Guarda la mia Merda

Guardalamiamerda. Nell'era della real tv, guarda il fetido prodotto di due intestini giorno per giorno! MANDACI LA TUA!

lunedì, febbraio 27, 2006

Cacche vinose



Queste sono le mie simpatiche cacche del lunedì. Notate il particolarissimo color melenzana della seconda, provocato dall'eccesso di vino della sera precedente. La prima ha invece richiamato la mia attenzione per l'effetto iceberg, piuttosto raro a dire il vero, per il quale l'escremento lascia uscire a pelo d'acqua soltanto una puntina sottile, rimanendo sommerso per i 9/10 della sua lunghezza. Confesso di sapere molto poco sull'argomento, perciò vi invito a raccontarmi le vostre esperienze analoghe per avere una casistica più ampia sulla quale poter trarre più salde conclusioni. A presto,
guardalamiamerda

Arriva il nuovo Artusi!

Vi starete forse chiedendo cos'è questa brodaglia non ben definita in cui galleggiano le mie graziose feci di ieri. Questa involontaria creazione coproculinaria è nata dall'unione della zuppetta residua del mio pranzo buttata nel wc e dalla mia sbadataggine nel dimenticare di tirare lo sciacquone subito dopo. Così, quando ho allegramente poggiato le mie terga sulla fredda tavoloccia per espellere ciò che vedete nella foto, poca roba a dire il vero, stavo dando vita al primo piatto della neonata corrente della coprocucina, battendo sul tempo Ferran Adrià, che stava anch'egli sperimentando in questa direzione. Abbagliato dalla novità dirompente e assoluta della mia creazione non ho potuto ancora trovare qualcuno che la giudicasse dopo averla degustata. Ci saranno tra voi stomaci abbastanza forti, e palati abbastanza fini, da poterla assaggiare? Aspettiamo ancora un giudizio di qualche raffinato gourmet per aprire un ristorante a tema. Vi attendiamo numerosi per le prime degustazioni,
guardalamiamerda

caccaquiz: ecco i vincitori!

Amici copronauti, come vedete non vi ho dimenticato. Questa trinità scatologica è ciò che i miei intestini hanno prodotto due giorni fa, sabato 25. L'unica risposta che abbiamo ricevuto alla domanda di venerdì 25 è stata sbagliata perciò, poichè prevedeva che queste feci sarebbero state marrone chiaro con screziature verdi, senza fare menzione della consistenza. Per quanto riguarda il marrone chiaro, potremmo anche farla passare con un pò di buona volontà, ma qui di screziature verdi non c'è neanche l'ombra. Sei fortunato però, anonimo amico, perchè la tua è l'unica risposta e quindi ti proclamo vincitore del quiz! Mandaci il tuo indirizzo e-mail e ti manderemo il tuo fetido premio! A presto per altri emozionanti quiz,
guardalamiamerda

venerdì, febbraio 24, 2006

C'è quando ti arriva un poker servito, c'è quando non puoi neanche aprire




Ecco a voi un bel poker di stronzi, come non me ne capitavano da molto tempo. E' di ieri, lo pubblico soltanto adesso per problemi di connessione. Oggi invece niente, il mio intestino è andato in vacanza. Tante facili riflessioni potrebbero farsi su questo succedersi completamente casuale di giorni fausti e infausti, ma le lascerò a voi, aspettando i vostri suggerimenti per un eventuale dibattito. Sarò io invece a porvi una domanda adesso, speriando che cogliate l'invito per una fertile e fruttuosa discussione. Oggi ho mangiato, in quest'ordine: due succhi all'albicocca e una tazza di caffè solubile (colazione); penne all'amatriciana, due carciofi, tazza di caffè (pranzo); torta salata di farro - ingredienti: farro, uova, latte ,burro, parmigiano, per la pasta frolla burro, farina e acqua -, due carciofi, una mozzarella e un'insalata mista (cena); ho chiuso la giornata con un bicchierino di ottima vodka alle erbe polacca.
Di che colore saranno le mie feci di domani?
Che consistenza e che forma avranno?

Non pubblicherò le foto prima di avere un buon numero di risposte. Siate fantasiosi, le vie dell'intestino sono infinite. A domani,
guardalamiamerda

Ipse dixit!


