, di passarci sopra ma non riesco a vederloè pieno di gossip, pieno di finte emozioni per avvenimenti più o meno tragici proprio a livelli di Cocuzza. l'unic telegiornale guardabile in casa Mediaset è quello di Canale5 :cia3
__________________
bisogna essere persone buone e solitamente anche piuttosto defunte per diventare santi e più importante ancora bisogna fare tre miracoli

Studio aperto da qualche anno è diventato una sorta di Eva 3000, non mi piace tranne la pagina sportiva che è ben curata. certo in confronto col tg4 diventa una pagina giornalistica da premio Pulizer :cia3



uno schifo pieno d pettegolezzi


Ah....ma studio aperto è un tg!!!
L'ho sempre guardato convinto che fosse uno di quei programmi per le donnine che non sanno farsi i fatti loro!! Az quindi quello li con la voce da bambino è il direttore di un tg, non uno messo li come il solito fenomeno da barraccone!

osceno e ridicolo...il tg delle veline delle notizie di cronaca che sembrano film drammatici con tanto di musichette strappalacrime annesse

x non parlare dell'eccessivo protagonismo degli inviati

ma la colpa è di una sola persona


Mario Giordano l'efebico "direttore" con l'alieno nei pantaloni

Veramente l'unico da cui si è sicuri di ricevere tutte le notizie importanti è il tg3


Beh, esulando dall'argomento TG e passando all'argomento informazione, bisognaa ammettere che Rai3 è l'unica che fà Cultura.
Tutti gli altri hanno dimenticato cosa sia o credono che la cultura si trovi fra le cosce delle veline.
E' innegabile che Rai3 sia tendente a sinistra (fin dai tempi della lottizzazione delle reti (1 Dc 2 Psi 3 Pci), ma è anche innegabile che tentino di essere più obiettivi possibile, a diffeenza dei vari TG di Me**aset...basta nominare E.Fido per farsi un idea....



infatti giustissimo,stesso discorso x il tg4, anche se il tg5 non è poi così schierato, cmq la mia non era una critica politica ma solo una constatazione

Rai3 è l'unica che diffonde cultura, basti pensare a programmi come Rai Educational che purtroppo sono trasmessi di mattina, o come Report (o Reporter) che al contrario, tranne rari casi, viene trasmesso dopo le 23.00. Rai3 è l'unica rete utile; se aggiungessero al suo palinsesto i Simpson Futurama e i programmi della Gialappa's per me potrebbero togliere le altre.
__________________


su rai3 diffondono cultura? mmhh, avrei qualcosa da dire, anche rai uno e raidue fanno qualcosa durante l'arco della giornata..


ritornando it, Studio aperto, fa davvero cacare, 5 minuti in 30 dove si danno notizie serie più tutte le storielle velinesche che ti fanno vedere solo un po' di ****. Imperdibili i servizi sul meteo, dove gli inviati, sempre con tono da catastrofe, dicono : guardate qua... ci sono addirittura tre cm di neve!!!
__________________
Io personalmente seguo il TG1 ma solamente per l'orario: trovo indecente il modo in cui vengono presentate le notizie (il classico "panino", cioè prima parla uno del governo, poi c'è l'intervento di un esponente a caso dell'opposizione, per finire un esponente della maggioranza) e per il fatto che le "notizie" siano sempre quelle: canicola, traffico, meteo... in estate esiste solo quello?

Il TG2 vuole essere incentrato sulla società, ma spesso si perde in servizi da pettegolezzo...

Il TG3 è l'unico che mi piaccia: giornalisti seri, forse un po' troppo, ma notizie chiare e sintetiche: non c'è il "panino"... prima parla la maggioranza, poi l'opposizione. Peccato lo facciano ad orari assurdi :?

Il TG4 è cabaret.

Il TG5 sarebbe un buon telegiornale, ma spesso si ha l'impressione che i giornalisti siano scocciati nel dare le notizie: la Cesara Buonamici ad esempio prima parla schifata di una catastrofe, per poi passare subito a ridere dando una notizia frivola (dicendo: "ma passiamo a qualcosa di più allegro"), col risultato di far passare le notizie gravi come un intermezzo fra le banalità.

Studio Aperto fa bene a non includere le lettere T e G
Ascoltare il direttore che parla è una lagna per le orecchie :

Il TG La7 lo seguo qualche volta e così non posso fare opinioni... però che belle giornaliste che passano di lì!



penso che comunque la si metta è impossibile mettere in mezz'ora di tg tutte le notizie di questo mondo. Se uno vuole approfondire un po' si compra un quotidiano, come faccio io.

un tg tenta di mettere di tutto un po', hugo chavez verrà trattato solo quando passerà ai fatti, e per quello che fa, spero che non verrà mai trattato

Sul fatto che il tg3 tenti di essere neutrale ho qualche dubbio
__________________




--------------------------------------------------------------------------------

Rai3 viene spesso definita TV di sinistra... però come dicono in molti, è l'unica che proponga qualcosa di culturale, non solo di "sinistra" ma pure la storia di Mussolini e del ventennio fascista.

Cultura è spesso sinonimo di noia, però non è solo fatta da documentari sugli animali o sulla guerra mondiale... ad esempio il TG3 regionale del Veneto propone ogni settimana un'intervista ai grandi personaggi veneti, oppure alle antiche feste paesane, ai piatti regionali e tempo fa hanno tentato di documentare la tipica vita della famiglia veneta, tra costi della vita e occasioni di svago, come si svolge insomma la vita reale dei giovani e non quella inventata dalla D'Eusanio, Panicucci o De Filippi di turno.


maggioranza delle persone si sono rimbecillite? può darsi, anzi lo è di sicuro. Però faccio notare che in passato non è che ci fossero tutti sti programmoni.
Poi pensando meglio quale sia lo spettatore italiano, allora penso che lo spettatore medio sia fatto di uno che lavora tutto i giorno, arriva a casa stanco e non vuole sorbirsi un polpettone culturale, ma si rilassa molto di più guardando due **** e 4 tette che sventolano, visto anche che con la legge per i minori in tv non si vede più niente...
Poi chi si vuole acculturare o guarda qualche canale di sky oppure si legge un libro... ma l'auditel dice che questo ha la tv spenta, non che cerca cultura
__________________


http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?s=08b2ed4e790f499d7356709029ddf8df&t=39654&page=2


Guarda i risultati: Come giudichi Studio aperto?
Fà davvero schifo 133 53,41%
Un TG realizzato male 42 16,87%
Un buon TG, ma troppi gossip 32 12,85%
Un ottimo TG 19 7,63%
Un TG nella media.... 15 6,02%
Ci vorrebbero più gossip 8 3,21%

Io ho una visione della TV differente: la vedo come una specie di "consigliera" per quelle persone che non hanno stimoli in particolare, e così "scartabellano" le reti alla ricerca di qualcosa di affascinante.

Finchè l'unica cosa di affascinante che passa per tv sono i fondoschiena delle veline, allora l'italiano medio sarà propenso a seguire solo quello... e gli altri canali copiano, senza fare nulla di concorrenziale e diverso.

Per fortuna c'è ancora qualche libro scolastico che ne parla, altrimenti Leonardo per tutti sarebbe soltanto uno delle tartarughe ninja


La televisione omai ha il ruolo essenziale dell'educatore, e non è la solita banalità, perchè se vi guardate in giro si vedono tanti cloni di tal Costantino, e questo è dovuto a quanto passa per la tv che convince i ragazzi che il modo miglior per aver successo è quello di avere i muscoli, una pettinatura da finocchio e andare a fare il fesso a pagamento in tv, cosa per l'appunto accentuata e rilevata dagli stessi tg come studio aperto che trasformano un litigio di tal costantino con tal consorte in una notizia
Riguardo al discorso del presunto pessimismo diffuso dal TG3 oriente mi dispiace ma la verità e dura da mandare giù questa è la realtà, quella che il tg3 manda in onda! Poi il fatto che la realtà sia di "sinistra" perchè da fastidio a chi controlla le reti che trasmettono studio aperto.....beh questo non è colpa del TG3!
Qualcuno di voi ha mai visto la rassegna stampa del tg3 la sera tardi, lì spesso citano autorevoli giornali stranieri per riportare come vedono il mondo anche fuori dall'italia, purtroppo per chi controlla le reti che mandano in onda studio aperto, spesso è molto critica nei suoi confronti, come si risolve ciò: semplice la stampa straniera non esiste!!
Purtroppo a chi controlla le reti che mandano in onda studio aperto, fà molto più comodo uno spettatore, intendo quello di basso profilo, non quello che naviga in internet, scrive su un forum di informatica e legge i giornali, che sono una minoranza, fa più comodo avere una tv con i conseguenti TG diciamo "leggeri" in modo da rimbambire la gente che la guarda e renderla più facilmente manipolabile, sia a scopi politici che commerciali tramite la preziosissima publicità che attecchisce molto più facilemente su un pubblico piatto culturalmente piuttosto che su un pubblico stimolato intellettualmente dalla televisione stessa!!
Insomma se in tv c'è molta più cultura alla lunga la gente si adatta assimila la cultura e cresce intellettualmente per mezzo della tv, non intendo certo che diventeremo tutti einstein, ma certamente si potrebbe avere una diversa attitudine alla conoscenza, perchè io credo che nessuno ami essere stupido e per o meno ignorante!!

Secondo me WinCenzo®, la cultura,quella vera,la impariamo a scuola e la approfondiamo poi leggendo libri o navigando su internet.
La televisione deve invece svolgere il ruolo che le è sempre appartenuto,quello di rilassare il pubblico,di svagarlo e magari di far scordare anche solo per un attimo la vita di tutti i giorni.In questo senso la tv degli anni 80 e 90 con varieta' tipo "Fantastico",i quiz di Mike Bongiorno ecc. ci riusciva davvero bene
Non escludo che ora ci sia in atto un "sabotamento informativo" da parte di alcuni tg....tuttavia esiste sempre il televideo,in pochi secondi ti escono le notizie nude e crude senza manipolazione alcuna e senza commenti fuorvianti

Ultima cosa:lasciamo sognare i giovanissimi con le storie di Costantino ...avranno tempo per abbracciare la vera realta'...ma a 15 anni tutti hanno avuto i loro miti e i loro ideali....criticarli sarebbe come tentare di spegnere una parte di loro
:cia3

cosa NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

15:03  
Anonymous DARIO TRIVELLI said...

maurizio costanzo,santi licheri,ELENA GUARNIERI ,tina lagostena bassi,rita dalla chiesa ,marco senise,fabrizio bracconeri,pasqualeafricano,
gerri scott,piero chiambretti,gene gnocchi and gene hackman ..
parleranno di: c.o.s.a. n.o.s.t.r.a.



THE WINNER IS COSA NOSTRA

MAURIZIO COSTANZO = M.E.R.D.A.

http://digilander.libero.it/inmemoria/strage_capaci.htm

welcome to palermo.

http://www.comune.palermo.it/


http://digilander.libero.it/inmemoria/riina_salvatore.htm

http://digilander.libero.it/inmemoria/delitti_della_mafia.htm

http://digilander.libero.it/inmemoria/boss_mafiosi.htm



http://www.aapit.pa.it/

http://www.palermoweb.com/

http://www.provincia.palermo.it/provpalermo/s2magazine/index1.jsp?idPagina=10

LA PUTTANA DI CARMELA SANTI INTERVISTERà TOTò RIINA,BERNARDO PROVENZANO E ALTRI BOSS.....

http://it.wikipedia.org/wiki/Cosa_Nostra


http://digilander.libero.it/inmemoria/cosa_nostra.htm

Cosa Nostra: le regole della mafia siciliana

[ Su ] [ Delitti della Mafia ] [ Libero Grassi e Tano Grasso ] [ Cosa Nostra: le regole della mafia siciliana ] [ Falcone: vi spiego cos'è la mafia ] [ Boss mafiosi ] [ Il boss Totò Riina ] [ La Magistratura e la mafia ] [ Ingroia: la lotta alla mafia oggi ] [ Gladio in Sicilia ] [ De Gennaro: un grande poliziotto ]

Ordinanza-Sentenza nel procedimento penale contro Abbate Giovanni +706 (Antonino Caponnetto consigliere istruttore, Paolo Borsellino, Giuseppe Di Lello, Giovanni Falcone, Leonardo Guarnotta giudici istruttori delegati), Palermo, 8 novembre 1985, vol. n.5, pp. 808-829.

Nella sentenza si descrive l'organizzazione di Cosa Nostra, secondo le testimonianze di Buscetta. Tra le molte leggi non scritte che regolano il comportamento mafioso, vi è anche l'obbligo di dire sempre la verità allorché si parla fra “uomini d'onore” di questioni comuni.

La vita di Cosa Nostra (la parola mafia è un termine letterario che non viene mai usato dagli aderenti a questa organizzazione criminale) è disciplinata da regole rigide non scritte ma tramandate oralmente, che ne regolamentano l'organizzazione e il funzionamento ("nessuno troverà mai elenchi di appartenenza a Cosa Nostra, né attestati di alcun tipo, né ricevute di pagamento di quote sociali"), e così riassumibili, sulla base di quanto emerge dal lungo interrogatorio del Buscetta.
- La cellula primaria è costituita dalla "famiglia", una struttura a base territoriale, che controlla una zona della città o un intero centro abitato da cui prende il nome (famiglia di Porta Nuova, famiglia di Villabate e così via).

- La famiglia è composta da "uomini d'onore" o "soldati" coordinati, per ogni gruppo di dieci, da un "capodecina" ed è governata da un capo di nomina elettiva, chiamato anche "rappresentante", il quale è assistito da un "vice capo" e da uno o più "consiglieri".
Qualora eventi contingenti impediscano o rendano poco opportuna la normale elezione del capo da parte dei membri della famiglia, la "commissione" provvede alla nomina di "reggenti" che gestiranno pro tempore la famiglia fino allo svolgimento delle normali elezioni. Ad esempio, ha ricordato Buscetta, la turbolenta "famiglia" di Corso dei Mille è stata diretta a lungo dal reggente Francesco Di Noto fino alla sua uccisione (avvenuta il 9.6.1981); alla sua morte è divenuto rappresentante della famiglia Filippo Marchese.
Analogamente, a seguito dell'uccisione di Stefano Bontate, rappresentante della famiglia di S. Maria di Gesù, la commissione nominava reggenti Pietro Lo Iacono e Giovanbattista Pullarà, mentre a seguito dell'uccisione di Salvatore Inzerillo, capo della famiglia di Passo di Rigano, veniva nominato reggente Salvatore Buscemi; così, dopo la scomparsa di Giuseppe Inzerillo, padre di Salvatore e capo della famiglia di Uditore, veniva nominato reggente Bonura Francesco ed analogamente, dopo l'espulsione da Cosa Nostra di Gaetano Badalamenti, capo della famiglia di Cinisi, veniva nominato reggente Antonino Badalamenti, cugino del vecchio capo.
- L'attività delle famiglie è coordinata da un organismo collegiale, denominato "commissione" o "cupola", di cui fanno parte i "capi-mandamento" e, cioè, i rappresentanti di tre o più famiglie territorialmente contigue. Generalmente, il "capo mandamento" è anche il capo di una delle famiglie, ma, per garantire obiettività nella rappresentanza degli interessi del "mandamento" ed evitare un pericoloso accentramento di poteri nella stessa persona, talora è accaduto che la carica di "capo mandamento" fosse distinta da quella di "rappresentante" di una famiglia.
- La commissione è presieduta da uno dei capi-mandamento: in origine, forse per accentuarne la sua qualità di primus inter pares, lo stesso veniva chiamato "segretario" mentre, adesso, è denominato "capo". La commissione ha una sfera d'azione, grosso modo, provinciale ed ha il compito di assicurare il rispetto delle regole di Cosa Nostra all'interno di ciascuna famiglia e, soprattutto, di comporre le vertenze fra le famiglie.
- Da tempo (le cognizioni del Buscetta datano dagli inizi degli anni '50) le strutture mafiose sono insediate in ogni provincia della Sicilia, ad eccezione (almeno fino ad un certo periodo) di quelle di Messina e di Siracusa.
- La mafia palermitana ha esercitato, pur in mancanza di un organismo di coordinamento, una sorta di supremazia su quella delle altre province, nel senso che queste ultime si adeguavano alle linee di tendenza della prima.
- In tempi più recenti, ed anche in conseguenza del disegno egemonico prefissosi dai Corleonesi, è sorto un organismo segretissimo, denominato "interprovinciale", che ha il compito di regolare gli affari riguardanti gli interessi di più province.
- Non meno minuziose sono le regole che disciplinano l' "arruolamento" degli "uomini d'onore" ed i loro doveri di comportamento.
I requisiti richiesti per l'arruolamento sono: salde doti di coraggio e di spietatezza (si ricordi che Leonardo Vitale divenne "uomo d'onore" dopo avere ucciso un uomo); una situazione familiare trasparente (secondo quel concetto di "onore" tipicamente siciliano, su cui tanto si è scritto e detto) e, soprattutto, assoluta mancanza di vincoli di parentela con "sbirri".
La prova di coraggio ovviamente non è richiesta per quei personaggi che rappresentano, secondo un'efficace espressione di Salvatore Contorno, la "faccia pulita" della mafia e cioè professionisti, pubblici amministratori, imprenditori che non vengono impiegati generalmente in azioni criminali ma prestano utilissima opera di fiancheggiamento e di copertura in attività apparentemente lecite.
Il soggetto in possesso di questi requisiti viene cautamente avvicinato per sondare la sua disponibilità a far parte di un'associazione avente lo scopo di "proteggere i deboli ed eliminare le soverchierie". Ottenutone l'assenso, il neofita viene condotto in un luogo defilato dove, alla presenza di almeno tre uomini della famiglia di cui andrà a far parte, si svolge la cerimonia del giuramento di fedeltà a Cosa Nostra. Egli prende fra le mani un'immagine sacra, la imbratta con il sangue sgorgato da un dito che gli viene punto, quindi le dà fuoco e la palleggia fra le mani fino al totale spegnimento della stessa, ripetendo la formula del giuramento che si conclude con la frase: "Le mie carni debbono bruciare come questa santina se non manterrò fede al giuramento".
Lo status di "uomo d'onore", una volta acquisito, cessa soltanto con la morte; il mafioso, quali che possano essere le vicende della sua vita, e dovunque risieda in Italia o all'estero, rimane sempre tale.
Proprio a causa di queste rigide regole Antonino Rotolo era inviso a Stefano Bontate (oltre che per la sua stretta amicizia con Giuseppe Calò), essendo cognato di un vigile urbano; e lo stesso Buscetta veniva espulso dalla mafia per avere avuto una vita familiare troppo disordinata e, soprattutto, per avere divorziato dalla moglie.
Pare, comunque, che adesso, a detta del Buscetta, a causa della degenerazione di Cosa Nostra, i criteri di arruolamento siano più larghi e che non si vada più tanto per il sottile nella scelta dei nuovi adepti.
L' "uomo d'onore", dopo avere prestato giuramento, comincia a conoscere i segreti di Cosa Nostra e ad entrare in contatto con gli altri associati.
Soltanto i Corleonesi e la famiglia di Resuttana non hanno mai fatto conoscere ufficialmente i nomi dei propri membri ai capi delle altre famiglie, mentre era prassi che, prima che un nuovo adepto prestasse giuramento, se ne informassero i capi famiglia, anche per accertare eventuali motivi ostativi al suo ingresso in Cosa Nostra.
In ogni caso, le conoscenze del singolo "uomo d'onore" sui fatti di Cosa Nostra dipendono essenzialmente dal grado che lo stesso riveste nell'organizzazione, nel senso che più elevata è la carica rivestita maggiori sono le probabilità di venire a conoscenza di fatti di rilievo e di entrare in contatto con "uomini d'onore" di altre famiglie.
Ogni "uomo d'onore" è tenuto a rispettare la "consegna del silenzio": non può svelare ad estranei la sua appartenenza alla mafia, né, tanto meno, i segreti di Cosa Nostra; è, forse, questa la regola più ferrea di Cosa Nostra, quella che ha permesso all'organizzazione di restare impermeabile alle indagini giudiziarie e la cui violazione è punita quasi sempre con la morte.
All'interno dell'organizzazione, poi, la loquacità non è apprezzata: la circolazione delle notizie è ridotta al minimo indispensabile e l' "uomo d'onore" deve astenersi dal fare troppe domande, perché ciò è segno di disdicevole curiosità ed induce in sospetto l'interlocutore.
Quando gli "uomini d'onore" parlano tra loro, però, di fatti attinenti a Cosa Nostra hanno l'obbligo assoluto di dire la verità e, per tale motivo, è buona regola, quando si tratta con "uomini d'onore" di diverse famiglie, farsi assistere da un terzo consociato che possa confermare il contenuto della conversazione. Chi non dice la verità viene chiamato "tragediaturi" e subisce severe sanzioni che vanno dalla espulsione (in tal caso si dice che l' "uomo d'onore è posato") alla morte.
Così, attraverso le regole del silenzio e dell'obbligo di dire la verità, vi è la certezza che la circolazione delle notizie sia limitata all'essenziale e, allo stesso tempo, che le notizie riferite siano vere.
Questi concetti sono di importanza fondamentale per valutare le dichiarazioni rese da "uomini d'onore" e, cioè, da membri di Cosa Nostra e per interpretarne atteggiamenti e discorsi. Se non si prende atto della esistenza di questo vero e proprio "codice" che regola la circolazione delle notizie all'interno di "Cosa Nostra" non si riuscirà mai a comprendere come mai bastino pochissime parole e perfino un gesto, perché uomini d'onore si intendano perfettamente tra di loro.
Così, ad esempio, se due uomini d'onore sono fermati dalla polizia a bordo di un'autovettura nella quale viene rinvenuta un'arma, basterà un impercettibile cenno d'intesa fra i due, perché uno di essi si accolli la paternità dell'arma e le conseguenti responsabilità, salvando l'altro.
E così, se si apprende da un altro uomo d'onore che in una determinata località Tizio è "combinato" (e, cioè, fa parte di Cosa Nostra), questo è più che sufficiente perché si abbia la certezza assoluta che, in qualsiasi evenienza ed in qualsiasi momento di emergenza, ci si potrà rivolgere a Tizio, il quale presterà tutta l'assistenza necessaria. [...]
Proprio in ossequio a queste regole di comportamento sia Buscetta sia Contorno, come si vedrà, hanno posto una cura esasperata nell'indicare come "uomini d'onore" soltanto i personaggi dei quali conoscevano con certezza l'appartenenza a Cosa Nostra, e cioè soltanto coloro che avevano avuto presentati come "uomini d'onore" e coloro che avevano avuto indicati come tali da altri uomini d'onore, anche se personalmente essi non li avevano mai incontrati.
Anche la "presentazione" di un uomo d'onore è puntualmente regolamentata dal codice di Cosa Nostra allo scopo di evitare che nei contatti fra i membri dell'organizzazione si possano inserire estranei.
E' escluso, infatti, che un "uomo d'onore" si possa presentare da solo, come tale, ad un altro membro di Cosa Nostra, poiché, in tal modo, nessuno dei due avrebbe la sicurezza di parlare effettivamente con un "uomo d'onore". Occorre, invece, l'intervento di un terzo membro dell'organizzazione che li conosca entrambi come "uomini d'onore" e che li presenti tra loro in termini che diano l'assoluta certezza ad entrambi dell'appartenenza a Cosa Nostra dell'interlocutore. E, così, come ha spiegato Contorno, è sufficiente che l'uno venga presentato all'altro, con la frase "Chistu è a stissa cosa", (questo è la stessa cosa), perché si abbia la certezza che l'altro sia appartenente a Cosa Nostra.
Altra regola fondamentale di Cosa Nostra è quella che sancisce il divieto per l'uomo di trasmigrare da una famiglia all'altra.
Questa regola, però, riferisce Buscetta, non è stata più rigidamente osservata dopo le vicende della "guerra di mafia" che hanno segnato l'inizio dell'imbastardimento di Cosa Nostra: infatti, Salvatore Montalto, che era il vice di Salvatore Inzerillo (ucciso nella guerra di mafia) nella "famiglia" di Passo di Rigano, è stato nominato, proprio come premio per il suo tradimento, rappresentante della "famiglia" di Villabate.
Il mafioso, come si è accennato, non cessa mai di esserlo quali che siano le vicende della sua vita.
L'arresto e la detenzione non solo non spezzano i vincoli con Cosa Nostra ma, anzi, attivano quell'indiscussa solidarietà che lega gli appartenenti alla mafia: infatti gli "uomini d'onore" in condizioni finanziarie disagiate ed i loro familiari vengono aiutati e sostenuti, durante la detenzione, dalla "famiglia" di appartenenza; e spesso non si tratta di aiuto finanziario di poco conto, se si considera che, come è notorio, "l'uomo d'onore rifiuta il vitto del Governo" e, cioè, il cibo fornito dall'amministrazione carceraria, per quel senso di distacco e di disprezzo generalizzato che la mafia nutre verso lo Stato.
Unica conseguenza della detenzione, qualora a patirla sia un capo famiglia, è che questi, per tutta la durata della carcerazione, viene sostituito dal suo vice in tutte le decisioni, dato che, per la sua situazione contingente, non può essere in possesso di tutti gli elementi necessari per valutare adeguatamente una determinata situazione e prendere, quindi, una decisione ponderata. Il capo, comunque, continuando a mantenere i suoi collegamenti col mondo esterno, è sempre in grado di far sapere al suo vice il proprio punto di vista, che però non è vincolante, e, cessata la detenzione, ha il diritto di pretendere che il suo vice gli renda conto delle decisioni adottate.
Durante la detenzione è buona norma, anche se non assoluta, che l'uomo d'onore raggiunto da gravi elementi di reità non simuli la pazzia nel tentativo di sfuggire ad una condanna: un siffatto atteggiamento è indicativo della incapacità di assumersi le proprie responsabilità.
Adesso, però, sembra che questa regola non sia più seguita, e, comunque, che non venga in qualche modo sanzionata, ove si consideri che sono numerosi gli esempi di detenuti sicuramente uomini d'onore, che hanno simulato la pazzia (vedi in questo procedimento gli esempi di Giorgio Aglieri, Gerlando Alberti, Tommaso Spadaro, Antonino Marchese, Gaspare Mutolo, Vincenzo Sinagra "Tempesta").
Tutto ciò, a parere di Buscetta, è un ulteriore sintomo della degenerazione degli antichi princìpi di Cosa Nostra.
Anche il modello di comportamento in carcere dell'uomo d'onore, descritto da Buscetta, è radicalmente mutato negli ultimi tempi.
Ricorda infatti Tommaso Buscetta che in carcere gli "uomini d'onore" dovevano accantonare ogni contrasto ed evitare atteggiamenti di aperta rivolta nei confronti dell'autorità carceraria. Al riguardo, cita il suo stesso esempio: si era trovato a convivere all'Ucciardone, per tre anni, con Giuseppe Sirchia, vice di Cavataio ed autore materiale dell'omicidio di Bernardo Diana, il quale era vice del suo grande amico, Stefano Bontate; ma, benché non nutrisse sentimenti di simpatia nei confronti del suo compagno di detenzione, lo aveva trattato senza animosità, invitandolo perfino al pranzo natalizio.
Questa norma, però, non è più rispettata, come si evince dal fatto che Pietro Marchese, uomo d'onore della famiglia di Ciaculli, è stato ucciso il 25.2.1982 proprio all'interno dell'Ucciardone, su mandato della "commissione", da altri detenuti.
Unica deroga al principio della indissolubilità del legame con Cosa Nostra è la espulsione dell'uomo d'onore, decretata dal "capo famiglia" o, nei casi più gravi, dalla "commissione" a seguito di gravi violazioni del codice di Cosa Nostra, e che non di rado prelude all'uccisione del reo. L'uomo d'onore espulso, nel lessico mafioso, è "posato".
Ma neanche l'espulsione fa cessare del tutto il vincolo di appartenenza all'organizzazione, in quanto produce soltanto un effetto sospensivo che può risolversi anche con la reintegrazione dell'uomo d'onore.
Pertanto l'espulso continua ad essere obbligato all'osservanza delle regole di Cosa Nostra. Lo stesso Buscetta, a causa delle sue movimentate vicende familiari, era stato "posato" dal suo capo famiglia Giuseppe Calò, il quale poi gli aveva detto di non tenere conto di quella sanzione ed anzi gli aveva proposto di passare alle sue dirette dipendenze. Anche Gaetano Badalamenti, nel 1978, benché fosse capo di Cosa Nostra, era stato espulso dalla "commissione", per motivi definiti gravissimi, su cui però Buscetta non ha saputo (o voluto) dire nulla.
L'uomo d'onore posato non può trattenere rapporti con altri membri di Cosa Nostra, i quali sono tenuti addirittura a non rivolgergli la parola. E proprio basandosi su questa regola, Buscetta si era mostrato piuttosto scettico sulla possibilità che il Badalamenti, benché "posato", fosse coinvolto nel traffico di stupefacenti con altri uomini d'onore; sennonché, venuto a conoscenza delle prove obiettive acquisite dall'ufficio, si è dovuto ricredere ed ha commentato che "veramente il danaro ha corrotto tutto e tutti".
Anche la vicenda della espulsione di Buscetta da parte di Calò appare nebulosa.
Il Buscetta, infatti, aveva avuto comunicata la sua espulsione addirittura da Gaetano Badalamenti e durante la detenzione non aveva ricevuto, come d'uso per i "posati", alcun aiuto finanziario da parte della sua "famiglia"; per contro il suo capo famiglia Pippo Calò lo aveva esortato a non tenere conto di quanto andava dicendo quel "tragediaturi" di Badalamenti e si era scusato per la mancanza di aiuto finanziario, assumendo che non era stato informato; aveva notato inoltre che in carcere gli altri uomini d'onore intrattenevano con lui normali rapporti, come se nulla fosse accaduto.
Altra regola fondamentale di Cosa Nostra è l'assoluto divieto per l'"uomo d'onore" di fare ricorso alla giustizia statuale. Unica eccezione, secondo il Buscetta, riguarda i furti di veicoli, che possono essere denunziati alla polizia giudiziaria per evitare che l'uomo d'onore, titolare del veicolo rubato, possa venire coinvolto in eventuali fatti illeciti commessi con l'uso dello stesso; naturalmente, può essere denunciato soltanto il fatto obiettivo del furto, ma non l'autore.
Del divieto di denunciare i furti, vi è in atti un riscontro persino umoristico riguardante il capo della "commissione", Michele Greco. Carla De Marie, titolare di una boutique a Saint Vincent, era solita fornire alla moglie di Michele Greco capi di abbigliamento che spediva a Palermo, tramite servizio ferroviario, regolarmente assicurati contro il furto. Una volta, il pacco era stato sottratto ad opera di ignoti durante il trasporto, e la De Maria aveva più volte richiesto telefonicamente alla signora Greco di denunciare il furto, essendo ciò indispensabile perché la compagnia assicuratrice rifondesse il danno. Ebbene, la moglie di Michele Greco, dopo di avere reiteratamente fatto presente alla De Marie che il marito non aveva tempo per recarsi alla polizia per presentare la denunzia, aveva preferito pagare i capi di abbigliamento, nonostante che non li avesse mai ricevuti.


