Guarda la mia Merda

Guardalamiamerda. Nell'era della real tv, guarda il fetido prodotto di due intestini giorno per giorno! MANDACI LA TUA!

lunedì, febbraio 20, 2006

Cago ergo sumus



Giornata difficile, come vedete, ma gravida di importanti e profonde riflessioni. Cago ergo sum, l'atto escretorio come ultima espressione delle nostre origini ormai negate nell'era della tecnologia, legame residuo di tempi in cui l'uomo cominciava a potersi dire tale, quando alla postura a quattro zampe sostituiva quella del samurai, usando due alberi come appoggio e una ruvida foglia di fico per pulirsi, quando, non ancora prigioniero di un Io, confondeva la sua identità nella molteplicità della natura. Guardate adesso le mie feci odierne: così diverse per forma e consistenza da rendere difficile immaginare che siano uscite dallo stesso ano. Costretto a una forzata prigionia in un Io costruitomi addosso senza possibilità di replica, solo attraverso le feci ritorno a un'identità più molle, unica reminiscenza di un'epoca in cui Io e Mondo, divisi da labili confini, si scambiavano spesso le reciproche posizioni in una vorticosa e caotica danza. Cago ergo sumus, i mille volti del nostro animo ci salutano, tornati visibili per un solo momento, prima di avviarsi nel lungo viaggio verso il grande mare delle cacche. Noi li onoriamo così, offrendoli a voi in queste immagini del loro ultimo congedo.
guardalamiamerda

4 Comments:

Anonymous puffomynkja said...

Grande, ragazzi, finalmente un blog interessante come piace a me. Ogni giorno una sana dose di merda prodotta e riprodotta con dovizia di particolari. Così si fa. Al diavolo i blog delle centomila Melisse P. mestruate e piagnucolone, che piangono e sbomballano i maroni con stupide e inutili paranoie, come "Oggi il ragazzo dei miei sogni non mi cagato di striscio!!Sigh, sob...". A queste darei una bella sberla di rovescio in faccia con la minchia, altrochè.
Bravi picciotti, vi linko subito. Mi ha dato il vostro url quel debosciato di Gioacchino.
Saluti festosi.

21:54  
Anonymous michele said...

La poesia di queste masse in movimento, catturate dallo scatto di una macchina fotografica. La merda è un essere in continuo movimento. Dallo stomaco parte questa massa informe che attraversa l'intestino dandoci alimento utile, per poi continuare e trasformarsi in questo prodotto, che a sua volta viaggerà diventando galeone in un oceano di merda, che disfacendosi, darà nuova linfa ad altre forme di vita.
La merda è divenire, la merda è vita!

00:09  
Blogger guardalamiamerda said...

a volte scrivo delle minchiate così grosse che me ne rendo conto il giorno dopo...

10:43  
Blogger Kiup said...

In quanto sostenitore del MLM (Movimento per la Liberazione della Merda) non posso che applaudire a questo post. Anche se a voler cercare il pelo nell'uovo (se di uovo si può parlare) credo che se ti impegni maggiormente potrai raggiungere prestazioni ancora più soddisfacenti.

22:00  

Posta un commento

<< Home