Carissimi copronauti, vi sarete certamente accorti che da un paio di giorni è apparso sul nostro blog un banner di un motore di ricerca che si fregia - pensate! - del nome del sommo Aristotele. Dovete sapere che qualche giorno fa, venuto a conoscenza di questo motore di ricerca fino ad allora misconosciuto, fui subito attratto dalla possibilità, dissacratoria se vogliamo, di poter affiancare il nome del nostro giovane blog a quello del Filosofo. Così mi affrettai ad inserire tutti i dati richiesti da questo portale, che tra le altre cose prometteva, assieme alla semplice segnalazione tra i risultati delle ricerche, di pubblicare il nostro banner se noi avessimo fatto lo stesso con il Suo. L'opportunità era troppo ghiotta: lo Stagirita e guardalamiamerda che si fanno pubblicità reciprocamente, e per di più avremmo avuto un banner tutto nostro! Ancora più in fretta scaricai un programma per creare banner e, detto fatto, anche guardalamiamerda aveva la sua gloriosa effige. Reinserii tutti i dati nella pagina per la segnalazione dei siti del portale e pubblicai il Suo banner nel nostro blog, fiducioso che avrebbe fatto lo stesso con il nostro. La delusione doveva giungere presto: due email mandatemi dal Filosofo in persona mi annunciavano che i contenuti del nostro blog non sono adatti al suo motore di ricerca, perciò non ci avrebbe segnalato. Io, nonostante questa abominevole censura, continuerò a tenere il banner con il Suo glorioso nome, soddisfatto già di poterlo affiancare alle nostre gradevoli feci. Pubblico anche il nostro, che qualcuno avrà già visto, perchè possiate vederlo, se voleste poi farci l'onore di metterlo nel vostro sito, non esitate a contattarci. Vi prometto al più presto le mie feci,
guardalamiamerda

giovedì, febbraio 23, 2006

Nostalgia di cacasa...

Cari copronauti, sono fuori da un solo giorno e giä mi mancate...
Cöme potete vedere dai caratteri, vi scrivo dalla germania, terra barbara e senza ßide´: quante sofferenze e quanti bruciori per il mio cerchietto di pelle raggrinzita!
Pürtroppö non ho potuto portare con me la macchina fotografica, quindi i miei interventi, per le prossime due settimane, saranno solo letterari.
Un particolare salutom a culo2, secondo non per importanza, ma per apparizione in una foto sul blog, ed un saluto caldo e marrone a tutti i visitatori: crescete moltiplicatevi e sopratutto cagate!
Mi farö sentire presto,

Culo1

mercoledì, febbraio 22, 2006

Petrolio


Nessun riferimento a Pasolini, solo il verde, verde petrolio appunto, di questa meraviglia mi sembrava troppo bello per non farvene partecipi. Purtroppo nella foto i colori sono un pò alterati, cosi sembra quasi che sia color cenere. Dopo un momento di malinconia la natura mi è venuta in aiuto con la sua bellezza.Grazie al gentile amico a quattro zampe che ci ha fornito questa opera sublime, a presto,
guardalamiamerda

omaggio a culo 1



Simbolo e monito dell'inanità degli sforzi umani, vi lascio la mia produzione odierna. Queste due miserevoli cacchette, prodotte in due diversi e distanti momenti della giornata, vogliono essere un omaggio a culo1, che si assenterà per due settimane, più o meno. Purtroppo, dopo una dura gestazione l'omaggio non è riuscito come speravo, dopo i fuochi d'artificio di ieri. Pensa, affezionato copronauta, agli sforzi e alle speranze che per ben due volte in una giornata hanno suscitato in me i sommovimenti delle mie viscere, speranze prontamente deluse dagli scarsi risultati che puoi vedere qui sopra. E pensa adesso alle grandi e piccole azioni compiute ogni giorno e alle speranze, grandi o piccole, che queste possano avere un esito positvo, possano avere un'influenza nel vertiginoso girare del nostro piccolo mondo. Per due volte seduto seduto fremente sulla fredda tavoloccia del water di casa, per due volte deluso dalla vista del frutto dei miei sforzi. Che, scivolati via in un gorgogliare d'acqua, restano qui a ricordarci la nostra dolente umanità. A domani,
guardalamiamerda

martedì, febbraio 21, 2006

Incidente grave sulla A-nale


Prometto un commento a breve,intanto godetevi questo.