http://digilander.libero.it/inmemoria/strage_capaci.htm


Sono le 17,48 quando su una pista dell'aeroporto di Punta Raisi atterra un jet del Sisde, un aereo dei servizi segreti partito dall'aeroporto romano di Ciampino alle ore 16,40. Sopra c'è Giovanni Falcone con sua moglie Francesca. E sulla pista ci sono tre auto che lo aspettano. Una Croma marrone, una Croma bianca, una Croma azzurra. E' la sua scorta, erano stati raggruppati dal capo della mobile Arnaldo La Barbera.
Una squadra affiatatissima che aveva il compito di sorvegliare Falcone dopo il fallito attentato del 1989 davanti la villa del magistrato sul litorale dell'Addaura. La solita scorta con Antonio, Antonio Montinaro, agente scelto della squadra mobile che, appena vede il "suo" giudice scendere dalla scaletta, infila la mano destra sotto il giubbotto per controllare la pistola.
Tutto è a posto, non c'è bisogno di sirene, alle 17,50 il corteo blindato che trasporta il direttore generale degli Affari penali del ministero di Grazia e giustizia è sull'autostrada che va verso Palermo.
Tutto sembra tranquillo, ma così non è. Qualcuno sa che Falcone è appena sbarcato in Sicilia, qualcuno lo segue, qualcuno sa che dopo otto minuti la sua Croma passerà sopra quel pezzo di autostrada vicino alle cementerie.
La Croma marrone è davanti. Guida Vito Schifani, accanto c'è Antonio, dietro Rocco Di Cillo. E corre, la Croma marrone corre seguita da altre due Croma, quella bianca e quella azzurra. Sulla prima c'è il giudice che guida, accanto c'è Francesca Morvillo, sua moglie, anche lei magistrato. Dietro l'autista giudiziario, Giuseppe Costanza, dal 1984 con Falcone, che era solito guidare soltanto quando viaggiava insieme alla moglie. E altri tre sulla Croma azzurra, Paolo Capuzzo, Gaspare Cervello e Angelo Corbo. Un minuto, due minuti, la campagna siciliana, l'autostrada, l'aeroporto che si allontana, quattro minuti, cinque minuti.
Ore 17,59, autostrada Trapani-Palermo. Investita dall'esplosione la Croma marrone non c'è più. La Croma bianca è seriamente danneggiata, si salverà Giuseppe Costanza che sedeva sui sedili posteriori. La terza, quella azzurra, è un ammasso di ferri vecchi, ma dentro i tre agenti sono vivi, feriti ma vivi. Feriti come altri venti uomini e donne che erano dentro le auto che passavano in quel momento fra lo svincolo di Capaci e Isola delle Femmine.
Fu Buscetta a dirglielo: "L'avverto, signor giudice. Dopo quest'interrogatorio lei diventerà forse una celebrità, ma la sua vita sarà segnata. Cercheranno di distruggerla fisicamente e professionalmente. Non dimentichi che il conto con Cosa Nostra non si chiuderà mai. E' sempre del parere di interrogarmi?".
Giovanni Falcone, "Cose di Cosa Nostra" (Rizzoli, 1991): "Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande".


Il cratere causato dall'esplosione. La freccia indica la canalizzazione idrica in cui è stato inserito l'esplosivo.



La freccia indica il punto in cui è stata proiettata la Croma marrone, in cui viaggiavano gli agenti Montinaro, Di Cillo e Schifani.



I resti della Croma marrone.



La prima freccia a sinistra indica la vettura in cui viaggiavano il giudice Giovanni Falcone (alla guida), la moglie Francesca Morvillo e l'agente superstite Giuseppe Costanza.



L'auto guidata dal giudice Falcone.




I funerali del 25 maggio 1992.



Il magistrato Giuseppe Ayala.
25 maggio 1992: i funerali.



L'intervento del giudice Paolo Borsellino, anch'egli verrà ucciso dopo appena 57 giorni, il 19 luglio 1992.


La vedova Rosaria Schifani.


"Ma è certamente motivo, e lo sappiamo, di particolare sgomento l'avere appreso che il giudice Falcone si muoveva in via e con mezzi che dovevano rimanere coperti dal più sicuro riserbo.
Chi li conosceva?
Chi li ha rivelati ai nemici dei giudici?
Mandante ed esecutori."
(breve estratto dell'omelia del cardinale Pappalardo)

STRAGI (1997, di Pierluigi Vigna)

1. Delitti silenziosi e messaggi forti

La strage ha assunto, nella strategia di Cosa Nostra, un significato ed una portata del tutto particolari nel biennio 1992-1993.
Anche se la strage, sotto il profilo del diritto penale, ha un'univoca chiave di lettura - e cioè quella di un atto che, realizzato per uccidere una o più persone, è commesso con mezzi tali (ad esempio: autobombe, esplosioni di edifici o di tratti stradali) da porre in pericolo l'incolumità di un numero indeterminato di soggetti - diverse possono essere le motivazioni che la sottendono e le finalità che chi la compie si propone di conseguire.
Normalmente le organizzazioni criminali - e segnatamente Cosa Nostra - preferiscono delitti silenziosi (tipico lo strangolamento) che, da un lato, richiamano meno l'attenzione e consentono anche la distruzione del cadavere per occultare la prova del crimine, ma, dall'altro esprimono messaggi ben comprensibili nell'ambiente ove sono realizzati. Talvolta, peraltro, il gruppo criminale ha necessità di inviare un messaggio forte che rompa il silenzio dal quale usualmente preferisce circondarsi e nella valutazione costi-benefici, che anche ogni scelta delittuosa implica, i secondi sono considerati perseguibili solo con azioni clamorose.
Questo è avvenuto, nel 1992 - il 23 maggio ed il 19 luglio - con le stragi di Capaci e di via D'Amelio.

2. Falcone, Borsellino e la reazione al maxiprocesso

Qui l'obiettivo principale ed anzi esclusivo erano i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, anche se con loro persero la vita numerosi appartenenti alle Forze di Polizia. Si trattava di obiettivi che, con grande probabilità, avrebbero potuto essere annientati con diverse e meno appariscenti e tragiche modalità. Perché allora si vollero le stragi con la devastazione di un tratto di autostrada nell'un caso e di numerosi edifici ed abitazioni nell'altro? La risposta sta nel fine che si intendeva perseguire: non solo eliminare due nemici storici della mafia, ma affermare, con quelle stragi, la permanente potenza dell'associazione dopo la sconfitta subita a seguito del maxi-processo, definito, con irrevocabili sentenze di condanna, il 30 gennaio 1992.
A mio parere, a parte altri concorrenti scopi che con l'eliminazione di quei magistrati si volevano raggiungere, il ricorso, come mezzo di attuazione dei delitti, allo stragismo, rivela il fine di dimostrare, non solo agli uomini d'onore ed ai contigui, ma alla stessa società civile che le condanne del maxi-processo non avevano inciso sulla capacità operativa del gruppo. Un messaggio di vita diretto ai mafiosi, un messaggio di morte diretto a chi pensava che Cosa Nostra era vinta.
Agli uomini d'onore era stato assicurato, nel corso dei vari gradi di giudizio del primo maxi-processo, che questo, nell'uno o nell'altro di essi - probabilmente in appello, sicuramente in Cassazione - sarebbe stato aggiustato con esiti, pertanto, favorevoli per l'associazione criminale. Ma così non fu. Ed allora per provare la forza permanente dell'associazione, per ravvivare il sentimento d'appartenenza a questa - che è poi il cemento che la sorregge - Cosa Nostra doveva dimostrare la propria invincibilità non solo uccidendo due magistrati/simbolo, ma anche facendolo con mezzi e modalità clamorosi. Il messaggio di enorme efficienza doveva poi esser colto anche da chi, in quella sentenza del gennaio '92, aveva visto l'inizio del declino della mafia siciliana.

3. Le stragi in Italia del 1993

Il 1993 presenta, se possibile, uno scenario ancora più devastante e, questa volta, non più in Sicilia - luogo abituale delle azioni di Cosa Nostra - ma addirittura nel continente.
Alle ore 21.40 del 14 maggio, a Roma, in via Ruggero Fauro, esplodeva un' autobomba che doveva provocare la morte del giornalista Maurizio Costanzo, rimasto fortunatamente illeso.
Alle ore 1.02 del 27 maggio, nel centro di Firenze, esplodeva un' altra autobomba che cagionava il crollo di un'ala della Torre dei Pulci, con la sovrastante abitazione di una famiglia, i cui quattro componenti, fra i quali due bambini, decedevano all'istante. I vicini palazzi storici venivano sventrati e nell'incendio di uno di questi moriva uno studente. Risultavano danneggiati anche la galleria degli Uffizi, palazzo Vecchio, la Chiesa dei Santi Stefano e Cecilia al Ponte Vecchio e numerose opere d'arte conservate in quegli edifici venivano distrutte o deteriorate, fra cui quelle di Giotto, Rubens, Tiziano, Sebastiano del Piombo.
Alle ore 23.14 del 27 luglio, in via Palestro a Milano, davanti all'ingresso della Villa reale, esplodeva un'altra autobomba che uccideva cinque passanti e danneggiava gravemente vari edifici, fra i quali il Padiglione d'Arte Contemporanea con le opere in esso conservate e la Galleria d'Arte Moderna.
Alle ore 23.58 del 27 ed alle ore 00.02 del 28 luglio, a Roma, venivano fatte esplodere altre due autobombe: una in piazza S. Giovanni in Laterano e l'altra presso la Chiesa di San Giorgio al Velabro. Anche in questi casi ingenti furono i danni al patrimonio artistico e non solo a questo perché le esplosioni provocarono anche il ferimento di numerose persone.
Nelle stragi del 1993 - che dovevano proseguire con l'esplosione di un'autobomba allo Stadio Olimpico, in occasione di una partita di calcio, in danno di automezzi che trasportavano i Carabinieri che avevano svolto servizio di ordine pubblico ed a parte quella di via Fauro che doveva colpire un giornalista che aveva preso pubblica posizione contro la mafia - gli obiettivi furono ben diversi da quelli presi di mira nel 1992. Non più singole e ben individuate persone, ma direttamente lo Stato, colpito in alcune delle sue più rilevanti espressioni artistiche, culturali e religiose. In tal modo l'azione di Cosa Nostra assume valenze e significati sicuramente terroristico-eversivi.
Attraverso il programma di stragi realizzato in quell'anno l'associazione mafiosa voleva perseguire finalità politiche sostituendo al metodo democratico, quello fondato sull'intimidazione.
Emerge infatti con certezza, dalle indagini svolte, che, con quelle azioni, si volevano costringere le Istituzioni ad un disimpegno nella repressione di Cosa Nostra, azzerando la politica legislativa antimafia espressa dopo le stragi del 1992.
Dunque: non più regime speciale per i detenuti mafiosi, non più protezione dei collaboratori di giustizia ed utilizzazione delle loro dichiarazioni.

4. Un potere criminale integrato

L'indagine svolta sulle stragi del 1993 ha consentito di individuare coloro che materialmente ebbero a compierle e coloro che, dall'interno di Cosa Nostra, le progettarono.
Lo stesso è avvenuto per la strage di Capaci e per quella di via D'Amelio.
Tuttavia le procure della Repubblica che hanno indagato sull'una e sull'altra "serie stragista" non hanno ritenuto chiuse le loro investigazioni: una pluralità di sintomi induce infatti a prospettare un ulteriore percorso di indagine volto a verificare la concretezza dell'ipotesi investigativa, suggerita appunto da quei sintomi, secondo cui di tali fatti possano esser stati ispiratori "mandanti dal volto coperto" estranei, cioè, all'organizzazione mafiosa Cosa Nostra, ma mossi da interessi con essa convergenti ed anch'essi appagabili con la strategia attuata da tale associazione.
Si tratterà di stabilire, al termine del cammino investigativo già iniziato, ma seminato di difficoltà di vario tipo e spessore, se le tracce si saranno trasformate in orme o, meglio ancora, in impronte digitali.
In tale prospettiva va rilevato che Cosa Nostra, cui sempre più sono collegate 'Ndrangheta e Camorra, le altre storiche associazioni mafiose, è divenuta compartecipe di un progetto disegnato e gestito insieme ad un potere criminale diverso e più articolato, dando vita a quello che ben può definirsi "potere criminale integrato".
Lo scenario criminale delineato sullo sfondo degli ultimi attentati ha infatti posto in evidenza da un lato - come si è già avuto modo di rilevare - l'interesse alla loro esecuzione da parte della mafia e dall'altro la certezza di una presenza operativa di Cosa Nostra: ma è la sapienza della regia delle stragi a segnalare la novità.

5. Oltre Cosa Nostra

Gli investigatori hanno notato che le sottili valutazioni sugli effetti di una campagna terroristica e lo sfruttamento del conseguente condizionamento psicologico non sembrano il semplice frutto della mente di un criminale comune, sia pure mafioso: si riconosce in queste operazioni di analisi e di valutazione una dimestichezza con le dinamiche del terrorismo e con i meccanismi delle comunicazioni di massa ed anche una capacità di sondare gli ambienti politici e di interpretarne i segnali. Si potrebbe pensare ad una aggregazione di tipo orizzontale, in cui ciascuno dei componenti è portatore di interessi particolari perseguibili nell'ambito di un progetto più complesso nel quale convergano finalità diverse.
La stessa svolta della risposta giudiziaria, sia sul versante della repressione delle associazioni di tipo mafioso che su quello della corruzione, con i ben noti effetti dirompenti sull'apparato dei partiti, può aver determinato una coincidenza degli interessi di Cosa Nostra con quelli di altri settori investiti dalle indagini: settori della politica corrotta e dell'eversione di destra; logge massoniche coperte; imprenditori e finanzieri d'avventura collusi; pezzi o reticoli di funzionari dello Stato infedeli.
Se questi nodi saranno sciolti, il nostro Paese avrà compiuti passi di decisiva importanza per una sempre più radicata affermazione della democrazia.

Piero Luigi Vigna nasce il 1° agosto 1933 in provincia di Firenze.
Entra in Magistratura nel 1959. Dapprima Pretore a Firenze e Milano, dal 1965 ha svolto le funzioni di procuratore della Repubblica (prima sostituto, poi procuratore aggiunto ed infine - dal 1991 - procuratore capo con funzioni di procuratore distrettuale antimafia) presso la procura della Repubblica di Firenze.
Dal 14 gennaio 1997 è Procuratore Nazionale Antimafia.
Ha diretto numerose indagini sul terrorismo di estrema destra e sinistra; sui sequestri di persona a scopo di estorsione, sul traffico - anche internazionale - di sostanze stupefacenti; su associazioni per delinquere anche di tipo mafioso; sulla criminalità mafiosa russa; sulla strage del treno rapido 904 Napoli-Milano del 23/12/84 (per la quale furono condannati esponenti di Cosa Nostra); sulla stragi mafiose verificatesi a Roma, Firenze e Milano nel biennio 1993/94.

torna ad inizio pagina

THE WINNER IS COSA NOSTRA

18:55  
Anonymous dario trivelli said...

maurizio costanzo = m.e.r.d.a.

maria de filippi = m.e.r.d.a.

teo mammuccari = m.e.r.d.a.

trinità della = m.e.r.d.a.


Teo Mammucari - pseudonimo di Teodoro Mammuccari (Roma, 12 agosto 1964) è un conduttore televisivo italiano.

Mammucari si è fatto conoscere come "Iena" nel programma di Italia 1 nel 1997 Le Iene, ma il maggior successo gli verrà assicurato con il programma comico-satirico Libero basato sugli scherzi telefonici, su Rai Due nella stagione 2003. Ha anche condotto il Seven Show su Europa 7 nel 1999.

Nel 2001 ha recitato nel film Streghe verso Nord.

Nell'estate del 2002 e del 2004 ha condotto il programma televisivo Veline, per la selezione di ragazze (le "veline") idonee alla partecipazione al programma Striscia la notizia. Nell'estate del 2003 ha anche condotto il programma televisivo Velone.

Nel 2005 conduce in seconda serata su Canale 5 Mio fratello è Pakistano. Nel marzo 2006 ha iniziato a condurre Distraction, un programma a quiz in cui i concorrenti sono sottoposti a numerose ed estreme distrazioni, mentre cercano di rispondere alle diverse domande.

Da giugno a settembre 2006 ha condotto Cultura moderna assieme alla brasiliana Juliana Moreira; il programma, nato per sostituire Striscia la notizia nel periodo estivo, ha continuato anche nel periodo invernale la domenica allo stesso orario di Striscia. Dal 31 gennaio al 21 febbraio 2007 ha presentato sempre su Canale 5 il programma Cultura Moderna Slurp versione serale di Cultura moderna.

È un devoto di San Padre Pio da Pietrelcina[citazione necessaria]; nel 2006 ha avuto una relazione sentimentale con la bionda velina Thais Souza Wiggers di Striscia la Notizia, oltre a quella più nota con Samantha De Grenet.

Nell'estate 2007 conduce la versione estiva di Cultura moderna assieme a Juliana Moreira e a Lydie Pages.


Altri progetti [modifica]



da quando è devoto di san pio da pietralcina?
va sulla sedia elettrica questo massone figlio di puttana vero arnold?

www.schwarzenegger.com

http://it.wikipedia.org/wiki/Maria_De_Filippi


Figlia di un farmacista e di una professoressa di greco, dopo il diploma liceale si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza, dove si laurea specializzandosi in Scienza delle Finanze e tentando la carriera in Magistratura.

Collabora per due anni con l'Istituto per la Ricerca Sociale (IRS) e successivamente si occupa dell'ufficio legale di una grossa società produttrice di videocassette.

Nel 1989, durante un convegno contro la pirateria, organizzato a Venezia dalla società per cui lavora, Maria conosce Maurizio Costanzo, invitato al congresso come moderatore, il quale, dopo alcuni mesi, le offre la possibilità di collaborare per la Simco, società di immagine e comunicazione. Diventa anche assistente di Costanzo, sinché viene ufficializzato il fidanzamento tra i due.

Nel 1993 debutta come conduttrice televisiva in Amici, alla sua seconda edizione. L'anno seguente presenta la trasmissione in prima serata con il titolo Amici di Sera. Diventa anche co-autrice delle due trasmissioni, insieme ad Alberto Silvestri, e in libreria esce, per la casa editrice Mondadori, Amici(1997), in cui vengono raccolte le storie e le esperienze dei protagonisti ospiti nella trasmissione. Il libro raggiunge sette edizioni e viene seguito, sempre per Mondadori, da Amici di Sera (1998).

Nell'estate 1995 sposa Costanzo: il matrimonio è celebrato al comune di Roma dall'allora sindaco Francesco Rutelli.

Dal 1996 inizia a condurre Uomini e Donne, in onda dal lunedì al venerdì, in cui sono trattati i conflitti tra marito e moglie.

Il 1997 è l'anno di Accadde Domani, Uomini e Donne, Amici e di un successo confermato dal terzo Telegatto, assegnatole in quanto "Personaggio femminile dell'anno".

Nel 1998 conduce Missione Impossibile, di cui saranno trasmesse solo poche puntate, e nello stesso anno la storica trasmissione Amici, dopo essere stata spostata da Canale 5 ad Italia 1, viene conclusa definitivamente, il giorno 6 giugno. Le arriva la proposta di interpretare il ruolo della Dottoressa Giò nell'omonimo serial-tv.

Nel 1999 presenta Coppie e gli speciali Coppie - Monica Lewinsky (in onda il 14 aprile) e Coppie - Ciao amore (in onda il 9 giugno). Il primo speciale, registrato negli studi televisivi britannici, poche settimane dopo l'uscita del libro Monica's story, vede intervistata la giovane stagista della Casa Bianca, diventata famosa per la relazione sentimentale con l'allora Presidente degli USA Bill Clinton. Il secondo speciale è invece dedicato ai familiari dei militari e volontari italiani, cui viene data l'opportunità di rivedere e riparlare con i propri cari in collegamento dal Kosovo. In quel periodo, nella Repubblica Federale di Jugoslavia, stava concludendosi l'operazione Allied Force.

Conclusa la stagione televisiva, nell'estate del 1999, la De Filippi propone una puntata "prova" di Colpo di scena. Gli ascolti non la premiano e la trasmissione non va in onda. Nel 2000 De Filippi apporta alcune modifiche a Uomini e Donne, giunto alla quinta stagione consecutiva, dando più spazio alle storie raccontate dai protagonisti. Nello stesso anno a gennaio inizia C'è posta per te. Autori del programma, insieme alla De Filippi, sono Salvatore De Pasquale e Alberto Silvestri. Maria, avvalendosi dell'aiuto di "postini" muniti di bicicletta, recapita messaggi, o meglio "inviti al buio", in tutt'Italia. Il programma ottiene un certo successo e la messa in onda viene spostata dalla serata del mercoledì a quella del venerdì fino a diventare, in seguito, show del sabato sera di Canale 5.

Nel 2001 C'è posta... perde uno dei suoi autori e Maria uno dei suoi più cari amici e collaboratori, Alberto Silvestri, ma il gradimento da parte del pubblico è rinnovato.

Continua la collaborazione con Franca Di Gangi e Vanessa Collini nel talk pomeridiano a cui approdano il primo tronista e le sue corteggiatrici. Tra queste ultime si fa notare Marilyn, alias Tina Cipollari, che porterà sotto i riflettori il tanto criticato personaggio della vamp, di cui parlerà, in prima pagina, anche il quotidiano economico inglese Financial Times.

Contemporaneamente, arriva su Italia 1 una nuova trasmissione firmata De Filippi: l'Accademia di "Saranno Famosi", un una sorta di High School Of the Performing Arts in cui la vita degli studenti, tra lezioni, esibizioni e ore di relax, viene ripresa dalle telecamere, mettendo in luce difficoltà, competizione e rivalità. La conduzione del Talent Show, affidata inizialmente al giovane Daniele Bossari, passerà dopo alcuni mesi alla De Filippi, che ne farà un programma di successo.



Telegatti [modifica]
1995: Telegatto con la trasmissione Amici
1996: Telegatto con Amici di Sera (categoria "Intrattenimento con ospiti")
1997: Telegatto, come "personaggio femminile dell'anno".
1998: Telegatto
2000: Telegatto con C'è posta per te (categoria "Talk Show").
2001: Telegatto con C'è posta per te
2002: 2 Telegatti con Accademia di "Saranno Famosi" (categorie: "Reality Show" e "Trasmissione dell'anno")

Curiosità [modifica]
Ha adottato un ragazzo adolescente, Gabriele, con il marito Costanzo, nel 2004
Insistenti gossip hanno riportato più volte la notizia di una sua presunta relazione con Paola Barale, notizia tuttavia smentita in varie dichiarazioni ed interviste.



mariadefilippi=m.e.r.d.a.

vero arnold?

www.schwarzenegger.com

Maurizio Costanzo (Pescara, 28 agosto 1938) è un giornalista, conduttore televisivo, sceneggiatore e regista italiano.