lunedì, febbraio 20, 2006

Cago ergo sumus



Giornata difficile, come vedete, ma gravida di importanti e profonde riflessioni. Cago ergo sum, l'atto escretorio come ultima espressione delle nostre origini ormai negate nell'era della tecnologia, legame residuo di tempi in cui l'uomo cominciava a potersi dire tale, quando alla postura a quattro zampe sostituiva quella del samurai, usando due alberi come appoggio e una ruvida foglia di fico per pulirsi, quando, non ancora prigioniero di un Io, confondeva la sua identità nella molteplicità della natura. Guardate adesso le mie feci odierne: così diverse per forma e consistenza da rendere difficile immaginare che siano uscite dallo stesso ano. Costretto a una forzata prigionia in un Io costruitomi addosso senza possibilità di replica, solo attraverso le feci ritorno a un'identità più molle, unica reminiscenza di un'epoca in cui Io e Mondo, divisi da labili confini, si scambiavano spesso le reciproche posizioni in una vorticosa e caotica danza. Cago ergo sumus, i mille volti del nostro animo ci salutano, tornati visibili per un solo momento, prima di avviarsi nel lungo viaggio verso il grande mare delle cacche. Noi li onoriamo così, offrendoli a voi in queste immagini del loro ultimo congedo.
guardalamiamerda

CAGO, ERGO SUM

Volevo continuare le riflessioni che mi aveva suggerito l'evacuazione di ieri.
L'avversione che si manifesta, in noi uomini moderni, per tutto' cio' che riguarda il mondo delle feci, relegando questo affascinante prodotto corporeo alla sfera clinica o alle attenzioni di qualche pervertito, è frutto della nostra civiltà, spaventata da qualunque ancestrale legame con l'animalità.
Il proposito di questo sito è quello di fare marcia indietro, di far riscoprire all'uomo moderno le proprie feci, le proprie origini.
Cago, ergo sum...

LA VENDETTA DEL CRAUTO


Contengo appena la mia gioia, e non solo quella, nel pubblicare questa foto.
E' una testimonianza dell'interesse suscitato dallo Sterconcorso anche in terra Teutonica mandatami da due cari amici, A e K( non sono carte da gioco, ma persone di cui rispettiamo l'anonimato), che ritrae una strada tedesca ed il suo inaspettato ospite.
Grazie amici!
Aspettiamo con ansia un seguito!

domenica, febbraio 19, 2006

DALLA TERRA ALLA LUNA

La cacca di oggi è piuttosto emozionante.
La forma irregolare, ma soprattutto il colore chiaro, ci trasportano sulla tormantata superfice lunare e ci invitano a fantasticare su mirabili avventure spaziali.
Le feci, a volte piu' delle nuvole, nascondono nelle loro forme create dal capriccioso intestino una fonte d'ispirazione che risveglia il fanciullino sopito che è in ognuno di noi.
In questo mondo urbano, dove ormai e' possibile scrutare in cerca di svago solo qualche striminzito spicchio di cielo, la natura puo' ancora stupirci dentro la tazza del cesso, dove è ancora padrona indiscussa.
Viva le feci, quindi, ultimo avamposto di primitività, circondato da chilometri di cemento.

sabato, febbraio 18, 2006

I Monsoni sono arrivati!

Da qualche giorno sono arrivati i monsoni nel mio intestino. Almeno due-tre volte al giorno infatti vengo assalito da forti crampi al basso addome, che si risolvono nella rapida e liberatoria produzione di feci mollacchere in scarsa quantità. Questi tropicali malesseri mi rendono inoltre inappetente, e sto cercando di indagare su cosa abbia portato questi monsoni e su cosa possa mandarli via, visto che l'Imodium è stato inefficace. Date la vostra ripsposta, ogni parere sarà ben accetto!

il Gattopardo

Interessante esemplare, vecchio già di un giorno a dire il vero, di cacca maculata, non comune a queste latitudini. Questa specie, così piacevole da guardare, si caratterizza per la sua aggressività, lascia infatti un leggero bruciore all'ano durante la sua venuta alla luce. Si pensa che venga da un incrocio tra un pranzo a base di vegetali e una cena con carne. Ci chiediamo come sia al tatto, ma non abbiamo avuto il coraggio di verificarlo. Propongo di chiamarla "il Gattopardo", per la sua simpatica caratteristica cromatica.A presto,
guardalamiamerda

CURVE A GOMITO

Chissà a quanto andava questo stronzo per aver lasciato una sgommata cosi lunga...
Probabilmente ieri ho bevuto troppo ed era un po' ubriaco, non è riuscito a vedere la curva del cesso in tempo e, nonostante la frenata, si e' schiantato sul fondo.
La perizia chiarirà meglio la dinamica del fattaccio, ed a me non resta che lavorare di scopino per cancellare i poveri resti.
Maledette stragi del sabato pomeriggio-proprio-appena-dopo-pranzo!

venerdì, febbraio 17, 2006

Attento, frena!


Nell'ambito delle manifestazioni per lo Sterconcorso viene indetto "Guida pericolosa", prima gloriosa olimpiade delle sgummate, nelle sue due specialità, su mutanda e su cesso. Le modalità di partecipazione sono le solite, mandate le vostre sgummate al Caccarchivio, quindi lasciate nei commenti il vostro nome e la dicitura "Sterconcorso-sezione Guida pericolosa". Per adesso le due specialità verranno giudicate congiuntamente vista la sconvolgente novità della manifestazione, che potrebbe essere causa di una scarsa partecipazione. Il meraviglioso premio in palio sarà un nuovissimo, innovativo ABS per il vostro culo, in esclusiva direttamente dal Giappone, per dire addio a quelle brutte frenate che lasciano segni indelebili sulle vostre mutande! Perciò affrettatevi e partecipate, io lo sto già facendo! Skreeek!
guardalamiamerda

giovedì, febbraio 16, 2006

Scivolo olimpico

Bel troncone, no? Mi sono rifatto della cilecca di ieri.
Non ho niente da sottolineare su questa creazione, se non quelle strane sgommate a lancette che segnano le 11.25, curioso...

mercoledì, febbraio 15, 2006

Oggi cilecca!


Ed infine la mia cacca di ieri.
Oggi ero fuori casa, mi sono inibito e non l'ho fatta.
Maledetti cessi sconoscuti!
Pero' questa vale due, no?

Deiezioni feline

La cacca che il mio gatto fa un giorno si e l'altro pure sul tappeto del soggiorno.

Cacca indiana


Per farmi perdonare l'assenteismo degli ultimi giorni, dovuto, peraltro, ad una crisi depressiva causata dal crollo degli ascolti, eccovi, in ordine di grandezza: La cacca del Porcerllino d'india Lillo.

L'enigmatico eroe


Durante una delle mie rilassanti gite per la rete, improvvisamente, mi trovai davanti questa enigmatica ed elegante figura.
Il File recita: time traveler2, cosa vorrà dire?
Il nome della foto non riesce a soddisfare la mia curiosità su questo nuovo supereroe destinato, ne sono certo, ad una fama mondiale.
Anche la persona meno maliziosa non potrebbe fare a meno di immaginare i suoi superpoteri.
Per quanto mi riguarda, penso che non lasciaremai tracce di sgommate sulla ceramica e riuscire ad andare di corpo regolarmente in viaggio mi sembrano il minimo indispensabile per essere un eroe in questo campo.
Chissà se il nome, time traveler, significa che puo' viaggiare nel tempo?
Se è cosi, puo' muoversi a piacimento lungo la linea del tempo dall'invezione del cesso ad oggi?
Ma, ancora piu' inquietante, il 2 dopo il nome significa che fa parte di una genia di supereroi e che il primo della stirpe è stato eliminato dal nemico di sempre, il diabolico Dott. Astringent?
Se avro' altre notizie, e state sicuri che il nostro fara' parlare di se', vi faro' sapere.
Ai potseriori l'ardua sentenza.

Questione di sfumature...