Biografia [modifica]
Di genitori ortonesi frequenta il liceo classico "Giulio Cesare" di Roma, sposato prima con Lori Sammartino, poi con Flaminia Morandi dalla quale avrà due figli, Camilla e Saverio, dopo una convivenza con Simona Izzo, e un terzo breve matrimonio con la conduttrice Marta Flavi, il 28 agosto 1995 si sposa per la quarta volta con Maria De Filippi, conosciuta cinque anni prima, che lavora come presentatrice di alcuni talk show su Canale 5.


La carriera [modifica]
Inizia la sua carriera nel 1957 come cronista nel quotidiano romano Paese Sera e dopo pochi anni diventa caporedattore della rivista Grazia.

Nel 1963 debutta come autore radiofonico per uno spettacolo affidatogli da Luciano Rispoli - allora caposervizio del varietà a Radio RAI - dal titolo Canzoni e nuvole, condotto da Nunzio Filogamo.

Verso la fine degli anni settanta, appare in numerosi spettacoli televisivi improntati ad un genere allora agli albori, quello del 'talk show (Bontà loro, Acquario); esperienza che lo porta a ideare il suo spettacolo più famoso, il Maurizio Costanzo Show. Talk show, registrato al teatro Parioli di Roma di cui Costanzo è direttore artistico.

Contemporaneamente, assume nel 1978 la direzione de La Domenica del Corriere e nell'autunno del 1979 del giornale scandalistico L'occhio (edito dalla Rizzoli). La testata, promotrice di una campagna a favore della pena di morte viene posta sotto sequestro dal magistrato Giovanni D'Urso. Il giornale fallisce nel 1981.

La poliedricità di Costanzo si manifesta anche in alcune sue trasmissioni televisive a carattere maggiormente "popolare" come il programma domenicale Buona Domenica, che inizialmente conduce alternandosi con Corrado (dal gennaio 1985) e poi da solo come conduttore principale fino all'edizione 1986/1987. Vi fa ritorno nel 1996 e ci rimane per 10 anni. Nelle ultime edizioni da lui presiedute diventano ospiti fissi soubrette, protagonisti di reality show e del gossip: tali presenze saranno confermate con il passaggio della conduzione del programma a Paola Perego, nel 2006. Scrive per il quotidiano Il Messaggero, per i settimanali Gente e Panorama.

Nel 2004 pubblica un libro edito da Mondadori, Chi mi credo di essere, nel quale si confessa apertamente su svariati temi anche relativi al suo passato con la collaborazione del giornalista Giancarlo Dotto. Nel 2006 vede la luce E che sarà mai?.

Direttore artistico di Canale 5, riveste importanti cariche presso la società Mediaset e intrattiene anche rapporti di consulenza con la rete TV LA7.

È stato autore di diverse opere teatrali, fra le quali Cielo, mio marito! (scritta con Marcello Marchesi); sceneggiatore di molti film; co-ideatore del personaggio Fracchia, interpretato da Paolo Villaggio; autore del testo della famosa canzone Se telefonando insieme a Ghigo De Chiara, con la musica di Ennio Morricone, portata al successo da Mina. Nel 1977 partecipò alla stesura della sceneggiatura del film di Ettore Scola, Una giornata particolare. Nel 1978 dirige anche un film, l'ironico Melodrammore, ultimo film di Amedeo Nazzari.

A febbraio 2005 chiude il Maurizio Costanzo Show per protesta contro lo sforamento dei programmi di prima serata che lo costringevano ad andare in onda a tarda notte. Con il programma mattutino Tutte le mattine, iniziato nel 2004, Costanzo unisce il talk show all'attualità. Il Maurizio Costanzo Show riprende il 16 settembre 2005 sul digitale terrestre Mediaset.

Da settembre 2006 Tutte le mattine si trasforma: diventa pomeridiano, viene introdotto il pubblico e il nome cambia in Buon Pomeriggio, già titolo di un suo fortunato programma radiofonico degli anni settanta condotto in coppia con Dina Luce. Lasciata Buona domenica, Costanzo si riserva la fascia preserale domenicale con Conversando, programma di interviste e attualità. È presente su Italia 1 con Altrove - Liberi di sperare, trasmissione dedicata alla vita nelle carceri. Infine su Rete 4 cura una rubrica intitolata Il grande cinema italiano dove vengono presentati famose pellicole italiane del passato che vengono poi trasmesse.

A gennaio 2007 conclude il programma Conversando per riproporre il Maurizio Costanzo Show, ogni giovedì sempre su Canale 5. Da aprile 2007 conduce su Rai Radio Uno la trasmissione L' uomo della notte dalle 00.20 circa all' una, alternando telefonate, musica e riflessioni su temi d' attualità.


L'attività politica e massonica [modifica]
Nel 1980, direttore del neonato telegiornale Contatto (primo notiziario nazionale non RAI in onda sull'emittente della Rizzoli PIN - Primarete Indipendente), viene coinvolto nello scandalo del ritrovamento della lista degli aderenti alla loggia massonica P2. La sua tessera è la numero 1819 (il suo fascicolo il numero 626). Inizialmente nega con decisione l'appartenenza alla loggia (sebbene solo pochi mesi prima avesse fatto sensazione una sua intervista a Licio Gelli, pubblicata sul Corriere della Sera), poi sostiene di essere stato iscritto a sua insaputa, infine ammette la sua partecipazione in un'intervista televisiva a Giampaolo Pansa.

Nel 1986, nonostante le sue precedenti simpatie per il PCI, si candida per il Partito Radicale.


L'impegno contro la mafia [modifica]
Amico del giudice Giovanni Falcone, ospite alle sue trasmissioni, Costanzo si impegna come uomo e giornalista nella lotta alla mafia. In seguito all'omicidio di Libero Grassi, appena un mese dopo, Costanzo e Michele Santoro realizzano una maratona Rai-Fininvest contro la mafia. Memorabile rimane la scena in cui Costanzo brucia in diretta una maglietta con scritto "Mafia made in Italy"

Per questo suo impegno è vittima, il 14 Maggio 1993, di un attentato mafioso: un'auto-bomba esplode in via Ruggiero Fauro (vicino al teatro Parioli) al passaggio di un'automobile, con a bordo Maurizio Costanzo e Maria De Filippi, che dopo la registrazione del Maurizio Costanzo Show, stanno facendo ritorno a casa. Fortunatamente non ci sono vittime, si riscontrano lievi ferite a due agenti privati della scorta. Un altra ipotesi aggiuntiva, sulla motivazione dell'attentato mafioso, sostiene fosse stato deciso inoltre per via dell'opposizione all ingresso in politica della fininvest di Silvio Berlusconi,da parte di Costanzo stesso.

Il periodo dell'attentato a Costanzo è quello dell'escalation della mafia degli anni '90: gli omicidi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la bomba a Firenze agli Uffizi.

Da marzo 2005 conduce una serie di speciali contro la mafia su Canale 5 all'interno di Diario.


Altre attività [modifica]
Costanzo possiede aziende specializzate nella comunicazione e nell'immagine ed opera per conto di aziende e personaggi pubblici (ha curato, tra gli altri, l'immagine dell'ex Presidente della Camera dei Deputati, Irene Pivetti e del politico Massimo D'Alema).

Assieme alla moglie Maria De Filippi ha creato una società di produzione, la Fascino, che produce i programmi della coppia.

Nel giugno del 2007 ha suscitato scalpore la notizia (riferita dal quotidiano Il Giornale) secondo cui al presentatore sono stati versati dalla Telecom ben sette milioni di euro per le sue attività di consulenza. La scoperta, fatta dalla Guardia di Finanza nell'ambito delle indagini condotte sulle spese sostenute dal gruppo telefonico, è stata confermata dallo stesso Costanzo, il quale continua a sostenere l'assoluta regolarità di queste operazioni. Le Fiamme Gialle non hanno tuttavia trovato alcuna traccia delle prestazioni professionali che avrebbero dovuto giustificare simili esborsi.

Curiosità [modifica]
Le trasmissioni Bontà loro del 1976, Acquario del 1978, Grand'Italia del 1979 sulla RAI e la prima edizione del Maurizio Costanzo Show su Rete4 nel 1982 sono state realizzate negli studi e teatri di posa di Piazzale Clodio a Roma dove poi succesivamente sono stati realizzati programmi come Il pranzo è servito dal 1984 al 1988 e dal 1991 al 1992, Zig Zag dal 1984 al 1986 e Agenzia Matrimoniale dal 1989 al 1994. Oggi questi studi sono stati dismessi e adesso al loro posto c'è un supermercato.
Nonostante Costanzo venga chiamato con l'appellativo di dottore, non si è mai laureato.Ha dichiarato al settimanale «Epoca» il 30 novembre del 1993. «Mi sono diplomato soltanto e invece di andare all'Università mi misi a fare il giornalista a "Paese Sera". Ero volontario, come si diceva allora. Cioè lavoravo e non pigliavo una lira».1 É in ogni caso docente di Teoria e tecniche del linguaggio televisivo presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma.
Ha curato la prefazione del libro sulla vita di Costantino Vitagliano, "Costantino Desnudo"
Nel 2004 ha adottato un ragazzo adolescente, Gabriele, con la moglie Maria De Filippi




maurizio costanzo = m.e.r.d.a.

maria de filippi = m.e.r.d.a.

teo mammuccari = m.e.r.d.a.

trinità della = m.e.r.d.a.






COSA NE PENSA arnold schwarzenegger?



www.schwarzenegger.com

23:04  
Anonymous dario trivelli said...

se vince sempre il 2:

laura chiatti e laura antonelli...

http://www.skylife.it/showactor.do?id=1301

http://www.beautys-magazine.com/gossip/il_ritocchino.htm

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/07_Luglio/20/lifting.shtml






http://it.wikipedia.org/wiki/Laura_Antonelli

Laura Antonelli
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: Navigazione, cerca
Laura Antonelli (al secolo Laura Antonaz) (Pola, 28 novembre 1941) è un'attrice italiana.


Biografia [modifica]
Compie i suoi studi a Napoli, dove sembra attenderla un futuro da insegnante di educazione fisica.

Gira alcuni caroselli per la Coca Cola ed esordisce nel cinema nel 1965 con il film Le sedicenni, ricopre ruoli secondari in alcuni film e inizia a lavorare in pellicole erotiche come nel 1969 in Venere in Pelliccia di Massimo Dallamano alias Max Dillman, ispirato al romanzo di Leopold von Masoch, censurato e riproposto in seguito.

Raggiunge la notorietà nel 1971 con il film di Pasquale Festa Campanile Il merlo maschio accanto a Lando Buzzanca. Nel 1973 entra prepotentemente nell'immaginario erotico degli italiani con il ruolo della sensuale cameriera di Malizia di Salvatore Samperi, accanto a Turi Ferro ed al giovanissimo e promettente Alessandro Momo (che, purtroppo, morirà poco più di un anno dopo in un tragico incidente stradale). La scena in cui sale le scale per togliere la polvere mostrando le gambe con la vestaglia e le calze con la riga nera rappresenta un'icona dell'erotismo italiano anni '70.

Il film è campione di incassi e per Laura Antonelli si spalancano le porte della celebrità tra feste, viaggi e bella vita; la stampa la definisce "un volto d'angelo su un corpo da peccatrice".


Laura Antonelli con Turi Ferro in Malizia (1973), del regista Salvatore Samperi
Nel frattempo l'attrice alterna interpretazioni per registi come Trappola per un lupo di Claude Chabrol, dove conosce Jean-Paul Belmondo con il quale avrà una chiaccherata e turbolenta relazione, Sessomatto di Dino Risi e Mio Dio come sono caduta in basso di Luigi Comencini, a film erotici, come Peccato Veniale sempre di Salvatore Samperi (quest'ultimo ricordato, soprattutto, per una scena di nudo integrale interpretata dalla Antonelli, della durata di ben sette minuti, un'eternità per quell'epoca).

Nel 1976 inizia a lavorare con registi che svelano il lato nascosto e torbido, spesso nascosto dalla fisicità, con il personaggio di Giuliana ne L'innocente di Luchino Visconti e nel 1977 in Gran bollito di Mauro Bolognini.

In seguito lavora principalmente in commedie come in Il malato immaginario di Tonino Cervi con Alberto Sordi (1979) e in Passione d'amore di Ettore Scola (1981).

Intanto prosegue anche nel filone erotico, sempre diretta da Samperi in Casta e Pura del 1981 che non riesce però a ottenere il successo di Malizia.

Per tutti gli anni Ottanta lavora in film comici o sexy al fianco di Paolo Villaggio e Renato Pozzetto in Grandi Magazzini e con Diego Abatantuono in Viuuulentemente mia del 1982.

Nel 1991, ancora col regista Salvatore Samperi, gira il sequel Malizia 2000: nonostante l'attrice cinquantenne sia ancora in forma smagliante, il film non ottiene il successo sperato.

In quell'anno vengono però ritrovati nella villa dell'attrice 36 grammi di cocaina: Laura Antonelli è arrestata e mandata in carcere, per poi venire assolta in appello solo 10 anni dopo.

Inoltre, a seguito di alcuni interventi di chirurgia estetica sbagliati dai quali ne uscirà irrimediabilmente sfigurata, unitamente alle pregresse vicende giudiziarie, l'attrice è praticamente costretta ad abbandonare definitivamente le scene




vero arnold?


cosa ne pensa arnold schwarzenegger?

www.schwarzenegger.com

23:05  
Anonymous dario trivelli said...

maurizio costanzo = m.e.r.d.a.

maria de filippi = m.e.r.d.a.

teo mammuccari = m.e.r.d.a.

trinit� della = m.e.r.d.a.


Teo Mammucari - pseudonimo di Teodoro Mammuccari (Roma, 12 agosto 1964) � un conduttore televisivo italiano.

Mammucari si � fatto conoscere come "Iena" nel programma di Italia 1 nel 1997 Le Iene, ma il maggior successo gli verr� assicurato con il programma comico-satirico Libero basato sugli scherzi telefonici, su Rai Due nella stagione 2003. Ha anche condotto il Seven Show su Europa 7 nel 1999.

Nel 2001 ha recitato nel film Streghe verso Nord.

Nell'estate del 2002 e del 2004 ha condotto il programma televisivo Veline, per la selezione di ragazze (le "veline") idonee alla partecipazione al programma Striscia la notizia. Nell'estate del 2003 ha anche condotto il programma televisivo Velone.

Nel 2005 conduce in seconda serata su Canale 5 Mio fratello � Pakistano. Nel marzo 2006 ha iniziato a condurre Distraction, un programma a quiz in cui i concorrenti sono sottoposti a numerose ed estreme distrazioni, mentre cercano di rispondere alle diverse domande.

Da giugno a settembre 2006 ha condotto Cultura moderna assieme alla brasiliana Juliana Moreira; il programma, nato per sostituire Striscia la notizia nel periodo estivo, ha continuato anche nel periodo invernale la domenica allo stesso orario di Striscia. Dal 31 gennaio al 21 febbraio 2007 ha presentato sempre su Canale 5 il programma Cultura Moderna Slurp versione serale di Cultura moderna.

� un devoto di San Padre Pio da Pietrelcina[citazione necessaria]; nel 2006 ha avuto una relazione sentimentale con la bionda velina Thais Souza Wiggers di Striscia la Notizia, oltre a quella pi� nota con Samantha De Grenet.

Nell'estate 2007 conduce la versione estiva di Cultura moderna assieme a Juliana Moreira e a Lydie Pages.


Altri progetti [modifica]



da quando � devoto di san pio da pietralcina?
va sulla sedia elettrica questo massone figlio di puttana vero arnold?

www.schwarzenegger.com

http://it.wikipedia.org/wiki/Maria_De_Filippi


Figlia di un farmacista e di una professoressa di greco, dopo il diploma liceale si iscrive alla facolt� di Giurisprudenza, dove si laurea specializzandosi in Scienza delle Finanze e tentando la carriera in Magistratura.

Collabora per due anni con l'Istituto per la Ricerca Sociale (IRS) e successivamente si occupa dell'ufficio legale di una grossa societ� produttrice di videocassette.

Nel 1989, durante un convegno contro la pirateria, organizzato a Venezia dalla societ� per cui lavora, Maria conosce Maurizio Costanzo, invitato al congresso come moderatore, il quale, dopo alcuni mesi, le offre la possibilit� di collaborare per la Simco, societ� di immagine e comunicazione. Diventa anche assistente di Costanzo, sinch� viene ufficializzato il fidanzamento tra i due.

Nel 1993 debutta come conduttrice televisiva in Amici, alla sua seconda edizione. L'anno seguente presenta la trasmissione in prima serata con il titolo Amici di Sera. Diventa anche co-autrice delle due trasmissioni, insieme ad Alberto Silvestri, e in libreria esce, per la casa editrice Mondadori, Amici(1997), in cui vengono raccolte le storie e le esperienze dei protagonisti ospiti nella trasmissione. Il libro raggiunge sette edizioni e viene seguito, sempre per Mondadori, da Amici di Sera (1998).

Nell'estate 1995 sposa Costanzo: il matrimonio � celebrato al comune di Roma dall'allora sindaco Francesco Rutelli.

Dal 1996 inizia a condurre Uomini e Donne, in onda dal luned� al venerd� in cui sono trattati i conflitti tra marito e moglie.

Il 1997 � l'anno di Accadde Domani, Uomini e Donne, Amici e di un successo confermato dal terzo Telegatto, assegnatole in quanto "Personaggio femminile dell'anno".

Nel 1998 conduce Missione Impossibile, di cui saranno trasmesse solo poche puntate, e nello stesso anno la storica trasmissione Amici, dopo essere stata spostata da Canale 5 ad Italia 1, viene conclusa definitivamente, il giorno 6 giugno. Le arriva la proposta di interpretare il ruolo della Dottoressa Gi� nell'omonimo serial-tv.

Nel 1999 presenta Coppie e gli speciali Coppie - Monica Lewinsky (in onda il 14 aprile) e Coppie - Ciao amore (in onda il 9 giugno). Il primo speciale, registrato negli studi televisivi britannici, poche settimane dopo l'uscita del libro Monica's story, vede intervistata la giovane stagista della Casa Bianca, diventata famosa per la relazione sentimentale con l'allora Presidente degli USA Bill Clinton. Il secondo speciale � invece dedicato ai familiari dei militari e volontari italiani, cui viene data l'opportunit� di rivedere e riparlare con i propri cari in collegamento dal Kosovo. In quel periodo, nella Repubblica Federale di Jugoslavia, stava concludendosi l'operazione Allied Force.

Conclusa la stagione televisiva, nell'estate del 1999, la De Filippi propone una puntata "prova" di Colpo di scena. Gli ascolti non la premiano e la trasmissione non va in onda. Nel 2000 De Filippi apporta alcune modifiche a Uomini e Donne, giunto alla quinta stagione consecutiva, dando pi� spazio alle storie raccontate dai protagonisti. Nello stesso anno a gennaio inizia C'� posta per te. Autori del programma, insieme alla De Filippi, sono Salvatore De Pasquale e Alberto Silvestri. Maria, avvalendosi dell'aiuto di "postini" muniti di bicicletta, recapita messaggi, o meglio "inviti al buio", in tutt'Italia. Il programma ottiene un certo successo e la messa in onda viene spostata dalla serata del mercoled� a quella del venerd� fino a diventare, in seguito, show del sabato sera di Canale 5.

Nel 2001 C'� posta... perde uno dei suoi autori e Maria uno dei suoi pi� cari amici e collaboratori, Alberto Silvestri, ma il gradimento da parte del pubblico � rinnovato.

Continua la collaborazione con Franca Di Gangi e Vanessa Collini nel talk pomeridiano a cui approdano il primo tronista e le sue corteggiatrici. Tra queste ultime si fa notare Marilyn, alias Tina Cipollari, che porter� sotto i riflettori il tanto criticato personaggio della vamp, di cui parler� in prima pagina, anche il quotidiano economico inglese Financial Times.

Contemporaneamente, arriva su Italia 1 una nuova trasmissione firmata De Filippi: l'Accademia di "Saranno Famosi", un una sorta di High School Of the Performing Arts in cui la vita degli studenti, tra lezioni, esibizioni e ore di relax, viene ripresa dalle telecamere, mettendo in luce difficolt� competizione e rivalit�. La conduzione del Talent Show, affidata inizialmente al giovane Daniele Bossari, passer� dopo alcuni mesi alla De Filippi, che ne far� un programma di successo.



Telegatti [modifica]
1995: Telegatto con la trasmissione Amici
1996: Telegatto con Amici di Sera (categoria "Intrattenimento con ospiti")
1997: Telegatto, come "personaggio femminile dell'anno".
1998: Telegatto
2000: Telegatto con C'� posta per te (categoria "Talk Show").
2001: Telegatto con C'� posta per te
2002: 2 Telegatti con Accademia di "Saranno Famosi" (categorie: "Reality Show" e "Trasmissione dell'anno")

Curiosit� [modifica]
Ha adottato un ragazzo adolescente, Gabriele, con il marito Costanzo, nel 2004
Insistenti gossip hanno riportato pi� volte la notizia di una sua presunta relazione con Paola Barale, notizia tuttavia smentita in varie dichiarazioni ed interviste.



mariadefilippi=m.e.r.d.a.

vero arnold?

www.schwarzenegger.com

Maurizio Costanzo (Pescara, 28 agosto 1938) � un giornalista, conduttore televisivo, sceneggiatore e regista italiano.

Biografia [modifica]
Di genitori ortonesi frequenta il liceo classico "Giulio Cesare" di Roma, sposato prima con Lori Sammartino, poi con Flaminia Morandi dalla quale avr� due figli, Camilla e Saverio, dopo una convivenza con Simona Izzo, e un terzo breve matrimonio con la conduttrice Marta Flavi, il 28 agosto 1995 si sposa per la quarta volta con Maria De Filippi, conosciuta cinque anni prima, che lavora come presentatrice di alcuni talk show su Canale 5.


La carriera [modifica]
Inizia la sua carriera nel 1957 come cronista nel quotidiano romano Paese Sera e dopo pochi anni diventa caporedattore della rivista Grazia.

Nel 1963 debutta come autore radiofonico per uno spettacolo affidatogli da Luciano Rispoli - allora caposervizio del variet� a Radio RAI - dal titolo Canzoni e nuvole, condotto da Nunzio Filogamo.

Verso la fine degli anni settanta, appare in numerosi spettacoli televisivi improntati ad un genere allora agli albori, quello del 'talk show (Bont� loro, Acquario); esperienza che lo porta a ideare il suo spettacolo pi� famoso, il Maurizio Costanzo Show. Talk show, registrato al teatro Parioli di Roma di cui Costanzo � direttore artistico.

Contemporaneamente, assume nel 1978 la direzione de La Domenica del Corriere e nell'autunno del 1979 del giornale scandalistico L'occhio (edito dalla Rizzoli). La testata, promotrice di una campagna a favore della pena di morte viene posta sotto sequestro dal magistrato Giovanni D'Urso. Il giornale fallisce nel 1981.

La poliedricit� di Costanzo si manifesta anche in alcune sue trasmissioni televisive a carattere maggiormente "popolare" come il programma domenicale Buona Domenica, che inizialmente conduce alternandosi con Corrado (dal gennaio 1985) e poi da solo come conduttore principale fino all'edizione 1986/1987. Vi fa ritorno nel 1996 e ci rimane per 10 anni. Nelle ultime edizioni da lui presiedute diventano ospiti fissi soubrette, protagonisti di reality show e del gossip: tali presenze saranno confermate con il passaggio della conduzione del programma a Paola Perego, nel 2006. Scrive per il quotidiano Il Messaggero, per i settimanali Gente e Panorama.

Nel 2004 pubblica un libro edito da Mondadori, Chi mi credo di essere, nel quale si confessa apertamente su svariati temi anche relativi al suo passato con la collaborazione del giornalista Giancarlo Dotto. Nel 2006 vede la luce E che sar� mai?.

Direttore artistico di Canale 5, riveste importanti cariche presso la societ� Mediaset e intrattiene anche rapporti di consulenza con la rete TV LA7.

� stato autore di diverse opere teatrali, fra le quali Cielo, mio marito! (scritta con Marcello Marchesi); sceneggiatore di molti film; co-ideatore del personaggio Fracchia, interpretato da Paolo Villaggio; autore del testo della famosa canzone Se telefonando insieme a Ghigo De Chiara, con la musica di Ennio Morricone, portata al successo da Mina. Nel 1977 partecip� alla stesura della sceneggiatura del film di Ettore Scola, Una giornata particolare. Nel 1978 dirige anche un film, l'ironico Melodrammore, ultimo film di Amedeo Nazzari.

A febbraio 2005 chiude il Maurizio Costanzo Show per protesta contro lo sforamento dei programmi di prima serata che lo costringevano ad andare in onda a tarda notte. Con il programma mattutino Tutte le mattine, iniziato nel 2004, Costanzo unisce il talk show all'attualit�. Il Maurizio Costanzo Show riprende il 16 settembre 2005 sul digitale terrestre Mediaset.

Da settembre 2006 Tutte le mattine si trasforma: diventa pomeridiano, viene introdotto il pubblico e il nome cambia in Buon Pomeriggio, gi� titolo di un suo fortunato programma radiofonico degli anni settanta condotto in coppia con Dina Luce. Lasciata Buona domenica, Costanzo si riserva la fascia preserale domenicale con Conversando, programma di interviste e attualit�. � presente su Italia 1 con Altrove - Liberi di sperare, trasmissione dedicata alla vita nelle carceri. Infine su Rete 4 cura una rubrica intitolata Il grande cinema italiano dove vengono presentati famose pellicole italiane del passato che vengono poi trasmesse.

A gennaio 2007 conclude il programma Conversando per riproporre il Maurizio Costanzo Show, ogni gioved� sempre su Canale 5. Da aprile 2007 conduce su Rai Radio Uno la trasmissione L' uomo della notte dalle 00.20 circa all' una, alternando telefonate, musica e riflessioni su temi d' attualit�.


L'attivit� politica e massonica [modifica]
Nel 1980, direttore del neonato telegiornale Contatto (primo notiziario nazionale non RAI in onda sull'emittente della Rizzoli PIN - Primarete Indipendente), viene coinvolto nello scandalo del ritrovamento della lista degli aderenti alla loggia massonica P2. La sua tessera � la numero 1819 (il suo fascicolo il numero 626). Inizialmente nega con decisione l'appartenenza alla loggia (sebbene solo pochi mesi prima avesse fatto sensazione una sua intervista a Licio Gelli, pubblicata sul Corriere della Sera), poi sostiene di essere stato iscritto a sua insaputa, infine ammette la sua partecipazione in un'intervista televisiva a Giampaolo Pansa.

Nel 1986, nonostante le sue precedenti simpatie per il PCI, si candida per il Partito Radicale.