11h30: a una chiamata dell'intestino, prontamente il mio ano calibrato risponde con un'apertura ottimale. Tutti fuori, pallette, pezzi allungati, pezzi frastagliati amorfi, palline piccole finali da chisura ano. Mi giro per immortalare questa gioia fugace e resto incantato dalle varie sfumature di marrone che abbelliscono quest'opera. Segno di pranzi sedimentati nelle mie viscere? Scherzo del mio colon irritabile? O semplicemente è la luce del bagno a rendere cangiante il normale marroncino uniforme delle mie feci? Comunque sia, ringrazio in silenzio la natura per concederci simili bellezze, e ve ne faccio dono. Vi prometto altre sorprese in giornata,
guardalamiamerda

Movimento per la vita. Sostenuto da sua eccellenza il card. Camillo Ruini e dalla Cei

Questa toccante immagine ci è stata spedita da un amico, Sergio G. (uso un nome fittizio perchè vuole rimanere nell'anonimato). Notate la forza e la disperazione con cui la piccola (?) ha cercato di aggrapparsi alla liscia, troppo ohimé, porcellana bianca, prima di venire impietosamente mandata giù per le tubature, lasciando come impronta, come monito silente ma maleodorante del suo rifiuto per la fine prossima un tristee orribile mosaico marrone.
Ringraziamo perciò il nostro amico Sergio per la sua testimonianza, nonostante le indagini in corso per accertare la paternità del pargolo e i carnefici sembrino portare proprio a lui. Noi confidiamo che i criminali siano assicurati al più presto alla giustizia.
Diciamo il nostro si alla vita! Non destinare ciò che porti in grembo ad una morte prematura! Fotografate e mandateci le testimonianze di questi crimini, aiutateci nella nostra campagna di sensibilizzazione.
Grazie,
guardalamiamerda

Ancora arretrati...


Un pò in ritardo, anche per colpa della maledettissima Alice che ieri non funzionava, eccovi le mie feci di lunedì e martedi, quest'ultime sono quelle più in alto. Proprio la foto di ieri credo che verrà criticata da molti, ma il pezzo grosso era un pò timodo e malandrino, così è scivolato via direttamente per lo scarico. Sento di avervi trascurato un pò in questi giorni, il mio intestino sta lavorando per farvi un bel regalo. A presto, ci sono d'altronde alcune novità da commentare,
guardalamiamerda

martedì, febbraio 14, 2006

Atolli

Vi ho trascurato un pò in questi giorni, un pò per colpa mia, un pò perchè il sito aveva dei problemi a caricare i miei post. Per farmi perdonare, vi lascio un pò di produzioni arretrate, questo simpatico atollo, che in periodo di esami vi porterà alle dorate spiagge di qualche isoletta del pacifico, con barriera corallina annessa. Buon bagno quindi,
guardalamiamerda
Posted by Picasa

lunedì, febbraio 13, 2006

BACCHINO MALATO

Nuova settimana, new deal, nuove forme.
Oggi vorrei attirare la vostra attenzione sulla formazione a destra, simpaticamente grappolosa e affascinantemente nuova per il mio "cachiere".
Il grappolo, infatti, era una possibilita' morfologica che non avevo ancora esplorato, e che ho fieramente aggiunto oggi al mio bagaglio culturale.
Water noster dacci la nostra cacca quotidiana...

domenica, febbraio 12, 2006

E' il settimo giorno, si riposò!

Buona domenica amati copronauti!
Oggi, come fece quel gran signore, riposiamo gli ani dalle fatiche settimanali.
Le vostre visite scemano, ma noi nonn demordiamo: la setttimana nascitura porterà con sè tante belle marroni novità: arriva il tema dello sterconcorso mensile, il racconto del giovedì, la cessenciplopedia e, ovviamente le nostre amiche feci saranno numerose come al solito. Vi confesso però che sono rimasto un pò deluso dalla scarsità delle foto che avete mandato al caccarchivio, forse siete ancora un pò timidi, fatevi coraggio, macchina fotografica al cesso assieme a voi e una bella foto per eternare e condividere ola vostra/nostra quotidiana (mediamente) catarsi.
Per lo Sterconcorso della settimana, il tema sarà "coccole marroni", ispirato all'imminente S.Valentino.
Mi raccomando, fate lavorare la fantasia e cacate cacate cacate per vincere il nostro abominevole premio!
Guardalamiamerda


Mini-diarrea

Scusate il commento piuttosto breve, ma confesso di avere molto sonno e la speranza di svegliarmi presto domani, un buon riposo mi consentirà di andare meglio di corpo. Poco da dire, d'altronde: nonostante l'apparenza soltanto molliccia, la produzione si è svolta nei modi della diarrea, da questo il titolo. Affluenza modesta oggi, speravo in meglio dopo i ritmi dei giorni scorsi, continuate a sostenerci come avete fatto fino ad ora. Buonanotte,
guardalamiamerda
 Posted by Picasa

sabato, febbraio 11, 2006

Festeggiamenti felini!