L'impegno contro la mafia [modifica]
Amico del giudice Giovanni Falcone, ospite alle sue trasmissioni, Costanzo si impegna come uomo e giornalista nella lotta alla mafia. In seguito all'omicidio di Libero Grassi, appena un mese dopo, Costanzo e Michele Santoro realizzano una maratona Rai-Fininvest contro la mafia. Memorabile rimane la scena in cui Costanzo brucia in diretta una maglietta con scritto "Mafia made in Italy"

Per questo suo impegno � vittima, il 14 Maggio 1993, di un attentato mafioso: un'auto-bomba esplode in via Ruggiero Fauro (vicino al teatro Parioli) al passaggio di un'automobile, con a bordo Maurizio Costanzo e Maria De Filippi, che dopo la registrazione del Maurizio Costanzo Show, stanno facendo ritorno a casa. Fortunatamente non ci sono vittime, si riscontrano lievi ferite a due agenti privati della scorta. Un altra ipotesi aggiuntiva, sulla motivazione dell'attentato mafioso, sostiene fosse stato deciso inoltre per via dell'opposizione all ingresso in politica della fininvest di Silvio Berlusconi,da parte di Costanzo stesso.

Il periodo dell'attentato a Costanzo � quello dell'escalation della mafia degli anni '90: gli omicidi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la bomba a Firenze agli Uffizi.

Da marzo 2005 conduce una serie di speciali contro la mafia su Canale 5 all'interno di Diario.


Altre attivit� [modifica]
Costanzo possiede aziende specializzate nella comunicazione e nell'immagine ed opera per conto di aziende e personaggi pubblici (ha curato, tra gli altri, l'immagine dell'ex Presidente della Camera dei Deputati, Irene Pivetti e del politico Massimo D'Alema).

Assieme alla moglie Maria De Filippi ha creato una societ� di produzione, la Fascino, che produce i programmi della coppia.

Nel giugno del 2007 ha suscitato scalpore la notizia (riferita dal quotidiano Il Giornale) secondo cui al presentatore sono stati versati dalla Telecom ben sette milioni di euro per le sue attivit� di consulenza. La scoperta, fatta dalla Guardia di Finanza nell'ambito delle indagini condotte sulle spese sostenute dal gruppo telefonico, � stata confermata dallo stesso Costanzo, il quale continua a sostenere l'assoluta regolarit� di queste operazioni. Le Fiamme Gialle non hanno tuttavia trovato alcuna traccia delle prestazioni professionali che avrebbero dovuto giustificare simili esborsi.

Curiosit� [modifica]
Le trasmissioni Bont� loro del 1976, Acquario del 1978, Grand'Italia del 1979 sulla RAI e la prima edizione del Maurizio Costanzo Show su Rete4 nel 1982 sono state realizzate negli studi e teatri di posa di Piazzale Clodio a Roma dove poi succesivamente sono stati realizzati programmi come Il pranzo � servito dal 1984 al 1988 e dal 1991 al 1992, Zig Zag dal 1984 al 1986 e Agenzia Matrimoniale dal 1989 al 1994. Oggi questi studi sono stati dismessi e adesso al loro posto c'� un supermercato.
Nonostante Costanzo venga chiamato con l'appellativo di dottore, non si � mai laureato.Ha dichiarato al settimanale �Epoca� il 30 novembre del 1993. �Mi sono diplomato soltanto e invece di andare all'Universit� mi misi a fare il giornalista a "Paese Sera". Ero volontario, come si diceva allora. Cio� lavoravo e non pigliavo una lira�.1 � in ogni caso docente di Teoria e tecniche del linguaggio televisivo presso la Facolt� di Scienze della Comunicazione dell'Universit� La Sapienza di Roma.
Ha curato la prefazione del libro sulla vita di Costantino Vitagliano, "Costantino Desnudo"
Nel 2004 ha adottato un ragazzo adolescente, Gabriele, con la moglie Maria De Filippi




maurizio costanzo = m.e.r.d.a.

maria de filippi = m.e.r.d.a.

teo mammuccari = m.e.r.d.a.

trinit� della = m.e.r.d.a.






COSA NE PENSA arnold schwarzenegger?



www.schwarzenegger.com

23:07  
Anonymous dario trivelli said...

NOVI VELIA = M E R DA

mirella russo = M E R D A

guglielmo de lisa = M E R DA tel 0974 65274

http://www.dedalonews.it/it/index.php/01/2007/e-morto-gugliemo-biffani-pilota-del-cavallino-rampante/

http://guide.dada.net/storia/interventi/2006/08/265984.shtml

anellina de lisa guzzo = M E R DA

emilia de lisa = M E R DA

giulio de lisa = M E R DA

maria de lisa = M E R DA

filomeno positano = M E R DA

pina guzzo = M E R DA tel 0974 65065

enza positano = M E R DA
gianniricchiuti


NOVI VELIA = M E R DA

mirella russo = M E R D A

guglielmo de lisa = M E R DA tel 0974 65274

anellina de lisa guzzo = M E R DA

emilia de lisa = M E R DA

giulio de lisa = M E R DA

http://www.shop.it/offerta-213285/acquisti-DVD-DVD_Commedie/gildo-peragallo-ingegnere-gilberto-govi-.html

maria de lisa = M E R DA

filomeno positano = M E R DA

pina guzzo = M E R DA tel 0974 65065

enza positano = M E R DA

gianni ricchiuti = m e r d a


maria ricchiuti =m e r d a

antonello ricchiuti =m e rd a

HAI UN CANCRO AL CERVELLO?HAI UN CANCRO AL COLON - RETTO? HAI UN CANCRO ALLE OVAIE?

RIEMPITI ANCHE TU LE CORNA DI VINO CON VINI GIORDANO! TEL 0974 65248


VINI GIORDANO = M E R D A

WWW.MERDA.IT


http://merdaproject.splinder.com/


http://guardalamiamerda.blogspot.com/


http://www.drzap.it/merda.htm



cosa ne pensa arnold schwarzenegger?

www.schwarzenegger.com

20:23  
Anonymous dario trivelli said...

se vince sempre il 2...:

carlo alberto dalla chiesa...e giuseppe merola....(tel. 0974 65027)

http://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Alberto_Dalla_Chiesa

Il delitto fece particolare sensazione per le modalità "militari" con cui fu eseguito.

Secondo la definitiva ricostruzione giudiziaria, la A112 guidata dalla moglie, e sulla quale viaggiava il prefetto, fu affiancata, in via Carini, a Palermo, da una BMW con a bordo Antonino Madonia e Calogero Ganci (poi pentito), i quali fecero fuoco (parrebbe, in realtà, che a fare fuoco fu il solo Antonino Madonia) attraverso il parabrezza, con un fucile automatico AK-47.

Nello stesso tempo l'auto con a bordo l'autista e agente di scorta del prefetto, Domenico Russo, veniva affiancata da una motocicletta guidata da Pino Greco detto "Scarpuzzedda", che lo freddò. L'A112 sbandò ed il Greco soggiunse a verificare l'esito della sparatoria.

Oltre a questi, vi erano sul posto altri criminali "di riserva" che seguivano con un'altra auto e che sarebbero intervenuti nel caso di una reazione efficace del Russo, che però non ebbe modo di verificarsi.


http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/9/95/Omicidio_Dalla_Chiesa.jpg/300px-Omicidio_Dalla_Chiesa.jpg

La scena dell'omicidio dei coniugi Dalla Chiesa il 3 settembre 1982.

e se vince sempre il 2:giuseppe merola nel suo 112 junior 1984 puzzolente ... tel:0974 65027



giuseppe poeta

http://www.autobianchi.org/ims/soci/Giuseppe%20Poeta%20%20A%20112%20Junior%201984.jpg



COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

16:47  
Anonymous dario trivelli said...

i fati sinistri della sinistra...:

vincenzo de luca = m.e.r.d.a.


romano prodi = m.e.r.d.a.


francesco rutelli detto faccia da culo = m.e.r.d.a


novi velia e tutte e 2 le fazioni sindacali. = m.e.r.d.a.(direttiva 4)


http://it.wikipedia.org/wiki/Partito_Democratico_della_Sinistra


Vincenzo De Luca (Ruvo del Monte, PZ, 8 maggio 1949) � stato deputato del Partito Democratico della Sinistra ed � tutt'ora sindaco di Salerno per la terza volta.

Eletto nel consiglio comunale di Salerno nel 1990, nella primavera del 1993 diviene Sindaco per la prima volta a causa delle dimissioni del sindaco eletto, Vincenzo Giordano. Dopo un mese, le dimissioni della maggioranza dei consiglieri comunali causano lo scioglimento della giunta. Le successive elezioni amministrative del 6 dicembre vedono l'elezione a Sindaco di De Luca, a capo della lista Progressisti per Salerno.

Il 16 novembre 1997 � rieletto sindaco al primo turno raccogliendo il 71% dei consensi.

Non potendosi ricandidare per un terzo mandato, prima della scadenza si � dimesso per candidarsi al Parlamento venendo eletto il 13 maggio 2001 alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale 14 (Circoscrizione Campania 2) con la percentuale del 55,4% dei consensi, la pi� alta ottenuta da un candidato dell�Ulivo nel Meridione d�Italia.

Alle elezioni politiche del 9 e 10 aprile 2006 viene rieletto alla Camera dei Deputati.

Durante le elezioni amministrative dell'11 e 12 giugno successivi � rieletto nuovamente sindaco di Salerno dopo un ballottaggio, ottenendo il 56,9% dei voti. A queste elezioni comunali si era presentato con la lista di centrosinistra Progressisti per Salerno, contrapponendosi ad Alfonso Andria, appoggiato dalla Margherita e dai Democratici di Sinistra, contrari alla nuova candidatura di De Luca, di natura oppositoria nei confronti dell'amministrazione regionale campana.

Il 13 novembre 2006, in un sondaggio Governance Poll pubblicato dal Sole 24 ore, � il sindaco di capoluogo che pi� di tutti ha migliorato il suo consenso dal giorno dell�elezione (pi� del 9%); inoltre si classifica quarto per gradimento dopo i sindaci di Torino, Lecce e Roma


Curiosit� [modifica]
Vincenzo De Luca ha acquisito vari soprannomi giocosi dai salernitani. Pi� famosi di tutti sono stati "Vicienz 'a funtana" in merito al notevole numero di fontane costruite durante i suoi primi due mandati di sindaco. Nell'ultimo mandato � stato soprannominato "Vicienz 'a rotatoria" in merito alle rotatorie che il sindaco sta facendo costruire al posto dei semafori negli incroci pi� pericolosi della citt�. Ma prima ancora anche "Vicienz 'a ruspa" per gli abbattimenti

=m.e.r.d.a.



http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Rutelli

Francesco Rutelli (Roma, 14 giugno 1954) � un politico italiano.

Attualmente ricopre le cariche di Ministro per i beni e le attivit� culturali e di Vicepresidente del Consiglio nel governo Prodi II. � inoltre presidente nazionale e leader del partito politico "La Margherita".


Biografia [modifica]
Figlio di un architetto e nipote dello scultore Mario Rutelli, autore di famose opere a Roma, studia presso il Liceo Classico Massimo, gestito dai gesuiti, finendo tuttavia il Liceo nello statale Socrate[1], dove consegue la maturit� classica. Si iscrive alla Facolt� di Architettura dell'Universit� La Sapienza, rimasto orfano dei genitori, non porta a termine gli studi.


L'attivit� politica nel Partito Radicale [modifica]
Rutelli si avvicina alla politica iscrivendosi al Partito Radicale. Particolare � la decisione di aderire al partito di Marco Pannella: il giovane Rutelli infatti, dopo un'iniziale vicinanza al mondo cattolico, testimoniata dalla partecipazione ai "concorsi veritas"[2], le prove di cultura promosse dal Vaticano, decide di appoggiare i radicali dopo la morte della madre, con cui aveva un forte legame, e dopo alcuni scontri con i gesuiti che gestivano il liceo Massimo e non permettevano l'apertura della scuola anche alle ragazze.

Nel 1979, a 25 anni, � segretario regionale del Lazio del partito, e un anno dopo viene eletto alla segreteria nazionale. Nel 1983 viene eletto alla Camera dei Deputati ed � capofila delle battaglie per i diritti civili proposte dai radicali. In questo periodo finisce in carcere per aver fumato una spinello durante una manifestazione, come esempio di disobbedienza civile[3].

Durante gli anni ottanta, il Partito Radicale diventa Partito Radicale Transnazionale, dunque non presenta pi� liste autonome alle elezioni e si trasforma in "un'associazione di cittadini, parlamentari e membri di governo di differenti nazionalit�. In questo quadro gli aderenti al movimento radicale, pur sentendo sempre la comunanza culturale laico-progressista, si iscrivono ad altri partiti: Francesco Rutelli, insieme ad altri amici, entra cos� nel Partito Socialista Democratico Italiano[citazione necessaria].


Dallo scioglimento del Partito Radicale alla nomina a Ministro [modifica]
Nel 1989 il Partito Radicale si trasforma in Partito Radicale Transnazionale e cessa di partecipare a competizioni elettorali di qualunque natura. Il giovane Rutelli partecipa alla nascita, insieme ad alcuni compagni radicali ed a fuoriusciti di Democrazia Proletaria, di una nuova formazione ecologista di sinistra: i Verdi Arcobaleno, poi confluiti (con le Liste Verdi) nella Federazione dei Verdi, della quale diventa coordinatore nazionale nel 1992 e capogruppo alla Camera.

L'anno seguente Carlo Azeglio Ciampi lo vuole nel suo governo come ministro dell'Ambiente: Rutelli accetta, ma si dimette dopo solo un giorno, assieme agli altri ministri dei Verdi e del PDS, per protestare contro il Parlamento che ha negato l'autorizzazione a procedere penalmente contro Bettino Craxi, gi� presidente del Consiglio dei ministri: famoso l'augurio che fa al leader socialista di "mangiare il rancio a San Vittore". Lo stesso Rutelli, nel 2000, ha ammesso che questa frase fosse "troppo forte e dura".


Sindaco di Roma [modifica]
Nel dicembre del 1993 una coalizione di centrosinistra lo propone come sindaco di Roma: Francesco Rutelli batte al ballottaggio Gianfranco Fini, leader del Movimento Sociale Italiano (poi Alleanza Nazionale) diventando, cos� primo cittadino della capitale. � riconfermato in questa carica anche nel 1997, battendo il candidato del Polo delle Libert� Pierluigi Borghini.

Durante il suo secondo mandato da sindaco gestisce l'organizzazione del Giubileo del 2000. Sotto i mandati di Francesco Rutelli a Roma inizia la costruzione di due opere che verranno poi inaugurate dal successivo sindaco Walter Veltroni: l'Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano e la nuova copertura dell'Ara Pacis dell'architetto Richard Meier.

Nel 1999 � eletto deputato al Parlamento europeo nelle file del movimento politico i Democratici (riformisti filoeuropeisti) in seguito alla fusione del movimento dei sindaci Centocitt� fondato con Massimo Cacciari ed Enzo Bianco.


Leader dell'Ulivo e della Margherita [modifica]
Nel 2001 � proposto dalla coalizione di centro-sinistra, L'Ulivo, quale candidato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. La coalizione guidata da Francesco Rutelli perde la competizione elettorale contro Silvio Berlusconi e la Casa delle Libert� frutto dell'accordo con la Lega Nord.

Nel 2002 contribuisce a condurre I Democratici, il PPI e Rinnovamento Italiano a fondersi nel nuovo partito centrista della Margherita, di cui diviene presidente federale.

In questa veste fu favorevole al progetto della Federazione dei Riformisti (composta dai DS, dalla Margherita, dallo SDI e dal Movimento Repubblicani Europei) ed accolse la proposta di Romano Prodi di presentare alle elezioni europee del 2004 la lista unitaria Uniti nell'Ulivo.


Gli incarichi nel Governo Prodi e nel futuro Partito Democratico [modifica]
Nel maggio del 2005, dopo il buon risultato della Margherita alle elezioni regionali, port� il partito, pur continuando a sostenere il progetto della Federazione dei Riformisti, verso un primo veto alla presentazione della lista unitaria per le politiche del 2006, ma dopo il successo di partecipazione delle elezioni primarie dell'Unione, � promotore del rilancio di una lista comune con i DS, finalizzata al raggiungimento di quello che Rutelli considera un sogno politico: la costituzione di un grande Partito Democratico.

Al termine delle elezioni politiche del 2006 riceve un nuovo mandato parlamentare alla Camera. Il 17 maggio 2006 viene nominato Vicepresidente del Consiglio, carica che ricopre anche Massimo D'Alema nello stesso governo, e Ministro dei Beni Culturali del Governo Prodi II.

Dal 23 maggio 2007 � uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico che riunisce i leader delle componenti del futuro PD.

A fine luglio dichiara il proprio sostegno alla candidatura di Walter Veltroni a segretario del PD e si fa promotore di un manifesto politico-programmatico con altre note personalit� del mondo della cultura e della politica intitolato "Per il coraggio delle riforme" (poi ribattezzato "Manifesto dei coraggiosi").Il manifesto � stato sottoscritto da alcuni esponenti e amministratori locali di quello che diventer� il Partito Democratico. Il nucleo del manifesto consiste in un incitamento al nuovo partito affinch� si faccia promotore di riforme in senso liberale: crescita economica, snellimento burocratico, s� alle infrastrutture, tutela dell'ambiente e del clima, sostegno alle famiglie, impegno per la pace e la solidariet� con l'Africa. In chiusura del manifesto si sottolinea la necessit� di attuare le riforme vincendo il "conservatorismo di sinistra" e, qualora il Governo Prodi non riuscisse ad attuare le riforme auspicate, indica la strada possibile di un centrosinistra diverso ("di nuovo conio") rispetto all'Unione. Il documento sostiene esplicitamente la candidatura Veltroni. Il manifesto a visto l'adesione di

sindaci di importanti citt� (tra gli altri Massimo Cacciari, Rosa Russo Jervolino, Sergio Chiamparino, Paolo Corsini);
amministratori locali di centrosinistra (Enrico Gasbarra, Filippo Penati);
ministri del Governo Prodi II (Linda Lanzillotta, Paolo Gentiloni);
ex-ministri e e personalit� politiche di rilievo quali Antonio Maccanico, Franco Bassanini, Luigi Bobba, Paola Binetti, Marco Follini, Augusto Fantozzi, Adriano Ossicini;
esponenti del mondo della cultura quali Ernesto Olivero, Ennio Morricone, Katia Ricciarelli, Renzo Arbore, Daniela Poggi, Roberto Boninsegna;
esponenti del mondo imprenditoriale come Innocenzo Cipolletta.

Posizioni politiche [modifica]
A settembre 2006, nell'ambito del dibattito sull'eutanasia riproposto dal Presidente Napolitano, ha dichiarato la sua contrariet� alla "dolce morte" �finch� c'� speranza per il malato�, ribadendo anche la necessit� di evitare l'accanimento terapeutico [4].


Note familiari [modifica]
� sposato con la giornalista Barbara Palombelli dal 1982 (matrimonio civile).

Dalla loro unione � nato Giorgio. Hanno inoltre un figlio adottivo, Francisco, e due figlie in affido, Monica e Serena.

Nel 1995 fu celebrato il matrimonio religioso dal cardinale Achille Silvestrini





cosa ne pensa arnold schwarzenegger?

www.schwarzenegger.com

16:07  
Blogger Aralda Fiorentina said...

Wow! Cercavo notizie per il mio blog (http://eassurdomamipiace.blogspot.com/) e il tuo casca a fagiolo!
Incredibile!
Ma come v'è venuta l'idea!
Passate da me che roba assurda ce n'ho pure io!

21:12  
Anonymous alicesu said...

io sto per vomitare

16:18  
Blogger cereal killer said...

anke voi avete un rompicoglioni che si firma Dario Trivelli e vi impalla di SPAM e commenti inutili ?

sono felice di comunicarvi che:

- abita a Salerno
- il suo IP è stato rintracciato nelle vicinanze di Via Panoramica per Giovi (Lat 40.6833, Long 14.7833)
- il suo provider è Tele2
- usa Windows XP
- Browser Internet Explorer 6.0 , Mozilla 4.0 , Javascript version 1.3
- Risoluzione 1024x768, colore 32bit

se qualcuno può fornire altre informazioni, contatti questi brutti stronzi

16:40  
Anonymous Anonimo said...

a me fa ridere.
x_x

bravi!
vi seguirò sempre.

18:31  
Anonymous Anonimo said...

sei semplicemente un grande !!
vienimi a visitare
http://english82.spaces.live.com

22:41  
Anonymous Bestemmiatorelaringoiatra said...

Questo blog non avanti da troppo tempo ed è un vero peccato!!

03:13  
Anonymous Anonimo said...

minchiammerda

21:56  
Anonymous Anonimo said...

cazzo che puzza di merda ma chi ha cagato?

13:52  
Anonymous Anonimo said...

lurido cacone merdoso si sente il fetore della tua merda

13:53  
Anonymous dario trivelli said...

LE MALANIME pezzi di m.e.r.d.a. DI:
roberto giacobbo,gerri scotti,roberto quaglia,maurizio costanzo merda,Massimo Introvigne,Corrado Malanga,Rocco Papaleo, Tom Bosco, Maurizio BaiataGamesfactory ,dario franceschini,Francesca Altieri, Maurizio Ambrogi,mariano apicella,stefano bettarini,anna kanakis,lorena bianchetti, Adele Ammendola, Angelo Angelastro, Alessandra Atti Di Sarro, Natalia Augias, Paola Avetta, Piero Badaloni, Ernesto Bassignano, Michela Bellenzier, Oliviero Bergamini, Laura Berti, Danila Bonito, Maria Luisa Busi, Pino Caiati, Sandro Calice, Antonio Caprarica, Sandro Casalini, Alessandro Cassieri, Valerio Cataldi, Ezio Cerasi, Riccardo Chartroux, Antonella Chini, Carlo Cianetti, Rossana Ciani, Franco Cignini, Licia Conte, Lucia Coppa, Matteo Cortese, Marina Cosi, Sergio Criscuoli, Maria Cuffaro, Guido Dell’Aquila, Massimo de Angelis, Francesca De Carolis, Pino De Cesare, Salvatore Cusimano, Daniela De Robert, Santo Della Volpe, Mario Fatello, Lucia Ferrari, Arcangelo Ferri, Angelo Figorilli, Luciano Fraschetti, Alessandro Gaeta, Loris Gai, Grazia Gaspari, Giovanni Gennaro, Matilde Germani, Duilio Giammaria, Carmela Giglio, Alberico Giostra, Giuliano Giubilei, Paolo Giuntella, Lucia Goracci, Donatella Gori, Marc Innaro, Dario Laruffa, elisabetta canalis,maddalena corvaglia,Karina Laterza, Maria Lepri, Ivano Liberati, Mimmo Liguoro, Anna Longo, Maria Lucente, Bruno Luvera’, Annarosa Macri’, Alessandra Mancuso, Teresa Marchesi, Mirella Marzoli, Loris Mazzetti, Paolina Meli, Isabella Mezza, Michele Mezza, Barbara Modesti, Dania Mondini, Andrea Montanari, Roberto Morrione, Mariagrazia Mostra, Roberto Natale, Gian Mario Nucci, Ottavio Olita, Alessandra Orlando, Vera Paggi, Adriana Pannitteri, Giuseppina Paterniti, Rino Pellino, Laura Pepe, Claudio Pistola, Andrea Porcu, Ennio Remondino, Tiziana Ribichesu, Alberto Romagnoli,Giancarlo Rossi, Giovanna Rossiello, Enrico Rotondi, Bruno Ruffolo, Andrea Sabatini, Sara Scalia, Donatella Smoljko, Paolo Sommaruga, Luigia Sorrentino, Ilaria Sotis, Ivana Suhadolc, Laura Terzani, Daniela Tagliafico, Vanna Tanini, Neliana Tersigni, Iva Testa, Giorgio Tonelli, Daniele Valentini, Filippo Vendemmiati, Carlo Verna, Andrea Vianello, Francesco Vitale, Maxia Zandonai, Paolo Zefferi ,
le merde di reporter senza frontiere,le merde di capri 2,elisa isoardi,la giornalista del New York Times Judith Miller,antonio giuliani,maurizio crozza,raoul bova,raoul casadei,barbara d'urso,claudio brachino,alessia marcuzzi,luca rigoni,padre fedele bisceglie,elena guarnieri,roberto pinotti,paolo virzi,massimo ghini,sabrina ferilli,MIRKO BANCHINI,
lello arena,tiberio timperi,pasquale laricchia,DON GELMINI,MARCO POLITI PRETE GAY,pamela camassa,milo infante,roberta lanfranchi,alessia ventura,caterina balivo,DON SANTE SGUOTTI,giulietto chiesa,lo scrittore roberto cappuccio,barbara marciniak,
tiziano arena,richard benson,beppe grillo,emiliano rizzo,luca scantamburlo,antonello guida,bianca guaccero,Oliviero Beha,rita dalal chiesa,marco senise,fabrizio bracconeri,ferdinando imposimato,santi licheri,tina lagostena bassi, Sigfrido Ranucci, Franco Cardini,dario fo,Paolo Attivissimo,elena lattes,piero ricca,francesco rutelli,Enrico Deaglio,romano prodi,
walter veltroni,marco canestrari,fabio volo,Aribandus,Webster Tarpley,Thierry Meyssan,MAGDA GOMES,dario trivelli, pompeo trivelli, umberto trivelli,roberto giacobbo,tom bosco,enrico ruggeri,paola harris,giacomo mirto,giorgio pastore,vittorio pasteris,
emiliano rizzo,carlo sabadin, maurizio blondet,l'avvocato pordenonese Vitto Claut,beppe grillo,tiziano arena,luca scantamburlo,flavio insinna,eugenio betenazzo,massimo giletti,FABRIZIO FRIZZI,enrica bonaccorti,maurizio costanzo,teo mammuccari,loredana lecciso,
manuela arcuri, monica bellucci,marco berry,giancarlo giovalli,giancarlo magalli,giancarlo filippone,giancarlo de flippi,maurizio mattioli,nicolas vaporisid,riccardo scamarcio,paola perego,giancarlo neruda,giancarlo russo,giancarlo giannini,
enrico mentana,bruno vespa,claudio brachino,eugenio betenazzi,piero chiambretti e le sue puttane,CARLO CONTI,
ezio greggio,enzo iacchetti,michelle hunziker,ficarra e picone,jimmi ghione,valerio staffelli,massimo mazzucco,
marcello pamio,alfonso signorini,caterina balivo,roberta lanfranchi,attilio romita,david sassoli,GERRI SCOTTI ,MICHELE SANTORO VERDE COME HULK,
emilio fede,pino insegno,LUCA SCANTAMBURLO,flavia vento,tiziano arena,emiliano rizzo,ANTONELLO GUIDA, GIUSEPPE MEROLA,
KATIA RUSSO,katia ricciarelli,paolo bonolis,luca laurenti,fabri fibra,paola perego,SIMONA RUSSO,DANIELE RUSSO,DANIELA GRECO,ilary blasi,ela weber,valeria marini,luca e paolo,le merde delle iene,AGNESE DI SEVO,CARMELA SANTI,lory del santo,santi licheri,MARCO TRAVAGLIO ,MAURIZIO COSTANZO ,
IL PROFESSORE SEBASTIANO DI GENNARO DELL'USAC,michelle hunziker,stefania orlando,adriana volpe,simona ventura,gene gnocchi,
GIULIETTO CHIESA,RITA DALLA CHIESA,MARCO SENISE,rita dalla chiesa,FABRIZIO BRACCONERI,ANDREA VIANELLO,GIOVANNI FLORIS,PIPPO BAUDO E LE SUE PUTTANE,PIPPO FRANCO E LE SUE PUTTANE,PIERO CHIAMBRETTI E LE SUE PUTTANE,LE MERDE DELLE IENE,RETE 7 ,BARBARA ALBERO,TV OGGI,STUDIO APERTO,IL TG4,IL TG5,IL TG3,IL TG2,ILTG1,LA CNN,LA NBC,la cbs,la abc,LA BBC,la fox tv,LIRA TV,telesalerno 1,
SIMONA IZZO,FABIO FAZIO,paris hilton,pamela anderson,LUCIANA LITTIZZETTO,WOODY ALLEN,PAOLO VILLAGGIO,mirella russo,carlo verdone,teresa ricco,adele splendore,mirko biachini,vincenzo scalone,maura gabriele,vincenzo liguori,federica ruocco,adriana ruocco,paolo bonolis,luca laurenti,RENATO POZZETTO,LINO BANFI,CHRISTIAN DE SICA,ANNA VALLE,MASSIMO BOLDI,GINA LOLLOBRIGIDA,SOFIA LOREN,
UMBERTO SMAILA,TERESA RICCO,MIRKO BIANCHINI,ECC.alessio a blog...ECC.

www.mimandaraitre.rai.it = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.


avellino = merda

la puttana scrittrice con il figlio scrittore mangia merda = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a. =impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/


andrea vianello gay porn merd = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a. =impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/

giancarlo giovalli= m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a.=impiccati stronzo! = http://www.hotgaylist.com/

gerri scotti = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a.=impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/

ugo ruffolo = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a.=impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/

antonello spadafora= m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a.=impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/

gene gnocchi = m.e.r.d.a=m.o.n.n.e.z.z.a.= figlio di p.u.t.t.a.n.a.=impiccati stronzo!= http://www.hotgaylist.com/

http://www.ilcircolo.net/lia/001057.php

http://angolotesti.leonardo.it/B/testi_canzoni_bassi_maestro_2870/testo_canzone_figli_di_puttana_122553.html

http://www.bastardidentro.it/node/view/1904

http://www.rupelkinsky.com/Download/Testi/HTML/TS-00024.htm

Cos'è un "Figlio di Puttana"



Molto spesso ci facciamo delle domande a cui è difficile rispondere, come ad esempio, cos'è un
"Figlio di Puttana"?
Un'immagine può spiegarlo meglio di migliaia di parole.
In questa foto, il ragazzo sulla destra è il membro di un team di artificieri nell'atto di disinnescare una bomba.
Il ragazzo dietro a lui ... ecco ... lui è un "Figlio di Puttana"!

Vedi Foto Allegata

http://www.rupelkinsky.com/Download/Testi/HTML/Image/TS-00024.jpg

Se ritieni di avere il copyright sul materiale pubblicato scrivi una E-Mail all'indirizzo webmaster@rupelkinsky.com












parleranno di:

mucca pazza


http://www.ambientediritto.it/Dossier/Mucca%20pazza.htm

MUCCA PAZZA: Informazioni sull'ESB



(Encefalopatia Spongiforme Bovina)




1. Scheda descrittiva: a) Malattia neurologica dei bovini; b) Agente patogeno; c) Quadro clinico; d) Diagnosi; e) Malattie imparentate: presso l'animale - presso l'uomo;

2. Genesi ed evoluzione della malattia: a) I primi casi di ESB (1986);

3. Misure di lotta contro l'ESB: a) Misure da adottare nei casi in cui si è verificato un evento di ESB; b) Misure preventive per proteggere l'uomo e l'animale; c) Misure di protezione nell'ambito dell'importazione di animali e di merci;

4. La situazione dell'ESB in Svizzera;

5. La situazione dell'ESB nell'ambito di una valutazione internazionale; Schema Grafico del prione; La malattia di Creutzfeldt-Jakob (testo scientifico); Misure adottate in Svizzera;

6 La scandalosa posizione della Comunità Europea; Attività di monitoraggio e sorveglianza in Italia;

7 Trattamenti chimici e fisici inefficaci per inattivare i prioni;

8 Procedure in grado di inattivare i prioni;

9 La normativa;

10 Ultime novità del 29/08/2005 New

10 Novità

Scoperti i prioni nel sangue. Sono stati individuati direttamente nel sangue le proteine alterate "Prioni" responsabili della malattia della "mucca pazza". La scoperta in seguito a esperimenti condotti su animali infetti è stata fatta negli USA dall'università del Texas. Si apre, così, la strada di diagnosticare l'encefalopatia spongiforme bovina, la Bse, negli animali vivi, cosa impossibile sino ad oggi. Con questo test si potrà effettuare ulteriori controlli sul bestiame, evitando il rischio che la carne di bovini apparentemente sani, ma con la malattia in incubazione, possa finire nei nostri piatti. Mentre se effettuati sull'uomo permetteranno di avere una statistica delle persone che pur avendo contratto la malattia, non mostrano ancora i sintomi. 28/08/2005

http://www.rfb.it/mucca-pazza/mucca-pazza-bse-moriconi.htm

IL CASO DELLA “MUCCA PAZZA” (BSE)
di Dr. Enrico Moriconi *

Nel 1985 si conosce una nuova malattia dei bovini, Encefalopatia Spongiforme Bovina che nel 1996 si ammette possa contagiare le persone. E’ l’esplosione del caso “mucca pazza”. Entro breve tempo viene confermato che la catena del contagio si era sviluppata a partire dalle pecore arrivando quindi ai bovini per la sottovalutazione del problema sanitario ed infine, agli uomini. Naturalmente, loro malgrado e sempre per colpa degli errori umani, altri animali sono stati colpiti lungo il percorso, gatti, gazzelle di un zooparco inglese, visoni di allevamento. La dimostrazione che il morbo del bovino è lo stesso che causa la forma anomala dell’uomo, rispetto a quella tradizionale, di Creuztfeld-Jacobs, permette di fare delle previsioni epidemiologiche su quello che ci si può aspettare nel futuro (e che pochi hanno il coraggio di dire). Se, come riportato dai giornali (La Stampa del 24/3/1996), sono stati mangiati oltre 1 milione di bovini infetti e considerato il fatto che la frequenza di esposizione è alta, poiché ci sono molte persone che mangiano carne anche due volte al giorno, ci si deve preparare ad una vera epidemia.
Come pubblicato dalla Rivista “Nature” (La Repubblica del 16/1/1997) uno studio elaborato dal Dipartimento di Epidemiologia e Scienza delle popolazioni dell’Università di Igiene e medicina tropicale di Londra, in collaborazione con l’Unità Nazionale di sorveglianza sulla malattia di Creutzfeldt-Jacobs, di Edimburgo, ha calcolato che si possono fare previsioni di 80 mila casi possibili nell’uomo all’anno. Invitando nel contempo a non credere che, poiché finora si sono avuti pochi casi di malattia, le dimensioni finali dell’epidemia debbano essere necessariamente limitate. Anche perché non si fa in tempo a ragionare su di una quantità numerica che essa viene subito aumentata, come dimostrano le notizie pubblicate il 14 febbraio del 1998 e che aumenta il numero delle potenziali vittime a 230.000 (quasi 3 volte di più !)

LE MISURE IN ATTO
Per tutti i bovini, di qualunque paese,divieto di utilizzazione di alcuni tessuti definiti “MRS, Materiali a rischio specifico” , cioè cranio compreso cervello e occhi, amigdale e midollo spinale di bovini, ovini e caprini di età superiore ai 12 mesi e di milza di ovini e caprini di tutte le età. Gli MRS devono essere inceneriti oppure, in circostanze eccezionali, interrati. Il principio di tutte le misure adottate è stato quello di impedire la commercializzazione di animali infetti e di farine a rischio. L’effettiva efficacia delle misure è tutta da valutare se, come vedremo, nel tempo si sono avuti molteplici esempi di non rispetto delle norme di tutela. Gli errori commessi, come rilevato anche dalla Commissione europea e di cui si parlerà in seguito, si possono così riassumere:

si è dato troppo peso alla politica economica e commerciale rispetto a quella sanitaria, intesa come tutela della salute dei consumatori. Dopo il manifestarsi della malattia, questa è stata affrontata troppo blandamente e si è sottovalutato il pericolo per gli uomini;
si è permessa la produzione e la somministrazione di farine di carne ai bovini, con l’esclusione unicamente di quelle prodotte da altri ruminanti, senza accorgersi però che analiticamente non era, e non è, possibile riconoscere quelle di ruminanti da quelle ottenute da altri animali. Solo nel 1997 si sono finalmente proibite tutte le farine di animali per i ruminanti;
non ci si è curati di far rispettare le regole dell’embargo;
si è dato spazio solo alla ricerca ufficiale, quella che ha sempre minimizzato il rischio per l’uomo, proprio per non spaventare i consumatori e creare problemi al mercato.
PUNTI CRITICI
Il fattore economico. La vicenda ha dimostrato come in tutti i campi siano ancora preminenti i fattori economici rispetto agli altri, anche quelli sanitari. L’analisi della vicenda, quale si riassume nelle pagine precedenti dimostra chiaramente questa affermazione che viene giustificata dai seguenti punti riassuntivi:
non si è informata la popolazione europea sull’entità reale del pericolo.
si è dato troppo peso alla politica economica e commerciale rispetto a quella sanitaria, intesa come tutela della salute dei consumatori
dopo il manifestarsi della malattia, questa è stata affrontata troppo blandamente e si è sottovalutato il pericolo per gli uomini.
Si è permessa la produzione e la somministrazione di farine di carne ai bovini, con l’esclusione unicamente di quelle prodotte da altri ruminanti, senza accorgersi però che analiticamente non era, e non è, possibile riconoscere quelle di ruminanti da quelle ottenute da altri animali. Solo nel 1997 si sono finalmente proibite tutte le farine di animali per i ruminanti.
Non ci si è curati di far rispettare le regole dell’embargo.
si è dato spazio solo alla ricerca ufficiale, quella che ha sempre minimizzato il rischio per l’uomo, proprio per non spaventare i consumatori e creare problemi al mercato
La disinformazione. Le informazioni ufficiali hanno privilegiato le versioni più tranquillizzanti sia che si parlasse della possibile trasmissione all’uomo sia delle difficoltà e dei problemi dei controlli.
La diagnosi. Negli animali si effettua solo la diagnosi su quelli morti, ma non è possibile effettuarla su tutti i soggetti. Molto più grave è che non siano stati sviluppati altri sistemi diagnostici precoci validi in vita così da poter eseguire uno screening sugli animali a rischio. Per questo motivo non si può dire con precisione quanto la malattia sia veramente diffusa nella popolazione animale e calcolare il rischio effettivo per l’uomo. Se, come riportato dai giornali (La Stampa del 24/3/1996), sono stati mangiati oltre 1 milione di bovini infetti e considerato il fatto che la frequenza di esposizione è alta, poiché ci sono molte persone che mangiano carne anche due volte al giorno, ci si deve preparare ad una vera epidemia. Al momento attuale da una prima stima di 80.00 possibili vittime umane nel futuro si è già arrivati ad aumentare tale proiezione a 230.000 .
I commerci. Il grande traffico di animali, il notevole valore economico del settore ( 26 mila miliardi l’anno è la stima del prodotto lordo vendibile in Italia) rende prevalenti le ragioni commerciali-produttive a scapito di quelle legate alla tutela della salute dei cittadini. Si conoscono molti casi di attività illegali in questo campo e si può francamente supporre che molte rimangano oscure.
Controlli insufficienti. Poichè tutta la prevenzione umana si basa sull’attività di vigilanza che deve impedire il contatto per gli umani con carni a rischio, questo è punto molto critico in quanto i controlli sono difficili perchè il settore è proteiforme, invaso dall’illegalità e da speculatori di basso profilo, dominato da una confusione spesso creata ad arte dagli stessi operatori. Di conseguenza , come rilevato dalla Relazione della Commissione Europea, spesso la rete di controlli europea sembra rispondere più ad una esigenza di forma che a quella di sicurezza della popolazione, trascurando la sostanza.
LA SITUAZIONE ATTUALE
Dal 1996 è noto che la malattia definita della ”mucca pazza” può contagiare anche le persone che eventualmente consumano carne infetta; La forma patologica è ancora poco conosciuta dal punto di vista scientifico, a partire dal fatto che non è del tutto spiegato perchè il prione responsabile potrebbe causare malattia per via digerente, dal momento che trattandosi di una proteina dovrebbe essere distrutto a livello gastro-enterico al punto che molti studiosi avanzano dei dubbi sul fatto che sia stato del tutto chiarito il meccanismo patogenetico della stessa; Non si conosce ancora bene il meccanismo di diffusione della malattia, e quindi non si può sapere quello che avviene tra la contaminazione del virus e lo sviluppo della malattia e quindi non si può certo effettuare una vera prevenzione ma si impongono misure solo che hanno effetto presunto di tutela; Così si parla di sicurezza senza conoscere neppure la carica infettante cioè la quantità di agente infettante capace di scatenare la malattia; Le conoscenze parziali non danno luogo ad espressioni di dubbio quanto piuttosto ad affermazioni definitive che non sono però supportate dalla ricerca e sovente vengono smentite, così fino alla prova definitiva della trasmissione della malattia del bovino all’uomo molti ricercatori affermavano che la forma patologica non avrebbe potuto essere trasmessa da una specie all'altra; Dall'anno 1996 in avanti si è avuto quasi un raddoppio della malattia di Creutzfeld -Jakob nelle persone, che è passata dai 34 casi nel 1995, ai 54 nel 1996, ai 59 nel 1997, ai 62 nel 1998 e ai 35 nei primi sei mesi del 1999; Le forme umane sono tuttavia catalogate come "sporadiche" poiché quella che viene definita come "nuova variante" derivata dai bovini è così catalogata in base all'età delle persone colpite, che solo se giovani rientrano nella casistica della "nuova variante" mentre se sono più anziane non vengono coì classificate; I nuovi esami che vengono fatti non possono essere estesi a tutti gli animali per ragioni economiche, organizzative e di organico; Ai problemi già presenti si è aggiunto quello dello smaltimento delle carcasse e degli organi a rischio, che comporta un problema economico per gli allevatori ed evidenzia anche una mancanza di strutture in quanto non esistono forni sufficienti per incenerire il materiale di scarto; Il Centro di referenza nazionale ha sede nell'Istituto Zooprofilattico di Torino che però per mancanza di personale non si fanno interventi di ricerca ma solo di diagnosi e numericamente contenute (solo 180 in 11 mesi);

Richieste possibili e suggerimenti
Per quanto riguarda le scelte dei consumatori: evitare le carni a rischio (hamburger e preparati industriali a base di carni tritate) e preferire quelle di bovini da carne possibilmente rivolgendosi alle macellerie che vendono i prodotti di consorzi o di forme di convenzione che offrono la garanzia della certificazione di provenienza.
Carni certificate e garantite. Il passaporto. Si deve richiedere che per ogni animale allevato e macellato sia rilasciata una dichiarazione individuale che comprenda identificazione, provenienza, sistema di allevamento e di trattamento e che vi sia una presa di responsabilità da parte dell’allevatore. Tale dichiarazione dovrebbe essere concepita così da poter riportare anche una fotografia dell’animale interessato, strumento sicuramente più efficace di altri per impedire le contraffazioni e gli scambi di animali.
Sistemi di allevamento più garantiti. Gli allevamenti industriali penalizzano gli animali e l’ambiente, bisogna oltre che ottenere regole certe e più severe per questi, promuovere gli allevamenti di qualità (allevamento biologico) come è già stato fatto in alcune Regioni, quali la Toscana.
Ripensare l’attuale sistema di allevamento. La nascita e l’evoluzione della malattia ha insegnato che i pericoli insiti negli allevamenti industrializzati sono in continuo aumento e nel futuro sarà necessario ripensare a sistemi di allevamento più naturali e più inquinanti, o almeno eco compatibili. In particolare invece di distribuire sovvenzioni a pioggia (35 mila miliardi l’anno in Italia al comparto agro-zootecnico) a tutta la produzione sarà necessario modulare gli interventi a favore di quelle attività non inquinanti.
I controlli più efficienti. E’ necessario richiedere controlli più efficaci ed efficienti, con operatori più preparati e motivati. La strada da percorrere sembra quella di premere sia per la preparazione e la formazione degli operatori sia per una rendicontazione ufficiale esauriente ed in grado di rispecchiare fedelmente, nel bene e nel male, il lavoro svolto nel campo della prevenzione e della repressione in tema.
Trasparenza e diffusione. L’evoluzione della ricerca scientifica sulla malattia, nell’uomo e negli animali, tutte le problematiche che di volta in volta vengono alla luce sull’argomento, tutti gli aspetti, positivi e negativi, legati alla patologia ed ai suoi collegamenti quali l’allevamento e il commercio degli animali, devono essere oggetto di informazione piena e senza censure per tutti i cittadini. Nello specifico occorre darsi regole sull’informazione , nel senso che alcune informazioni basilari, quali l’evoluzione delle conoscenze scientifiche sulle malattie e sulle previsioni epidemiologiche, lo stato delle ricerche i problemi relativi alle irregolarità e alle infrazioni rilevate, dovranno essere periodicamente comunicate in modo ufficiale.
Usa Canada Giappone e Australia rifiutano il sangue di donatori che abbiano soggiornato negli ultimi anni in Gran Bretagna per paura di trasmettere il morbo di mucca pazza.
Commento: se viene formulato pubblicamente il timore che il sangue umano possa essere un trasmettitore del virus è ancora più grave che non ci siano mezzi di ricerca per trovarlo in quello dei bovini, pertanto è possibile che i cittadini europei stiano continuando a consumare carni a rischio di infezione di BSE. Significa anche che non esser in grado di riconoscere i bovini siero positivi non permette di identificare tutti gli animali veramente ammalati.


* Dr. Enrico Moriconi - Medico Veterinario



























http://www.med.unifi.it/didonline/anno-iv/spec-medchirii/oncologiamed/tumori_del_colon/tumori_del_colon.htm


http://www.med.unifi.it/didonline/anno-iv/spec-medchirii/oncologiamed/tumori_del_colon/y0096.jpg

http://www.med.unifi.it/didonline/anno-iv/spec-medchirii/oncologiamed/tumori_del_colon/ya722b.jpg

http://www.med.unifi.it/didonline/anno-iv/spec-medchirii/oncologiamed/tumori_del_colon/ya720b.jpg






Ritorna alla home page Tumori del colon-retto
Epidemiologia



¨ Rappresenta la quarta neoplasia per incidenza nel mondo (vengono maggiormente colpiti i Paesi economicamente più avanzati); come causa di morte occupa il 2° posto dopo il cancro polmone nei maschi e il 3 ° posto dopo cancro mammella e il cancro del polmone nelle femmine).

¨ Colpito prevalentemente il sesso maschile ( più evidente per il cancro del retto dove il rapporto maschi/femmine è di 2:1)

¨ Picco di incidenza tra 60-70 aa

¨ Sede:

- Retto: 25-30 %

- Colon prossimale:15-20 %

- Discendente: 20%

- Trasverso:12%

- Sigma:15-20 %



Etiologia




Fattori Genetici

¨ I parenti di primo grado dei pazienti affetti da cancro colon-retto hanno un rischio 2-4 volte maggiore di sviluppare la malattia

¨ Sindromi ereditarie: la più importante è la PAF (poliposi adenomatosa familiare). Si tratta di una forma autosomica dominante caratterizzata dalla presenza di numerosi polipi (a volte 1000) in tutto il grosso intestino ( con preferenza sigma e retto). In 3 su 4 pazienti prima dei 40 anni si sviluppano uno o più carcinomi. La lesione molecolare responsabile è dovuta alla mutazione del gene APC (5q21). Altre sindromi ereditarie comprendono la Sindrome di Gardner, la Sindrome di Turcot, la Sindrome di Lynch (di tipo I e II), la Sindrome di Muir-Torre.



¨ Numerosi geni sono implicati nella genesi del cancro colon-retto: proto-oncogeni (K-ras, c-myc, Src), oncosoppressori (APC, p53), riparatori del DNA.

Fattori Dietetici

¨ Diversi studi sperimentali hanno dimostrato che una dieta ricca di grassi animali favorisce lo sviluppo del Cancro colon-retto: tra le tante ipotesi sul meccanismo carcinogenetico si ritiene che l’incremento degli acidi biliari promuova la cancerogenesi attraverso un aumento dell’attività proliferativa delle cellule delle cripte intestinali.

¨ Le fibre avrebbero un azione protettiva così come l’assunzione di vegetali, frutta,cereali, vitamina C.

¨ Il calcio agisce in modo protettivo legando in maniera irreversibile gli acidi grassi e biliari liberi nel lume intestinale evitando i danni sulla mucosa.

Fattori occupazionali

¨ L’esposizione professionale a certi agenti fa sì che alcune categorie lavorative siano a rischio: operai esposti all’asbesto, metalmeccanici, operai di fibre tessili sintetiche, lavoratori del cuoio e del legno.

Pregressa patologia colorettale

¨ La colite ulcerosa è associata ad un aumentato rischio di cancro colorettale, mentre la malattia di Crohn rappresenta una condizione favorente

Polipi



¨ Il cancro si sviluppa attraverso una serie di modificazioni sequenziali che precedono l’insorgenza della neoplasia: iperplasiaà displasia lieveàdisplasia moderataàdisplasia graveàcarcinoma. Il polipo di tipo adenomatoso, sottotipo villoso, con dimensione elevate e più alto grado di displasia ha un maggiore rischio di cancerizzare.

Patologia e storia naturale Il tipo istologico più frequente è l’adenocarcinoma (98% dei casi).

La diffusione del cancro avviente secondo 4 modalità:

- invasione locale: dalla mucosa il cancro può estendersi direttamente nei tessuti e organi adiacenti

- diffusione linfatica: metastasi ai linfonodi sono comuni quando il tumore si estende oltre la muscolaris propria

- diffusione ematogena: la sede più colpita è il fegato, altre sedi comprendono polmone, ossa, surreni, ovaie, cervello.

- impianto peritoneale

Diagnosi

¨Ha una sintomatologia iniziale aspecifica potendosi presentare con modeste turbe dell’alvo, algie addominali, sporadiche perdite di sangue.

- Colon destro: ha un diametro maggiore ed è più distensibile, il contenuto intestinale ha di solito una consistenza fluida. Il tumore ha più tempo per accrescersi prima di dare segni di sé. Tende al sanguinamento continuo ma non eccessivo. Può dare dolore, anemia, presenza di una massa addominale. L’ostruzione è poco frequente a meno che non origini vicino alla valvola ileocecale.

- Colon sinistro: ha un diametro minore, contiene feci più solide, per cui i segni ostruttivi sono più precoci.

- Retto: si manifesta con turbe dell’alvo ed emorragia. Importante eseguire una esplorazione rettale.

Esami diagnostici





1) Endoscopia: è la metodica di scelta per la prevenzione, diagnosi e follow up di questo tipo di neoplasia.



2) Clisma opaco: tecnica con doppio contrasto, può evidenziare dei piccoli segni che allarmano il radiologo. Falsi negativi nel 5-10%.

3) TC: può fornire informazioni sulle dimensioni del processo npl, rapporti con le strutture vicine e situazione linfonodale. Valuta inoltre le sedi più freq. di metastasi.

4) RMN: permette di distinguere bene i linfonodi dalle strutture vascolari ma non ha una miigliore risoluzione della TC con mdc. Esiste anche una RM con analisi d'immagine che consente di "ricostruire" il colon. (Colonscopia virtuale).



5) Ecografia: è la metodica di prima istanza per la ricerca delle metastasi epatiche. L’ecografia transrettale è la migliore metodica per definire il livello di infiltrazione di un carcinoma rettale

6) Marcatori: sono il CEA e il CA19.9, non specifici ma utili per monitorare l’evoluzione della malattia.

Prevenzione Dopo i 50 aa di età ogni persona dovrebbe eseguire annualmente una esplorazione rettale e la ricerca del sangue occulto nelle feci. Là dove questo sia positivo viene effettuata una colonscopia. LO screening dei soggetti con storia famigliare di cancro colonrettale nei parenti di primo grado dovrebbe iniziare all’età di 40 anni.



Stadiazione

Classificazione di Dukes modificata sec. Astler-Coller

Stadio A: tumore limitato alla mucosa

B1: il tumore si estende attraverso la muscolaris mucosae ma non attraverso la muscolaris propria.

B2: il tumore si estende oltre la muscolaris propria

C1: stadio B1 con linfonodi regionali positivi

C2: stadio B2 con linfonodi regionali positivi
D: metastasi a distanza

Fattori Prognostici Si sono moltiplicati in questi anni i fattori che sembrano influenzare la prognosi del Cancro colon-retto: il maggiore rimane lo stadio della malattia, a seguire altri fattori quali l’aspetto della crescita tumorale sul margine di invasione (espansivo o infiltrativo), il grado di infiltrazione linfocitaria peritumorale (intensa o scarsa), l’istotipo della npl, il grading, le caratteristiche biomolecolari (forma aneuploide, basso livello di p53, elevato valore della fase S come indice di proliferazione sono associati ad una prognosi peggiore), tipo e numero di mutazioni cromosomiche

Rischio di ricaduta La ricaduta si può presentare come recidiva locale o metastasi a distanza o entrambe le lesioni. La recidiva locale riguarda quasi esclusivamente le forme rettali o del retto-sigma e si può manifestare con l’interessamento dell’area di resezione o della linea anastomotica. Si presenta nel 15-20 % dei casi in correlazione allo stadio del tumore ( 30 % dei casi nello stadio C). Inoltre più la neoplasia si allontana dal margine anale e meno recidiva. Anche le metastasi a distanza sono in rapporto allo stadio iniziale della malattia.

Terapia

A) CHIRURGIA

A1. Chirurgia del colon
La chirurgia del colon può essere di elezione o di urgenza. La ch. di elezione viene praticata nell’80% dei casi: la radicalità dell’intervento consiste nella resezione del tratto colico interessato con margini liberi da malattia, dalla legatura del peduncolo vascolare principale con asportazione del mesocolon relativo e dei linfonodi regionali e dall’asportazione degli organi contigui infiltrati ( colectomia destra, colectomia sinistra, colectomia segmentaria per coinvolgimento del trasverso ). Per le neoplasie a partenza dalla giunzione retto-sigmoidea viene praticata una resezione anteriore del retto e anastomosi retto-colica. Per i carcinomi sincroni del colon si effettua una colectomia totale.

La chirurgia d’urgenza viene praticata nel 20% dei casi per occlusione o perforazione intestinale ed è dotata di una mortalità perioperatoria tripla rispetto all’intervento di elezione.