Come avrete visto anche voi, abbiamo ormai oltrepassato le 700 visite, aldilà di ogni più rosea aspettativa. La mia gatta, Muddy, ha deciso di aiutarci a festeggiare l'avvenimento concedendoci una foto delle sue feline feci. Purtroppo la ghiaietta ricopre quasi completamente le sue deiezioni, rendendole difficilmente distinguibili, ma apprezziamo comunque il gesto amichevole di condividere con noi il prodotto dei suoi intestini. Quanto a voi, amici copronauti, aiutateci a raggiungere le 1000 visite, mandate il nostro indirizzo ad amici, parenti e affini, mettete il nostro link nel vostro blog! Per il raggiungimento dello storico obiettivo vi saranno festeggiamenti epocali, e si vocifera addirittura della partecipazione straordinaria del porcellino d'india Lillo, con le esclusivissime foto delle sue feci! Diffondi il nostro indirizzo, e aiutaci a crescere!
Un affettuoso ringraziamento a tutti i copronauti,
guardalamiamerda
 Posted by Picasa

LA FORESTA FOSSILE

Amministrare questo sito mi ha fatto scoprire una nuova ansia da prestazione: quella per le feci.
Appena concluso il pranzo, infatti, mentre già sentivo un interessante selva di borborigmi intestinali, segnale inequivocabile di oggetti in transito, mi assaliva fulminea l'angoscia di deludere tutti i copronauti lasciando vuoto lo spazio ridservato ai miei bisogni odierni.
Ma le mie paure erano immotivate almeno quanto il sito che state visitando, poiche' oggi ho prodotto il mio capolavoro.
Guardatene la grossezza, ammiratene la quantita', godete con me del suo elegante colore ambrato.
Nella disposizione e nella forma trovo una somiglianza con i tronchi fossili del carbonifero che, portati alla luce milioni di anni dopo la loro rigogliosa gloria, testimoniano i fasti di una terra neonata e incontaminata.

Ho un vuoto dentro....

Puntuale come un orologio svizzero, la cacca post-prandiale è arrivata da sola, il caffè non ha fatto altro se non rendere irrestibile il bisogno di espellerla. Buona la quantità, ho ancora dei lievi crampi all'intestino che sta riacquistando la sua grandezza originaria. Per oggi credo sia tutto, ma non escludo sorpese in serata, mandateci qualcosa voi,
guardalamiamerda
 Posted by Picasa

venerdì, febbraio 10, 2006

Mi si è obiettato che la foto precedente avesse un'inquadratura troppo ravvicinata sul dettaglio. Vi lascio per questo motivo una panoramica di questi allegri stronzetti perchè possiate averne una visione d'insieme. A presto,
guardalamiamerda
 Posted by Picasa

Cac art!

Posseduto dal demonio dell'arte, la natura mi è venuta in aiuto, per la seconda volta in un giorno. Ecco a voi la prima opera di Cac art! Posted by Picasa

Cetacei deietti...

Non bella, nè particolarmente grande, la cacca di oggi si distingue per il suo fascino misterioso. Il riflesso della luce sulla parte affiorante dall'acqua, questa superficie polita ma al tempo stesso un pò rugosa, mi ricorda il dorso di una balenottera al chiaro di luna, col suo piccolino al lato, timoroso prima dell'immersione. Con un pò di tenerezza perciò, assieme a una vaga inquietudine per il loro destino incerto, ho lasciato che l'acqua scorresse sulla bianca porcellana per portarle con sè verso l'ignoto. Che un dio le protegga dalle insidie del mare colore del vino,
guardalamiamerda
 Posted by Picasa