A2. Chirurgia del retto

Dagli interventi demolitivi del passato la ch. del retto si è fatta più conservativa rispettando comunque la radicalità oncologica. Per i tumori dei 2/3 prossimali del retto l’intervento di scelta è la resezione anteriore bassa mentre per le forme del retto distale la procedura standard è la resezione addomino-perineale sec. Miles. Sono disponibili procedure atte a risparmiare la funzione degli sfinteri ( sphincter-sparing) per mezzo della conservazione dei plessi nervosi simpatici e parasimpatici del plesso sacrale.



A3. Resezioni delle metastasie epatiche e polmonari

La ripresa di malattia a livello epatico come unica sede interessa circa il 30 % dei pazienti, la resezione ch. può portare il 25% di essi alla guarigione. Affinchè siano operabili è necessario che vi sia un numero di lesioni non superiori a 4, con coinvolgimento complessivo del parenchime epatico non > al 50%, assenza di infiltrazione cavale o dell’ilo epatico o delle vene sovraepatiche allo sbocco. Deve essere presente un margine di resezione di almeno 1 cm. Risultati analoghi vengono ottenuti anche nelle metastasi polmonari.

B. La Radioterapia

Nel cancro del colon la RT ha una funzione solo palliativa come terapia complementare nelle forme T4 con infiltrazione della parete posteriore dell’addome. Nel cancro del retto può avere uno scopo sia curativo che palliativo ( per alleviare i disturbi dovuti a un tumore inoperabile o ad una recidiva). In senso curativo viene utilizzata in fase preoperatoria nei casi localmente avanzati per ridurre la massa e renderla asportabile, in fase postoperatoria in senso adiuvante nei casi B2-C di Dukes.

C. La Chemioterapia

C1. La CT adiuvante

Si basa sul presupposto che la chirurgia è in grado di guarire il 45-50% dei casi. I primi studi sulla tp adiuvante (primi anni ’90) mostravano la capacità di una CT a base di 5-FU+Levamisolo oppure a base di 5FU+ Ac.Folinico di ridurre l’incidenza delle recidive ed aumentare la sopravvivenza nei pz con stadio C di Dukes. In Europa la combinazione 5-FU+Ac.Fol. è considerata standard, deve durare 6-8 mesi e l’indicazione assoluta è per i pz in stadio C di Dukes. Per i pz in stadio B2 il problema è ancora dibattuto: il trattamento viene individualizzato sulla base di alcuni fattori prognostici come il Grading, la perforazione o l’intervento di urgenza , l’età del pz. I nuovi farmaci comprendono l’utilizzo dell’Oxaliplatino o del CPT11 in associazione al 5FU, l’uso delle fluoropirimidine orali come la capecitabina.



C2. La CT nella fase avanzata

Scopo della CT in questo caso deve essere il miglioramento della qualità della vita e della sopravvivenza, dal momento che la guarigione non si può perseguire. E’ stata infatti dimostrata la superiorità della CT rispetto alla sola terapia di supporto. La terapia deve essere iniziata il prima possibile senza aspettare che si presentino i sintomi. Farmaco cardine è ancora il 5FU che è possibile associare al CPT11 o irinotecan e l’oxaliplatino. Altro farmaco è il Raltitrexed (Tomudex), la Capecitabina (Xeloda) e l’UFT (formulazione orale di Uracile + Tegafur).

Sopravvivenza a 5 anni

· Cancro colon: Stadio A: 75-100% B1: 65% B2: 50% C1: 40% C2: 15% D:<5%

· Cancro retto: A: 78-93% B: 40-60% C: 15-33% D: 0-5%


http://spazioinwind.libero.it/gastroepato/cancro.htm

http://www.med.unifi.it/didonline/Anno-IV/spec-medchirII/oncologiamed/mesotelioma/Mesotelioma.htm

Mesotelioma

Epidemiologia


I mesoteliomi sono neoplasie primitive delle sierose che derivano dalle cellule mesoteliali di rivestimento. Hanno sede prevalentemente pleurica e peritoneale. Le zone di maggior incidenza sono il Sud-Africa, l’Inghilterra, gli USA ed il Canada. Tale distribuzione geografica è in rapporto alla presenza di asbesto. La neoplasia colpisce in prevalenza i maschi con un rapporto maschi: femmine di 2-3:1. Benché la possa insorgere a qualsiasi età, il picco di incidenza è intorno ai 60 anni.

Fattori di rischio










Il principale fattore di rischio per l’insorgenza della neoplasia è l’esposizione all’asbesto. Il rischio maggiore è per i lavoratori delle industrie tessili, automobilistiche e dei cantieri navali. Per tale motivo la concentrazione dell’asbesto nell’ambiente di lavoro non deve essere superiore a 0,2 fibre > 5 µm di lunghezza, per millimetro di aria nelle 8 ore. L’esposizione può non essere necessariamente professionale. Sono esposti al rischio, infatti, anche coloro che vivono nelle grandi città industriali e i familiari dei lavoratori dell’asbesto.

La cancerogenesi dell’asbesto inizia con l’inalazione. Gran parte (70%) delle fibre inalate viene eliminata con l’espettorato o con le feci. Il rimanente 30% attraversa l’endotelio penetrando nei tessuti interstiziali. Le fibre tendono ad accumularsi prevalentemente a livello del terzo inferiore del polmone in posizione contigua alla pleura viscerale. I macrofagi alveolari sono in grado di trasformare gli idrocarburi policiclici in cancerogeni attivi. L’attivazione dei macrofagi alveolari porta alla produzione di citochine ed alla de-regolazione di alcuni proto-onocogeni, tra cui PDGFB, con successiva proliferazione delle cellule mesoteliali. La dose ed il tempo di esposizione sono in relazione diretta al rischio. Il tumore può svilupparsi a distanza di 20 anni dalla prima esposizione, con un picco di incidenza tra 35 e 45 anni.

Altri fattori di rischio implicati nell’insorgenza della neoplasia sono: l’esposizione al diossido di torio (thorotrast) a scopo diagnostico ed alla zeolite, le infezioni polmonari croniche (possibile ruolo del virus simian 40), la tubercolosi polmonare e le irradiazioni.

Quadro clinico








Le manifestazioni cliniche del mesotelioma pleurico variano a seconda della sua estensione.

Forme solitarie

Le forme solitarie sono silenti per un lungo periodo di tempo. In questa fase sono frequenti sindromi paraneoplastiche quali osteopatia ipertrofizzante pneumica, piastrinosi, ipoglicemia. I primi sintomi che compaiono sono dovuti ad un aumento di volume che provoca disturbi da compressione tra cui dolore e senso di peso.

Forme diffuse

Anche le forme diffuse sono silenti per un lungo periodo di tempo. Con il progredire della malattia compaiono dolore toracico (spesso a fascia con irradiazione posteriore), dispnea prima da sforzo e poi anche a riposo, tosse, febbre, calo ponderale e versamento pleurico emorragico libero o saccato. Nelle fasi avanzate si può avere interessamento mediastinico con paralisi delle corde vocali, sindrome di Horner e compressione delle vene cave.

Diagnosi


· Anamnesi

· Esame obiettvo (versamento pleurico non associato a dolore)

· Rx torace

· Tecniche bioptiche (agobiopsia, toracotomia, biopsia in pleuroscopia)

· TAC del torace (utile soprattutto per valutare l’estensione della malattia)

Complementari ai fini diagnostici sono la biopsia dei linfonodi prescalenici e l’ecografia.



Diagnosi differenziale


· Pleurite acuta infiammatoria: insorgenza improvvisa, risoluzione del dolore e della dispnea dopo toracentesi. L’esame citologico dell’espettorato è dirimente.

· Carcinoma broncopolmonare: emottisi, positività radiologica, mancata compromissione pleurica.

· Metastasi pleuriche: la dimostrazione del tumore primitivo e le caratteristiche citologiche del liquido possono essere utili. La biopsia pleurica è dirimente.

Stadiazione Sistema di classificazione TNM

T-Tumore primitivo

Tx Il tumore primitivo non può essere definito

T0 Nessuna evidenza di tumore primitivo

T1 Tumore limitato alla pleura parietale e/o viscerale omolaterale

T2 Tumore che invade una o più delle seguenti strutture: polmone, fascia endotoracica, diaframma o pericardio omolaterali

T3 Tumore che invade una o più delle seguenti strutture: muscolatura della parete toracica, costole, organi o tessuti del mediastino omolaterali

T4 Tumore esteso direttamente a una o più delle seguenti strutture: pleura controlaterale, polmone, peritoneo, organi intra-addominali o tessuti cervicali.

N-Linfonodi

Nx I linfonodi regionali non sono definibili

N0 Non metastasi nei linfonodi regionali

N1 Metastasi ai linfonodi peribronchiali o ilari omolaterali, compresa l’estensione diretta

N2 Metastasi ai linfonodi mediastinici e/o sottocarenali omolaterali

N3 Metastasi mediastiniche controlaterali, ilari controlaterali, scaleniche omo e controlaterali oppure ai linfonodi sovraclaveari

M-Metastasi

Mx Metastasi a distanza non accertabili

M0 Non evidenza di metastasi a distanza

M1 Presenza di metastasi a distanza


Classificazione in stadi del mesotelioma pleurico


Stadio
Descrizione

I
Tumore confinato entro la capsula della pleura parietale (coinvolge solo la pleura omolaterale, il polmone, il diaframma, la superficie esterna del pericardio entro il ripiegamento della pleura)

II
Tumore che invade la parete toracica, mediastino con relative strutture (esofago, trachea, grandi vasi). Linfonodi intratoracici invasi

III
Tumore che, infiltrando il diaframma, interessa il peritoneo e/o gli spazi retroperitoneali. Tumore che, infiltrando il pericardio, interessa il suo foglietto viscerale o il muscolo cardiaco. Interessamento della pleura controlaterale. Linfonodi extratoracic invasi.

IV
Presenza di metastasi ematogene a distanza




Decorso e complicazioni


La diffusione può avvenire in senso mediale o periferico. Nel primo caso si ha interessamento mediastinico e dislocazione della trachea, abbassamento del diaframma, interessamento epatico. Nel secondo caso si ha invasione della parete costale, noduli sottocutanei, metastasi ai linfonodi ascellari e sovraclaveari. L’interessamento esteso della parete toracica porta ad una riduzione della espansibilità dell’emitorace colpito sino alla completa immobilità della parete. Nei casi estremamente avanzati con metastatizzazione diffusa e compressione delle strutture del mediastino sono comuni la sindrome mediastinica, l’interessamento addominale e la diffusione al pericardio o al polmone controlaterale.

Terapia


· Chirurgia: pleuropneumectomia nello stadio I. L’estensione della neoplasia oltre la pleura parietale (stadio II) limita l’effettuazione dell’intervento chirurgico e candida i pazienti a terapie palliative (drenaggio e riespansione polmonare. Negli stadi III e IV non esiste alcuno spazio per la terapia chirurgica.

· Radioterapia: 20-40 Gy in 4 settimane sono efficaci sia nel controllare il dolore che il versamento. L’isotopoterapia intracavitaria utilizza l’oro colloidale (198Au) per la sua affinità con le cellule di rivestimento delle sierose. Le dosi impiegate oscillano tra 50 e 100 mCI ripetute ad intervalli di 3-6 mesi. Tale terapia non viene effettuata nel caso in cui si abbiano aderenza estese e noduli di grosse dimensioni sulla superficie pleurica a causa del rischio di insorgenza di necrosi locale connessa alla possibilità di raccolta del radioisotopo.

· Chemioterapia: adriamicina, ciclofosfamide, mitomicina C, cisplatino e 5 fluoro-uracile, si sono dimostrati efficaci nella terapia per il mesotelioma.

· Terapie combinate

· Terapia intrapleurica: utilizzabile soltanto nelle fasi iniziali della neoplasia. I farmaci maggiormente utilizzati sono cisplatino, mitomicina C, ara-C.

Prognosi La sopravvivenza mediana varia tra i 12 ed i 15 mesi dall’inizio della sintomatologia e tra gli 8 ed i 10 mesi dalla diagnosi. Allo stato attuale più del 75% dei pazienti muore entro l’anno e praticamente nessuno sopravvive a 5 anni. Ciò è dovuto al ritardo con cui viene effettuata la diagnosi. Fattori prognostici favorevoli sono la giovane età, il buon performance status, la durata dei sintomi superiore a 6 mesi, lo stadio iniziale della malattia. Il trattamento combinato andrebbe iniziato il più precocemente possibile evitando di affrontare la malattia in uno stadio avanzato con pazienti in condizioni generali compromesse.
TUMORI METASTATICI Sono più frequenti del mesotelioma. Tutte le neoplasie possono metastatizzare alla pleura per contiguità (polmone), via linfatica (carcinoma mammario), via ematica (tratto gastroenterico).

La prima manifestazione clinica è la comparsa di un versamento, preceduto o seguito da dolore, tosse e dispnea.

L’evoluzione dei tumori metastatizzati dipende dalla loro sensibilità ai farmaci chemioterapici. In questi casi risultano efficaci la terapia antalgica e la terapia intracavitaria.

Environmental Protection Agency Il sito dell'Agenzia statunitense contiene un documento con alcune informazioni generali sulle microparticelle e fornisce i valori soglia standard accettati dalla comunità internazionale.
American Lung Association

Lung cancer Home Page NIH

http://www.gime.it/mesotelioma/mesotelioma-pleurico-maligno.html

Mesotelioma pleurico maligno: diagnosi e scelta della terapia
Il mesotelioma pleurico maligno presenta sintomi comuni e aspecifici, che non vengono facilmente ricondotti a una forma tumorale durante i primi esami. Per questo, una volta raggiunta la corretta diagnosi di mesoteliema pleurico maligno, il processo di metastatizzazione può avere già interessato diversi organi: è fondamentale perciò una corretta valutazione di tutti i fattori per definire la scelta delle terapie.
GIMe.it, Gruppo Italiano Mesotelioma riunisce ricercatori di base e clinici attivamente impegnati nella ricerca, pre-clinica e clinica, inerente questa neoplasia, nelle sue diverse forme; mesotelioma pleurico maligno, peritoneale, e forme rare. Il Gruppo si impegna nell’assistenza ai malati, nella ricerca costante di nuove cure e nella formazione di personale medico e sanitario.
Il paziente affetto da mesotelioma pleurico maligno dovrebbe essere seguito in centri specializzati che possano valutare tutti i fattori prognostici e decidere per il miglior trattamento possibile.
Il mesotelioma pleurico maligno cresce all’interno della cavità toracica e talora coinvolge anche i polmoni. Il processo di metastatizzazione può interessare molti organi, compreso il cervello, e localizzazioni metastatiche sono già presenti al momento della diagnosi in un’elevata percentuale di casi. La crescita del tumore, prima della comparsa dei sintomi, è generalmente lenta e le prime manifestazioni della sua presenza sono alquanto aspecifiche. Il sintomo più comune del mesotelioma pleurico maligno è rappresentato da dolore persistente riferibile a livello toracico. In alcuni casi al dolore si associa una più o meno grave difficoltà del respiro (dispnea). Quest’ultimo sintomo è determinato da una condizione definita versamento pleurico, consistente nell’accumulo di liquido a livello dello spazio presente tra i due foglietti che costituiscono le pleure. La presenza di tale liquido in eccesso rende più faticosi i movimenti dei polmoni durante la respirazione. Altri sintomi comuni, ma comunque presenti in molte neoplasie maligne, sono la tosse, il dimagrimento e la febbre (più spesso febbricola). La diagnosi può essere posta a partire da una radiografia del torace ma, per visualizzare l’'esatta estensione della malattia, l’esame più indicato è la tomografia assiale computerizzata (TAC).


http://www.dica33.it/argomenti/salute_lavoro/mesotelioma.asp

http://www.sostumori.org/Documenti/Guide/CERVELLO1.htm

La Biblioteca on-line
Informazione scientifica per il paziente oncologico

http://www.sostumori.org



--------------------------------------------------------------------------------

L'informazione fornita è un'informazione scientifica generale: soltanto il medico può, in base alla storia clinica e familiare di ogni paziente, dare informazioni e consigli per il singolo caso specifico.
L'informazione contenuta in queste pagine ha pertanto lo scopo di chiarire alcune problematiche ed alcuni concetti generali per fare in modo che nel rapporto medico-paziente possa instaurarsi più facilmente un dialogo costruttivo basato sulla fiducia reciproca.



--------------------------------------------------------------------------------


torna all'indice della Biblioteca on-line


--------------------------------------------------------------------------------


I tumori del cervello
testo originale del settembre 1999 - tradotto e validato nel marzo 2000, aggiornato maggio 2001

INDICE



Introduzione
Il cervello
I tumori del cervello
Possibili cause
Tumori del cervello primari
Tumori del cervello secondari
Sintomi
Diagnosi
Trattamento
Pianificazione del trattamento
Metodi di cura
Studi clinici
Effetti collaterali
Riabilitazione
Follow up
Convivere con il cancro
Chi può essere d'aiuto
Chiedere e ottenere informazioni presso l'Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro
Glossario
[Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

INTRODUZIONE
Ogni anno numerose persone in Italia scoprono di avere un tumore al cervello. Queste pagine intendono aiutare i pazienti e i loro familiari e amici a comprendere meglio questa malattia. Ci auguriamo che anche altre persone leggano le informazioni che seguono e ne traggano un utile insegnamento.

Parleremo di screening, diagnosi precoce, sintomi e di protocolli diagnostici e terapeutici. Sappiamo che queste pagine non potranno dare una risposta ad ogni domanda sul tumore al cervello (non si sostituiscono, infatti, al colloquio con il medico o il personale infermieristico), ma speriamo che possano aiutarvi ad interagire in modo più consapevole col personale coinvolto nella cura della vostra salute. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

IL CERVELLO
testo originale del settembre 1999 - tradotto e validato nel gennaio 2000
Il cervello e il midollo spinale formano, nell'insieme il sistema nervoso centrale (SNC). Questo sistema complesso è coinvolto in ogni cosa che facciamo. Esso controlla le azioni volontarie, come camminare e parlare, e quelle che il nostro corpo esegue automaticamente, come respirare e digerire i cibi. Il sistema nervoso centrale regola inoltre il funzionamento degli organi di senso: vista, udito, tatto, gusto e olfatto, controlla le nostre emozioni, i nostri pensieri e la memoria.

Il cervello è una massa soffice e spugnosa di cellule nervose e di tessuto di supporto. È composto da tre parti principali: il cerebro (emisferi cerebrali), il cervelletto e il tronco encefalico, che sono strettamente connesse pur possedendo singole funzioni specifiche.

Gli emisferi cerebrali, destro e sinistro, rappresentano la parte più estesa del cervello ed occupano la quasi totalità della cavità cranica. La corteccia cerebrale (la parte più esterna degli emisferi) ed alcuni nuclei (aree interne) elaborano informazioni che provengono dai nostri sensi all'interno ed all'esterno del nostro corpo, e codificano le nostre risposte. L'emisfero di destra controlla i muscoli della parte sinistra del corpo e l'emisfero di sinistra controlla i muscoli della parte destra. Da questa zona del cervello dipendono anche la parola, le emozioni, la lettura, il pensiero, l'apprendimento.

Il cervelletto, posto sotto il cerebro nella zona posteriore del cervello, regola l'equilibrio e azioni complesse quali il camminare e il parlare.

Il tronco encefalico collega il cervello al midollo spinale. Esso controlla la fame, la sete ed alcune delle funzioni corporee di base come la temperatura, la pressione sanguigna e il respiro.

Il cervello è protetto dalle ossa del cranio, da un rivestimento formato da tre sottili membrane chiamate meningi e dal liquido cerebrospinale. Quest'ultimo è prodotto da speciali cellule in quattro spazi cavi chiamati ventricoli. Il liquido scorre attraverso i ventricoli negli spazi tra le meningi. Il liquido cerebrospinale apporta al cervello le sostanze nutritive prelevate dal sangue, rimuovendo le sostanze di rifiuto.

Il midollo spinale è formato da fasci di fibre nervose. Esso, partendo dal cervello, percorre un canale interno alla colonna vertebrale. Come il cervello, il midollo osseo e rivestito dalle meningi e protetto dal liquido cerebrospinale e dalle vertebre.

Dal midollo spinale e dal tronco encefalico originano i nervi che collegano il SNC ad ogni cellula del nostro corpo con una trasmissione a due sensi dal centro alla periferia e viceversa. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

I TUMORI DEL CERVELLO
Sono presenti nel nostro organismo numerosi tipi di cellule che in condizioni normali crescono e si dividono in modo ordinato per produrre altre cellule necessarie a garantire le funzioni vitali. Talvolta questo processo si trasforma in una proliferazione incontrollata, dando luogo alla formazione di una massa di tessuto aggiuntivo chiamato tumore. I tumori possono essere benigni o maligni.



I tumori cerebrali benigni non sono formati da cellule cancerose. Di solito vengono asportati e nella maggior parte dei casi non danno luogo a recidive. I margini dei tumori cerebrali benigni sono ben definiti. Benché non invadano i tessuti circostanti, questi tumori possono comprimere aree sensitive del cervello e dare luogo a specifici sintomi.
I tumori cerebrali maligni sono formati da cellule cancerose, danneggiano le funzioni vitali e mettono in pericolo la sopravvivenza del paziente. In genere crescono molto rapidamente e invadono i tessuti circostanti. Come le piante, questi tumori possono formare radici che si addentrano nel tessuto cerebrale sano. Se un tumore maligno rimane compatto e non produce radici, si definisce incapsulato. Quando un tumore benigno è localizzato in un'area vitale del cervello e interferisce con le funzioni vitali, viene considerato maligno (anche se non è formato da cellule cancerose).
I medici classificano alcuni tumori del cervello a seconda del grado, che può essere compreso tra basso (grado I) ad elevato (grado IV). Il grado del tumore è stabilito in base all'esame microscopico delle cellule tumorali. Le cellule di un tumore di grado elevato presentano un aspetto anomalo e in genere crescono più velocemente rispetto alle cellule appartenenti a tumori di basso grado; i tumori di grado elevato hanno caratteristiche di malignità più marcate di quelli di grado inferiore. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

POSSIBILI CAUSE
Le cause dei tumori cerebrali sono sconosciute. I ricercatori stanno studiando a fondo il problema, in quanto una maggiore conoscenza delle cause condurrà alla scoperta di adeguati mezzi di prevenzione. I medici non sono ancora in grado di spiegare perché una persona e non un'altra si ammala di cancro al cervello, ma si sa con sicurezza che questo tipo di tumore non è contagioso.

Benché i tumori cerebrali possano colpire soggetti di ogni età, alcuni studi mostrano che sono più frequenti in due fasce d'età: nei bambini dai 3 ai 12 anni e negli adulti dai 40 ai 70 anni.

Studiando un gran numero di pazienti, i ricercatori hanno individuato alcuni fattori di rischio che aumentano le probabilità di ammalarsi di cancro al cervello. Le persone che presentano questi fattori mostrano un rischio più elevato rispetto alla media di sviluppare un tumore cerebrale. Per esempio, alcuni studi dimostrano che alcuni tipi di tumore del cervello insorgono con maggiore frequenza nei lavoratori di alcune industrie, come le raffinerie, le industrie di lavorazione della gomma e le industrie farmaceutiche. Altri studi hanno mostrato che l'incidenza dei tumori cerebrali è più elevata tra chimici e imbalsamatori. Alcuni ricercatori stanno anche prendendo in considerazione come possibile causa l'esposizione a determinati virus. Inoltre, dal momento che i tumori al cervello colpiscono talvolta più membri di una stessa famiglia, si stanno esaminando le famiglie con storia di tumori cerebrali per determinare se una delle possibili cause sia l'ereditarietà. Attualmente i ricercatori non credono che lesioni craniche possano indurre lo sviluppo di un tumore.

Molto spesso, alcuni pazienti colpiti da tumori cerebrali non sono soggetti a fattori di rischio evidenti. In questo caso, l'insorgere della malattia è probabilmente determinato da più fattori concomitanti. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

TUMORI DEL CERVELLO PRIMARI
I tumori che originano nel tessuto cerebrale sono conosciuti come tumori cerebrali primari. (I tumori secondari, che si sviluppano quando cellule cancerose provenienti da un altro tumore si diffondono al cervello, sono discussi nel capitolo "Tumori al cervello secondari"). I tumori primari sono classificati in base al tessuto nel quale hanno origine. I più comuni sono i gliomi, che si sviluppano nel tessuto gliale (di supporto). Esistono diversi tipi di gliomi:



Astrocitomi: originano da piccole cellule stellate chiamate astrociti. Essi possono crescere ovunque nel cervello e nel midollo osseo. Negli adulti, gli astrocitomi si sviluppano più frequentemente nel cerebro, nei bambini, invece, nel tronco encefalico, nel cerebro e nel cervelletto. Un astrocitoma di grado III è talvolta chiamato astrocitoma anaplastico. Un astrocitoma di grado IV è generalmente definito glioblastoma multiforme.
Gliomi del tronco encefalico: originano nella parte inferiore del cervello nel tronco encefalico che regola molte funzioni vitali. Questi tumori generalmente non possono essere rimossi. La maggior parte dei gliomi del tronco encefalico sono astrocitomi di grado elevato.
Ependimomi: normalmente si sviluppano nel tessuto di rivestimento dei ventricoli, ma possono originare anche nel midollo osseo. Sebbene questi tumori possano svilupparsi a qualsiasi età, sono però più comuni nei bambini e negli adolescenti.
Oligodendrogliomi: si sviluppano dalle cellule che producono la mielina, il rivestimento protettivo dei nervi. Questi tumori generalmente originano nel cerebro, crescono lentamente e di solito non si diffondono nei tessuti circostanti. Gli oligodendrogliomi sono rari e compaiono più spesso in adulti di media età, benché anche soggetti appartenenti ad altre fasce d'età ne siano stati colpiti.
Altri tipi di tumori cerebrali non originano dai tessuti gliali. Ecco una descrizione dei più comuni:



Medulloblastomi: si riteneva in precedenza che questi tumori si sviluppassero nelle cellule gliali, invece recenti ricerche suggeriscono che originano da cellule nervose primitive (in fase di sviluppo) che normalmente scompaiono dall'organismo dopo la nascita. Per questa ragione i medulloblastomi sono chiamati talvolta tumori neuroectodermici primitivi. La maggior parte dei medulloblastomi si forma nel cervelletto, ma possono svilupparsi anche in altre zone. Sono tumori molto più diffusi nei bambini, in particolar modo nei soggetti di sesso maschile.
Meningiomi: si formano nelle meningi e generalmente sono benigni. Poiché sono tumori che si sviluppano molto lentamente, il cervello può adattarsi alla loro presenza; i meningiomi di solito raggiungono notevoli dimensioni prima di causare sintomi. Compaiono con più frequenza nelle donne di età compresa tra i 30 e i 50 anni.
Schwannomi: sono tumori benigni che originano dalle cellule di Schwann che producono la mielina che protegge il nervo acustico, il nervo dell'udito. I neuromi acustici sono una varietà di Schwannoma. Sono tumori dell'età adulta e colpiscono le donne con una frequenza due volte superiore rispetto agli uomini.
Craniofaringiomi: si sviluppano nella regione della ghiandola pituitaria, situata nei pressi dell'ipotalamo. Generalmente di carattere benigno, sono talvolta considerati maligni in quanto possono comprimere e danneggiare l'ipotalamo compromettendo funzioni vitali. Questi tumori sono più frequenti in bambini e adolescenti.
Tumori delle cellule germinali: originano da cellule sessuali primitive (in fase di sviluppo) o da cellule germinali. I più frequenti sono i germinomi.
Tumori della regione pineale: si sviluppano nelle regioni circostanti la ghiandola pineale, un minuscolo organo situato al centro del cervello. Questo tumore può essere a crescita lenta e allora si chiama pineocitoma, oppure può svilupparsi velocemente, e in tal caso si definisce pineoblastoma. Dato che la regione pineale è molto difficile da raggiungere, è spesso impossibile asportare questo tipo di tumori.
[Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

TUMORI DEL CERVELLO SECONDARI
Il cancro si diffonde nell'organismo per mezzo delle metastasi. Un tumore sviluppatosi in un'altra zona può diffondersi al cervello e generare un tumore secondario. Questi tumori non sono uguali ai tumori cerebrali primari: si tratta infatti della stessa malattia, che assume lo stesso nome del tumore primario. Ad esempio, se un cancro al polmone si diffonde al cervello, la malattia viene chiamata cancro al polmone metastatico perché le cellule del tumore secondario hanno l'aspetto di cellule polmonari anomale e non di cellule cerebrali.

Il trattamento per i tumori cerebrali secondari dipende dalla zona in cui essi hanno avuto origine, dall'estensione della malattia e da altri fattori come l'età del paziente, lo stato di salute generale e la reazione a precedenti trattamenti. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

SINTOMI
I sintomi del tumore al cervello dipendono in gran parte dalle dimensioni e dalla localizzazione e sono causati dai danni prodotti al tessuto vitale e dalla pressione esercitata sul cervello in seguito alla crescita del tumore nello spazio limitato del cranio.
Possono anche essere provocati da un rigonfiamento e da un ristagno di fluido intorno al tumore, una condizione chiamata edema. I sintomi possono inoltre derivare dall'idrocefalo, che si sviluppa quando il tumore blocca il flusso del fluido cerebrospinale che viene così ritenuto nei ventricoli.
In caso di crescita molto lenta del tumore, i sintomi possono presentarsi molto gradualmente, tanto da passare inosservati per lungo tempo.

I sintomi più frequenti del tumore al cervello sono:



mal di testa pronunciato al mattino che tende ad attenuarsi nel corso della giornata,
accessi epilettici (convulsioni),
nausea o vomito,
senso di debolezza o ridotta sensibilità delle braccia o delle gambe,
balbuzie o mancanza di coordinazione nella deambulazione (passo atassico),
movimenti oculari anomali o modificazioni della vista,
sonnolenza,
cambiamenti di personalità o disturbi della memoria,
disturbi del linguaggio.
Questi sintomi possono essere causati da tumori cerebrali o da altri problemi. Solo un medico sarà in grado di stabilire una diagnosi corretta. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

DIAGNOSI
Al fine di risalire alle origini dei sintomi, il medico interrogherà il paziente sulla sua anamnesi e sulla storia familiare, oltre ad eseguire un esame fisico completo ed un esame neurologico. Ciò include una valutazione dello stato di vigilanza, dell'energia muscolare, della coordinazione, dei riflessi, e della risposta al dolore. Il medico esamina inoltre gli occhi per individuare l'eventuale presenza di un rigonfiamento causato dalla compressione da parte del tumore del nervo ottico che connette gli occhi al cervello.

In base ai risultati dell'esame fisico e neurologico, il medico può richiedere uno dei seguenti esami o entrambi:



TAC : si tratta di una serie di immagini dettagliate del cervello create da un computer collegato ad un apparecchio a raggi X. In alcuni casi, prima di effettuare la scansione viene iniettato in vena uno speciale colorante che evidenzia le anomalie nel tessuto cerebrale.
IRM (immagine a risonanza magnetica): produce immagini dettagliate del cervello, grazie ad un potente magnete collegato ad un computer. È ritenuta particolarmente utile nella diagnosi dei tumori cerebrali poiché permette di "vedere" attraverso le ossa del cranio fino ai tessuti sottostanti. Si può usare uno specifico colorante per aumentare le possibilità di evidenziare un tumore cerebrale.
Il medico potrà inoltre prescrivere altri esami, come i seguenti:



Radiografia del cranio, per scoprire se un eventuale tumore abbia provocato modificazioni alle ossa del cranio. Questo esame può anche rivelare depositi di calcio tipici di alcuni tumori cerebrali.
Una scansione del cervello rivelerà zone di crescita anormale registrandole su una speciale pellicola. Una sostanza moderatamente radioattiva viene somministrata al paziente per via endovenosa. Questo materiale è assorbito dal tumore, che viene evidenziato nella pellicola. (Le radiazioni, che non sono dannose per il paziente, scompariranno dall'organismo dopo circa sei ore.
Un angiogramma o arteriogramma consiste in una serie di esami radiografici effettuati dopo aver iniettato in un'arteria uno speciale colorante (generalmente nell'area che collega le gambe all'addome), il cui scorrimento attraverso i vasi sanguigni della zona cerebrale può essere osservato tramite radiografia, evidenziando il tumore e i vasi sanguigni ad esso diretti.
Un mielogramma è una radiografia della colonna vertebrale. Uno speciale colorante viene iniettato nel liquido cerebrospinale, mentre il paziente viene collocato in posizione inclinata in modo da permettere al colorante di mescolarsi con il liquido. Questo esame viene prescritto quando si sospetta la presenza di un tumore al midollo spinale.
[Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

TRATTAMENTO
Il trattamento dei tumori al cervello dipende da diversi fattori. Tra questi, troviamo il tipo, la localizzazione e le dimensioni del tumore, l'età e le condizioni generali del paziente. I metodi e le strategie di trattamento variano a seconda che il paziente sia un bambino o un adulto. Il medico pianifica il trattamento adattandolo ad ogni necessità del paziente.

Il medico curante potrebbe voler discutere il caso con medici specializzati nella cura dei tumori cerebrali. Anche il paziente potrebbe voler parlare con il medico dell'opportunità di prendere parte ad una sperimentazione su nuovi metodi di trattamento. Questi studi vengono chiamati studi clinici e verranno trattati nel capitolo dedicato agli "Studi clinici".

Molti pazienti desiderano conoscere il maggior numero possibile di informazioni sulla loro malattia e sulle possibilità di cura, in modo da poter scegliere consapevolmente il trattamento più adatto al loro caso. Una persona colpita da tumore al cervello avrà molte domande da porre e il medico è la persona più adatta per dare risposte corrette. La maggior parte dei pazienti desidererà sapere da quale tipo di tumore è affetto, quali tipi di trattamento sono disponibili, quanto efficace potrà essere il trattamento e quali costi dovrà sostenere.

Ecco alcune domande importanti da rivolgere al medico:



Quale tipo di trattamento riceverò?
Quali sono i potenziali benefici del trattamento?
Quali sono i rischi e i possibili effetti collaterali del trattamento?
Che cosa si può fare per contrastare gli effetti collaterali?
Esiste uno studio clinico appropriato per il mio caso?
Le mie normali attività cambieranno? Se sì, per quanto tempo?
Con quale frequenza dovrò sottopormi a visite di controllo?
Molte persone trovano utile preparare una lista delle domande da porre prima di incontrare il medico. Prendere appunti durante il colloquio potrà aiutare a ricordare le informazioni fornite dal medico. Alcuni preferiscono farsi accompagnare da un familiare o un amico che possa prendere parte alla discussione o anche soltanto ascoltare.

I pazienti e i loro familiari hanno molto da imparare sul tumore del cervello e sulle varie terapie applicabili: non dovranno stupirsi pertanto se non comprenderanno tutte le risposte immediatamente. Capiteranno numerose altre occasioni per chiedere spiegazioni al medico sui vari dubbi che potranno sorgere. [Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

Pianificazione del trattamento
Le decisioni da prendere sulla cura più appropriata per il tumore al cervello sono complesse. Prima di cominciare il trattamento il paziente desidererà probabilmente consultare un altro medico in merito alla diagnosi espressa e alle modalità di trattamento. Ecco alcuni modi per trovare un medico a cui chiedere un secondo parere:



Il medico curante potrà suggerire uno o più specialisti che trattano i tumori al cervello.
I nominativi di specialisti sono reperibili anche presso un ospedale, un centro oncologico o presso la facoltà di medicina dell'Università.
[Torna all'indice][Glossario]



--------------------------------------------------------------------------------

Metodi di cura
I trattamenti impiegati per la cura dei tumori cerebrali sono: chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Questi metodi possono essere utilizzati anche in combinazione in base alle necessità del paziente. Il paziente durante il trattamento potrebbe essere seguito da un gruppo di specialisti formato da un neurochirurgo, un oncologo medico e un oncologo radioterapista che collaboreranno con personale di supporto come infermieri, dietisti e assistenti sociali. In alcuni casi, potrebbe essere necessario l'intervento di un fisioterapista, di un medico del lavoro e di un logopedista.

Prima dell'inizio del trattamento alla maggior parte dei pazienti affetti da edema vengono somministrati steroidi per eliminare il rigonfiamento. Possono anche essere somministrati anticonvulsivanti, farmaci che aiutano a prevenire o controllare le crisi convulsive. Se è presente un idrocefalo, si potrà decidere di effettuare uno shunt per drenare il fluido cerebrospinale. Si tratta di un tubo lungo e sottile inserito in un ventricolo del cervello e poi fatto scorrere sotto la pelle fino ad un'altra parte del corpo, generalmente l'addome. Questo dispositivo funziona come una pompa di drenaggio: il fluido in eccesso viene estratto dal cervello e assorbito dall'addome. (Alcune volte il liquido eccedente è drenato nel cuore).

Chirurgia. E' il trattamento utilizzato con maggiore frequenza in caso di tumore cerebrale. Per rimuovere un tumore al cervello il neurochirurgo pratica un'apertura nel cranio. Questa operazione è chiamata craniotomia.

Quando possibile, il chirurgo tenterà di rimuovere l'intero tumore; tuttavia, se l'asportazione del tumore potrebbe danneggiare tessuti vitali, ne rimuoverà soltanto una porzione.
Una rimozione parziale contribuirà ad alleviare i sintomi riducendo la pressione esercitata sul cervello e riducendo la quantità di cellule tumorali da trattare con la radioterapia o con la chemioterapia.

Alcuni tumori non possono essere rimossi. In questi casi, il medico può effettuare solo una biopsia asportando una piccola porzione del tumore in modo che un patologo possa esaminarlo al microscopio per determinare da quale tipo di cellule è formato. Questa analisi aiuterà il medico nella scelta del trattamento.

In alcuni casi, viene praticata un'agobiopsia. Il medico effettua una TAC o una risonanza magnetica per determinare con esattezza la localizzazione del tumore. Il chirurgo pratica un piccolo foro nel cranio e quindi dirige un ago verso il tumore. (L'uso di questa tecnica per la biopsia o per il trattamento è chiamato stereotassi).

Radioterapia (chiamata anche terapia radiante) consiste nell'utilizzo di radiazioni ad alta energia per danneggiare le cellule tumorali e fermarne la proliferazione. Spesso viene utilizzata anche per distruggere il tessuto tumorale che non può essere rimosso chirurgicamente o per distruggere le cellule cancerose residue dopo un'operazione. La radioterapia è utilizzata inoltre quando nessun intervento chirurgico è possibile.

La radioterapia può essere somministrata in due modi differenti: come radiazioni esterne o interne. Le radiazioni esterne sono prodotte da un apparecchio di grandi dimensioni; generalmente le sedute si svolgono 5 giorni alla settimana per diverse settimane. Il piano di trattamento dipende dal tipo e dalle dimensioni del tumore e dall'età del paziente. Somministrare una dose totale di radiazioni per un periodo prolungato aiuta a proteggere i tessuti sani adiacenti all'area tumorale.

Le radiazioni possono anche provenire da materiale radioattivo posto direttamente nel tumore (impianto per radioterapia). L'impianto può essere inserito nel cervello per un breve periodo o permanentemente, a seconda del materiale da cui è costituito. I pazienti sottoposti a questo tipo di terapia restano ricoverati in ospedale per tutto il periodo in cui le radiazioni sono maggiormente attive.

Le radiazioni esterne possono essere dirette sul tumore e sui tessuti circostanti, oppure, meno frequentemente, sull'intero cervello. A volte le radiazioni sono dirette anche al midollo spinale. Quando è irradiato l'intero cervello, il paziente spesso riceve una dose extra di radiazioni nell'area del tumore che può provenire dall'esterno o da un impianto.

http://www.radiochirurgia.info/cancro_al_cervello.htm

Radiochirurgia del cancro al cervello

Al “Radiosurgery New York” cerchiamo sempre diversi angoli per attaccare il tumore del cervello. Immaginiamo la possibilità di trattare tumori benigni o maligni del cervello con un metodo innovativo e non invasivo, usando una radiazione estremamente precisa che ha minimi effetti sui tessuti sani. In questo modo la Radiochirurgia Stereotassica Frazionata (RSF) evita l'intervento chirurgico con la sua patologia, mortalità e ospedalizzazione.

La nostra RSF è diversa dalla radiochirurgia fatta in una singola volta, e dalla chirurgia. Questo lavoro sofisticato stereotassico frazionato ha luogo in un centro dove i dottori hanno l’esperienza necessaria grazie allo studio ed al trattamento di migliaia di pazienti. Sono i nostri dottori e la loro esperienza che fanno la differenza come anche il trattamento diretto che noi offriamo.

http://www.airc.it/tumori/tumori-cerebrali-pediatrici.asp


http://www.malignani.ud.it/progettiinterni/Mediweb/TUTE/TUTE01.HTML

Che cos'è


Il cancro all’utero è una forma tumorale che colpisce l’apparato genitale femminile.
La maggior parte dei tumori all’utero ha origine nell’endometrio. Questo tipo di neoplasia si chiama cancro endometriale o uterino. Tuttavia esistono altre forme tumorali che interessano l’utero, come il sarcoma (che si forma nel tessuto muscolare dell’utero), o il cancro della cervice. (questi ultimi due non sono argomenti di studio delle seguenti pagine)
Il cancro uterino , crescendo, può invadere gli organi circostanti; inoltre le sue cellule possono migrare verso altri organi come i polmoni, il fegato e le ossa. Quando il cancro si diffonde, le neoformazioni possiedono lo stesso tipo di cellule anomale del tumore originario ( tumore primario). Il tumore diffuso al di fuori dell’utero viene chiamato cancro uterino metatastico.
Che cos'è

Il tumore al seno è il tipo di cancro più diffuso tra la popolazione femminile. Tale carcinoma può essere duttale o lobulare e la presenza delle cellule cancerose può essere rilevata nei linfonodi. il tumore è causato dalla crescita incontrollata di cellule anomale che invadono e distruggono i tessuti.

http://www.malignani.ud.it/progettiinterni/Mediweb/AIDS/AIDS04.htm

Aids


Che cos'è ?

L'AIDS è una sindrome clinica caratterizzata da un progressivo deterioramento del sistema immunitario causato dal virus HIV. Il virus, una volta penetrato nell’organismo umano, può attaccare numerose cellule, ma predilige quelle che presentano sulla loro superficie il recettore CD4.
Le principali cellule bersaglio del virus sono i leucociti CD4-positivi (linfociti o macrofagi) che vengono distrutti; il sistema immunitario viene, quindi, progressivamente deteriorato fino ad essere incapace di contrastare l’attacco di alcuni micro-organismi, detti “opportunisti” con conseguente possibile insorgenza di alcune infezioni gravi tipiche della fase sintomatica dell’infezione da HIV.
Possono insorgere, anche se più raramente, alcuni tumori dipendenti dall’immunodepressione o altri disturbi, direttamente attribuiti all’azione del virus (dimagrimento, febbre, diminuzione delle piastrine, diarrea cronica).

http://www.nutritionvalley.it/Salute/gastrico/cancro/tumore_colon.html

Cancro o Carcinoma del colon
Il tumore del colon è molto importante, in quanto la sua diffusione si sta ampliando, ed ha sempre maggior impatto sulla popolazione. Come importanza nell'uomo è secondo solo al tumore al polmone, mentre nella donna viene dopo il tumore al polmone e alla mammella.
La mortalità in Italia nel 2006 per il tumore del colon è stata di circa 50.000 persone, mentre l'incidenza di tumore al colon è di 300.000 nuovi casi ogni anno. Per incidenza si intende anche la presenza del polipo nel colon. Il tumore del colon è una patologia emergente, ma molto stupida, in quanto con la colonscopia, si può abbassare notevolmente l'incidenza di questo tumore. La colonscopia deve essere sempre effettuata in tutte le persone che hanno più di 50 anni. E' indispensabile fare una colonscopia in questi pazienti, poiché piccole lesioni in queste età sono presenti in una persona su 5, ed effettuare una colonscopia può minimo regalare 10 anni in più di vita e inoltre migliora notevolmente la qualità di vita.
L'insorgenza di questo tumore è molto lenta, impiega almeno 10 anni per presentarsi, quindi effettuare colonscopie dopo i 50 anni con decadenza decennale, è lo strumento di prevenzione migliore che abbiamo. è un tumore epiteliale, è una lesione che nel corso del tempo può andare incontro a mutazioni; in maggior misura in persone che hanno situazioni di familiarità.

Origine del tumore
Al colon arrivano i residui della digestione e questo organo svolge un ruolo fondamentale per la detossificazione. Il ruolo del colon è quello di assorbire acqua, ma tramite questa funzione però le feci si concentrano, ma contemporaneamente si concentrano pure le sostanze tossiche in esse contenute, e proprio in questa sede quindi possono esplicare maggiormente il loro ruolo dannoso. I motivi sono:

Concentrazione del tossico dovuta all'assorbimento di acqua.
Maggior tempo di permanenza del materiale fecale.
Ruolo della flora microbica, che oltre a metabolizzare i metabolici tossici, può anche produrli essa stessa.
Anche questo tumore è tipico dei paesi più ricchi. Per esempio in Africa è completamente assente. La miglior prevenzione è la dieta. Le fibre sono quelle che ci proteggono dall'insorgenza di tumori del colon.
Il cancro del colon è caratterizzato da mutazioni altamente specifiche, come su APC, P53, Cox 2. La maggior parte dei tumori al colon, sono dovuti alla mutazione di questi 3 geni. Ciò che favorisce la formazione del tumore è anche la fisiologia del colon, infatti questo tessuto è in continua replicazione; un enterocita dal fondo di una cripta arriva all'apice del villo in soli 2-3 giorni. Mentre le normali cellule quando arrivano all'apice del villo, ricadono nel lume per desquamazione, le cellule che mutando sono diventate neoplastiche, sono immortali, e non cadranno nel lume, ma resteranno li. Così questa cellula moltiplicherà, e moltiplicandosi darà origine alla lesione tipica del tumore al colon: il polipo. Il polipo ha la forma di un piccolo cavolfiore.

Diagnosi di tumore al colon
Quando vengono trovati dei piccoli polipi con l'esame endoscopico, non è detto che siano tutti maligni, molti infatti possono essere dovuti a mal digestione, stitichezza o anche se alcuni alimenti hanno irritato l'intestino. Comunque lesioni molto piccole (al di sotto dei 5 mm) sono di solito benigne, mentre lesioni al di sopra di 1 cm possono essere indice di malignità.
Le caratteristiche fondamentali che si possono osservare con una endoscopia sono le dimensioni e l'aspetto morfologico. Tutto il resto è a carico dell'istopatologo.
Esiste un test sierologico di oncomarker, ma questi test non sono affidabili, sono utili soltanto per fini prognostici.
Ogni volta che avviene una mutazione al livello cellulare, sulla membrana presenteranno comunque il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC). La componente del nostro sistema immunitario (macrofagi, linfociti T CD8, cellule NK) è in grado di individuare queste cellule e di eliminarle. Essendoci però nell'intestino un numero elevatissimo di cellule (la superficie dell'intestino è di 400 m2, come un campo da tennis), a volte qualche cellula può sfuggire al controllo, e questa sbadatezza del nostro sistema immunitario diventa maggiore all'aumentare dell'età della persona, dove oltretutto c'è anche un aumento delle mutazioni.
Negli ultimi 4 anni in Italia si è ridotta la mortalità del tumore del colon del 20%, questo dovuto alla colonscopia. Questi dati ci fanno capire l'importanza di questo strumento nella prevenzione.
I siti di metastasi del tumore del colon sono il fegato, e raramente a livello polmonare. Questo è dovuto all'anatomia del colon, perché ha una rete vascolare strettamente legata al fegato.

Sintomatologia del tumore al colon
La sintomatologia classica è una sintomatologia di un tumore che si trova nell'ano retto. Questo causa sangue vivo nelle feci, deformazioni nelle feci (possono avere forma caprina e/o striate di sangue), tenesmo (sensazione di dover andare in bagno, anche se non si ha reale necessità). Il retto è il serbatoio ultimo del carico fecale, e quando è pieno da lo stimolo di defecazione. Il tumore può assumere dimensioni tali da premere nelle pareti rettali e dare stimoli defecatori (tenesmo).



Risorse web:

Associazione italiana gastroenterologi e endoscopisti ospedalieri
Cancer.gov
Associazione Americana di Gastroenterologia
Organizzazione mondiale di Gastroenterologia
Università di Firenze (Tumore allo stomaco, adenocarcinoma gastrico)
___________________________________________________________

Data ultimo aggiornamento: 22 luglio 2007
Segnala nutritionvalley ad un amico!
Inserisci qui l'e-mail:

Home Forum Blog Dieta Nutrizionista Salute Malattie Alimentari HACCP Ormoni Nutrienti Chirurgia obesita Alimenti Noi aderiamo ai principi HONcode.
verifica qui.

http://www.albanesi.it/Salute/tumorestomaco.htm

Tumore allo stomaco
Copyright by THEA 2004

Con il termine tumore allo stomaco si identifica un gruppo di patologie neoplastiche che colpiscono lo stomaco; si tratta soprattutto di adenocarcinomi, mentre sono meno frequenti linfomi, leiomiomi e liomiosarcomi. È la quinta causa di morte per cancro nei paesi occidentali, benché la sua incidenza sia in calo; inoltre, incidenza e mortalità di queste patologie, che colpiscono maggiormente i soggetti oltre i quarant'anni, sono due volte maggiori negli uomini rispetto alle donne.
Attualmente non si è giunti a identificare con sicurezza le cause dei tumori dello stomaco. È stata però individuata una serie di fattori di rischio, sia legati ad altre patologie, sia ad abitudini di vita, sia all'ambiente, sia a caratteristiche individuali. Fra le patologie che sembrano favorire l'insorgenza del cancro dello stomaco vi sono la gastrite cronica, la gastrite cronica atrofica, l'anemia perniciosa, i polipi gastrici, l'ulcera peptica, una precedente gastroresezione (soprattutto per il reflusso duodenale di sali biliari). Per quanto riguarda le abitudini, vi sono fattori legati all'alimentazione (consumo di cibi ricchi di nitrati e nitriti, consumo di alcol) e l'abitudine al fumo (per i fumatori il rischio è pari a circa una volta e mezzo rispetto ai non fumatori). Fra i fattori ambientali, si è notata una maggiore incidenza di questa patologia fra i lavoratori di particolari settori (estrazione del carbone, raffinerie di nichel, industria del legno e dell'amianto). Per quanto riguarda le caratteristiche individuali, esiste un rischio maggiore per gli obesi e per chi ha il gruppo sanguigno A; inoltre pare che in alcuni gruppi familiari la patologia sia maggiormente presente, ma non sono finora stati individuate precise anomalie genetiche.
Non vi sono sintomi specifici e quelli presenti sono spesso sottovalutati, sia dal malato sia dal medico. Compaiono disturbi nella zona sotto lo sterno, senso di sazietà anche dopo avere mangiato poco, nausea nei confronti di particolari alimenti. Sintomi più specifici sono anoressia, perdita di peso, disturbi della digestione, vomito con presenza di sangue (ematemesi) ed emissione di feci scure e fetide (melena) per la presenza di sangue digerito proveniente da emorragie del tubo digerente, anemia, difficoltà a deglutire. Per arrivare alla diagnosi si ricorre a diversi tipi di esami: quello radiologico, la gastroscopia (il più importante; consente anche di effettuare una biopsia), la biopsia (permette la diagnosi definitiva per la lesione tumorale), gli esami di laboratorio (si possono controllare alcuni marcatori che sono utili ma non sufficienti alla diagnosi). Dopo avere verificato la presenza del tumore, si procede a definirne con precisione l'estensione nell'organismo.
La terapia chirurgica è l'approccio che dà il migliore esito. L'intervento consiste nell'asportazione della parte colpita. A seconda della gravità del tumore si procede a una gastrectomia totale (asportazione di tutto lo stomaco) o subtotale (viene asportata solo una parte dell'organo). Viene sempre praticata anche una linfoadenectomia, cioè l'asportazione dei linfonodi. L'intervento può presentare complicazioni; la principale è la cosiddetta dumping sindrome, con crampi, nausea, vomito, diarrea, causati dal passaggio del cibo direttamente nel piccolo intestino, senza la fase digestiva normalmente effettuata nello stomaco. In questo caso il paziente deve fare pasti frequenti e poco abbondanti. Può anche presentarsi una carenza di vitamina B12, ovviata mediante la somministrazione della proteina carente. Nei pazienti che non sono operabili, spesso si effettua un intervento di derivazione, collegando lo stomaco a una parte dell'intestino, il digiuno (digiunostomia), o all'esterno (gastrostomia). La chemioterapia viene adottata nelle fasi più avanzate della malattia (5-fluoracile, epirubicina, adriamicina, cisplatino), ma non ha finora dato risultati di efficacia certi. La sopravvivenza di chi si ammala di tumore allo stomaco è di circa il 20% dei casi a 5 anni dalla diagnosi; il tumore riprende più spesso a livello locale e peritoneale, ma anche in altre sedi (fegato, polmone, osso). È quindi necessario seguire attentamente il paziente negli anni successivi alla prima diagnosi.

http://www.dottorsalvatore.it/aneurismi.htm


Gli Aneurismi Cerebrali

Questa pagina comprende notizie sugli aneurismi cerebrali.

Le informazioni fornite sulla patologia ed il trattamento, sono sommarie ed a carattere generale. Esse provengono da diverse risorse testuali e dalla rete. Non si garantisce l’accuratezza delle sorgenti né delle informazioni fornite.

I dati e le notizie contenute hanno un valore puramente divulgativo: vogliono essere solo di aiuto ai profani per comprendere cosa avviene in presenza di un aneurisma cerebrale.

Queste note non hanno caratteri di completezza e non vogliono affatto sostituire i neurochirurghi o i rianimatori che hanno in cura i pazienti. Non vogliono soprattutto sostituirsi agli specialisti ai fini della diagnosi e del trattamento.

Nel caso di problemi di salute a carico del SNC (sistema nervoso centrale) ci si deve rivolgere prontamente ad un neurochirurgo qualificato o ad altro professionista medico, perché ogni caso è un caso a sé stante ed è sempre diverso dagli altri.


TRATTO DA:

il messaggero giovedi 29 novembre 2001
PAG 16
LUI:CONFESSA.LEI:TI ODIO.
-------------------------------------------------------------------------------
IMI-SIR RESPINTA LA RICUSAZIONE ALL IBERIAN:NO ALLE ROGATORIE.
--------------------------------------------------------------------------------------
IL CASO DEL SISMI POLLARI:SERVONO 100 NUOVI AGENTI
-----------------------------------------------------------------------------------------------------

L'ALLUVIONE DI SOVERATO,INDAGATI 3 PARLAMENTARI
--------------------------------------------------------------------------
MUORE DISSANGUATO,GIALLO A BOLZANO
------------------------------------------------------------------------------------------------
RICERCA USA:LA FEDELTà è EREDITARIA
-------------------------------------------------------------------------
6 MILIARDI ALLE VITTIME DELLA UNO BIANCA
---------------------------------------------------------------------------------------
MUCCA PAZZA:41 CASI IN ITALIA

ROMA:IL MINISTERO DELLA SALUTE HA RESO NOTO CHE I CASI DI bSE IN ITALIA SONO ARRIVATI A 41.
GLI ULTIMI 2 CASI ,NELLE PROVINCE DI PESCARA E VICENZA.
---------------------------------------------------------------------------------------------
LO STUDENTE SUICIDA:MI HANNO TRUFFATO
--------------------------------------------------------------------------
PALERMO,ARRESTATO PRESTANOME DI CIANCIMINO
---------------------------------------------------------------------------
PROCESSO VERTICI FS:PERIZIA FAVOREVOLE A NECCI
----------------------------------------------------------------------------------------------------
LUNEDI SCIOPERO D ITRENI E AEREI
----------------------------------------------------------------------

ANDREA VIANELLO

GIOVANNI FLORIS

maurizio costanzo

antonio giuliani

NONNA ANNA

GIOVANNI CALDANI

GIUSEPPE MEROLA

GIOVANNI GIORDANO

NONNO NANNI

GIOVANNI

ALDO

GIANCARLO

maurizio crozza

GUGLIELMO FERRARIS

VINCENZO GATTO

GIUSEPPE PROIA

GENE GNOCCHI

GERRI SCOTTI

BRUNO RICCO

DARIO TRIVELLI

MAURA GABRIELE

TERESA RICCO

ADELE SPLENDORE

EUGENIO FABOZZI

WWW.FABOZZI.IT

06/23232323

SCIFONI:06/32323232

WWW.SCIFONI.IT


tratto da:

il messaggero metropoli

anno 123 n.328 giovedi 29 novembre 2001 l.1.500 euro 0,77 prima pagina

ROMA/è DI 7 MORTI E 49 FERITI IL BILANCIO DELL' ESPLOSIONE.SABATO I FUNERALI DEI VIGILI DEL FUOCO.
NEI TABULATI LA CHIAVE DELLA STRAGE.
-------------------------------------------------------------------------------------------------

LEI HA TENTATO DI IMPICCARSI IN CELLA
ERIKA AL FIDANZATINO:ADESSO TI ODIO,HO UN ALTRO RAGAZZO
-------------------------------------------------------------------------------
OMAR AI TALEBANI:RESISTETE
------------------------------------------------------------------------------------------------
BIN LADEN SRTEBBE NASCOSTO A SUD DI jALALABAD
------------------------------------------------------------------------------------------------
L'AVVOCATO TAORMINA LASCERà IL VIMINALE
-----------------------------------------------------------------------------
MORATTI:SCUOLA PER TUTTI FINO A 18 ANNI
---------------------------------------------------------------------
FRANCESCO RUTELLI CON STEFANO MENICHINI
15 PAROLE
---------------------------------------------------------------------------------

tratto da:

il messaggero

giovedi 29 novembre 2001

pag. 2

radiografia di una tregedia annunciata
l'italgas alla polizia:non vi preoccupate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
tratto da la repubblica anno 27 numero 82 euro 1,20 in italia prima pagina

venerdi 15 marzo 2002

Ecco perchè è stata lei a uccidere
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
via ai licenziamenti facili
Berlusconi contro i sindacati
-----------------------------------------------------------------------------
la turchia accusa:a Roma polizia fascista
---------------------------------------------------------------------------------------
tratto da la repubblica

venerdi 15 marzo 2002 pag 2

In carcere la mamma di Samuele
----------------------------------------------------------------------------------------------------
tratto da il messaggero
roma metropoli
giovedi 29 novembre 2001 pag 37
l'italgas?NOn voleva i pompieri
------------------------------------------------------------------------------------------
guidonia
tragedia nella notte:un idraulico muore nel sonno ucciso dalle esalazioni della caldaia---

guidonia:
..la donna precipitata da un viadotto...
nettuno

giancarlo non era tranquillo
------------------------------------------------------------------------------
la Cnl non dà tregua:oggi niente metrò
------------------------------------------
gara di solidarietà per i vigili
-------------------------------------------------------------------------------

tratto da il messaggero
giovedi 29 novembre 2001 pagina 43

sandro, il pompiere miracolato
---------------------------------------------------------------
tra le nubi nere don gaetano urlava:maria!
-------------------------------------------------------------------
sabato mattina i funerali dei pompieri
--------------------------------------------------------------------------
le coperte l'hanno protetta dalla pioggia di vetri
------------------------------------------------------------------------------------------------------------

tratto da il messaggero
giovedi 29 novembre 2001 pagina 44

2 gli stabili sotto sequestro
------------------------------------------------------
poveri david e michela,si amavano davvero
---------------------------------------------------------------
federico non sa che i colleghi sono morti

22:14  
Blogger Andrea Stivi said...

Io sto aspettando di procreare. Nel mio blog ho scritto un'enciclica intitolata "Merda salvi", che è un elogio al defecamento. Vi invito a leggere e chiedo all'autore del blog se può mettere il mio link sul suo blog. Grazie

andreastivi.blogspot.com

01:57  
Anonymous Anonimo said...

mhhhh..ciao sono una coprofaga,il tuo stronzo alla nocciola lo assaggerei volentieri..kissà ke gusto delicato e ke profumo..sei proprio un artista!

03:59  
Anonymous Anonimo said...

a chi a fatto questo sito io lo prenderei e quella cazzo di merda gliela farei mangiare con tutto il water e per chi lo conosce ditegli che e' un grandissimo figlio di zoccola troia puttana. ho detto tutto

08:37  
Anonymous Anonimo said...

tu 6 una vera merda fottiti e forza che waffanculo

16:33  
Blogger Etilogico said...

Sarà, ma io questo blog lo trovo interessante, anche se fermo da parecchio. In assoluto è stato quello più commentato, tra quelli che abbia visto. Tanto che l'ho citato nel mio.

00:02  
Anonymous Soroll said...

Anche a me piace la merda, con un po' di panna sopra che è più erotico. Infatti ti ho citato nel mio blog.

18:21  
Anonymous Anonimo said...

La merda ha un suo fascino, trovo giusto dedicargli un blog, bravo.

W la merda.

18:57  
Blogger Squilibrato said...

EVVIVA!

01:42  
Anonymous Anonimo said...

che cagata che sei!

21:32  
Anonymous Anonimo said...

Beh ... ci sono arrivato per caso e questo blog è una rivelazione!
Cagate, cagate tutti che è salute e non pensate a tutti gli altri problemi! Almeno in quell'attimo ci assomigliamo tutti.
Comunque complimenti! Ma come azz hai fatto ad annodarlo al centro e a farlo pure tutto intero senza quasi spezzarlo?

00:10  
Blogger simo said...

E questo è l'i-inno del corpo sciolto
lp può cantare solo chi caga di mo-olto
se vi stupi-ite la reazione è strana
perché cagare soprattutto è cosa umana....
Roberto Benigni

15:12  
Anonymous Anonimo said...

Casino Money tyuueooru
Online Casinos
There are several things to be considered when selecting the best gambling website.
[url=http://www.nhgaa.org/]Free Casino Money[/url]
This is why online casino seems to be a common interest of many nowadays.
http://www.nhgaa.org/ - Casino Free Game
It's always good to stick to such online casino website that can meet your queries whenever you want.

19:37  
Anonymous Anonimo said...

Comunque in Germania i cessi sono fatti in modo che ogni giorno si possano guardare con attenzione i propri bisogni. Se fosse per me manderei la foto ogni giorno ad un medico. Non si scherza con le patologie dell'intestino!
GUARDATE LA VOSTRA MERDA!

13:32  
Anonymous Anonimo said...

Hello everyone!
I would like to burn a theme at this forum. There is such a nicey, called HYIP, or High Yield Investment Program. It reminds of financial piramyde, but in rare cases one may happen to meet a company that really pays up to 2% daily not on invested money, but from real profits.

For several years , I make money with the help of these programs.
I'm with no money problems now, but there are heights that must be conquered . I make 2G daily, and I started with funny 500 bucks.
Right now, I managed to catch a guaranteed variant to make a sharp rise . Turn to my web site to get additional info.

http://theinvestblog.com [url=http://theinvestblog.com]Online Investment Blog[/url]

21:06  
Anonymous Anonimo said...

Not sure where to post this but I wanted to ask if anyone has heard of National Clicks?

Can someone help me find it?

Overheard some co-workers talking about it all week but didn't have time to ask so I thought I would post it here to see if someone could help me out.

Seems to be getting alot of buzz right now.

Thanks

11:34  
Anonymous Anonimo said...

It is remarkable, a useful phrase

06:49  
Anonymous Anonimo said...

Here and so too happens:)

03:20  
Anonymous Anonimo said...

Gente che non caca dal 2006...è tempo di guttalax cazzo!

04:08  
Anonymous Anonimo said...

Ragazzi questo blog era fantastico!!!
Perchè non riprenderlo e farlo rivivere?

13:35  
Anonymous Anonimo said...

GLUCOPHAGE are used to treat type 2 diabetes. [url=http://www.diabetichelpmeds.com/]avandia medication[/url] GLUCOPHAGE are used to treat type 2 diabetes. ACTOS is a once-daily oral prescription medication that, with diet and exercise, has been shown to be effective for the treatment of type 2 diabetes. This can lead to serious medical problems including kidney damage, amputations, and blindness.

23:55  
Anonymous Anonimo said...

Ed hardy shopbellamoda, bella moda and bella moda also on the internet books and artwork from tattoo legend don ed hardyMyxer wallpaper ed hardy shop for ed hardy males belts like ed hardy- london calling belt, and more. Acquire ed hardy bags at edhardys view 30267 ed hardy photographs, ed hardy photos, ed hardy pictures on photobucket share them with your friends on myspace or upload your own. Photobucket ed hardy images, ed hardy images, ed hardy images welcome to purchase bags at our ed hardy onlie retailer bags will be your favored that charmed by the magic http://www.vbboots.co.uk
of amazing tattoo and impressive color.
They all started shoving hand warmers into my gloves and my shoes, considering that [url=http://www.dalinsell.co.uk/]Ugg Boots sale[/url]
the toes on my left foot were also frozen. Ladies covered me with blankets and comforted me, because I was now shaking from hypothermia and crying. An individual went to discover a cop who came to get the man laying subsequent to me.
Check the style-forward branded sheepskin boots and you will find that a classic boot construction is adopted to guarantee all the comfy positive aspects as properly as the style tastes. The material is one thing that also provides it a good feminine touch although staying warm and comfortable even worn all day long. Besides, such variety of winter shoe is versatile for [url=http://www.vbboots.co.uk/]Ugg Boots cheap[/url]
style expression and the finest bet to match it can be straightforward jeans, shirts, a good warm jacket, and so forth..
They could occur as countrywide chains or simply merely an independent shop chances are you also search it on the web. Uggs In Uk Ahead of you make a decision to determine to hold the automobile repainted, talkt earliest aided by the painter what you will want obviously done along with your vehicle. You will even get to decide the colour of your paint.

04:10  
Anonymous Anonimo said...

Для любителей погорячее [url=http://aftertube.net.ua/tags/Maserati/]Maserati[/url] Русское порно про то как [url=http://aftertube.net.ua/tags/%ED%E0%E2%E0%F0%EE%F7%E5%ED%E0%FF/]навароченая[/url]
не для сопляков

19:44  
Anonymous Anonimo said...

Very great post. I just stumbled upon your blog and wanted
to mention that I've really enjoyed surfing around your weblog posts. In any case I will be subscribing for your feed and I hope you write once more very soon!

Also visit my page; low carb diet plan

04:15  
Anonymous Anonimo said...

Magnificent bеat ! I wish to apprеntіce whilе yοu amеnd your site, hοw could
i subscrіbe for a weblоg web site? Τhe account hеlped mе a appropriate deаl.
I were a little bіt familiar of this yοur broadсast
prοvided brillіant clear idеa

Αlso visit my blog post - cheapest one day car insurance cover

22:12  
Anonymous Anonimo said...

Аhaa, itѕ plеasаnt dialogue
concerning this ρaragгaρh at thіs plaсе at thіs
webѕite, I haνe reаd all thаt, sо now me аlso
сommеntіng at thіs place.

Here is mу ωeb sіte :: health-cash-plans.co.uk

22:26  
Anonymous Anonimo said...

Wow that was unusual. I just wrote an extremely long comment but after I
clicked submit my comment didn't show up. Grrrr... well I'm not writing all that over again.
Regardless, just wanted to say fantastic blog!

Feel free to visit my web site - Wie kann man sich die leckere und sehr einfache Diät bei Zöliakie vorstellen

03:50  
Anonymous Anonimo said...

Thank you for the auspicious writeup. It in truth was once a amusement account it.
Look complex to far introduced agreeable from you! By the way, how could we
communicate?

My web site: Steinzeit-Diät Erfahrungen
my page :: abnehmen mit magenballon

04:33  
Anonymous Anonimo said...

I enjoy what you guys tend to be up too. This type of clever work and coverage!
Keep up the fantastic works guys I've included you guys to blogroll.
hardwood floor refinishing

Here is my site - cleaning hardwood floors

07:30  
Anonymous Anonimo said...

I used to be suggested this website by my cousin. I'm no longer sure whether or not this post is written by him as nobody else know such distinct about my problem. You're amazing!
Thanks!

my blog :: hardwood floors
My web page :: http://www.flooranddecoroutlets.com/hardwood-solid.html

07:34  
Anonymous Anonimo said...

My brother suggested I might like this web site.

He was totally right. This post truly made my day.
You can not imagine just how much time I had spent for this info!
Thanks!
hardwood floors installation

Here is my blog post ... engineered hardwood floors

07:49  
Anonymous Anonimo said...

That is really attention-grabbing, You arе an excesѕively skilled bloggeг.

I've joined your feed and sit up for in search of extra of your great post. Also, I'vе shared your
sіte in my socіаl netwoгks

Fееl free to surf to mу webрage :: http://www.virtualurth.com/index.php/member/418204

06:03  
Anonymous Anonimo said...

Hello, I enjoy reading all of your article post. I like to write a little comment to support you.


My website :: toenail fungus treatment
Also see my web page: nail fungus treatment

06:19  
Anonymous Anonimo said...

Hello, I desire to subscribe for this web site to get most up-to-date
updates, therefore where can i do it please
help.

my web blog hardwood flooring

06:30  
Anonymous Anonimo said...

I got thiѕ ωеb site from my
fгienԁ who informed me about this webѕite and at the
mоmеnt thiѕ time I аm visіting this ωebѕite аnd rеading veгy informatiѵe artіcles oг
reviews аt this ρlace.

mу web site; http://sugimoto-biyou.jp

14:32  
Anonymous Anonimo said...

I was rеcоmmenԁed thіs blog thгough my сousіn.
I'm now not sure whether this publish is written via him as no one else understand such unique about my difficulty. You're amazing!

Thanκs!

Visit my web ρаge :: homeinsurancecomparisonuk.co.uk

06:24  
Anonymous Anonimo said...

If you want to increase your familiarity јust keep visiting
this web рagе and be updated with thе latest gossiр ρosted here.


Here іs my homeρаge :: Visit Posters Website

08:30  
Anonymous Anonimo said...

Wοnԁerful blog! Ӏ found it while ѕurfing arοund on Υаhοo Νеws.
Do yοu have аnу ѕuggestionѕ on how to gеt listed in Yаhoo News?

Ι've been trying for a while but I never seem to get there! Thanks

Feel free to surf to my weblog: buildings insurance for new builds

11:23  
Anonymous Anonimo said...

Aρprеciаte this post. Wіll try it out.


Visit my site mouse click the next web site

13:13  
Anonymous Anonimo said...

Good way of descrіbіng, and
pleasant post to obtain dаta conсerning mу presentatiοn topiс, ωhich i am going
to cοnѵey in institutіon of higher еducation.



my web site ... healthinsuranceforindividual.co.uk

13:19  
Anonymous Anonimo said...

ӏncredіblе ρoints. Greаt aгguments.
Keeр up the amazing spігіt.

mу weblog ... crawlme.co.uk

09:02  
Anonymous Anonimo said...

Howdy! This post couldn't be written any better! Reading this post reminds me of my previous room mate! He always kept chatting about this. I will forward this page to him. Pretty sure he will have a good read. Many thanks for sharing!

Here is my weblog steinzeit-diät diätplan

04:46  
Anonymous Anonimo said...

I was suggested this web site by my cousin. I'm not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my trouble. You're amazing!

Thanks!

my web page; körpergewichtsübungen muskelaufbau

19:16  
Anonymous Anonimo said...

Hello! Someone in my Myspace group shared this website with us so I came
to check it out. I'm definitely loving the information. I'm book-marking and will be tweeting this to my followers!
Fantastic blog and brilliant design.

my homepage :: low carb meal recipes

04:27  
Anonymous Anonimo said...

It is truly a beauty during the early Fall when the leaves
are changing. Some people even remodel their garages at
the same time they build a pool. With a little sand,
rocks, cement and the right containers, you can make your own.


Take a look at my website ... wooden sheds for sale

00:34  
Anonymous Anonimo said...

It is truly a beauty during the early Fall when the leaves are changing.
The place you choose for your ceremony or reception can encourage the fall theme and
be a decoration. Eberhard Faber was one of the manufacturers who adopted his
process.

My webpage; wooden sheds for sale
Also see my site: sears sheds for sale

00:34  
Anonymous Anonimo said...

School polo shirts withunique design patterns and styles help students make a fashionable stylestatement.

Don't miss them, they are a nice goodie for the kid in your life. Apparel India is an online marketplace offering exclusive range of designer dresses.

my website - hollister promo codes december 2012

00:50  
Anonymous Anonimo said...

I don't even know the way I stopped up here, but I believed this submit was once great. I do not recognize who you're but certainly you are going to a
well-known blogger in case you are not already.

Cheers!

Here is my web blog - natural hair loss

00:24  
Anonymous Anonimo said...

you must read eyRpdWZM [URL=http://www.hermes-birkinprice.weebly.com/]hermes outlet online[/URL] for more detail PYeWXRmf [URL=http://www.hermes-birkinprice.weebly.com/ ] http://www.hermes-birkinprice.weebly.com/ [/URL]

16:51  
Anonymous Anonimo said...

baseless VegasWild Vegas Bonuses No Deposit incentive :$100 350% down payment incentive A. Frausini Jr. [url=http://www.onlinecasinoburger.co.uk/]online casino[/url] online casino This casino bonus is preferable kind of defrayment game so that they can pick up more more or less gaming and Love the game. http://www.tasty-onlinecasino.co.uk/

11:03  
Anonymous Anonimo said...

These are really fantastic ideas in regarding blogging. You have
touched some fastidious factors here. Any way keep up wrinting.


Feel free to surf to my web page - Lavatube Edelstahl

18:09  
Anonymous Anonimo said...

Excellent beat ! I wish to apprentice while you amend your site, how can i subscribe for a blog site?
The account aided me a acceptable deal. I had been tiny bit
acquainted of this your broadcast offered bright clear idea

Take a look at my web-site; summer internship

19:45  
Anonymous Anonimo said...

Hello just wanted to give you a quick heads up. The text in
your post seem to be running off the screen in Chrome.
I'm not sure if this is a format issue or something to do with web browser compatibility but I thought I'd post to let you know.
The design look great though! Hope you get the problem fixed soon.
Cheers

Here is my homepage :: Nuvocleanse Review

09:17  
Anonymous Anonimo said...

I'm impressed, I have to admit. Rarely do I encounter a blog that's both
equally educative and engaging, and without a doubt, you've hit the nail on the head. The issue is something too few men and women are speaking intelligently about. I am very happy I came across this during my search for something relating to this.

My webpage: Buy Test Force

09:52  
Anonymous Anonimo said...

You've made some good points there. I checked on the web for more info about the issue and found most individuals will go along with your views on this site.

My blog: Garcinia cambogis

20:56  
Anonymous Anonimo said...

Auto Enginuity is also available in other languages, this sort of
as German, Spanish and Japanese. OBD 2007 is a item of GLM Software.


my blog post; actron cp9180 autoscanner

08:25  
Anonymous Anonimo said...

It's not my first time to visit this web site, i am visiting this web page dailly and obtain nice information from here daily.

Feel free to surf to my blog post ... afterschool care|

06:07  
Anonymous Anonimo said...

It's very trouble-free to find out any topic on web as compared to textbooks, as I found this piece of writing at this site.

my weblog: Dermal meds

16:51  
Anonymous Anonimo said...

The articleice Machines introduces:This article about How To Buy Commercial Ice Machines For Restaurant,With the introduction of cutting edge and innovative technologies, a commercial ice machine is no longer a bulky device producing insanitation, consuming a lot ...

If you need more ice Machines infomation about How To Buy Commercial Ice Machines For Restaurant, Click here to find.

With the introduction of cutting ice Machines edge and innovative technologies, a commercial ice machine is no longer a bulky device producing insanitation, consuming a lot of energy, making noise, and taking a lot of time to make the needed supply of ice. As a result of high end technologies, commercial ice machines are able to achieve “being green” the highest levels of energy and water conservation. Now a commercial ice machine can easily produce from 65 pounds to 2,000 pounds of ice cubes in a day. You can find varied shapes of ice cubes such as dice, half dice, octagon, crushed, nugget, and flake.

Commercial ice machines are the standalone units,ice Machines designed to produce large quantities of ice for various commercial purposes. Once installed, these commercial ice makers are pretty automatic and do not need much attention from you or your staff. These factory-made machines consist of a condensing unit and ice-making section that operates as an integrated unit to make ice, an ice bin or a storage unit to store the created ice and a dispensing unit to dispense the ice out of the machine. Many automatic ice machines use moving water to create an improved quality of ice cubes. They work on the principle of “faster the water moves the better the ice quality becomes”. In this process, the air and un-dissolved solids get washed away. This results in pure and clear ice production.

Large amounts of ice are demanded for various purposes in many ice Machines commercial entities such as Restaurants, Bars, Ice Cream Parlors, Bakeries, Country Clubs and Golf Courses. A commercial ice machine is the perfect choice for such places as the large quantity of ice also needs to be a certain quality as well. Automatic commercial ice machines will make plenty of ice of equal size in a short span of time. All you need to do is just start the machine and set the required functions, and leave the rest up to the machine. You will get good quantity of quality ice in a short amount of time. In addition, many commercial ice machines come with a self cleaning function. This will help maintain the quality and quantity if the produced ice while decreasing the time that you and or your staff must spend with the machine.

Keep in mind that there are two varieties of ice machines: air cooled and waterice Machines cooled. Air cooled ice machines use air to disperse the heat, whereas water cooled ice machine uses water to do the same function. Air cooled ice machines use more energy and also are much noisier than water cooled ice machines. However, they are more affordable than water cooled ice machines.

An assorted collection of wonderful, fast and energy efficient commercial ice makers are readilyice Machines available in the market. Various renowned and reliable manufacturers have come up with their unique range of these amazing machines. Numerous models that create different types and sizes of ice are available in the local and online market. A competitive urge of creating more efficient and cost effective ice machines, has left the customers and consumers with a distinctive variety of these units in which to choose.

06:03  
Anonymous Anonimo said...

Wow, fantastic weblog layout! How long have you been blogging for?

you made blogging look easy. The full glance of your website is excellent, let alone the content material!


Here is my website - summer internship

01:41  
Anonymous Anonimo said...

Excellent blog here! Also your website loads up fast! What web host are you using?
Can I get your affiliate link to your host? I wish my site loaded up as fast as yours lol


Rvtl Skin Care

23:54  
Anonymous Anonimo said...

dating a taurus male http://loveepicentre.com/faq/ adult dating az
online free sex dating [url=http://loveepicentre.com/advice/]dating itlay[/url] south african women dating
free hentai dating sims [url=http://loveepicentre.com]native american women for dating[/url] is denise richards dating [url=http://loveepicentre.com/user/shamejilo/]shamejilo[/url] disability back dating

05:37  
Anonymous Anonimo said...

chicago catholic christian dating http://loveepicentre.com/ dating in russian
african dating white women [url=http://loveepicentre.com/contact/]20 dating questions[/url] tim sylvia dating show
nurses dating patints [url=http://loveepicentre.com/map/]dating humor difference men and women[/url] black women online dating websites [url=http://loveepicentre.com/user/goodlove20/]goodlove20[/url] manchester dating agency cario partner kasih

17:03  
Anonymous Anonimo said...

networking forum blog chat dating social http://loveepicentre.com/taketour/ sex dating in south holland illinois
biker chicks dating [url=http://loveepicentre.com]when dating older women[/url] dating profile canal winchester ohio charlie
bookworms dating bookstores date date [url=http://loveepicentre.com/faq/]gay flash games dating sim[/url] biblical dating genealogy records [url=http://loveepicentre.com/user/handsome/]handsome[/url] complete list of dating sites

07:53  
Anonymous Anonimo said...

irish dating for adults http://loveepicentre.com/contact/ alexa dating sites
free dating service eharmony singles online [url=http://loveepicentre.com/faq/]dating site for $9 per month[/url] slut free dating sites
online free adult dating [url=http://loveepicentre.com/map/]fat singles dating site[/url] free look senior dating sites [url=http://loveepicentre.com/user/gbgfrf/]gbgfrf[/url] fake pics to use for dating

15:36  
Anonymous Anonimo said...

100 free online dating in usa http://loveepicentre.com/map/ dating shake
dating for over 70s uk [url=http://loveepicentre.com/testimonials/]free cybersex dating sites[/url] dating practices in iraq
free german dating [url=http://loveepicentre.com/articles/]jr high dance dating pictures[/url] high joy adult dating site [url=http://loveepicentre.com/user/hm0o0d/]hm0o0d[/url] panama singles dating

12:12  
Anonymous Anonimo said...

asian american men dating http://loveepicentre.com/articles/ phone dating denver
free hindu dating [url=http://loveepicentre.com]matured free dating site in europe[/url] love hina dating sim game rpg
who is brandy currently dating [url=http://loveepicentre.com/]dating with children scared boyfriend[/url] test dating magazines [url=http://loveepicentre.com/user/Akoaka/]Akoaka[/url] dating sim rpg hints

14:54  
Anonymous Anonimo said...

Meglio videomerda.com in cui trovi solo video di cagate

14:52  

Posta un commento

<< Home